San Severino, la 6Tour acquista il seminario vescovile

07 Lug 2016
4383 volte

6 Tour ha acquisito la proprietà dell’ex seminario San Paolo di San Severino Marche, di storica proprietà dell’Arcidiocesi di Camerino-San Severino.

Gli investimenti avvengono 15 anni dopo la nascita di 6 Tour. La giovane azienda camerte, capitanata da Ivano Falzetti, è specializzata nel settore turistico e fornisce servizi e prenotazioni alberghiere ad agenzie di viaggio e tour operator di tutto il mondo.

Era il 2001 quando 6 Tour inizia a lavorare con agenzie di viaggi internazionali. Continuando a crescere sia in termini di dimensioni aziendali sia in termini di clientela, oggi l’impresa conta un personale giovane con età media pari a 29 anni e consente ad 1 milione di viaggiatori di pernottare in hotel dislocati in tutto il mondo.

sede 6tour

 

Da qualche anno, poi, l’impresa ha iniziato un processo di diversificazione aziendale, istituendo nuovi rami d’azienda in attività complementari: con due proprietà ricettive a Rimini e uno store di prodotti tipici italiani a Ferrara, 6 Tour ora volge l’attenzione al territorio maceratese per investire nel suo sviluppo economico, turistico e sociale. Grazie all’esperienza e alla maturità raggiunta, gli investimenti locali sono seguiti dal nuovo ramo d’azienda Clover4business, con sede a Corridonia. Diverse le idee e i progetti in fase di definizione, tutti comprensivi di una stretta collaborazione con le attività del territorio.

L’acquisto dell’ex seminario San Paolo di San Severino Marche è un’importante pietra miliare nella storia di 6 Tour, la quale tiene a ringraziare l’Arcivescovo Mons. Francesco Giovanni Brugnaro, il parroco che ha gestito fino ad oggi il seminario don Cherubino Ferretti, l’Ing. Carlo Morosi e l’Amministrazione Comunale di San Severino Marche per la fiducia accordata all’azienda e alla sua visione territoriale.

La proprietà dell’ex seminario San Paolo viene affrontata con la consapevolezza di assumersi la responsabilità di un bene a cui l’intero territorio è affezionato. Un onere che è unito alla sua importanza storico-culturale. Per tali motivi, inizierà a breve una prima fase di recupero e ristrutturazione esterna dello stabile al fine di valorizzare ancora di più il bene e la sua coerenza storico-culturale con il paesaggio circostante. I progetti ricettivi che si svolgeranno al suo interno sono tuttora in fase di definizione.

Da pochi giorni si è concluso inoltre il primo intervento di pulizia del terreno in località Torre del Parco di Castelraimondo (area ex-Alfa), altro bene acquistato dall’azienda. Il progetto è in fase di definizione e ad oggi sono già stati effettuati lavori di sistemazione del suolo, volti alla costruzione di una struttura ad uso ricettivo, un centro direzionale e sezioni commerciali per la grande distribuzione.

Il 2016 di 6 Tour è un anno denso di attività: ci sono altri due gli investimenti immobiliari che l’azienda sta predisponendo sul territorio della provincia. Entrambi sono al momento in fase di trattativa, che l’azienda spera di concludere entro la fine dell’anno.

 

Don Cherubino Ferretti: Le ragioni di una scelta

 

don cherubino ferretti

Il seminario diocesano Vescovile di San Severino Marche è stato ceduto. Don Cherubino Ferretti, legale rappresentante, un'operazione durata alcuni anni ed ora andata a buon fine.

Nel 2012, abbiamo incaricato degli esperti per ricercare sul mercato chi fosse interessato all’acquisto della struttura.

La 6 Tour, di Ivano Falzetti ha acquistato l’intero stabile per la sua attività turistica. Abbiamo chiesto, durante il periodo della contrattazione, il cambio di destinazione nel Piano Regolatore perché diventi zona turistico - abitativa e non più di servizi sociali.

Come hanno accolto i parrocchiani questa operazione?

Il motivo di questa vendita è dovuto a una necessità pastorale particolare. La parrocchia di San Severino vescovo non ha ne chiesa ne locali. Così con questa operazione il ricavato, come era stato progettato dalla stessa comunità di San Severino, dal Consiglio Pastorale, dal Consiglio per gli affari economici, viene utilizzato per l’acquisto dei locali del don Orione. Questa struttura viene recuperata e consentirà un utilizzo pastorale migliore. Abbiamo vissuto anche un momento di opposizione, ma poi tutto si è risolto per il meglio.

Chiesanuova, il frullino gli sfugge di mano e resta ferito al torace

07 Lug 2016
1332 volte

Incidente sul lavoro in un'abitazione a Chiesanuova di Treia dove un uomo di 63 anni, Carlo Spurio, idraulico in pensione, è rimasto ferito dal frullino che gli è sfuggito di mano mentre stava svolgendo dei lavori all'interno del garage in via Beniamino Gigli. La lama dell'attrezzo gli ha provocato un profondo taglio al torace. Soccorso dal personale del 118 l'uomo è stato trasportato in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Fortunatamente il 63enne non è in pericolo di vita.

Ferma condanna di Unicam all'omicidio razzista di Fermo

07 Lug 2016
1094 volte

L’Università di Camerino, a firma del Rettore Flavio Corradini, esprime sgomento e

indignazione per quanto accaduto nella città di Fermo, condannando con sdegno il brutale

omicidio di Emmanuel Chidi Namdi," morto per aver tentato di difendere la dignità della sua

compagna da un ignobile e inaccettabile insulto razzista, manifestando solidarietà, affetto e

vicinanza alla giovane donna, che con una forza esemplare, si trova ad affrontare

quest’ulteriore difficilissima prova".

"Ribadisce la necessità e l’importanza - continua il Rettore- di estirpare dalle coscienze di

ognuno il terribile germe dell’odio razziale, dell’intolleranza e dell’ignoranza, affinché si possa

ancora parlare di società libera e civile: finché ogni gesto e ogni pensiero non saranno rivolti

alla creazione di opportunità di condivisione, tolleranza e accoglienza, nessuno potrà essere

degno di chiamarsi donna o uomo.

"L’Ateneo camerte- conclude il comunicato- è fiero di vedere rappresentati, all’interno delle

proprie aule, ben 56 Paesi del mondo, con iscritti provenienti da differenti culture, etnie,

religioni e abitudini che costituiscono un indiscusso e irrinunciabile arricchimento alla

formazione culturale e umana della persona, strumento indispensabile per l’abbattimento delle

barriere dell’odio e dell’intolleranza, nella convinzione che l’integrazione tra i popoli sia l’unico

strumento possibile per costruire un futuro di pace e di sviluppo".

 

A.t.o. 3 Macerata, conferme per gestore unico e limiti all'aumento delle tariffe

07 Lug 2016
1145 volte

Nella riunione di mercoledì 6 luglio, in preparazione all'assemblea di venerdì 8, il Comitato dei Sindaci dell’A.A.t.o. 3 Macerata convocato dal presidente Francesco Fiordomo ha fatto il punto sul delicato percorso intrapreso per la costituzione del gestore unico di Ambito del Servizio idrico da attuarsi a breve con l’aggregazione degli attuali soggetti operanti sul territorio. Le difficoltà maggiori risiedono nel riuscire a tutelare le diversità esistenti nel territorio provinciale e nella volontà di alcuni comuni di continuare a mantenere il controllo diretto del servizio, rischiando in tal modo di non rispettare neanche i minimi standard di sicurezza e qualità del servizio obbligatori per legge. È stata ribadita la necessità che il percorso approvato a fine 2015 dall’Assemblea dell’A.A.t.o. vada a conclusione velocemente.

Altro argomento di interesse è l’approvazione delle tariffe per gli anni 2016-2019. Dopo un lungo lavoro preparatorio, di raccolta ed elaborazione dei dati, i Sindaci hanno valutato le proposte di aumenti tariffari redatte dagli uffici e si apprestano a presentarle all’Assemblea contenendo l’aumento previsto per l’anno in corso al 3,5%. “Un aumento fisiologico - dice Fiordomo - visti gli aumenti delle materie prime e del costo del lavoro ma, soprattutto, vista la rilevante mole di investimenti che le aziende hanno fatto in passato e che iniziano oggi ad essere riflessi nella tariffa, dopo la loro entrata in funzione. Tale risultato conferma le ottime capacità di gestione e di contenimento dei costi espresse dai gestori del territorio visti anche gli aumenti tariffari che recentemente altre aree del territorio regionale hanno approvato e che si collocano fra il 7 e il 9% annui. Per l’anno in corso sono previsti circa 15 milioni di euro di investimenti in nuove infrastrutture idriche, prevalentemente dedicate al miglioramento del sistema depurativo”.

Altro argomento che verrà trattato dall’Assemblea è l’aumento a 400.000 euro del fondo per sostenere le famiglie in difficoltà con il pagamento della bolletta idrica (cd. “bonus idrico” o “voucher idrico”) e la proroga al 20 luglio dei termini di scadenza per la presentazione delle domande.

"Borghi&Castelli Sport Fest", lo sport per valorizzare il territorio

07 Lug 2016
1425 volte

Cinque comuni e un’Unione Montana per una due giorni dedicata allo sport e alla valorizzazione del territorio. Questa mattina, nella sala consiliare del comune di Camporotondo di Fiastrone, è stato presentato il “Borghi&Castelli Sport Fest”, iniziativa che si terrà sabato 9 e domenica 10 luglio. Si tratta di una manifestazione pensata per promuovere non solo l’attività sportiva ma anche i territori coinvolti. Oltre al comune di Camporotondo sono coinvolti anche Caldarola, Serrapetrona, Cessapalombo e Belforte del Chienti. A completare il sodalizio, l’Unione Montana dei Monti Azzurri.

Cinque comuni uniti per lo sport e per il turismo nel territorio – ha esordito il sindaco di Camporotondo, Emanuele Fondi –. Quella che presentiamo è una manifestazione molto importante che ci piacerebbe diventasse un appuntamento annuale che gli amanti dello sport possono segnare in agenda. I nostri territori sono belli e vasti e per quest’anno non tutti i cinque comuni ospiteranno una gara. Siamo solo alla prima edizione ma per i prossimi anni l’evento crescerà sicuramente”.

Dopo il saluto del padrone di casa ha poi preso la parola il presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti: “Ringrazio innanzitutto chi ha avuto per primo l’intuito di creare un evento simile, cioè il sindaco di Belforte, Roberto Paoloni, e Alessandro Trucchia, referente marchigiano di Total Training, start up del settore sportivo con sede a Cesenatico. Quella che Trucchia rappresenta – ha aggiunto – è un’impresa molto qualificata e faremo in modo che possa diventare un punto di riferimento per le nostre attività di valorizzazione del territorio”.

Proprio Trucchia, referente della start-up romagnola, ha succeduto a Feliciotti: “Quello che abbiamo proposto è un progetto triennale e siamo convinti che avrà successo tra gli amanti dello sport. La manifestazione – ha sottolineato – raggruppa diverse discipline, il nuoto, la pallanuoto, il trail running, il nordic walking e il duathlon. Lo sport – ha concluso – può creare indotto e può senz’altro portare in questi splendidi borghi una clientela diversa”.

 

borghi1jpg

 

Di seguito il programma dettagliato del “Borghi&Castelli Sport Fest”

Sabato 9 luglio: dalle 17:30 alle 19, gara di nuoto di fondo (2,5 km) sul lago di Caccamo; dalle 17:30 alle 19:30, torneo di pallanuoto (sia maschile che femminile) sul lago di Caccamo; dalle 18 alle 21, gara di urban trail (15 km di corsa, 600 m di dislivello positivo) a Belforte del Chienti; dalle 18:15 alle 20, sempre a Belforte, giochi e attività sportive per i bambini e, per finire, a partire dalle 21, stessa location, il party di “Borghi&Castelli Sport Fest”.

Domenica 10 luglio: dalle 8:30 alle 10:30, nordic walking a Cessapalombo; dalle 9 alle 11:30, gara di duathlon sprint (5 km di corsa – 20 km in bici – 2,5 km di corsa) a Caldarola; dalle 10:30 alle 12:30, sul lago di Caccamo, staffetta di nuoto (5x500m); stessa location per le finali del torneo di pallanuoto maschile e femminile, che si svolgeranno sempre dalle 10:30 alle 12:30. Il momento conclusivo sarà a Caldarola a partire dalle 12:30 con le premiazioni e, a seguire, il Pasta Party.

 

borghi

Il ministro Boschi a Civitanova e Potenza Picena per sostenere il referendum

07 Lug 2016
892 volte

Il Ministro per le riforme costituzionali, Maria Elena Boschi e il Capogruppo del PD alla Camera dei Deputati, Ettore Rosato, saranno nelle Marche il 15 ed 16 luglio per portare il loro sostegno alla campagna per il sì al referendum costituzionale di ottobre” – annuncia il segretario regionale del Partito Democratico Marche, Francesco Comi.

Siamo orgogliosi di ospitare due tra i più autorevoli esponenti del Governo, del Parlamento e del Partito nazionale, che ancora una volta dimostrano la loro amicizia e la loro vicinanza alla nostra terra – dice Comi –. Saranno due giorni densi di impegni sul territorio regionale e l’appuntamento principale sarà l’evento politico pubblico a sostegno del sì al referendum costituzionale, che si terrà il 15 luglio, a Civitanova Marche, alle ore 21.00, a cui parteciperanno sia Boschi che Rosato, oltre a me e al Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, alla presenza dei parlamentari marchigiani, dei consiglieri regionali e dei dirigenti del PD Marche.

Il programma definitivo della visita del ministro Boschi sarà reso noto nei prossimi giorni.

Rosato, invece, sempre nel pomeriggio del 15, sarà in visita all'Autorità Portuale di Ancona per incontrare il presidente dell’ente e i lavoratori; inoltre, sarà ad inaugurare la sede di un Comitato per il Sì al Referendum ad Ancona”.

A Recanati il summit delle Città dell'olio

07 Lug 2016
964 volte

Recanati si prepara ad ospitare per la prima volta il summit nazionale delle Città dell’Olio che conta ad oggi oltre 340 Soci. Gli amministratori provenienti da tutta Italia sono attesi nella città marchigiana, dove si terrà la XLII Assemblea nazionale dell’Associazione che da più di 20 anni di occupa di promozione della cultura dell’olio e di salvaguardia del paesaggio olivicolo.

L’Assemblea si terrà sabato 9 luglio presso l’Aula Magna del Palazzo Comunale di Recanati al termine di una lunga giornata di lavori che si aprirà con un importante convegno dal titolo “Il valore dell’olio extra vergine di oliva: dal campo alla cultura” al quale parteciperanno esperti e operatori del settore olivicolo. Nell’occasione, sarà firmato il Protocollo di Intesa tra Regione Marche e Associazione nazionale Città dell’Olio e presentata in anteprima l’edizione 2016 della manifestazione di punta delle Città dell’Olio, Girolio d’Italia, che farà tappa anche nelle Marche in novembre e che partirà da Atri (Te), Abruzzo l’11 luglio con la tappa inaugurale.

San Severino, sulle "classi pollaio" deciderà il ministro

07 Lug 2016
971 volte

Si riaccendono le speranze dei genitori dei 110 alunni della futura 1^ Media del Comprensivo "Tacchi Venturi" di San Severino che in questi giorni avevano raccolto un migliaio di firme a sostegno della loro richiesta: attivare una quinta sezione - invece delle 4 finora assegnate - per evitare che i loro figli vengano stipati in classi-pollaio con 29 o 30 alunni ciascuna. Vedendo i numeri (aumentati dopo le preiscrizioni) e ascoltando le ragioni delle famiglie, l'Ufficio scolastico regionale, infatti, ha richiesto al Ministero dell'Istruzione la riassegnazione di ulteriore organico (cioè di un maggior numero di docenti) per far partire anche una quinta sezione. Ora, quindi, la palla passa al Miur e, se la richiesta dell'ex Provveditorato di Macerata e Ancona, dovesse essere accolta, tutti potranno tirare un bel sospiro di sollievo. Nei giorni scorsi, come noto, una delegazione dei genitori aveva incontrato i vertici dell'Ufficio scolastico sia in provincia che in regione, spiegando quali fossero i fondamenti della loro protesta, a cominciare dalla presenza di 6 alunni col sostegno, di altri bambini con disturbi specifici dell’apprendimento o con bisogni educativi speciali, nonché di diversi stranieri appena giunti in Italia con chiare difficoltà di lingua e di inserimento, fino all'inadeguatezza degli spazi in termini di sicurezza. E il fatto che in Ancona le loro istanze - assieme a quelle, analoghe, avanzate da una scuola di Corridonia - siano state considerate "fondate" fa tornare un po' di ottimismo per l'esito positivo della vicenda. Ora non resta che attendere.

Polizia locale associata per Matelica, Castelraimondo e Pioraco

06 Lug 2016
1501 volte

Approvata nell'ultima seduta del Consiglio Comunale di Castelraimondo la Convenzione per la Gestione associata del Servizio di Polizia Locale tra i comuni di Matelica, Castelraimondo e Pioraco e l'Unione Montana delle Alte Valli del Potenza e dell'Esino.

“La convenzione ha durata di almeno tre anni – ha spiegato l'assessore Roberto Pupilli - e intende coordinare i servizi di Polizia Locale dei comuni aderenti per creare un modello valido per future forme associative più evolute, prevedendo infatti la possibilità di eventuale ingresso di altri enti, nell'ottica di una realizzazione dei servizi ottimale ed improntata al decentramento, nei principi di maggiore efficacia ed efficienza, di collaborazione tra enti locali, razionalizzazione dei costi e flessibilità degli operatori. Si cerca inoltre di rispondere nel breve periodo alle esigenze temporanee dei piccoli comuni, nell'ottimizzazione del servizio di polizia locale nell'ambito sovracomunale di Matelica, Castelraimondo e Pioraco, in relazione alle necessità sociali e geografiche dei territori confinanti”.

La funzione rimane in capo ai singoli comuni. È individuato il responsabile nel Comandante del Corpo di Polizia Locale del comune di Matelica, dove ha sede il sistema direzionale della gestione associata. L'intervento dell'Unione Montana ha lo scopo di stabilire un migliore coordinamento ed una promozione delle attività ed investimenti. L'Unione provvederà all'assunzione a tempo determinato degli adetti. Alla convenzione potranno aderire in futuro altri comuni appartenenti all'Unione Montana che ne manifesteranno la volontà.

Tolentino, galà equestre al castello della Rancia

06 Lug 2016
740 volte

Sabato 9 e domenica 10 luglio 2016 a Tolentino, al Castello della Rancia, nello spazio spettacoli ricavato nella zona retrostante lo storico maniero, si terrà il Gala Equestre, una manifestazione ippica che per due giorni ha come protagonista assoluto il cavallo e che prevede gare del campionato italiano di “Doma Vaquera”, “Doma Classica” e “Arte e Eleganza”. Sono iscritti molti cavalieri provenienti da tutta Italia. In particolare la Doma Vaquera è considerata una disciplina molto complessa quanto completa e prevede l’esecuzione di 19 esercizi in 8 minuti. Da non perdere gli spettacoli serali con l’esibizione di grandi artisti, famosi a livello internazionale che propongono esibizioni molto spettacolari unendo l’antica arte del cavalcare e della monta iberica con musiche, balletti e coreografie appositamente create in un connubio molto emozionante di arte equestre e teatro. Da sottolineare che c’è grande attesa per questo Gala Equestre che per la prima volta, con questa originale formula, viene organizzato nel centro Italia e non come spettacolo di contorno per una fiera di cavalli. Ospite d’onore, per la prima volta in Italia il Giudice Internazionale spagnolo Don Manuel Carvahal.

 

gianluca coppola

 

angelo beretta

Unicam, il codice dei contratti pubblici presentato dal vice ministro Nencini

06 Lug 2016
1152 volte

Sarà presentato all’Università di Camerino il prossimo venerdì 8 luglio dal Vice Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Riccardo Nencini il nuovo Codice dei contratti pubblici, documento atteso da tempo ed entrato in vigore con il decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

In un unico decreto, passando dai circa 600 articoli del vecchio codice e annesso regolamento agli attuali 220 articoli, vengono recepite le direttive appalti pubblici e concessioni e riordinata la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e contratti di concessione, attuando così le direttive europee nei tempi previsti al passo con gli altri paesi europei.

L’incontro, che si terrà presso l’Aula Arangio-Ruiz del Palazzo ducale di Camerino con inizio alle ore 9.15, si aprirà con i saluti istituzionali del Rettore Unicam Flavio Corradini; i lavori saranno poi coordinati dal Direttore della Scuola di Giurisprudenza Unicam Antonio Flamini.

Interverranno Erminio Ferrari, docente di Diritto amministrativo all’Università di Milano che illustrerà i criteri di aggiudicazione dei contratti pubblici, Fabrizio Lorenzotti, docente di Diritto amministrativo Unicam che illustrerà i contratti sotto soglia, Piergiuseppe Mariotti, Segretario generale del Comune di Civitanova Marche che relazionerà sulle opere di urbanizzazione sopra e sotto soglia, mentre le concessioni saranno il tema dell’intervento di Sara Spuntarelli, Docente di Diritto amministrativo dell’Università di Camerino.

Sarà poi il Vice Ministro Nencini ad illustrare tutte le novità contenute nel nuovo codice dei contratti pubblici.

I lavori riprenderanno poi nel pomeriggio con gli interventi di Barbara Fenni e Gloria Mancini Dottoresse di ricerca in Public services di Unicam. Le conclusioni saranno curate dal prof. Fabrizio Lorenzotti

Unicam primo Ateneo ad adottare linee guide per un reclutamento trasparente

05 Lug 2016
1642 volte

 

L’Università di Camerino è il primo Ateneo in Italia ad adottare le linee guida per le procedure

di reclutamento dei ricercatori aperto, trasparente e basato sul merito.

Il documento è stato predisposto dal Presidio Qualità per le Risorse Umane per la Ricerca

coordinato dalla prof.ssa Anna Maria Eleuteri.

“Si tratta di un importante risultato ed una grande soddisfazione – ha dichiarato la prof.ssa

Eleuteri – per il gruppo di lavoro che coordino e che ha predisposto il documento.

L’Ateneo ha deciso di intraprendere questo percorso anche per dare seguito all’impegno

che lo scorso luglio è stato preso proprio all’università di Camerino quando tutti gli atenei

d’Italia si sono riuniti per sottoscrivere la “Camerino Declaration” come nuova presa

d’impegno all’implementazione della HRS4R (Strategia per le Risorse Umane per i

Ricercatori), che a sua volta fa parte dell’applicazione dei principi della Carta europea dei

ricercatori e del codice di condotta per i ricercatori”.

Le linee guida che il Presidio Qualità Risorse Umane per la Ricerca ha individuato e che

sono state approvate dal Senato Accademico dell’Ateneo, rappresentano una lista di azioni

da mettere in atto al fine di garantire un reclutamento il più aperto possibile, trasparente e

basato sul merito, in modo tale che per ogni bando che la nostra università pubblicherà,

sarà possibile reclutare i migliori candidati ed i più adatti per il ruolo richiesto.

Sono state quindi individuate una serie di procedure che possano garantire la migliore

scelta fra i tanti candidati che rispondono ai nostri bandi, garantendo anche pari

opportunità e assenza di discriminazione per tutti i candidati che partecipano alla

“Con l’attuazione delle linee guida – ha dichiarato il Rettore Unicam Flavio Corradini - che

il Presidio Qualità Risorse Umane per la Ricerca ha individuato, in combinazione con altre

strategie per le risorse umane finalizzate al miglioramento delle condizioni di lavoro dei

ricercatori, Unicam mette in campo un ottimo strumento per attirare i migliori candidati,

anche dall’estero, contribuendo quindi a garantire il livello di qualità delle attività di ricerca

ed a diffondere e migliorare la reputazione dell’Ateneo e le possibilità di carriera e mobilità

Camerino e Oviedo più vicine grazie al clarinetto

05 Lug 2016
761 volte

È stata recentemente siglata una convenzione tra l’Accademia Italiana del Clarinetto e la Fondazione Principessa delle Asturie di Oviedo, diretta emanazione dei Reali di Spagna. Entrambi hanno a cuore le competenze del giovane musicista e l’Accademia con il progetto Italian Clarinet University è realtà unica a livello nazionale e tra le più innovative e complete a livello internazionale. La Fondazione Principessa delle Asturie (Fundación Princesa de Asturias) è un’istituzione i cui obiettivi principali sono, da una parte, contribuire all’esaltazione e alla promozione di quei valori scientifici, culturali e umanistici che costituiscono il patrimonio universale e, dall’altra, consolidare i vincoli esistenti tra il Principato delle Asturie e il titolo tradizionalmente detenuto dall’erede al trono di Spagna. L’Accademia Italiana del Clarinetto vuole ampliare ancor di più i propri orizzonti a livello internazionale affinché anche gli studenti possano godere di visioni del mondo musicale più ampie, e diventare maggiormente competitivi in un mondo del lavoro che premia competenze e capacità artistiche. A tal proposito le due istituzioni si impegnano a creare un ambiente di lavoro fertile che consenta lo scambio di informazioni, docenti e studenti e la possibilità di organizzare insieme congressi, masterclass, concorsi ed eventi di sempre maggior spessore culturale. Saranno condivise anche le strategie didattiche per il perfezionamento strumentale, interpretativo e della musica da camera. La Scuola Internazionale di Musica (Escuela Internacional de Musica di Oviedo) che fa capo alla Fondazione ospiterà nei prossimi giorni il Maestro Piero Vincenti, presidente dell’Accademia Italiana del Clarinetto, per il terzo anno consecutivo come professore di clarinetto durante i suoi corsi estivi di alto perfezionamento musicale.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo