A Tolentino i tre giorni del G7 dei giovani

10 Ott 2018
147 volte

Il G7 dei giovani a Tolentino.

È quanto si è svolto fino ad oggi grazie all’Istituto Filelfo che ha partecipato al progetto Futura Model G7, organizzato dalla Young Ambassadors Society e dalla Presidenza Italiana del G7 con l'obiettivo di contribuire all’agenda del G7 fornendo il punto di vista delle giovani generazioni.

L'alunna del Liceo Classico “Filelfo”, Irene Vanni, è stata selezionata a livello nazionale e farà parte della delegazione dei diciannove studenti italiani che andranno in Canada il 23 ottobre per esportare il brevetto Global YounG7.

La selezione della studentessa tolentinate Irene Vanni ha consentito al Filelfo e alla città di ospitare, dall'8 ottobre ad oggi, nelle sale vicine al convento di San Nicola, una simulazione, completamente in lingua inglese, con 54 ragazzi, tutti frequentanti i vari indirizzi del Filelfo, che sono stati chiamati ad interpretare il ruolo di delegati del G7. A loro il compito di discutere e di proporre risoluzioni a problemi di stretta attualità come farebbero i veri delegati, come ad esempio il cambiamento climatico, la globalizzazione e i cambiamenti sociali legati alle nuove tecnologie.

L'argomento sara approfondito nella edizione de L'Appennino Camerte della prossima settimana.

Giulia Sancricca

Ricercata da mesi, donna trovata e arrestata dai carabinieri di Urbisaglia

10 Ott 2018
525 volte

Era ricercata dallo scorso mese di novembre per l’esecuzione di un provvedimento definitivo emesso dalla Corte d’Appello di Ancona che prevedeva un anno di reclusione. Dopo una serie di indagini è stata trovata e ora si trova nella casa circondariale di Pesaro.

Si tratta di una donna bosniaca di etnia rom, di 45 anni, accusata di reati di natura predatoria commessi nell’anconetano tra il 2012 e il 2017.

La donna, pluripregiudicata e che in passato era stata già sottoposta al regime degli arresti domiciliari ad Urbisaglia, aveva da tempo fatto perdere le proprie tracce. Le ricerche svolte dai militari dell’Arma, hanno consentito di individuare l’area di riferimento in cui la donna gravitava da qualche tempo,  a Petriolo. Sono stati effettuati mirati servizi di osservazione che hanno consentito di individuare la destinataria del provvedimentoaccompagnata prima al Comando dei Carabinieri di Urbisaglia e successivamente  nella casa circondariale di Pesaro.

Gs

Incendio a Camerino

10 Ott 2018
2538 volte

Le sirene spiegate dei Vigili del Fuoco che si dirigevano con i propri mezzi di soccorso verso il ristorante - pizzeria L'Etoile, nei pressi della nuova sede dell'Ufficio Postale, hanno messo in allarme i residenti del quartiere Le Mosse a Camerino. Giunti sul posto i pompieri si sono trovati di fronte, nella scarpata sottostante il parcheggio, ad alcune sterpaglie che avevano preso fuoco, facendo alzare una colonna di fumo che aveva allarmato i presenti. Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco del locale distaccamento. Fortunatamente tanto fumo, ma nessun danno.

IMG 20181010 WA0009

 

Riapre Palazzo Sabbieti. Nuova sede per la Scuola Specializzazione Diritto Civile Unicam

10 Ott 2018
500 volte

Riapre in piazza dei Costanti a Camerino  il Palazzo Sabbieti. I lavori di sistemazione dei danni subiti dallo storico stabile, hanno reso possibile per questo giovedì 11 ottobre alle ore 11.00, l’inaugurazione della nuova sede della Scuola di Specializzazione in Diritto Civile dell’Università di Camerino, la cui collocazione originaria era nel palazzo ducale danneggiato dal sisma. Nel corso della cerimonia, sottolineata dalla benedizione dell’edificio da parte dell’arcivescovo Francesco Brugnaro, dopo i saluti del rettore Claudio Pettinari, del sindaco Gianluca Pasqui, del direttore della Scuola di Giursprudenza Unicam prof. Rocco Favale e della direttrice della Scuola di Specializzazione in Diritto Civile prof.ssa Lucia Ruggeri, il prof. Graziano Leoni, prorettore vicario con delega alla ricostruzione, illustrerà nel dettaglio la ristrutturazione di Palazzo Sabbieti. Per l’occasione della riapertura e per consentire la visita dei locali e degli spazi ristrutturati, l’edificio rimarrà aperto per tutto il pomeriggio. Il rettore Claudio Pettinari, lo interpreta come un fortissimo segnale di speranza e segno della stessa convinta volontà dell’ateneo di riappropriarsi di tutti quegli spazi che hanno fatto la storia della città e del territorio: “Con i nostri docenti non vediamo l’ora di poter tornare negli spazi della conoscenza, dove poter ricominciare a studiare, a ragionare insieme ai ragazzi e a quanti vorranno impegnarsi con l’ateneo di Camerino per far sì che questa università continui ad essere un polmone vitale per il territorio. La riapertura di questo importante contenitore è il primo passo, ma siamo fiduciosi e convinti che ne seguiranno altri e, credo che se ne potrà sicuramente giovare tutta la città. D’altra parte il palazzo Sabbieti si trova sulla via principale che porta verso il centro e sulla piazza di san Domenico, in una zona dove già numerose attività commerciali sono ripartite. Penso che questa riapertura e inaugurazione, potrà essere un bene anche per le stesse attività di quella via”.

Carla Campetella

Lavori alloggi di Stigliano: entro il 12 ottobre documentazione per la procedura negoziata

10 Ott 2018
214 volte

Scade il 12 ottobre il termine ultimo per presentare la manifestazione di interesse, da parte di operatori economici, ad essere invitati alla procedura negoziata per l’appalto di interventi di riparazione del patrimonio edilizio pubblico suscettibile di destinazione abitativa con riferimento agli alloggi ex scuola di Stigliano, immobile di proprietà del Comune di San Severino, danneggiato dagli eventi sismici del 2016. L’intervento, per un importo complessivo di 278.534,53 euro, comprensivo degli oneri per la sicurezza, comprende quanto necessario per la riparazione e il ripristino dell’agibilità oltre che per l’efficientamento energetico.

La struttura è ubicata in località Stigliano, al civico numero 18. I lavori dovranno essere portati a termine entro 180 giorni dall’affidamento. E’ necessario in capo all’operatore che manifesti interesse alla procedura, il possesso di attestazione Soa in corso di validità che documenti la qualificazione per la categoria OG1 oltre all’iscrizione all’anagrafe antimafia per gli esecutori tenuta presso il ministero dell’Interno. Le domande vanno presentate, esclusivamente tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’ufficio Sisma tel. 0733641400.

Pino’s Bar compie 30 anni. Leo Piccioni: “Ho ancora un sogno”

10 Ott 2018
1125 volte

Compie 30 anni la storica attività Pino’s Bar. Attiva in piazza Del Popolo dal 1988 grazie a Giuseppe Piccioni, conosciuto come Pino. Fu il primo a proporre ai propri clienti quello a cui adesso non è possibile resistere, un’abitudine che piace a giovani e più adulti: l’aperitivo. Non si può negare che la sua idea abbia avuto successo e dopo 30 anni oggi a tenere le redini di questa storica attività è suo figlio Leo. Da 10 anni ha preso in mano il bar e gli ha dato continuità con il giusto mix tra tradizione e innovazione. Sabato quindi è prevista una festa per salutare questo importante traguardo: l’appuntamento è dalle 22. Ad animare la serata saranno i Rubber Biscuits con il loro tributo ai Blues Brothers e poi con dj set. 

“Quando sono subentrato- racconta Leo Piccioni - il lavoro, con la concorrenza, era un po’ sceso ma mi sono messo comunque a lavoro con la mia testardaggine. Oggi è una bella realtà. Negli anni poi ci siamo presi una bella soddisfazione: le persone sono disposte a spendere un po’ di più per prodotti che valgono, facciamo continui aggiornamenti e puntiamo sulla qualità”. Insomma, grazie alla tradizione di Pino ma anche all’innovazione portata dal giovane figlio, oggi l’attività ha raggiunto un importante traguardo e guarda con ottimismo al futuro, grazie a tutto lo staff che collabora: “Per il futuro cerchiamo sempre di migliorare. E poi ho un sogno, che tutti i bar della piazza riescano insieme a far rivivere il centro come un tempo”.

G.g.

Castelraimondo- Taglia le gomme a 5 auto in sosta. Denunciato operaio trentatreenne

09 Ott 2018
2737 volte
 A Castelraimondo, i  militari della Compagnia Carabinieri di Camerino, hanno denunciato per danneggiamento aggravato un uomo di trentatre anni residente in città. L'uomo di professione operaio e incensurato, nel corso della notte, per futili motivi,  aveva tagliato gli pneumatici di ben 5 autovetture parcheggiate dai proprietari lungo la via principale del quartiere Feggiani. Ad incastrarlo sono stati i filmati delle telecamere acquisite a seguto delle attività d'indagine dai carabinieri. Il giovane è stato dunque denunciato a piede libero per danneggiamento aggravato. I danni arrecati alle auto ammontano a circa 2000 euro.  
 

"Sciame Super Dance" ha festosamente concluso il progetto fatto insieme agli abitanti

09 Ott 2018
480 volte

Una festa partecipata, a tratti commovente, in cui si è sentito il calore e l’atmosfera di una grande famiglia. E’ quella che si è vissuta in “Sciame Super Dance” lo scorso sabato a Pievebovigliana. Una festa maratona danzante che ha coinvolto un bel numero di persone e la cui organizzazione, curata da “Studiovuoto” dell’artista Valeria Muledda, ha richiesto alcuni giorni di preparazione. Fondato dall’artista sarda nel 2012, Studiovuoto è uno studio di architettura esperenziale, uno studio in movimento incentrato sull’azione dell’abitare lo spazio. Accolto l’invito a partecipare all’evento conclusivo dell’intero progetto S.C.I.A.M.E attraverso il quale, grazie all’associazione “La città bambina” e la rete S.l.u.r.p, la comunità si è resa protagonista della trasformazione in autocostruzione dello spazio antistante la nuova scuola prefabbricata, con Sciame Super Dance l’artista Valeria Muledda ha dato il suo contributo alla chiusura festosa e condivisa di un percorso fatto insieme sull’intero progetto e le cui ultime giornate, sono state caratterizzate da un lavoro intenso. La proposta di Studiovuoto, si è ispirata alla società delle api, insetti sapienti che, attraverso movimenti precisi e ripetuti, si tramettono informazioni altrettanto precise. La loro comunicazione avviene attraverso delle “danze” che permettono lo scambio e la circolazione di notizie raccolte dallo spazio esterno. Danzando le api prendono decisioni collettive rispetto al nutrimento, scelgono dove vivere e dove costruire la loro grande –casa città che è l’alveare. Lo Sciame dunque lascia collettivamente e rifonda collettivamente sé stesso e il suo spazio. “Prima di arrivare alla grande festa collettiva di “ SciameSuper Dance- spiega Valeria Muledda- ho lavorato coinvolgendo gli abitanti in alcuni incontri; molto spesso si è trattato di momenti svoltisi individualmente, o al massimo con due o tre persone per volta.

Sciame intervista 1

Si è parlato delle api, della comunità e dello spazio, di che cos'è comunicare e decidere insieme; tutto il progetto di Super sciame dance e della danza dello sciame, s'ispira Infatti alla vita delle api che utilizzano quella che per noi è una danza, come linguaggio di comunicazione tra di loro, per condividere le informazioni e per decidere poi insieme. Ho messo in pratica una parte del lavoro di due anni di Studiovuoto ispirato alla vita delle api, per arricchire il percorso di partecipazione con gli abitanti di Pievebovigliana. Dal momento che il paese fa parte della rete nazionale delle “Città del miele”, ho incontrato ad esempio degli apicultori e, soprattutto, gli abitanti che hanno lasciato le loro case. Mi hanno raccontato come hanno vissuto il terremoto, i loro ricordi rispetto a questa situazione dirompente, come vivono e percepiscono lo spazio dopo l’ evento e come percepiscono lo spazio attraverso i luoghi dove vivono adesso, cioè le nuove piccole case che sono state loro consegnate. I racconti hanno dunque riguardato il nuovo modo di vivere che scaturisce dagli spazi che le persone abitano; nel corso degli incontri ho proposto alle persone di dirmi quale fosse una canzone che avrebbero avuto il piacere di ballare durante la festa di Superdance. Ho pertanto costruito una playlist musicale fatta delle canzoni che le persone avrebbero voluto ballare, aggiungendo degli inserti narrativi con le loro voci. La festa a cui tutti abbiamo partecipato e in cui tutti abbiamo ballato liberamente, divertendoci tantissimo, era appunto composta delle canzoni che gli abitanti hanno richiesto e delle loro voci che hanno raccontato alcuni di questi passaggi della loro vita, nella nuova esperienza di Pievebovigliana dopo il terremoto. Ne è scaturito qualcosa di molto coinvolgente ed emozionante. E’ per questo che "Studiovuoto", "La città bambina" e tutte le associazioni che hanno partecipato a S.C.I.A.M.E,  ringraziano di cuore tutti gli abitanti che hanno partecipato ad un progetto fatto insieme”.

SCIAME percorso

C.C.

Camerino: Contributo di Autonoma Sistemazione di luglio. La Regione ha disposto la liquidazione

09 Ott 2018
1352 volte

In arrivo il Contributo di Autonoma Sistemazione del mese di Luglio, per i beneficiari  di Camerino. Lo ha reso noto il Settore Affari Generali del Comune di Camerino. La liquidazione delle somme relative a luglio 2018 è stata disposta dalla Regione Marche con decreto del Soggetto Attuatore Sisma in data  05/10/2018. Ancora non accreditate al Comune di Camerino, le somme verranno erogate ai beneficiari appena saranno disponibili sul conto dell'ente. 

Visita alla città da parte della proloco di Brufa

09 Ott 2018
124 volte

Il Comune e la Pro Loco di San Severino hanno accolto in visita, nei giorni scorsi, gli amici della Pro Loco di Brufa, piccola cittadina umbra del Comune di Torgiano sulle cui colline sorgono i vigneti della prestigiosa produzione enologica torgianese. Più di duecento le persone arrivate nel chiostro del complesso monumentale di San Domenico per una colazione a base di prodotti tipici e per il successivo tour che ha fatto tappa in piazza Del Popolo, alla pinacoteca civica “P. Tacchi Venturi”, al teatro Feronia e alla basilica di San Lorenzo in Doliolo. 

A ricevere la nutrita comitiva il vice sindaco e assessore comunale alla Cultura, Vanna Bianconi, e il presidente della Pro Loco, Andrea Migliozzi. Successivamente si è aggiunto agli amministratori che hanno ricevuto in città gli amici umbri anche l’assessore comunale al Turismo, Jacopo Orlandani. All’interno del chiostro di San Domenico c’è stato anche uno scambio di doni e saluti prima della ripartenza degli speciali vacanzieri giunti a bordo di ben quatto pullman. 

La cittadina di Brufa è anche nota per il Parco delle Sculture. Domina la piana del Tevere e la pianura di Assisi fino a Foligno. Fa parte della dorsale Torgiano - Brufa - Miralduolo - Torgiano dove si sviluppa “La Strada del Vino e dell’Arte”.

IMG 20181007 WA0010

IMG 20181007 WA0011

Pesca Sportiva, trofeo città di San Severino a Luca Benedetti

09 Ott 2018
108 volte

Luca Benedetti si aggiudica l’ottavo Trofeo di pesca “Città di San Severino Marche”, promosso dall’associazione sportiva dilettantistica Pescatori Settempeda presieduta da Sandro Dignani. Premi anche a Aldo Magini e Graziano Ferretti rispettivamente nei settori due e tre. Alla competizione, svoltasi nelle acque del fiume Potenza, hanno preso parte pescatori giunti, oltre che dalle Marche, anche da Umbria, Lazio e Abruzzo. L’iniziativa si è svolta con il patrocinio del Comune di San Severino.

 

Porta San Francesco: parte la messa in sicurezza

09 Ott 2018
153 volte

Al via i lavori di messa in sicurezza di Porta San Francesco. Si tratta di un monumento danneggiato dalle scosse di terremoto del 2016 che si trova nei pressi di Castello al Monte. Il Comune di San Severino ha affidato le opere all’impresa Gran Sasso Costruzioni Srl di Isola del Gran Sasso per un importo di poco inferiore ai 40mila euro. L’intervento prevede l’installazione di una  puntellatura di contrasto in legno e funi d’acciaio. Il bene monumentale, sito in via San Francesco, è una delle porte della antica cinta muraria cittadina.

g.g

A San Severino la quarta giornata regionale della famiglia

09 Ott 2018
89 volte

La Regione, in collaborazione con il Comune di San Severino e con la partecipazione della Consulta regionale per la Famiglia, organizza la quarta Giornata regionale della Famiglia. L’iniziativa si terrà sabato prossimo, 13 ottobre, a partire dalle 10, al teatro Feronia e sarà introdotta dal convegno sul tema: “La famiglia prima risorsa: politiche regionali di welfare”. 

Dopo i saluti istituzionali da parte del presidente della Regione, Luca Ceriscioli, dell’assessore regionale alla Famiglia, alla Formazione, all’Istruzione e al Lavoro, Loretta Bravi, e del sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, prenderanno la parola il dirigente del Servizio Politiche Sociali e Sport della Regione Marche, Giovanni Santarelli, e i rappresentanti delle amministrazioni e delle istituzioni provinciali e locali, delle associazioni di famiglie e delle categorie produttive. Coordinerà i lavori Tarcisio Antognozzi, assessore al Comune di San Severino.

Nel pomeriggio, a partire dalle 15, presso il chiostro del complesso monumentale di San Domenico apertura dell’agorà espositiva e dei laboratori di animazione e confronto a cura delle associazioni di famiglie regionali e locali Scuola in Movimento, la Storia Toccata con Mano, la Quercia Millenaria, il laboratorio inclusivo Anffas Sibillini, il ludobus di un Goal per Ripartire. Inoltre inaugurazione dell’area gastronomica a cura dell’Ipseoa “Varnelli” di Cingoli con laboratori per bambini (pasta di zucchero e sculture di frutta).

Alle 16:30, al teatro Feronia: “L’arte della famiglia: presenza storica e sociale” con l’intervento dell’esperta di storia dell’arte Maria Gloria Riva. Al termine alcune famiglie del territorio racconteranno le loro esperienza di accoglienza.

Alle 19:30, sempre nel chiostro di San Domenico, aperitivo solidale a base di prodotti tipici proposti dai giovani imprenditori agricoli locali. Il ricavato, ad offerta, sarà devoluto in favore del Centro sociale educativo e ricreativo “Il Girasole”.

g.g.

 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo