Camerino, le sirene delle gazzelle mettono in allarme la popolazione

27 Set 2018
5483 volte

Il suono delle sirene ha squarciato il silenzio di un centro, quello di Camerino, ormai da due anni quasi disabitato provocando allarme e curiosità in tutta la città. Una vasta operazione antidroga, infatti, è in corso di esecuzione da parte dei carabinieri della Compagnia di Camerino, che sta interessando anche i centri limitrofi di Castelraimondo, Matelica, Pioraco, e i centri di Tolentino e Fermo. Fin dalle prime luci dell'alba i militari hanno eseguito perquisizioni nelle abitazioni di persone sospettate, forse anche qualche studente, e sembra siano stati effettuati anche alcuni fermi. I dettagli dell'operazione e i risultati raggiunti, saranno resi noti nelle prossime ore dal comandante della Compagnia di Camerino Roberto Cara nel corso di un incontro con la stampa.

Homelike Villas, da San Severino alla fiera di Londra

27 Set 2018
241 volte

Il progetto tutto settempedano "Homelike Villas” alla fiera per il destination wedding di Londra. Si tratta dell’appuntamento più importante d’Europa, il “The National Wedding Show” ospitato nei giorni scorsi a Londra e che ha visto per la prima volta la presenza dello stand di “Homelike Villas”, il progetto di incoming e turismo esperienziale  lanciato appena un anno fa dall’imprenditore settempedano Sandro Teloni. Ospitato negli spazi dell’Enit, l’Agenzia nazionale del Turismo, e della Regione Marche, lo stand ha presentato anche le tantissime bellezze del territorio marchigiano con immagini di suggestivi scorci e video delle tradizioni locali.               

Tra i tanti operatori giunti da tutto il mondo i Consulenti Viaggi e Vacanze, figura tutta nuova che caratterizza il progetto di “Homelike Villas”, hanno accolto coppie di futuri sposi ma anche wedding planner, tour operators e altri professionisti del settore per presentare loro il vero “matrimonio tricolore”.

“La nostra idea di matrimonio - spiega Teloni - così come la nostra idea di vacanze, è chiara: ogni cerimonia, ogni soggiorno nelle nostre strutture, deve essere una favola da raccontare. Per questo in fiera abbiamo presentato non solo le residenze che fanno parte della rete Homelike Villas, una settantina di siti tra meravigliose ville e dimore storiche di Marche, Umbria e Toscana; ma abbiamo mostrato anche i tantissimi servizi che offriamo. Anche per il wedding abbiamo creato, infatti, l’attenta figura dei Consulenti Viaggi e Vacanze che sono veri professionisti capaci di pensare a tutto quello di cui la coppia può avere bisogno: dal celebrante al catering, dalla richiesta di documenti al fiorista, dal musicista a chi si occupa dell’allestimento della tavola, dal transfert da e per l’aeroporto all’auto per la cerimonia. Insomma - aggiunge - un amico, per noi un professionista, che affianca e consiglia i futuri sposi, ma anche chi dovesse decidere di venire da noi per una luna di miele o un’altra cerimonia o momento da ricordare, dalla a alla z. Questo, ovviamente, viene molto apprezzato in particolare dagli stranieri che possono tranquillamente arrivare in Italia per sposarsi senza dover fare i conti con permessi, preventivi, contratti da firmare e mille e più difficoltà. Il nostro è un servizio completo e proprio per questo chi si affida a noi riesce a vivere realmente uno dei momenti più importanti della propria vita come se fosse una favola da raccontare”.

A novembre “Homelike Villas” sarà di nuovo a Londra per il Wtm, il World Travel Market, un must per il settore turistico. Durante il World Travel Market vengono presentate numerose destinazioni e altri aspetti del settore turistico davanti ad un pubblico specializzato di professionisti in Italia e nel mondo.

g.g.

 

FieraLondra

A Pioraco apre il Centro di aggregazione sociale

27 Set 2018
64 volte

Domenica 30 settembre alle ore 18.30 si terrà l’inaugurazione del “Centro di aggregazione sociale“ presso i locali dell’ex-circolo “Il Gambero” in Piazza Garibaldi 16, un luogo per tutti i cittadini di qualsiasi età.

La struttura è stata esternamente messa in sicurezza con un grande sforzo economico da parte del comune di Pioraco che l’ha donata in comodato gratuito alla parrocchia che a sua volta l’ha aperta al pubblico per tutte le associazioni.

Ospiterà i corsi dell’Uteam (Università della Terza Età dell’Alto Maceratese) coordinata da Miriam Micucci ai quali è possibile iscriversi già dal giorno dell’inaugurazione. I sopra scritti corsi verranno aperti il 28-29 ottobre e tra le diverse manifestazioni che l’Università organizzerà ci sarà il Torneo di Burraco.

L’edificio oltre a ciò sarà utilizzato per il catechismo, le riunioni parrocchiali, le attività ludico-sportive sia per giovani che anziani (saranno presenti due biliardi dove sfidarsi a stecca) ed attività ricreative. Essa verrà inoltre aperta a vari eventi come cene, compleanni e riunioni condominiali dirette al collegamento e all’impiego della comunità piorachese.

La speranza è quella che con la collaborazione di tutti i cittadini possa diventare un cuore pulsante d’unione per tutto il paese.

Lisa Grelloni

 

Senza titolo

San Severino, frazione Granali: "La strada è un colabrodo. Si intervenga".

27 Set 2018
184 volte

Strade che sono un colabrodo, rattoppate ma di nuovo allo stato iniziale con piogge e neve. Un problema diffuso ormai persino nella Capitale, che tutti i Comuni, grandi o piccoli, si trovano a combattere. Ma ci sono situazioni che ormai si protraggono da diversi anni, come a San Severino, nella frazione dei Granali. E il settempedano lì residente, Ludovico Buttafuoco, ha deciso di scrivere al sindaco Rosa Piermattei per chiedere un intervento.

“Questa strada è in stato di abbandono e di degrado da diversi anni - si legge nella lettera - senza nessuna attenzione da parte dell’attuale Amministrazione. Le scrivo personalmente perché confido che possa farsene carico e adoperarsi in modo efficiente. Parlo e nome mio - sottolinea - ma credo di parlare anche a nome di tutti i cittadini che risiedono ai Granali, quando dico che siamo stanchi di vivere senza i servizi essenziali che devono essere assicurati ad ogni cittadino, ovvero una strada percorribile e transitabile”.

Buttafuoco ha allegato alla lettera anche alcune foto dei tratti che versano nello stato peggiore, e racconta di un manto stradale letteralmente distrutto, pieno di buche e voragini e praticamente non percorribile. Racconta anche di numerose automobili danneggiate a causa del pessimo stato della strada: “In passato sono stati fatti dei lavori temporanei. Sono state chiuse le buche più grandi ma con le piogge forti o le nevicate ritornavano allo stato iniziale. Mi rivolgo a lei - continua - per avere la certezza che sia a conoscenza della situazione e perché, in qualità di primo cittadino, dovrebbe più degli altri dimostrare sensibilità alle problematiche esposte. Speriamo di non dover attendere il cambio dell’amministrazione per avere risultati concreti”.

g.g.

granali3

granali

Una rotatoria per 'Cortili in fiore'. Al via l'abbellimento nell'intersezione tra via D'Accorso e via Madonna Carceri

27 Set 2018
829 volte

Iniziati a Camerino, gli interventi  di abbellimento della  grande rotatoria sulla strada statale 256 Muccese in corrispondenza all’intersezione con via D'accorso e via Madonna delle Carceri. Le opere che daranno una veste nuova a uno degli ingressi principali della città, sono organizzate e seguite dall'Archeoclub sede di Camerino che, da anni,organizza con successo la manifestazione Cortili in fiore. Mezzi e operai della ditta che se ne occupa, stanno procedendo a dissodare il terreno della grande area che verrà piantumato e abbellito con piante, arbusti e fiori e sul quale verrà predisposto l’impianto d'irrigazione. " Cortili in fiore- spiega la presidente dell’Archeoclub Fiorella Paino- aldilà del valore della manifestazione in sé, ha sempre voluto regalare un qualcosa alla città. Così fu nell'edizione del 2016, quando pensammo di chiedere ad Anas, ente che ha la competenza sulla strada Muccese, di poter sistemare la rotatoria. Il tutto è stato bloccato dagli eventi sismici di due anni fa ma, nel frattempo, come Archeoclub non ci siamo  fermati, inoltrando  nuova richiesta ad Anas , affinché all’evento "Cortili in fiore" fosse data la possibilità di sistemare lo spazio . L'autorizzazione è giunta nel giugno del 2017 e, successivamente,  si è provveduto a sbrigare  una serie di altre pratiche, soprattutto a contattare  il comune, senza il cui aiuto non avremmo potuto partire.  Impegnati gli uffici comunali a dover far fronte a situazioni ben più importanti, il tutto è stato deliberato lo scorso mese di maggio, dopodiché- continua Fiorella Paino-  siamo potuti effettivamente partire con l'impostazione dei vari particolari. Insieme a Giuseppe Salvucci che, oltre ad essere tra gli organizztori delle varie edizioni di Cortili, è un esperto del settore, si è quindi studiato un progetto, naturalmente rispondente alle regole dettate da Anas, per dare nuova veste alla rotonda.  In realtà, lo spazio  avrà una connotazione molto semplice anche se richiederà un po' di tempo per essere goduto nella sua veste definitiva. Tra le piante e le essenze che abbiamo scelto per abbellirlo, innanzitutto abbiamo puntato su delle rose particolari, capaci di reggere bene al clima freddo degli inverni camerinesi e, in aggiunta, sul rosmarino e altre specie a colorare il tutto". In due distinti punti della rotatoria, verranno installate due grandi scritte in metallo con una sola parola " Camerino" che risalteranno sul piatto del fondo, realizzato a breccino grosso.  Quanto all''organizzazione del sistema di irrigazione, piantumazione e realizzazione degli spazi a breccino, il tutto dovrebbe essere realizzato in una decina di giorni, in quanto c’è necessità che i lavori vengano conclusi celermente. " L’ultimo tocco sarà rappresentato dunque dal posizionamento delle scritte in ferro; con un po’ di pazienza- conclude la presidente dell'Archeoclub- l’erba del prato migliorerà , le rose fioriranno, il guado si colorerà  di rosso e confidiamo nella bellezza dell' effetto finale. Nulla toglie ovviamente che tutto si possa migliorare col tempo”.  Tra non molto dunque, arrivando a Camerino dalla Muccese, grazie a Cortili in fioresi potrà notare una bella macchia di verde adornata di rose  Rose che, saranno anche un omaggio a Giovanna Malatesta; essendo quel  bellissimo fiore, uno degli emblemi dei Signori di Rimini, casato della giovane che andò in sposa  a Giulio Cesare da Varano nel 1451.  

Carla Campetella

Sequestrati 70gr di hashish e eroina

27 Set 2018
392 volte

Rinvenuti nei pressi dell’Hotel House quasi 70 grammi di sostanze stupefacenti di tipo hashish ed eroina. Questo è l’esito di un’altra operazione della Guardia di Finanza della compagnia di Civitanova. Determinante è stato il fiuto del cane antidroga Edir.

finanzieri della Compagnia di Civitanova Marche, in due distintiservizi, nelle ultime ore, hanno rivenuto alcuni involucri contenenti hashish ed eroina, nei pressi dell’Hotel House

Nel dettaglio, i militari hanno dapprima rinvenuto nel parcheggio del condominio un involucro contenente oltre 25 grammi di hashish, mentre occultati nella siepe che delimita il palazzone sono stati rinvenuti due contenitori con all’interno oltre 45 grammi di eroina. 

In entrambi i casi è stato fondamentale l’apporto fornito dal cane antidroga Edir che ha segnalato, con estrema precisione la presenza dello stupefacente. 

Questa operazioneconferma il costante impegno della Guardia di Finanza a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, attività ricompresa in un ampio dispositivo permanente di lotta ai traffici illeciti recentemente rafforzato dal Comando Generale del Corpo.

g.g.

 

 

Belforte, la Caritas saluta l’arcivescovo Brugnaro

27 Set 2018
256 volte

Un saluto speciale da parte della Caritas di Belforte del Chienti, insieme agli altri rappresentanti dell'associazione vicariale, all'arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro.

Ieri sera, infatti, nella sede di Belforte, Agostino Manfrini, rappresentante della Caritas vicariale ha organizzato un momento di saluto tra i volontari, i fedeli e l'arcivescovo.

In dono a Brugnaro una corona e anche un pensiero per la mamma che compie 101 anni.

"Ad ogni compleanno - spiega l'arcivescovo - Agostino ha pensato a mia madre e questo testimonia la sua gentilezza e il suo affetto".

Per la Caritas e per tutto il paese l'arcivescovo è stato fin da subito un importante punto di riferimento: "Se oggi la nostra realtà è cresciuta - dice Manfrini - è soprattutto grazie a lui":

Presente anche il sindaco di Belforte, Roberto Paoloni che ha ringraziato Brugnaro per l'impegno rivolto al paese, uno fra tutti quello che ha riguardato i lavori per la riapertura della chiesa di sant'Eustachio dopo il sisma.

135B75A9 6021 4317 A7F8 5D16EB0DF41A

L'argomento sarà approfondito con foto e interviste ne L'Appennino Camerte della prossima settimana.

 

Giulia Sancricca

 
 
 
 
 

Cessapalombo, vietato l’uso dell’acqua potabile

26 Set 2018
841 volte

A Cessapalombo vietato l’uso di acqua potabile a scopo cautelativo.

Di seguito il comunicato diffuso dall’Assm:

“A seguito delle segnalazioni pervenute da alcuni utenti, il Sindaco di Cessapalombo ha emesso un’ordinanza, a scopo cautelativo, di divieto d’uso alimentare, potabile e sanitario dell’acqua dell’acquedotto comunale proveniente dalla sorgente di Rio Fessa.   
Sono interessate le frazioni del Capoluogo, Monastero, La Villa, Tribbio, Montalto, La Valle, Case Frifrini, Case Meschini e Case Colbottoni.   
Allo stato attuale, sono escluse le frazioni di Invernale e Casigliano.   
Le cause dell'inquinamento sono in corso di accertamento da parte dei tecnici del Comune e dell’Assm Spa, che si sono immediatamente messi all'opera per debellarle e ripristinare la normalità del servizio; a tale proposito, Assm Spa sta provvedendo ad eseguire prelievi e analisi, volti ad accertare la qualità dell’acqua in distribuzione.   
Al fine di limitare il disagio alla collettività, presso le località di Capoluogo e La Villa sarà disponibile un servizio alternativo di autobotti.   
In attesa dell’esito dei provvedimenti intrapresi, Assm Spa si scusa per il disagio arrecato e ringrazia anticipatamente tutta l’utenza per la collaborazione”. 

IMG 20180927 WA0002

 

IMG 20180927 WA0001

Campus Unicam: irregolarità per i lavoratori e le opere

26 Set 2018
350 volte

Lavoratori senza contratto, senza visita medica o corsi di formazione adeguati. Ancora, lavoratori senza dispositivi di sicurezza individuale o pagati con degli acconti. Queste sono le irregolarità riscontrate dalla Cgil-Filea che hanno visto protagoniste alcune ditte che hanno realizzato il Campus di Camerino donato dalla provincia di Trento e Bolzano e da un land del Ticino.

“Hanno lavorato ditte appaltanti e subappaltanti - ha spiegato Daniel Taddei di Cgil Macerata - ma la cosa grave è che nei cantieri abbiamo trovato lavoratori e soggetti esterni ai subappalti e quindi non riconducibili a nessuna ditta”. Ma ciò che hanno scoperto i sindacati non finisce qui. Irregolarità e aspetti criticabili anche dal punto di vista delle opere: ad esempio muri che ballano e mancanza di isolante termico e sonoro. 

“Questa è veramente una grande ferita perché il Campus è un segnale di ripartenza del territorio e, oltre al danno per i lavoratori, il danno sarà anche in futuro per gli studenti. Da un anno - ha sottolineato - siamo presenti nei cantieri e le irregolarità sono state tantissime. Questo era uno dei cantieri più grandi e la preoccupazione è per il futuro della ricostruzione vera e propria”. I cantieri infatti saranno a migliaia e se i presupposti sono già così preoccupanti, secondo i sindacati non c’è da essere positivi. In questi giorni sono state predisposte le varie richieste sia alla ditta vincitrice dell’appalto che alle province donatrici della struttura ma stando a Massimo De Luca ancora non sarebbero pervenute risposte: “Abbiamo inviato la responsabilità solidale, per quanto riguarda il salario dei lavoratori, nei confronti della ditta e della provincia di Trento. Siamo in attesa di risposte. Da aprile a oggi hanno lavorato sette giorni su sette e ci auguriamo che almeno per ciò che riguarda questo aspetto si faccia giustizia al più presto”.

g.g.

Muccia- Avvio per la nuova scuola. Firmata la convenzione tra Fondazione Bocelli e Comune

26 Set 2018
1272 volte

Sopralluogo di una rappresentanza della Fondazione Bocelli a Muccia, prima della demolizione della vecchia scuola, nell’area che verrà utilizzata per costruire la nuova struttura. Grazie alla raccolta fondi attivata in occasione del concerto del Maestro Andrea Bocelli all’Arena di Verona, un momento che segna ufficialmente l’avvio dell’intero progetto di ricostruzione dell’edificio delle primarie e della scuola dell’infanzia, sostenuto dalla Fondazione Mediolanum Onlus con l’iniziativa su Charity stars per la raccolta delle donazioni. A Muccia, lo scorso lunedì 24 settembre, in vista del Forum di Milano della Fondazione Mediolanum, sono state anche realizzate delle riprese con i bambini della scuola elementare De Amicis. Il sindaco Mario Baroni e la Direttrice Generale della Andrea Bocelli Foundation Laura Biancalani, hanno inoltre sottoscritto la convenzione che stabilisce le modalità dell’esecuzione dei lavori e la ripartizione dei rispettivi compiti istituzionali. “ Con questo atto – dichiara il primo cittadino di Muccia- possiamo dire di essere ufficialmente partiti con questo straordinario atto di vicinanza che restituirà le scuole primarie e dell’infanzia alla comunità muccese. Martedì prossimo, di concerto con gli Uffici della Ricostruzione, inizieranno le operazioni di demolizione degli edifici scolastici lesionati e, non appena terminate le fondazioni, si potrà cominciare con le operazioni di costruzione della nuova struttura che dovrebbero essere ultimate in soli 150 giorni. Se tutto va bene- continua Baroni- avremo questo sogno realizzato prima che si concluda l’anno scolastico ed è dai nuovi edifici che i bambini termineranno le loro lezioni prima delle vacanze estive. Per gli abitanti di Muccia si tratta del primo vero segno di stabilità- sottolinea il sindaco-; finora ci siamo occupati solo d soluzioni provvisorie, invece la realizzazione di questo edificio rimarrà stabile negli anni. Da qui, il vero inizio della ripartenza”.

Carla Campetella

Scuola lesionata

Un aula della scuola De Amicis da demolire

 

Ussita, la comunità rinasce su Facebook

26 Set 2018
200 volte

Quando il mostro dei social network diventa il collante di una comunità disgregata dal sisma.

E’ il caso del Comune di Ussita. Sicuramente uno dei centri più colpiti dell’entroterra maceratese che, già dalla scossa del 24 agosto scorso, ha perso strutture importanti del paese e con quelle anche l’unione di una comunità disgregata dai trasferimenti forzati verso la costa.

Ma a dimostrare quanto i rapporti umani siano più forti di un dramma come il sisma, è la nascita della pagina Facebook del Comune.

“L’apertura della pagina risponde non solo alle esigenze di trasparenza nei confronti dell’esterno – scrive il primo cittadino, Vincenzo Marini Marini nel profilo appena creato - ma è frutto della considerazione che la comunità di Ussita è una comunità allargata, costituita anche da coloro che hanno delle radici familiari forti e da coloro che avendovi le seconde case hanno trovato in Ussita un punto di riferimento esistenziale. L’utilizzo di Facebook è uno degli strumenti, non il più importante, con il quale cercare di mantenere condivise le informazioni sull’attività del Comune nell’ambito di questa comunità allargata”.

Un messaggio di speranza e condivisione di una comunità fatta non solo della gente che è nata e cresciuta a Ussita, ma anche di chi fino a due anni fa la sceglieva come meta di vacanza, relax e sport.

Giulia Sancricca

Consiglio comunale di San Severino: domani si discute del punto nascite

26 Set 2018
127 volte

Torna a riunirsi il consiglio comunale di San Severino. La convocazione è per domani, giovedì 27, alle 20:30.

Dopo le comunicazioni del sindaco, durante le quali Rosa Piermattei è solita fare il punto della situazione post sisma e di ordinaria amministrazione, si procederà con la nomina del revisore unico dei conti per il triennio 2018-2021.

A seguire, l’approvazione del bilancio consolidato del 2017 e l’atto di indirizzo per l’affidamento del servizio di liquidazione, accertamento e riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità, dei diritti sulle pubbliche affissioni, della tassa occupazione spazi e aree pubbliche, della tassa smaltimento rifiuti e della riscossione coattiva di tributi ed altre entrate. Al quinto punto all'ordine del giorno, l'atto di indirizzo per l'affidamento della gestione dei campi da calcio “Gualtiero Soverchia” e “Tullio Leonor”. Ultimo punto, la discussione della mozione presentata dai consiglieri Massimo Panicari, Gabriela Lampa e Mauro Bompadre concernente il ripristino del punto nascite all’ospedale di San Severino.

g.g.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo