Luogotenente Simoncini in pensione

18 Feb 2019
281 volte

Dopo più di quarant’anni di onorata carriera, quasi tutti in servizio attivo nel Corpo Forestale dello Stato, il luogotenente con carica speciale Maurizio Simoncini saluta tutti dopo essere stato congedato per anzianità di servizio dall’Arma dei Carabinieri. Il 1 gennaio 2017 aveva assunto il ruolo di comandante della locale stazione del Corpo Forestale dello Stato, poi divenuto comando del Nucleo tutela forestale. Più di vent’anni a servizio della città dove è nato e dove lascia un gradissimo ricordo. In passato Simoncini aveva diretto anche il comando delle stazioni di Pieve Torina e di Sarnano. 

Nella sua lunga carriera ha preso parte a molte attività di controllo e tutela del territorio, operazioni antibracconaggio e antifrode.

Al luogotenente Simoncini il Sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, ha inviato un messaggio di auguri e di ringraziamenti per la straordinaria attività prestata a favore della collettività e, in particolare, della comunità settempedana.

Romena latitante arrestata

18 Feb 2019
226 volte

 La Procura di Macerata la cercava da mesi, e stanotte è stata trovata dai Carabinieri in piazza Arringo, ad Ascoli. Si tratta di una rumena di circa 40 anni, senza fissa dimora, condannata a tre anni di reclusione per reati commessi contro il patrimonio in provincia di Macerata. È stata beccata durante i servizi di pattugliamento che la compagnia di Ascoli svolge abitualmente. La donna è stata portata al carcere di Castrogno di Teramo.

Due feriti a Cingoli. Caduti entrambi mentre potavano

18 Feb 2019
220 volte

Non erano insieme. Ma sono stati accomunati dalla stessa sventura: quella di cadere dall‘albero che erano intenti a potare. È successo nella giornata calda e soleggiata di ieri, al mattino l’uno a distanza di un’ora dall’altro, a Cingoli. Il primo, poco prima delle 10: si trattava di un 45enne che nel cadere ha battuto la testa. Dopo l’arrivo del 118 i sanitari hanno constatato che si trattava di un trauma cranico e hanno chiesto l’intervento dell’Eliambulanza per trasportare il ferito all’ospedale Torrette di Ancona. Un’ora dopo il secondo caso: questa volta un 50enne che è scivolato da una scala. Per lui una frattura alla gamba destra.

Auto a fuoco nei pressi di un supermercato

18 Feb 2019
301 volte

Distrutta dalle fiamme una vecchia Lancia Y10. È successo ieri a Trodica di Morrovalle, in un parcheggio di un supermercato. Immediatamente sono intervenuti i Vigili del Fuoco del comando di Macerata e dal distaccamento di Civitanova. Al loro arrivo però le fiamme avevano già avvolto l’auto. Ora si procederà con gli accertamenti per capire cosa abbia generato le fiamme anche se non dovrebbedo esserci dubbi sul fatto che si sia trattato di un incidente.

Pastorella contrattacca: "Sciapichetti tenta di delegittimare i comitati"

17 Feb 2019
485 volte

Dopo l'affondo dell'assessore regionale Angelo Sciapichetti, che minaccia querele in merito alle dichiarazioni relative all'utilizzo di fondi fatte da Francesco Pastorella non si è fatta attendere la replica dello stesso coordinatore dei Comitati terremoto Centro Italia che di seguito pubblichiamo:

Un assessore regionale che, al posto di intervenire nel merito, tenta di delegittimare sia i comitati che i giornalisti non meriterebbe risposta in quanto con le sue parole rende ridicolo se stesso. 
 
Le parole dell’assessore Sciapichetti chiariscono molto bene la situazione: 
1) anziché spiegare il perché delle bizzarre destinazioni dei fondi che avrebbero dovuto essere destinate ai paesi maggiormente colpiti dal sisma, si tenta di delegittimare chi ha denunciato queste operazioni
2) definisce “gravi e tendenziose notizie” le delibere da loro stessi firmate. Su questo punto concordiamo totalmente, sono gravissime le azioni messe in atto per finanziare attività al di fuori delle zone maggiormente colpite. 
3) ammette che a palazzo Raffaello, sede della regione Marche, hanno trovato edifici non a norma ed hanno pensato bene di utilizzare fondi destinati ai paesi colpiti dal sisma per sistemare le cose
 
Chiedere spiegazione dell’utilizzo di fondi pubblici è un nostro diritto e non rinunceremo ad esercitarlo MAI. 
Darci spiegazioni oggettive e circostanziate è un loro dovere, ma le risposte purtroppo non stanno arrivando anzi al posto dei chiarimenti arrivano minacce e querele.
Pur non comprendendo il perché bisognerebbe avere un patentino da terremotato doc per occuparsi di terremoto, onde evitare fraintendimenti ed altre diffamazioni:
1) La mia famiglia possiede casa a Pieve Torina da più di 100 anni, abbiamo vissuto anche il terremoto del ‘97.
2) Il 26 ottobre, giorno del sisma che ha colpito anche Pieve Torina ero residente ma nonostante ciò non ho  ne una Sae né percepisco il Cas. 
3) Ho già rifiutato candidature le scorse elezioni e non intendo candidarmi in futuro. 
 
Detto questo, le delibere e l'impianto complessivo messo in essere dall'amministrazione regionale parlano da sole a volersi ben documentare. Ribadiamo che oltre gli aspetti tecnici o giuridici dell'operato della Regione quel che è fondamentale è l'opportunità di una serie di scelte con fondi aggiuntivi ottenuti solo per via del sisma. Poco ci interessa se di cavillo in cavillo una spesa piuttosto che un'altra sia ugualmente legittima. Quel che ci interessa è che le risorse siano spese per le zone maggiormente colpite dal terremoto perché è per questo che servono, moralmente prima ancora che giuridicamente.
 
comitati

Sciapichetti attacca Pastorella: "Solo false notizie"

17 Feb 2019
509 volte

L'assessore regionale Angelo Sciapichetti passa al contrattacco dopo le dichiarazioni rilasciate dal coordinatore dei Comitati terremoto Centro Italia Francesco pastorella in merito alla destinazione dei fondi per interventi di efficenza energetica in edifici pubblici e in società partecipate pubbliche. Di seguito pubblichiamo la nota dell'assessore Sciapichetti:

“Lo schema è collaudato, qualche rappresentante dei cosiddetti comitati dei terremotati lancia comunicati infamanti nei confronti della regione, alcune testate on line rilanciano la notizia e da lì si scatena la canea nel web per delegittinare il governo regionale. Subito dopo arrivano i comunicati di appoggio di rappresentanti politici che sono all'opposizione in regione e al governo del paese.
Con l'ennesimo comunicato stampa di oggi il grande esperto di terremoto Pastorella, accorso da Roma dopo il sisma, si fa addirittura autogoal. 
si scaglia infatti  contro il sistema di protezione civile in quanto la delibera a cui fa riferimento serve, tra le altre cose, per mettere a norma  antisismica e irrobustire in tutta la regione gli edifici strategici come ad esempio le SOI (sale operative integrate) della protezione civile o quella di Palazzo Raffaello di Ancona ha sede anche la protezione civile regionale che purtroppo abbiamo trovato non a norma,  edifici pubblici quali geni civili ecc.
Stia tranquillo Pastorella noi non minacciamo nessuno,noi domani mattina daremo mandato ai nostri legali di procedere nei suoi confronti per le gravi e tendenziose notizie da lui diffuse in questi giorni che creano ulteriore rancore e rabbia in popolazioni già fortemente provate dal terremoto e che non hanno bisogno di agitatori di popolo venuti da Roma in cerca di  fortuna o di probabili candidature elettorali alle prossime elezioni regionali, ma di soluzioni concrete ai loro numerosi problemi”.

Dieci grammi di hashish in auto. Denunciato un 20enne

17 Feb 2019
293 volte

I militari della stazione di Cingoli hanno denunciato alla Procura un giovane 20enne della provincia di Pesaro per possesso di stupefacenti, nello specifico "hashish" e un secondo ragazzo, sempre 20enne e residente nel pesarese, è stato invece segnalato alla Prefettura per uso personale di sostanza stupefacente. 

I carabinieri della locale stazione, insieme ai colleghi di Treia e a quelli del Nucleo Radiomobile di Macerata, hanno svolto un servizio finalizzato al contrasto dell'uso e commercio di droghe a Cingoli, nei pressi di un locale che già in passato era stato oggetto di mirati controlli e anche sottoposto a chiusura in presenza di soggetti noti alle cronache guidiziarie. Durante i controlli erano appunto state sorprese persone con gli stupefacenti. Nel corso dell'attività, i militari hanno fermato svariate autovetture di giovani che erano dirette e che tornavano dal locale in questione. In una di queste, il passeggero, aveva con sè una decina di grammi di hashish suddivisi in piccole dosi mentre il conducente ne aveva con sè un paio. I controlli dei Carabinieri proseguiranno senza sosta.

g.g.

Alcol e cocaina e poi evade dai domiciliari

17 Feb 2019
178 volte

Guai per un 41enne marocchino. Era agli arresti domiciliari. La sua auto ferma per strada e vuota e lui che barcollava, cosí lo hanno trovato i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Macerata nella mattinata di ieri.

Quando lo hanno visto, i militari si sono avvicinati e viste le sue condizioni hanno provveduto a portarlo al pronto soccorso. Poi hanno svolto i controlli del caso appurando che era stato fermato alcuni giorni prima ad Ancona e messo ai domiciliari con l’accusa di spaccio a Macerata dove vive. Dalle analisi e dal test alcolemico è emerso che aveva assunto cocaina e che era ubriaco così è stato nuovamebte arrestato e denunciato per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Non solo, per lui anche l’accusa di guida senza patente che gli era stata ritirata.

h.g.

 

La Provincia intitola a Dario Conti il ponte sul lago di Fiastra

16 Feb 2019
393 volte

La Provincia di Macerata, ha deciso di intitolare il ristrutturato ponte sul lago di Fiastra a Dario Conti. A firmare il decreto  il presidente Antonio Pettinari per un riconoscimento che ha visto concordi anche il sindaco e tutta l'amministrazione comunale di Fiastra. Le motivazioni dell'intitolazione sono tutte legate all'impegno politico che Dario Conti, legato a Fiastra da un amore viscerale, ha sempre profuso nel proteggere l'intero e immenso patrimonio ambientale, culturale e storico racchiuso nel territorio montano. Quella di Dario Conti, stimato sindaco di Camerino e assessore provinciale scomparso qualche mese fa, è una figura che  "si è sempre distinta per la dedizione con la quale ha cercato di tutelare quelle zone che, per mancanza di opportunità economiche, si vanno ancora oggi via via spopolando".Una decisione che il presidente della provincia Antonio Pettinari ha dichiarato di aver preso con soddisfazione, condividendola con l'amministrazione del paese montano. "La ristrutturazione del ponte - ha detto Pettinari - rappresenta un'opera importante per tutta l'area montana che gravita attorno a Fiastra. E sono ben lieto di aver assunto questa iniziativa che ha portato all'approvazione del documento per l'intitolazione del ponte a Dario Conti. Ero suo amico e, aldilà degli schieramenti, tutti coloro che l'hanno conosciuto conservano grande stima nella persona seria e sempre attivamente impegnata che lui è stato. Desideravo rendere onore e sottolineare questa bella figura che ha sempre dedicato attenzione ai problemi della montagna e ha amato l'intero territorio". 

C.C.

Polemica sui mercatini nel pesarese. Pieroni: "Una bufala. Solo tentativo di alimentare rancore"

16 Feb 2019
303 volte

“Mercatini di Natale a Pesaro finanziati con i fondi del sisma? Una bufala”. Risponde così Moreno Pieroni, assessore regionale al turismo, dopo le polemiche scoppiate in seguito alla pubblicazione di una delibera in cui si evince che i fondi europei dedicati al rilancio delle zone colpite dal sisma erano stati usati anche per l’organizzazione di eventi e mercatini natalizi nel pesarese.

Secondo Pieroni si tratterebbe di fondi regionali stanziati interamente lo scorso anno e quest’anno riproposti per le medesime attività.

“Il tentativo di alimentare il rancore e la rabbia delle popolazioni dell’area del sisma - afferma - già provate da lunghi mesi di sofferenze non aiuta certamente i territori, né tanto meno gli operatori economici che progressivamente stanno ripartendo con le loro attività. Come sostengono le stesse associazioni di categoria, credo sia giunta l’ora di dire basta, a queste strumentalizzazioni spesso condotte con l’unico vero scopo di sostenere battaglie politiche di parte. Il sostegno dato dalla Regione Marche per la promozione e la valorizzazione del circuito dei Mercatini di Natale del pesarese, è stato interamente finanziato nel 2018 con i fondi regionali e riproposto anche per il 2019 con le stesse modalità”.

Una politica seria, coerente e puntuale, la definisce così Pieroni l’attività svolta negli ultimi due anni dalla Regione. La programmazione degli interventi, che dice essere condivisa coi territori, sarebbe stata coerente e conforme agli orientamenti dell’Unione Europea e finalizzata all’unico esclusivo interesse delle aree colpite, “che non abbiamo mai considerato un lembo a parte del territorio regionale, ma realtà potenzialmente ricche ed operose, che superato il periodo di difficoltà potranno proporsi come destinazioni fortemente attrattive per un tipo di turismo nuovo, diverso da quello che è stato fino a ieri nelle Marche, legato quasi esclusivamente alla destinazione del mare”.

L’obiettivo costante del Governo regionale, dice, sia sui mercati esteri che su quello italiano, è stato quello di riposizionare il brand Marche, concependo la regione, nel suo insieme, come una nuova  destinazione per un turismo, non di massa, ma esigente, con possibilità economiche medio-alte, capace di apprezzare l’offerta di realtà particolarmente vocate all’ospitalità ed al buon vivere, caratterizzata da una ricchezza artistica, culturale ed ambientale diffusa e distribuita in ogni dove.

“L’investimento compiuto sul marketing porterà ad una rinascita di questi territori - prosegue - e darà una risposta concreta al primo grande bisogno della ricostruzione e della rinascita: quello di dare lavoro e prospettive, specie ai giovani, che restano fortemente legati alla loro terra natia. Per queste ragioni, oltre all’investimento sul brand di destinazione, abbiamo voluto sostenere altri investimenti importanti, strutturali e con ricadute permanenti, quali la riqualificazione delle strutture ricettive (stanziando 8 milioni di euro, utilizzati solo 6,5), potenziato i servizi di accoglienza, sostenuto la nascita di realtà del territorio come Ma.Ma. (per il maceratese), la Marca Fermana per il fermano, incentivato progetti come il cluster del bike con i suoi percorsi prevalentemente localizzati in area del sisma ed ispirati ai tre cerchi del Paradiso di Pistoletto, dato attuazione al progetto dei Cammini Lauretani e Francescano ed al grande progetto delle ciclovie turistiche, che nell’ottica dello sviluppo del turismo outdoor dovrebbe portare i flussi turistici dal mare alla montagna”.

Pieroni annuncia nei prossimi giorni anche un elenco dettagliato dell’attività promozionali e di valorizzazione condotte a sostegno dei territori a riprova della ingente quantità di lavoro che è stata fatta per i territori. Definisce poi “becero accanimento” quello nei confronti del settore turistico e culturale, volto solo a minare le istituzioni”. 

Quadrilatero. Esposto del comitato per lo stop prolungato su SS76

16 Feb 2019
113 volte

Il comitato Indecente 76 che conta già l'adesione di 300 persone, ha presentato un esposto-denuncia motivato da questioni di sicurezza per lo stop prolungato dei lavori del maxi-lotto n. 2 del progetto Quadrilatero, raddoppio della SS76 e completamento della Pedemontana Fabriano-Muccia. Il documento è depositato da ieri alle Procure di Ancona, Perugia e Roma, oltre a essere stato inoltrato per conoscenza ad Astaldi, Quadrilatero, Anas, Regioni Marche e Umbria. Redatto dallo studio legale Carmenati, oltre a evidenziare il "ritardo inammissibile" nei lavori nella tratta Fossato di Vico-Serra San Quirico che sta mettendo a rischio l'attività di decine di aziende creditrici, l'esposto indica i rischi potenziali per la sicurezza stradale rappresentati da "vie di fuga limitate, percorso a zig-zag tra una galleria e l'altra, piazzole di sosta solo su un lato, mancanza di percorsi alternativi adeguati in caso di eventi sismici e/o meteorologici". “Noi denunciamo i rischi quotidiani potenziali per la sicurezza di una strada che è stata aperta agli utenti in maniera provvisoria, così come sono provvisorie anche parte delle uscite"- scrivono i componenti del comitato- " Non dimentichiamo il tipo di territorio in cui viviamo, i rischi legati ai terremoti e tutti quelli collegati al maltempo. Dobbiamo anche considerare il percorso di alcune gallerie che, a singola canna, in caso di incidente potrebbero provocare rischi per la sicurezza immani”. "Nell’esposto vengono citati i continui “salti” di carreggiata che potrebbero non rispondere ai requisiti di sicurezza previsti dal codice della strada per questa categoria di strada. Un'accelerazione giudiziaria  e una via legale  quella scelta dal comitato Indecente 76, scartando l’ipotesi di manifestazioni con auto a passo d’uomo lungo la strada, o la ratio più estrema di blocchi stradali. 

Il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli, ha invitato il ministro Toninelli a visitare il cantiere, definendo la presenza del ministro necessaria, per far comprendere la criticità della viabilità locale, in modo da sollecitare l’intervento del governo centrale.

Rubati soldi che erano stati raccolti per una malata di Sla

16 Feb 2019
301 volte

La Polizia di Stato, nell’ambito di una attenta e meticolosa attività di indagine, per un furto avvenuto a fine gennaio, ai danni di un bar, ha individuato l’autore del reato e lo ha denunciato. Un uomo di 40 anni, a inizio anno, aveva infatti rubato, all'interno dell'attività commerciale, un contenitore utilizzato per la raccolta fondi destinati a una ragazza maceratese gravemente malata di “Sclerosi laterale amiotrofica”, poggiato sul bancone del locale, a ridosso della cassa, dove i clienti potevano inserire un’offerta.

La proprietaria dell’attività, si è accorta del furto solo in un secondo momento e subito ha avvertito la Polizia. La Squadra Mobile, diretta da Maria Raffaella Abbate, ha acquisito le immagini del sistema di video sorveglianza interno all’esercizio commerciale e, visionandole, è riuscita a individuare l’autore del reato che, con abile mossa repentina, aveva approfittato della distrazione dei dipendenti intenti a servire i clienti del bar per afferrare con la mano destra il contenitore. L'uomo, dopo aver nascosto la sua refurtiva nel giubbotto era poi uscito dal locale.

Camerino piange la scomparsa di Venanzo Micarelli

16 Feb 2019
3304 volte

Lascia un grande vuoto a Camerino la scomparsa di Venanzo Micarelli. Molto conosciuto in città per la sua attività commerciale lascia la moglie Angela, la figlia Francesca e i suoi due ragazzi, Fabio ( colaboratore tecnico alla Sampdoria con mister Giampaolo ) e Giorgio, anche lui mister del Camerino e di altre sqaudre della provincia che negli ultimi anni ha prefderito allenare la sua squadra ( la famiglia ).

Venazo ci ha lasciato all'età di 81 anni, ha provato a combattere con la malattia.

Conosciuto con l'appellativo " Lu rusciu " era un uomo che amava profondamente la sua famiglia e la sua città e tutto quello che la circondava. Una vita passata sempre con sua moglie Angela nel bar che gestiva e che ora continua grazie all'impegno della sua grande famiglia. Il Free Mason's Tavern è sempre stato un punto di riferimento per i tanti sportivi e non solo.

Uno dei suoi tanti amici ha pianto molto alla notizia della scomparsa. Roberto Cola ai microfoni di Radio C 1 in Blu ha voluto ricordarlo e commosso ci ha detto:

" Venanzo Micarelli, il biondo, lu rusciu, è stato uno dei miei più grandi amici. Ora non potrò più rivederlo, ma non ci sarà prato, macchia, collina o montagna dove non risentirò i suoi passi e la sua voce: "do' guardi, che vai facenno... te fa solletico su lu nasu (un asparago)... se non te fèrmi lu pisti (un fungo)! Lu pegghiu me so' portatu, ogghi!"

Quanto mi mancheranno i tuoi affettuosi sfottò, ed i tuoi insegnamenti!

Facevi fatica a leggere e scrivere, perché da piccolo già lavoravi, ma ho imparato più da te che da tanti plurilaureati.

Un secondo padre, e di mio padre mi parlavi spesso, facendomi sempre commuovere. E come lui hai rafforzato in me l'onestà, la generosità, il senso del lavoro, l'amore per la natura, per gli animali, per le piante.

Un uomo buono e giusto ("una razza vecchia, verranno altri Morton e la faranno sparire", Sergio Leone), capostipite di una numerosa e bellissima famiglia, insieme alla tua inseparabile, cara Angelina.

A tutti loro il mio abbraccio affettuoso e commosso, a te: non me lo dovevi fa', amico mio per sempre..

 

Venazo Micarelli grande

Sentite condoglianze dalla redazione di Radio C1 e l'Appennino Camerte.

I funerali si svolgeranno domenica pomeriggio.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo