Ponte di Via Collio: "Lavori al termine. Apertura tra pochi giorni"

30 Lug 2018
251 volte

Tra pochissimi giorni sarà completamente riaperto alla circolazione il ponte di via Collio interessato da lavori di miglioramento sismico eseguiti dall’impresa Calzolari Costruzioni di Macerata per un importo complessivo di 153mila euro. 

“Le opere sono praticamente ultimate – spiega il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei –. Insieme all’impalcato, con la realizzazione di una nuova soletta in cemento armato, sono state sistemate le spallette e sono stati rifatti completamente i sottoservizi, vale a dire fognature e impianti di luce, gas e acqua, che interessano una vasta zona della città. Questo ha richiesto un po’ più di tempo ma le opere pubbliche, quando vengono fatte, devono essere fatte bene – aggiunge il primo cittadino settempedano, che sottolinea - Per consentire la riapertura del ponte in tempi celeri abbiamo accelerato di molto i lavori rispetto alla originaria scadenza prevista nel contratto. Grazie ai lavori, realizzati dal Comune e finanziati dalla Regione Marche, verrà rifatta anche la pubblica illuminazione”.

La ditta Calzolari Costruzioni è in procinto di terminare le opere strutturali mentre la ditta Carlo Crescimbeni di Cingoli provvederà, sempre in questi giorni, ad asfaltare i piani viabili. Con la riapertura del ponte verrà predisposta anche una nuova segnaletica e saranno installati nuovi lampioni ad alta efficienza da parte della municipalizzata Assem SpA.

Gdf Camerino: al comando il tenente Alessandro Tomei

30 Lug 2018
945 volte

È laureato in scienze della sicurezza economica-finanziaria, ha frequentato il corso di perfezionamento post laurea in intelligence e sicurezza nazionale ed è attualmente iscritto alla facoltà di giurisprudenza di Bergamo. È il tenente Alessandro Tomei, il nuovo comandante della Guardia di Finanza Tenenza di Camerino. Originario di Rho, Milano, classe 1992, è celibe e si è arruolato nel Corpo nel 2011 frequentando l’Accademia della Guardia di Finanza fino al 2016. Come primo incarico ha ricoperto il ruolo di Comandante della 1^ sezione operativa del II nucleo operativo e del I nucleo operativi all’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze-Peretola. Da oggi è al comando della tenenza ducale dopo l’avvicendamente col Capitano Antonio Di Palo. Quest’ultimo, dopo tre anni di permanenza a Camerino, lascia per assumere il comando della Compagnia di Siena.

Gaia Gennaretti

 

Antisciacallaggio. In auto a Caldarola nonostante il foglio di via

30 Lug 2018
288 volte

Di nuovo a Caldarola nonostante il foglio di via.

Proseguono, in paese, i servizi antisciacallaggio messi in campo dai carabinieri.

Nei giorni scorsi, i militari della locale stazione hanno controllato alcuni cittadini di etnia Rom residenti in Umbria che, il mese scorso, erano già stati sorpresi nella zona rossa di Caldarola.

Si tratta di persone già note alle forze dell’ordine per delitti contro il patrimonio e che, in quella occasione, erano state segnalate alla Questura per l’emissione del foglio di via, ora ottenuto per tutti i Comuni del cratere della provincia di Macerata.

Durante i controlli dei giorni scorsi, i militari hanno controllato un’auto con i due Rom e una terza persona, della stessa etnia e con gli stessi precedenti.

I tre sono stati nuovamente segnalati ed il foglio di via è scattato anche per il terzo soggetto. 

A Cingoli successo per Amici Show

30 Lug 2018
79 volte

Grande successo, sabato sera, per la prima edizione di “AMICI SHOW“, lo spettacolo con tanti ex protagonisti del programma Mediaset “Amici di Maria De Filippi”. La serata ha animato il balcone delle Marche, la città di Cingoli. Oltre due ore di spettacolo sul palcoscenico di piazza Vittorio Emanuele, con il pubblico entusiasta e divertito per la qualità degli artisti in scena. Dalle bellissime voci degli ex concorrenti, alla comicità di Piero Massimo Macchini, per passare al corpo di ballo Talia Group, alla Ballerina Alissa Komarova e al giovane talentuoso ballerino cingolano Federico Rubisse. La serata organizzata e promossa dall’amministrazione comunale di Cingoli è stata presentata da Marco Moscatelli e Taryn Piccinini, con la regia di Chiara Nadenich.

Consegnate 46 casette. A Visso rientrano un centinaio di persone

29 Lug 2018
4265 volte

Un altro pezzo della comunità di Visso torna a ricongiungersi con la sua terra. Alle porte del paese, consegnate le ultime 46 casette dell’area di via Cesare Battisti 1. Per l’antico borgo medievale che sconta una distruzione pressoché totale, si apre una nuova luce di speranza  Circa un centinaio le persone, arrivate dalla costa o dalle sistemazioni in affitto dell’entroterra, pronte a ricominciare da casa. Una soddisfazione a metà quella espressa dal sindaco e senatore Giuliano Pazzaglini, nell’accogliere con gioia il rientro dei suoi cittadini; consapevole che molto ci sarà da fare ancora perché la perla dei Sibillini torni a brillare, ha inteso rivolgere alla comunità anche un accorato invito ad un contributo propositivo e attivo, indirizzato alla rinascita del paese. “Con la consegna di oggi, in teoria avremmo dovuto chiudere il cerchio, ma attendiamo ancora l’ultimazione dei lavori per l’Area di Borgo san Giovanni già consegnata qualche mese fa dove, sul fronte di prima linea delle casette, si sono rese necessarie delle opere di sistemazione dell’argine del fosso. Non mi esprimo con troppa soddisfazione- ha rimarcato - perché secondo me questo è l’emblema del fallimento dell’impostazione data a questa ricostruzione, alla quale purtroppo non riesco più a credere. La ricostruzione sarà lunga e se non creeremo le condizioni per far rimanere le persone, farle tornare sarà stato molto meno importante di quanto ho sempre creduto fino a qualche tempo fa. Quello di oggi è comunque un passo fondamentale, perché finalmente tutte le persone che vorranno tornare a Visso, saranno nelle condizioni di poterlo fare

IMG 20180729 101625468

Alla consegna delle chiavi, erano presenti anche il consigliere comunale Filippo Sensi, il direttore del Consorzio Arcale Giampaolo La Muraglia e funzionari della Regione Marche. A questi ultimi il sindaco ha voluto esprimere particolari sentimenti di gratitudine, per il sostegno che non hanno fatto mai mancare e per il lavoro incessante portato avanti con ammirabile impegno. “Insieme a noi si sono sporcati le mani e ho voluto anche esprimere pubblicamente la mia solidarietà nei loro confronti, perché abbiamo lavorato insieme per mesi e non ho nessun dubbio sulle loro capacità, dedizione e onestà. Sono stati messi in condizioni di lavorare quasi impossibili e l'hanno fatto al meglio delle loro possibilità, per cui, l'unico sentimento che mi sento di esprimere è il ringraziamento perché chi doveva creare le condizioni per farli lavorare bene, non l'ha fatto, e poi li ha lasciati soli”.

IMG 20180729 105242953

Appassionate e sentite, le parole che il sindaco ha rivolto alle famiglie tornate a Visso: Oggi si chiude un percorso che è stato lunghissimo. Quella che consegniamo ai cittadini è la prima area che il comune ha indicato alla protezione civile per la realizzazione del villaggio SAE. Il layout è stato approvato a marzo dell'anno scorso e da cronoprogramma la consegna delle casette avrebbe dovuto avvenire nell’ agosto 2017, data poi aggiornata ripetutamente nel sito della protezione civile e forse nemmeno più aggiornata tanto che i fatti adesso dimostrano quello che poi è accaduto; purtroppo simili incidenti non rimarranno confinati alla realizzazione degli interventi emergenziali; l'impostazione data a questa ricostruzione, anziché semplificare le cose, ha reso tutto più complicato e questo significa che oltre che essere stati pazienti (e credo che voi siate l’esempio vivente della pazienza nella fase emergenziale), bisognerà esserlo altrettanto nella fase della Ricostruzione, in cui oltre che pazienti, dovrete essere propositivi. Quindi, ora che siete tornati, l'invito che rivolgo a tutti, è quello di ritornare ad essere immediatamente parte attiva della nostra collettività. Una delle prerogative dei piccoli comuni è sempre stata quella di avere un rapporto diretto con gli amministratori, di trovare sempre le porte aperte, di poter parlare con chi sta governando in quel momento, allora approfittate di quella opportunità. Anche solo un'idea potrebbe essere impostata e quindi non vi fate remore nell'esprimerla e cercate comunque in ogni momento di essere parte attiva di questa ricostruzione. Sapete tutti che quella di oggi non è la Visso che abbiamo lasciato e che forse non rivedremo mai più; starà a noi lavorare affinché se ne possa costruire una nuova. Se qualcuno pensa che torneremo ad essere quello che eravamo, credo che si illuda: è un sogno che ho accarezzato anch'io e che mi sarebbe piaciuto, ma questo non accadrà mai più; quindi sarà fondamentale che tutti, ognuno per le proprie capacità, per la propria disponibilità di tempo e per le proprie possibilità, contribuiscano alla rinascita di questo comune. Ancora per qualche mese, sarà mio compito farlo come sindaco ma ritengo che, a prescindere dal ruolo fondamentale dell'amministrazione, siamo arrivati a un punto che non si potrà più distinguere tra chi amministra e chi subisce le decisioni di chi sta governando in quel momento. Dovremmo arrivare ad un punto in cui la partecipazione di tutti, nei limiti delle proprie capacità, delle proprie esperienze, della propria disponibilità di tempo, dovrà essere attiva e comunque finalizzata alla rinascita di questa comunità. Noi dovremmo tornare ad avere un’ autosufficienza economica, dovremmo tornare ad essere una collettività e dovremmo insieme individuare quale dovrà essere il fine della Ricostruzione. La ricostruzione – ha proseguito- non dovrà rimanere fine a se stessa; per raggiungere tale obiettivo, noi dovremmo capire come fare in modo che la perla dei monti Sibillini torni ad essere tale, torni ad essere il comune che 60 anni fa aveva una ricettività alberghiera superiore a qualunque altro della provincia di Macerata, torni ad essere quel Piccolo Borgo di pregio che era sede di un Parco nazionale e lo è ancora, era bandiera arancione del Touring Club Italiano e lo è ancora, era uno dei borghi più belli d'Italia e lo è ancora. Dovremmo pertanto tornare ad esserlo, solo come certificazione, anche nella sostanza e dovremmo fare in modo che chi vuol rimanere possa farlo. Fare in modo che qualcuno di quelli che aveva sempre accarezzato l'idea di potersi trasferire qui, possa anch’ egli trovare l’'opportunità per farlo. Siamo pronti dunque ad accogliere tutti a braccia aperte, sia i vissani che sono tornati, sia quelli che vorranno diventare nuovi vissani perché, senza di loro, il nostro futuro purtroppo potrebbe essere molto più fosco”.

Carla Campetella

IMG 20180729 101209705

IMG 20180729 105558862 1

IMG 20180729 171230 1

IMG 20180729 111638586

 

Si ricostituisce la comunità di Mergnano. Consegnate 10 'casette' anche a Vallicelle

28 Lug 2018
2346 volte

Mattinata di consegne in due aree SAE del territorio comunale di Camerino. Sei i nuclei familiari che hanno fatto rientro nella frazione di Mergnano San Savino, seguiti da altri dieci nel quartiere di Vallicelle.

“ Grazie per averci sostenuto; grazie  per la pazienza e per la grande umiltà che avete conservato per tutto questo lungo tempo; so che non è stato facile e oggi il segnale più forte viene dal vostro coraggio”. Così il sindaco Gianluca Pasqui, felice di restituire un’abitazione ai suoi cittadini. “Seppur distrutta questa comunità è riuscita a restare in piedi, salvaguardando tutti i bisogni primari, dalle scuole, all’università, al commercio. E’ naturale che ci manchi la nostra Camerino ma in questo momento, dobbiamo vivere per quello che abbiamo e arrivare forti ad una ricostruzione che oggi non c’è, e, non possiamo nasconderlo. Ricostruzione che tuttavia esisterà e ci si chiede di arrivarci con la consapevolezza di riuscire a tenere in piedi queste terre, per donare ai nostri figli quello che a prezzo di duri sacrifici, i nostri padri ci hanno consegnato. E oggi finalmente rientriamo in queste case che ci consentiranno di percorrere la strada giusta per restituire un domani alla comunità che c’è e che, animata da sempre dalla forza di valori e di radici profonde, tale deve rimanere”. Gioia mista a commozione in tutti i presenti all'appello, nel giorno in cui finalmente hanno potuto aprire l’uscio di un’abitazione propria, seppur temporanea. Immerso in un bellissimo contesto naturale, il piccolo villaggio SAE di Mergnano San Savino che,  posto a ridosso della frazione, guarda al campanile della sua chiesetta prima che la vista si perda sulla vallata. Campi di girasole e tanto verde a fare da contorno alla gioia di ritrovarsi di tutti i mergnanesi, finora vissuti disgregati in diverse e distanti sistemazioni.

IMG 20180728 094948931

IMG 20180728 094431040

 

IMG 20180728 094539293

Poco più tardi, identica atmosfera di positività dal gazebo di Vallicelle, approntato per l'occorrenza dai volontari di Protezione Civile. Altra sobria consegna, presenziata dal primo cittadino insieme ai tecnici e dipendenti dei vari uffici comunali, e ai responsabili del Consorzio Arcale e delle ditte impegnate nei cantieri.    

IMG 20180728 101438711

Vedere gli occhi della gente pieni di commozione non ha prezzo- ha detto Pasqui- Non ha prezzo soprattutto dopo 2 anni, un tempo lunghissimo per il quale mi scuso. Non posso che chiedere perdono per tutti gli errori che quotidianamente commetto perché – ha ribadito  - il vostro sindaco sbaglia tutti i giorni purtroppo ancora non ha imparato a non sbagliare e fino alla fine del mandato sicuramente continuerà a farlo. Ma lo farò sempre con grande amore, e con la voglia di restituire, alla città che mi ha dato la vita. Le scelte dell’amministrazione sono state dettate dal non disperdere la comunità e oggi, dobbiamo essere contenti di aver riportato la popolazione nei luoghi di questa città , consapevoli che la ricostruzione meriterà del tempo e altrettante scelte importanti. Man mano che nelle aree SAE consegniamo ‘casette’, mi convinco sempre di più che abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Rivedere nelle frazioni la gente che le popolava, significa rivedere una città consapevole che potrà vivere nel tempo della Ricostruzione che non sarà un tempo breve, ma così messo, sarà di sicuro un tempo certo di buona riuscita” . Per l’impegno e la forte collaborazione nel raggiungimento dei risultati, i ringraziamenti sono stati estesi alla macchina comunale nel suo complesso e a tutti gli uffici, alle maestranze e alle ditte che hanno strenuamente operato nei cantieri. Un ringraziamento particolare, Pasqui lo ha rivolto al consorzio Arcale che, dai portoncini blindati alle zanzariere, ha curato con attenzione tanti minimi dettagli delle Soluzioni Abitative di Emergenza della città. Prossima imminente consegna di  'casette' quella dell'area San Paolo - Fonte San Venanzio che conta 49 SAE. 

IMG 20180728 111433795

Dalle parole del sindaco anche rassicurazioni sulla realizzazione della nuova struttura socio-assistenziale “ Casa Amica” nel quartiere di Vallicelle. “ Posso tranquillizzare la comunità che il progetto che vedrà realizzato un centro e una nuova struttura all’avanguardia donati dalla Croce Rossa Nazionale non si è fermato. Il prossimo primo agosto accoglierò a Camerino l’ingegnere incaricato del progetto che il presidente della Fondazione Luigi Vannucci sta seguendo”.

Carla Campetella

IMG 20180728 112222784

 

Morrovalle, a fuoco due container

28 Lug 2018
246 volte

Paura questa mattina, poco dopo mezzogiorno, in contrada Culmini a Morrovalle dove in una zona rurale recintata sono andati in fiamme due moduli abitativi.

 

 

2ok

 

L’incendio ha coinvolto anche due autovetture andate distrutte e cinque contenitori
di GPL provocandone l’esplosione di uno.

3ok

 

L'uomo residente nei moduli è stato trasportato all'ospedale di Civitanova Marche dal personale del 118, per ustioni ed intossicazione da fumo.

Due cani sono deceduti e recuperati con le apposite procedure.

4k


Sul posto anche i Carabinieri della stazione di Morrovalle.

Giulia Sancricca

San Severino: ai giardini uno spazio con giochi per l'educazione stradale

28 Lug 2018
151 volte

Un’area per l’educazione stradale ai giardini pubblici. Uno spazio rivolto ai più piccoli per attività di educazione civica. 

Il Comune di San Severino e la Polizia Locale sono a lavoro per promuovere il rispetto delle regole stradali. Si deve a questo la realizzazione, ai giardini pubblici, di un’area giochi per l’educazione stradale, un modo per coinvolgere i più giovani parlando la loro lingua. 

L’allestimento prevede uno spazio attrezzato con giochi e tappeti, scritte e immagini di segnali stradali da usare per attività di divulgazione con corsi didattico-educativi rivolti alle scuole primarie e secondarie.

Complessivamente la cifra impegnata è di 9.428 euro e i lavori sono stati affidati alla A.U.S. srl di Pieve Torina.

San Severino, lavori al ponte di via Collio. FI: "Troppe lungaggini".

28 Lug 2018
170 volte

Fanno discutere i lavori al ponte di via Collio. Si tratta di lavori di consolidamento e contestualmente sono partiti anche quelli di rifacimento del marciapiede in via Lorenzo d’Alessandro. L’intervento sarà completato dai lavori al manto stradale e alla risistemazione dell’anello pedonale.

Sull’argomento interviene il gruppo di Forza Italia, secondo cui molti cittadini avrebbero lamentato le lungaggini e i disagi provocati dalla chiusura della strada: “Il ponte è chiuso da diversi mesi e si tratta di un’arteria assolutamente principale che oggi non è percorribile né a piedi né in auto. I lavori sono iniziati il 30 aprile e non sono ancora conclusi. Addirittura occorre registrare una interruzione dei lavori per circa 4 settimane. Si comprende benissimo le esigenze di tutti - sottolineano - ma occorre comprendere anche le sacrosante ragioni dei residenti e degli operatori commerciali che si trovano sbarrati per molto tempo una così preziosa arteria di comunicazione”. Per raggiungere il quartiere infatti bisogna passare per il ponte di Sant’Antonio o per il nuovo ponte sul Potenza in via Gorgonero.

“Ma oltre al danno anche la beffa - tornano a dire -. Il marciapiede di via Lorenzo d’Alessandro è impraticabile e anche lì i lavori di manutenzione sono stati fermi per almeno due settimane e solo in questi giorni ripresi. Molti cittadini, vista la situazione hanno lamentato in Comune il grosso disagio. Ad oggi ancora nessuna risposta, fermo restando quanto apparso sul cartello dei lavori che prevede la consegna del ponte il 27 ottobre, ampiamente dopo l’inizio delle scuole”. Nel rione Di Contro infatti ci sono sia l’Itts Divini, un asilo e la nuova scuola provvisoria per la primaria pertanto la compagine chiede che l’amministrazione monitori costantemente i lavori affinché siano conclusi in tempo per l’avvio del nuovo anno scolastico. 

Durante l’ultimo consiglio comunale, all’inizio di luglio, il sindaco Rosa Piermattei aveva fatto sapere che i lavori al ponte sarebbero terminare entro il mese di agosto e si attende lunedì 30, data del prossimo consiglio, per avere eventuali novità.

Ubriaco sbanda e centra tre vetture

28 Lug 2018
720 volte

Perde il controllo del mezzo e centra tre auto parcheggiate.

E' accaduto la notte scorsa a Tolentino, in via Nenni.

A causare l'incidente un tolentinate pregiudicato classe 1965 a bordo di una Toyota Aygo che è finita contro tre auto parcheggiate regolarmente.

I militari del Norm di Tolentino intervenuti sul posto hanno fermato l'automobilista che, all'esame etilometrico, è risultato positivo con 3.38.

Fortunatamente non ci sono stati feriti.

Al tolentinate è stata ritirata la patente di guida.

 

Giulia Sancricca

 

Eccellenze regionali e grandi ospiti a"Marche in vetrina".

27 Lug 2018
449 volte

" A Castelraimondo ho trovato una grande famiglia". Così Vladimiro Riga  'patron di " Marche in vetrina",  nella conferenza stampa di presentazione del Gran Galà, in programma  il prossimo venerdì 3 agosto, nella cornice di Piazza della Repubblica a Castelraimondo. Una collaborazione sempre più forte quella tra l'ideatore e l'amministrazione comunale, che dal successo di tante edizioni, trae sempre nuovi motivi per rinsaldarsi. Per il settimo anno consecutivo, la cittadina celebra le eccellenze della regione con l'assegnazione del Premio Cassero d'Argento ed un contorno di ospiti dai nomi altisonanti, a partire da Gabriel Garko, Pamela Camassa e Gabriele Rossi che dopo l'atterraggio in elicottero a Borgo Lanciano, faranno il loro ingresso in città su una Rolls Royce d'epoca. Condivideranno lo sfavillante parterre con la pluricampionessa olimpica Valentina Vezzali e il manager e produttore Michele Torpedine.  Al duo Opera Pop e al cantante Riccardo Foresi, il compito di arricchire del loro talento musicale le varie fasi dello show condotto dal brillante Maurizio SocciMain sponsor dell'evento è Banca Mediolanum: " Abbiamo aderito con entusiamo - ha dichiarato il manager  e attuale  presidente di "Marche in Vetrina, Massimo Paoloni. " Il premio alle eccellenze - ha detto-  sposa in pieno la filosofia di Mediolanum, che è quella di ascoltare le esigenze della clientela ed esaudirne le aspettative. Dietro a tutto questo c'è lavoro e impegno ed è giusto valorizzare questi aspetti riconoscendone il valore". Territorio, lavoro, imprenditorialità, talento, piacevole intrattrenimento; tante voci riunite insieme per celebrare le Marche come scrigno di tesori. Come ricordato dall'assessore Elisabetta Torregiani, quest'anno numerosissime saranno le eccellenze regionali da premiare, nei settori imprenditoriali, sportivi, turistico culturali, gastronomici, dell'innovazione. Tante le soprese che l'organizzazione ha in serbo per rendere l'intera serata ancora più avvincente, compreso il saluto di amici della manifestazione quali Vanessa Redgrave, Pippo Baudo e una delle voci del celebre trio " Il Volo". Un evento che si preannuncia dunque emozionante e, soprattutto, ricco di significati come sottolineato dal sindaco Renzo Marinelli :  ""Premiare le eccellenze protagoniste dei più disparati ambiti, significa gratificare il bene che, attraverso il loro   lavoro e impegno, le persone donano a loro stesse e riversano sulla collettività. Quello che più ci rincuora e ci spinge sempre a far meglio, è la grande amicizia che si crea con tutte le 'eccellenze' con le quali instauriamo contatti e che ritroviamo nel tempo, sempre vicine a noi per qualsiasi necessità".Ad aprire la serata, come da tradizione sarà la Cena in piazza aperta a tutti, a cura del Ristorante Tre stelle. L'inizio dello show è previsto per le ore 21,15.

Marche in vetrina 3

 

Camerino, il saluto del nuovo arcivescovo: Ciao, sono don Franco"

27 Lug 2018
1797 volte

Con l'annuncio dell'elezione ad arcivescovo di Camerino – San Severino Marche di don Francesco Massara la diocesi volta pagina. Ora monsignor Francesco Giovanni Brugnaro resta al servizio della chiesa camerte – settempedana quale amministratore apostolico fino al prossimo 21 ottobre, giorno dell'ingresso e della presa di possesso canonica dell'arcidiocesi da parte di mons. Francesco Massara, che sarà consacrato sabato 6 ottobre nella cattedrale di Mileto. Al termine della celebrazione dell'annuncio dell'elezione del nuovo arcivescovo, avvenuta nella chiesa dell'ex seminario di Camerino alla presenza di sacerdoti, fedeli e di diversi sindaci del territorio diocesano, l'arcivescovo Francesco Giovanni, visibilmente commosso, ha così commentato: “ La commozione e le lacrime sono dovute anche alle lacrime di chi è venuto ad abbracciarmi commosso. D’altronde 11 anni non sono pochi, mi sono innamorato di questo territorio, ne conosco ogni angolo e ancor di più lo conosco dopo il dramma del terremoto. Ho avuto modo di visitare luoghi, persone, chiese, canoniche e ne ho compreso la grandezza e lo spessore. Bisogna aiutare i giovani a non perdere un grande patrimonio di cultura, di fede, di valori, usi e costumi che hanno permesso alle Marche di essere una regione civile, saggia e con un modello di vita da esportare”. Ai microfoni di Radio C1 inblu, che ha seguito in diretta esclusiva l'intera cerimonia dell'annuncio, è intervenuto, portando il suo primo saluto alla diocesi, l'arcivescovo eletto Francesco Massara. “Sono don Franco – così si è presentato mons. Massara - Vengo a servire la vostra Chiesa come padre e fratello, mettendomi al servizio di tutta la comunità dell’arcidiocesi di Camerino-San Severino. Ringrazio il Signore per la fiducia riposta in me attraverso il Papa, che mi ha mandato in mezzo a voi per servirvi e spero di poter assolvere a questo compito degnamente e di portare un Vangelo di speranza. Il prossimo 6 ottobre, alle ore 17, sarò ordinato vescovo nella diocesi di Mileto e il 21 sarò a Camerino per abbracciarvi tutti. Mando una benedizione a tutte le famiglie perché il Signore possa donare pace e serenità. Pregate per me”.

2

_l'annuncio nella Parrocchia di Limbadi - primo nella foto il nuovo Arcivescovo_

IMG 2231

_L'Arcivescovo annuncia il nuovo pastore_

 IMG 2244

 _ l'arcivescovo Brugnaro e il Cardinale Menichelli_

IMG 2237

 

IMG 2227

 _ il sindaco di San Severino Marche Rosa Piermattei e il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui_

IMG 2221

 WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.28

 

IMG 2253

 

IMG 2245

 

IMG 2226

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.56

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.51

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.48

 

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.44

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.42

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.43

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.35

 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.40

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.41 

WhatsApp Image 2018 07 27 at 15.36.32

Iniziano gli eventi, verso il Premio Ravera

27 Lug 2018
198 volte

Verso una nuova edizione del Premio Ravera, che quest’anno sentirà la forte mancanza di Fabrizio Frizzi, Tolentino si prepara ad una delle manifestazioni più attese della stagione e lo fa con il #PrimoAppuntamento "Una canzone è per sempre”, domenica alle 21,15 dove canzoni senza tempo animeranno la magica atmosfera del Castello della Rancia di Tolentino.

Protagonista la grande musica grazie alla partecipazione di importanti artisti e personaggi del mondo dello spettacolo italiano, tra gli ospiti anche Enzo Gragnaniello eDario Salvatori, straordinario narratore ed “enciclopedia” della storia della musica, giornalista, conduttore radiofonico di Radio2.

Le porte del Castello della Rancia accolgono il grande pubblico anche domani dalle ore 21 con #NuoviTalenti in scena. Giovani artisti provenienti da tutta Italia, propongono la loro musica. Per riconoscere, premiare e supportare il talento, seguendo la strada tracciata da Ravera, che con intuito eccezionale ha lanciato grandi artisti. I ragazzi inoltre avranno la possibilità di incontrare e farsi ascoltare da “pilastri” della musica, radio e discografia, tra cui Tony Vandoni, direttore artistico di Radio Italia. 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo