Montecassiano, torna a splendere l'antico affresco di S. Antonio Abate

20 Lug 2016
779 volte

Torna a splendere a Montecassiano l’affresco di Sant’Antonio Abate. Opera della seconda metà del XV secolo realizzata da un artista sconosciuto, raffigura il santo colto nell’atto della benedizione, un gesto enfatizzato dalla mano dipinta sovradimensionata. L’affresco si trova nel loggiato di Palazzo dei Priori e nei giorni scorsi è stato restituito ai cittadini in tutto il suo splendore. Presenti all’inaugurazione il sindaco Leonardo Catena con diversi rappresentanti dell’amministrazione comunale. Con loro anche la direttrice dell’Istituto di Restauro delle Marche con sede a Montecassiano, Francesca Pappagallo, che ha effettuato il restauro e che ha indicato gli aspetti più importanti del lavoro, e gli studiosi Lucia Cingolani e Andrea Trubbiani del circolo culturale Scaramuccia che si sono soffermati rispettivamente sugli aspetti iconografici e sulla ricostruzione cronologica dell’opera. L’affresco era molto deteriorato al punto che molti cittadini di Montecassiano non ricordavano bene neppure cosa ci fosse raffigurato. Un particolare del restauro è la presenza di evidenti tracce di siniopia, ovvero del disegno preparatorio usato dall’artista prima della pittura a fresco. Soddisfazione per l’intervento, finanziato dall’amministrazione comunale, è stata espressa dal sindaco Catena che, insieme alla giunta, è impegnato nella realizzazione di una serie di lavori di recupero dei beni culturali cittadini. La scorsa primavera a Palazzo Compagnucci, ad esempio, sono state poste le persiane, fondamentali anche per poter garantire un’ottimale conservazione dei quadri esposti all’interno della pinacoteca. Sempre nel 2015, grazie alla donazione di un privato, è stata invece recuperata la raffigurazione di una Madonnina posta, anch’essa, sulla facciata di Palazzo dei Priori. In questi giorni l’amministrazione comunale sta provvedendo a illuminare adeguatamente l’affresco.

Open day, 400 studenti alla scoperta di Unicam

20 Lug 2016
918 volte

Studente universitario per un giorno: è quello che hanno vissuto circa 400 studenti accompagnati dalle loro famiglie provenienti da tutta la Regione Marche e non solo che nelle giornate di venerdì 8 e martedì 19 luglio ad Ascoli Piceno, mercoledì 20 luglio a Camerino e giovedì 21 luglio a San Benedetto del Tronto vengono a scoprire e conoscere l’Università di Camerino.

E’ questo l’appuntamento con l’”OPEN DAY”, iniziativa di orientamento volta a favorire la conoscenza, da parte dei futuri studenti universitari e delle loro famiglie, dei corsi di laurea attivati da Unicam, delle strutture dell’Ateneo, dei servizi e delle agevolazioni.

Venerdì 8 e martedì 19 luglio ad  Ascoli Piceno è stato possibile avere tutte le informazioni rispettivamente sui corsi di laurea della Scuola di Architettura e Design e sul Corso di laurea in Tecnologie e diagnostica per la conservazione e il restauro.

Giovedì 21 luglio al Polo didattico di San Benedetto del Tronto l’appuntamento è con i docenti e gli studenti del Corso di laurea in Biologia della Nutrizione.

Nell’appuntamento di Camerino gli oltre 200 partecipanti hanno potuto avere informazioni sui corsi di laurea attivati dalle Scuole di Bioscienze e Medicina Veterinaria, Giurisprudenza, Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, Scienze e Tecnologie.

I ragazzi sono stati accolti direttamente dal Magnifico Rettore Flavio Corradini, che ha presentato l’Ateneo ed ha illustrato le eccellenze e la qualità che caratterizzano l’Ateneo.

 

opendaycamerino2

Intento dell’iniziativa, come ha sottolineato anche la prof.ssa Valeria Polzonetti, Delegata del Rettore per l’Orientamento, è quello di dare agli studenti la possibilità di venire a conoscerci, di prendere informazioni sui corsi di studio, di avere informazioni sulle modalità di immatricolazione e sui servizi e sulle agevolazioni che mettiamo loro a disposizione. Dare quindi ai ragazzi e alle loro famiglie l’opportunità di scoprire e di conoscere quello che l’Ateneo offre per il loro futuro, aiutarli a capire qual è il corso di laurea più adatto ai loro interessi e alle loro aspirazioni.

E’ stato dunque possibile acquisire informazioni utili sui corsi di studi attivati da Unicam, numerosi corsi di laurea triennale e corsi di laurea magistrale, innovativi e altamente professionalizzanti, sulle molteplici agevolazioni e borse di studio messe a disposizione dall’Ateneo in particolare per favore gli studenti meritevoli, sui servizi per gli studenti, sulle possibilità di studio all’estero, sulle possibilità di alloggio, sulle attività culturali extracurriculari, sulle competenze trasversali, fino alla Web Radio di Ateneo.

Sempre nella mattinata i ragazzi hanno poi assistito a seminari tematici negli ambiti disciplinari che caratterizzano le scuole di Ateneo, tenuti da docenti Unicam, mentre nel pomeriggio hanno potuto visitare le strutture, le aule ed i laboratori.

Sarà inoltre possibile conoscere Unicam, parlare direttamente con i docenti e visitare le aule, le biblioteche e i laboratori anche grazie all’iniziativa di orientamento “Porte aperte in Unicam estate 2016” in programma dall’11 al 29 luglio e dal 22 agosto al 23 settembre.

 

opendaycamerino1

Tentato furto in abitazione, arrestate due donne rom a Monte San Giusto

20 Lug 2016
1387 volte

Due giovani rom, una delle quali incinta, sono state arrestate per un furto in un'abitazione a Monte San Giusto. Le due donne sono state notate da un carabiniere della locale stazione, in quel momento fuori servizio, che le ha fermate prima che potessero scappare. Avevano rubato oggetti in oro e soldi nella casa di un cittadino cinese. Dalla perquisizione dell’utilitaria con le quale le due avrebbero voluto far perdere le proprie tracce sono spuntati oggetti in oro che il cittadino cinese lamentava essere stati rubati, alcune banconote cinesi e due grossi cacciaviti che le due avevano utilizzato per commettere furti, scassinando porte e finestre. Le due donne, rispettivamente di 33 e 28 anni, sono state arrestate con l’accusa di furto in abitazione e denunciate in stato di libertà per possesso di attrezzi atti allo scasso.

Cementificio Sacci, incontro in Regione con gli assessori Bravi e Sciapichetti

19 Lug 2016
1063 volte

In Regione si è tenuto in incontro, a cui hanno preso parte l’assessore al Lavoro, Loretta Bravi e l’assessore all’Ambiente, Angelo Sciapichetti, con le organizzazioni sindacali dell’azienda Sacci di Castelraimondo e una delegazione dei lavoratori i quali hanno rappresentato timori sul rischio licenziamenti di tutti i dipendenti già previsto in una procedura di mobilità che scatterà il 30 settembre prossimo. La Regione, condividendo la preoccupazione per tale rischio, convocherà un incontro urgente con la Cementir e la stessa Sacci per avere chiarimenti rispetto alle intenzioni in relazione al sito di Castelraimondo.  Tra l’altro, in quel sito è tuttora aperta una questione  legata ad autorizzazioni ambientali non ancora perfezionate, in questo senso la Regione vuole avere un quadro chiaro rispetto alla situazione occupazionale e ai progetti industriali di chi dovrebbe subentrare alla Sacci.


COLDIRETTI, SCOPPIA LA GUERRA DEL GRANO-AGRICOLTORI MARCHIGIANI PROTESTANO AL MINISTERO

19 Lug 2016
1763 volte

Scoppia la guerra del grano. A Roma la protesta degli agricoltori marchigiani.

Le Marche terzo produttore nazionale di grano duro, prezzi crollati ai livelli di 30 anni fa

Ci saranno gli agricoltori marchigiani al blitz domani, mercoledì 20 luglio, nella Capitale per difendere il grano nostrano che sta affrontando una crisi senza precedenti, con quotazioni più basse di quelle di 30 anni fa che rischiano di fare strage delle migliaia di aziende agricole impegnate nella coltivazione in una regione, le Marche, che sono il terzo produttore italiano di grano duro. La #guerradelgrano è stata annunciata dal presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo al termine dell’Assemblea nazionale dell’Organizzazione, cui hanno preso parte i presidenti marchigiani della Coldiretti, che guideranno domani la protesta dei produttori della nostra regione.

Grano

 

La manifestazione è prevista dalle ore 9 davanti al Ministero delle Politiche Agricole in via Venti Settembre XX, dove è stato convocato dal Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina il tavolo nazionale della filiera cerealicola con i rappresentanti delle Regioni e della filiera, dai campi all’industria fino alla distribuzione. Con l’avvio della mobilitazione si vuole combattere una situazione insostenibile con l’aumento delle importazioni soprattutto da Paesi extracomunitari mentre i raccolti nazionali vengono lasciati nei magazzini per effetto di manovre speculative che provocano la desertificazione di migliaia di ettari di terreno, localizzato spesso nelle aree interne più difficili e mettono a rischio il futuro della filiera dei prodotti più rappresentativi del Made in Italy nel mondo come la pasta e il pane. Nell’occasione saranno smascherati dalla Coldiretti furbizie ed inganni ma anche formulate proposte concrete per dare un futuro sostenibile alla coltivazione e garanzie di qualità ai consumatori.

 

 

 

Provincia, si vota domenica 28 Agosto

19 Lug 2016
1855 volte

Un altro giorno 28 da segnare in rosso sul calendario. Dopo il 28 luglio, data fissata per l'inaugurazione della superstrada Civitanova – Foligno, domenica 28 agosto sarà eletto il nuovo presidente della provincia di Macerata. Questo ha stabilito con decreto il presidente Antonio Pettinari. La data delle elezioni è stata fissata per restare nei termini previsti dalla normativa in vigore: 90 giorni dalla scadenza per fine mandato degli organi elettivi provinciali. Profondamente modificate, sia nell’assetto che nelle funzioni, le province per le quali la legge di riforma ha limitato le competenze e soprattutto eliminato l’elezione diretta dei suoi organi amministrativi. Così per il rinnovo del Presidente e del Consiglio potranno votare tutti i Sindaci ed i Consiglieri dei 57 comuni della provincia attualmente in carica. Sono eleggibili a Presidente della Provincia i Sindaci in carica nei comuni della provincia, mentre possono essere eletti consiglieri sia i sindaci, sia i consiglieri comunali in carica. Limitatamente a queste elezioni, sono altresì eleggibili alla carica di Presidente e di Consigliere provinciale i Consiglieri provinciali uscenti compreso il Presidente. Il nuovo Presidente della provincia durerà in carica 4 anni ed il Consiglio provinciale, nella nuova composizione formato da 12 consiglieri, resterà in carica 2 anni.

Sbloccate le assunzioni nelle Regioni senza esuberi, le Marche tra le prime

19 Lug 2016
1151 volte
Sbloccate le assunzioni nelle Regioni senza esuberi, le Marche tra le prime ad ottenere la liberatoria

Il Dipartimento della Funzione pubblica, in attuazione all’art. 1, comma 234, della legge di stabilità 2016, ha stabilito il ripristino delle ordinarie facoltà di assunzione negli Enti territoriali situati in quattro regioni senza esuberi, tra cui le Marche, nelle quali si è completata la ricollocazione del personale delle Province. Nel dettaglio, si legge in una nota del ministero della P.a, visto “l'esiguo numero di personale in soprannumero degli enti di area vasta, le ex Province, sono ripristinate le facoltà di assunzione e le procedure di mobilità delle Regioni Emilia Romagna, Lazio, Marche e Veneto e degli enti locali che insistono sul loro territorio".

Un’ottima notizia per le Marche “tra le prime Regioni ad aver ottenuto la liberatoria per procedere con lo sblocco delle assunzioni di personale e  al completamento dei processi di mobilità” commenta con soddisfazione l’assessore agli Enti Locali, Fabrizio Cesetti, che aggiunge che tale misura “è dovuta anche all’attuazione della legge regionale 13/2015 relativa al riordino delle funzioni esercitate dalle Province”.  

Insegnanti e studenti a scuola di Geoscienze in Unicam

19 Lug 2016
1173 volte

La sezione di Geologia di Unicam ha organizzato dal 10 al 17 luglio, una settimana intera dedicata alla scuola, con due iniziative hanno concentrato a Camerino docenti delle scuole di ogni ordine e grado e gli studenti impegnati nelle Olimpiadi delle Scienze della Terra.

Trenta insegnanti hanno infatti partecipato alla Summer School su “Insegnare per competenze. Attività e laboratori per una didattica attiva per le Geoscienze”, lavorando insieme su temi di didattica delle scienze della Terra, spaziando dal metodo IBSE alle nuove tecnologie. Molteplici le proposte didattiche che sono state presentate dal dottorato di ricerca UNICAM in Didattica delle Scienze della Terra e dal gruppo UNICAMearth, che cura sia questa che altre iniziative per le scuole. I docenti hanno sperimentato le nuove tecnologie con giochi didattici interattivi, osservato al telescopio il cielo di luglio e dopo l’escursione alle Grotte di Frasassi si sono cimentati nel teatro scientifico e in esperimenti sul suolo, i fossili e i cambiamenti climatici.

Il progetto UNICAMearth, unico in Italia, è stato infatti avviato con l’obiettivo di supportare i docenti della scuola di ogni ordine e grado, ed è per questo che vi fanno parte tra gli altri, anche insegnanti delle Scuole superiori, attualmente Dottorandi in Scienze della Terra presso l'Università di Camerino.

Come ormai consuetudine da diversi anni, poi, il Polo di Geologia di Unicam ha ospitato i dieci migliori studenti italiani classificati nelle selezioni nazionali per la partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze della Terra. I ragazzi sono stati impegnati nell’intensissimo stage di preparazione alla fase internazionale, che si terrà quest’anno in Giappone. L’Ateneo, oltre alla competenza e professionalità dei docenti coinvolti, ha messo ancora una volta a disposizione della squadra italiana laboratori, attrezzature didattiche e mezzi per le escursioni. La competizione con gli studenti provenienti da tutto il mondo è infatti fortissima e la squadra italiana dovrà cimentarsi in prove teoriche e pratiche su tutti temi delle Scienze della Terra, dal clima ai minerali, dall’atmosfera ai terremoti, dai vulcani al moto ondoso. Obiettivo è quello di aggiudicarsi medaglie anche quest’anno.

Recuperata dai Vigili del Fuoco un'Alfa 156 finita in un fossato

18 Lug 2016
1357 volte

Nessuna conseguenza per le persone ma impegnative, in Via Offagna a Recanati, le operazioni di recupero di un’auto, finita in un fossato. Lasciata in sosta in un tratto in pendenza, l’auto, un’Alfa 156, si è improvvisamente sfrenata scivolando nel fossato sottostante. Sul posto sono dovuti intervenire i vigili del fuoco del Comando provinciale di Macerata che per recuperare il veicolo, hanno impiegato l’autogrù e un Act Combi..

Pdl della Giunta regionale per l'Incorporazione del Comune di Acquacanina nel Comune di Fiastra

18 Lug 2016
1152 volte

 

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore agli Enti Locali Fabrizio Cesetti, ha deliberato di presentare al Consiglio regionale una proposta di legge per l’incorporazione del Comune di Acquacanina, in provincia di Macerata, nel Comune di Fiastra, a decorrere dal primo gennaio 2017. “Dall’incorporazione, chiesta dai Comuni stessi per una semplificazione organizzativa, deriveranno un miglioramento dell’efficienza dei servizi e maggiori opportunità di accesso ai contributi pubblici che potranno essere destinati ad investimenti per lo sviluppo sociale ed economico delle collettività locali” sottolinea l’assessore Cesetti. Proprio per promuovere la riduzione della frammentazione organizzativa, l’attuale legislazione prevede molteplici misure premiali in termini di contributi finanziari, deroghe ai vincoli di pareggio di bilancio e priorità nell’assegnazione di risorse economiche previste per i Comuni in caso di incorporazioni.

L’istituto della fusione per incorporazione di Comuni (secondo la legge 56/2014) prevede che il Comune incorporante mantenga la propria personalità giuridica e i propri organi mentre decadono gli organi del Comune incorporato. Tuttavia, lo Statuto del Comune di Fiastra prevede l’istituzione del Municipio di Acquacanina disciplinandone l’organizzazione e le funzioni anche attraverso organi eletti a suffragio universale diretto.  

"Basta Cinghiali", Coldiretti Marche in marcia contro la Regione

18 Lug 2016
1146 volte

Strade intorno alla Regione Marche bloccate e duemila agricoltori e allevatori della Coldiretti in corteo per manifestare contro il mancato pagamento dei danni causati dagli animali selvatici e il tentativo dell’amministrazione regionale di rendere sempre più difficile l’erogazione degli indennizzi, per l’incapacità di risolvere il problema.Molti imprenditori indossano magliette con le foto di campi devastati dai cinghiali e di animali uccisi dai lupi, con le scritte “Grazie Pieroni” e “Grazie Casini”, i due assessori alla Caccia e all’Agricoltura. Centinaia i cartelli portati dai manifestanti con le scritte “Regione, fai più danni dei lupi “, “Presidente Ceriscioli salvaci dai burocrati e dai selvatici”, “Noi seminiamo i cinghiali raccolgono”, “Tra lupi e burocrazia muoiono le imprese”, con l'hashtag #bastacinghiali. Tra i manifestanti c’è il presidente della Coldiretti Marche, Tommaso Di Sante, assieme ai presidenti provinciali Francesco Fucili, Paolo Mazzoni ed Emanuele Befanucci, oltre ai rappresentanti di Italia Nostra e dell’associazione dei consumatori Adusbef. Alla Regione Marche la Coldiretti chiede la cancellazione del tetto massimo dei danni (il cosiddetto “de minimis”) peraltro già bocciato dal Tar Marche, lo sblocco dei pagamenti e la calendarizzazione della proposta di legge per risolvere il problema degli animali selvatici.

 

(Immagini della manifestazione di Ancona)

 

coldiretti

 

fucilicoldiretti

 

coldiretti2

 

fucilicoldiretti2

 

 

"Belforte in passerella", appuntamento con la moda sotto le stelle

18 Lug 2016
1396 volte

“Belforte in passerella”, tradizionale appuntamento questo venerdì 22 luglio, ore 21,30, con la moda sotto le stelle in piazza Umberto I.

Presenteranno le loro collezioni Joy abiti per bambini, Mafalda, Bulli e Pupe, Intimo Adamo ed Eva, Moscati, Arte e Co. e Delsa.

La sfilata sarà intervallata da momenti di spettacolo con l’esibizione di una coppia di ballerini, Alessandra e Matteo Ballini, della solista Giulia Barabucci, tutti della Fashion GianManDance, e dalla cantante Matilde.

A rendere l’evento ancora più divertente e gustoso gli stand gastronomici curati dalla Pro Loco Belfortese.

“Belforte in passerella” è un evento-moda ideato, organizzato e diretto da Simonetta Carfagna e Catia Cappellacci e propone, per il quarto anno consecutivo, un indovinato mix di moda, bellezza, musica, spettacolo e sport. Protagoniste in passerella tante giovani e belle ragazze che indossano i capi di alcuni selezionati negozi. Presentano la serata Giulia Sancricca e Luca Romagnoli.

A portare il saluto dell’Amministrazione comunale che patrocina l’evento il Sindaco Roberto Paoloni.

Il forte vento provoca la caduta di un albero a Civitanova. Danni a due auto in sosta

16 Lug 2016
1188 volte

Il forte vento che nella notte tra venerdì e sabato ha sferzato la costa,nella piazza di san Marone a Civitanova Marche, ha provocato la caduta di un acero. Danni per due vetture che si trovavano parcheggiate proprio sotto l’albero. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo