Individuati gli autori del furto di gasolio agricolo in un'azienda di Valfornace

08 Ago 2018
1073 volte

I Carabinieri della Compagnia di Camerino guidata dal Capitano Roberto Nicola Cara, sono riusciti ad individuare gli autori di un furto di gasolio agricolo avvenuto lo scorso 30 giugno ai danni dell’azienda Angelici di Fiordimonte, nel comune di Valfornace. In quell’occasione erano stati asportati oltre 30 litri di Gasolio dalla pompa utilizzata nell’azienda come rifornimento per i propri mezzi agricoli. A poco più di un mese i carabinieri sono riusciti a risalire agli autori del furto: si tratta di due fratelli di nazionalità marocchina, rispettivamente di 30 e 21 anni residenti a Terni. I titolari dell’azienda avevano prontamente denunciato quanto accaduto e l’attività d’indagine portata avanti dalla compagnia Carabinieri di Camerino, anche attraverso l’acquisizione di immagini dalle telecamere posizionate lungo le strade, ha permesso di raggiungere il buon esito dell’operazione, a testimoniare che, pur trattandosi di un furto di modesta  entità  la collaborazione dei cittadini con le forze dell'ordine, può fare molto, rafforzando le azioni di tutela e controllo del territorio sul fronte della garanzia della sicurezza. I titolari dell’azienda infatti ricordavano bene il tipo di auto, una Mercedes,  su cui i due si erano allontanati, anche se non erano riusciti ad annotarne il numero di targa. In verità , come raccontato dall'anziano proprietario, già una decina di giorni prima del furto, i due avevano raggiunto la zona , fermandosi proprio nella campagna da loro coltivata. Dapprima, avevano chiesto al figlio di poter acquistare dei prodotti dell’orto e, lamentando poi di essere a corto di carburante, il figlio aveva rifornito la loro auto di circa 5 litri di gasolio. I due dunque avevano ben memorizzato la situazione, tornando qualche giorno dopo per mettere in atto il furto. 

"Pregando ho sentito di dover incontrare il vescovo Massara"

07 Ago 2018
845 volte

In Calabria per conoscere il nuovo arcivescovo di Camerino-San Severino Marche. È l’attuale pastore, Francesco Giovanni Brugnaro, che ha fatto visita al suo successore, Francesco Massara. L’occasione è servita per conoscersi personalmente e confrontarsi su questioni relative all’arcidiocesi.

“Siamo di fronte ad un mare e una natura splendidi - ha esordito Brugnaro - Ci siamo confrontati su ciò che lui desidera e su ciò che possiamo fare - ha aggiunto - Un incontro a sorpresa, che non era previsto, ma che è nato da un mio discernimento e così sono venuto da lui. Abbiamo parlato e parleremo ancora della diocesi, chi è più vecchio racconta dell’esperienza e chi è più giovane ascolta”.

L’ordinazione di mons. Massara, che ama farsi chiamare semplicemente don Franco, avverrà il 6 ottobre in Calabria, poiché sia la cattedrale di Camerino che la concattedrale di San Severino sono inagibili a causa del sisma. Poi, si insedierà in diocesi domenica 21.

“Ho avuto la gioia e l’onore di avere Sua Eccellenza qui in Calabria - ha detto don Franco - siamo stati fraternamente insieme. Ci eravamo conosciuti solo per telefono e ora l’ho portato in uno dei posti più belli, con un panorama bellissimo sul Mar Tirreno. Sarà un immenso piacere - ha concluso - conoscere le comunità e abbracciarle tutte quante”.

 

brugnaro massara1

Scarpe, borse, occhiali e bigiotteria: sequestrati mille articoli contraffatti

07 Ago 2018
297 volte

 

Sequestrati mille articoli contraffatti tra scarpe, occhiali da sole, borse e bigiotteria. Segnalata una persona sotto il profilo amministrativo.

I finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, hanno effettuato diversi interventi al fine di contrastare efficacemente i fenomeni illeciti della vendita di prodotti contraffatti e dell’abusivismo commerciale. 

Il dispositivo di controllo ha visto impegnate diverse pattuglie che hanno setacciato il lungomare ed i punti più sensibili della città balneare. 

Una persona è stata segnalata per i provvedimenti di competenza sotto il profilo amministrativo in quanto aveva posto in vendita merce senza essere in possesso della licenza per il commercio ambulante, altri improvvisati commercianti extracomunitari hanno preferito darsi alla fuga ed abbandonare le mercanzie per strada.  

Dieci volte Ironman, Alberto Cambio pronto per un'altra grande sfida

07 Ago 2018
1032 volte

È l’uomo delle imprese titaniche: un mese fa si è classificato quinto ad un triplo Ironman in Austria, impiegando 46 ore. Era una delle gare della World Cup. Il 17 agosto, dopo alcuni giorni di ferie, ripartirà alla volta della Svizzera per il DecaIronman. È Alberto Cambio, settempedano e fra i pochissimi a gareggiare per l’ultratriathlon.

Già lo scorso anno aveva preso parte alla durissima competizione, classificandosi settimo su 16 partecipanti e percorrendo 38 chilometri a nuoto, 1800 in bicicletta e 422 di corsa.

Ora Cambio ripeterà l’impresa correndo dal 20 al 30 agosto: “In gran parte è questione di testa - dice - è uno sport che ti insegna tanto”.

Ma andiamo per gradi, partendo innanzitutto dallo spiegare cos’è un Ironman: una delle distanze standard del triathlon (3,86 km di nuoto, 180,260 km di bicicletta, 42,195 km di corsa). Il DecaIronman dunque è una gara che si svolge per dieci giorni, e ogni giorno si ripete un Ironman.

Per prepararsi a queste super imprese, racconta il settempedano, servono allenamenti quotidiani: “Al mattino lavoro alla Soverchia Marmi e nel pomeriggio come libero professionista. Di solito al mattino corro, e spesso mi alzo alle 5, a pranzo o a cena mi alleno nel nuoto e il sabato e la domenica mi dedico agli allenamenti lunghi, ad esempio la bicicletta. Per quest’ultima specialità mi servono almeno 7 o 8 ore di allenamento”. 

Cambio spera nel podio al prossimo DecaIronman in Svizzera, “sarebbe una grande soddisfazione. È una gara traditrice in un certo senso. Se vai troppo piano arrivi tardi, se vai troppo veloce finisci subito le forze. Bisogna saper gestire i tempi e le forze”.

Alberto Cambio

Secondo quanto racconta, si tratta di gare che vedono primeggiare persone adulte, tra i 40 e i 50 anni, proprio perché la vittoria o comunque il podio è al 50% questione di testa. Ma sono esperienze anche difficili da raccontare, incredibili a livello emotivo: “Perché lo faccio? I motivi sono tanti, innanzitutto insegna molto a scoprire se stessi, a sopportare la fatica, ad avere pazienza. Tante cose che avevo proprio bisogno di imparare. È un’emozione unica - sottolinea - ma se posso raccontarlo è anche grazie agli sponsor che mi sostengono. Si tratta infatti di competizioni molto onerose e ringrazio quindi Soverchia Marmi, il centro Vitaliti, Jean-Luc della Sisco, Lanfranco della GLO, Sauro di Seredil, Emanuele della Nutrixam, la My Genomics, Sport Lab, Accessauto, Bikers e Alessandro della parrucchiera AD”. 

 

Inaugurato, nel nome di Dario Conti, l'ortopantomografo dell'ospedale di Camerino

06 Ago 2018
524 volte

Inaugurato presso l'ospedale di Camerino il nuovo ortopantomografo per la radiologia. Nell'occasione, presente il nipote Carlo, è stata anche scoperta una targa a ricordo del sindaco Dario Conti recentemente scomparso. All'inaugurazione, presieduta dal direttore dell'Asur Area Vasta 3 Alessandro Maccioni,  è intervenuto anche il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Presenti anche l'assessore Sciapichetti, il presidente della provincia Antonio Pettinari, l'arcivescovo Brugnaro, il sindaco Pasqui e il responsabile della radiologia dott. Pietro Cruciani

IMG 20180806 WA0039

" Gli investimenti in sanità non si fermano mai- ha detto Maccioni- In questo caso parliamo di investimenti sostitutivi di un macchinario che ha fatto egregiamente il suo corso e il suo dovere. Si tratta del terzo ortopantomografo che installiamo in Area Vasta 3, dopo Civitanova Marche e Recanati. Attualmente ne è in acquisto un quarto che andrà al'ospedale di San Severino Marche. L'ortopantomografo è un macchinario utile per problemi mandibolari e delle arcate dentali; l' investimento totale, tra collaudo e installazione, è di 65mila euro circa. Uno strumento dunque non costosissimo ma che è di enorme avanguardia, innovativo, digitale e, a minor impatto irradiativo per quel che riguarda i pazienti e gli operatori di radiologia". Il direttore  ha anche annunciato che per l'ospedale di Camerino è previsto l'arrivo di una nuova TAC 64 slices, in grado di ricostruire in modo dettagliato i vari piani del corpo della persona esaminata, grazie a sofisticati software.

IMG 20180806 WA0036

" Da un po' di anni a questa parte- ha detto il governatore Ceriscioli- abbiamo inziato a spingere sugli investimenti e sugli aggiornamenti dei macchinari e sulla possibilità di offrire dei servizi di qualità, collegati digitalmente alla rete, di modo che l'esame che viene fatto in qualsiasi punto della regione sia poi disponibile un domani nel fascicolo elettronico di ogni singolo utente. Un servizio che riesce dunque ad offrire sempre maggiore qualità grazie agli investimenti. Lo scorso anno la cifra straordinaria d'investimento è stata di 200 milioni di euro e, mano a mano, si stanno trasformando in realizzazioni che stanno coprendo un po' tutti i territori. Nel caso specifico, l'ortopantomografo riqualifica tutti quelli che sono gli esami specifici per la bocca, permettendo di rispondere con una notevole qualità, al cittadino che si rivolga alle nostre strutture. Un piccolo segno di grande attenzione per questa realtà".

IMG 1416

 La targa scoperta in ricordo di Dario Conti

Il dottor Pietro Cruciani,  ha voluto ricordare la figura di Dario Conti che nel 2014, al termine del suo mandato da sindaco, donò 13.000 euro della sua indennità di carica per l'acquisto di una bobina per la risonanza magnetica, strumento ad alta tecnologia per lo studio delle patologie della mammella. " Ricordo Dario come un grande amico; è stato un grande sindaco, un uomo sincero e passionale che ha amato la sua terra fino all'ultimo. Pronto a difendere strenuamente Camerino e la montagna,  avendo a cuore tutti i servizi, in particolare la sanità, le scuole, l'università, le infrastrutture e la viabilità". Parole d'affetto nei confronti del compianto sindaco, anche da parte di Pasqui:" Sono stato il suo vice sindaco e per me è sempre stato un amico sincero- ha affermato-. La sua caratteristica è sempre stata quella di guardare alle cose concrete e al bene comune. Oggi è la giornata più bella per ricordarlo; ha sempre desiderato vedere una sanità funzionale,  dedicare attenzione ai giovani e all'università. Proprio l'università poco fa, ha inaugurato la sua prima struttura definitiva. Facciamo festa anche da qui  con l'inaugurazione di un altro strumento diretto al cittadino".  

20180806 171019 1

Ritrovato nel Lazio il suv rubato a Caldarola

06 Ago 2018
1637 volte

Brillante operazione dei carabinieri che hanno ritrovato il suv rubato a Caldarola e arrestato i due uomini a bordo.

Si tratta del Mercedes rubato ad un agente di commercio di Caldarola, nella notte tra martedì e mercoledì scorso.

Dopo la denuncia, la ricerca del mezzo era partita in tutta Italia e i carabinieri di Latina, dopo aver riconosciuto la targa, hanno inseguito l'auto e fermato le due persone a bordo.

Si tratterebbe di due extracomunitari che apparterrebbero ad una associazione di riciclaggio.

L'auto rubata, infatti, sarebbe stata portata nel Sud Italia, smontata, ed i pezzi sarebbero stati venduti nel mercato nero.

L'operazione dei malviventi non è però andata a buon fine grazie alle indagini dei militari dell'Arma.

Giulia Sancricca

Grande festa ad Unicam. Inaugurato il nuovo studentato

06 Ago 2018
1185 volte

Inaugurato il nuovo studentato dell’università di Camerino. Dono della provincia autonoma di Trento e Bolzano e del Land del Tirolo, la serie di strutture, sorge nell’aria immediatamente adiacente all’esistente Campus. Al taglio del nastro era presente il Sottosegretario del Miur Salvatore Giuliano che ha inteso sottolineare nel suo intervento la grande lezione del fare squadra sottintesa nella donazione. “ Oggi è davvero la realizzazione di un sogno - ha detto il rettore Claudio Pettinari- Grazie per aver scelto noi; cercheremo di dimostrare al mondo che la vostra donazione è servita, non solo all’università di Camerino ma al nostro territorio, che è servita all'Italia per continuare a formare, a preparare i nostri giovani e la classe dirigente del Paese. Ora che siamo veramente fratelli, perché mi sento veramente un vostro fratello, vi dico che noi metteremo a disposizione le nostre competenze e saremo felici di poter collaborare con voi, con le vostre università, con le vostre istituzioni e sarà nostra cura mettervi sempre a conoscenza di ciò che abbiamo fatto, che stiamo facendo che faremo”.

IMG 20180806 150531419

IMG 20180806 151005327

Alla cerimonia sono intervenuti il Capo della protezione civile Borrelli, il Commissario per la ricostruzione De Micheli, il governatore del Trentino Ugo Rossi, il presidente della Regione Marche Ceriscioli, il sindaco di Camerino Pasqui, l’arcivescovo Brugnaro, autorità civili e militari, ex rettori, imprenditori, sindaci del territorio e cittadini.”

IMG 20180806 160157761

 "Semplicemente abbiamo risposto di sì ad una richiesta di aiuto- ha detto il presidente Rossi- Sapevo che dietro il mio sì, c’era il si di tutti i trentini e del popolo tirolese, abituati a fare da sé, a  fare in prima persona e a gestire nell’autogoverno con la volontà di poter decidere del proprio territorio e di essere protagonisti del proprio futuro. Questo senso di autogoverno e di autonomia- ha aggiunto- voglio anche trasmetterlo a questo territorio pur con differenze istituzionali e di ordinamenti. Penso che il valore dei territori sia assolutamente decisivo per il nostro paese e lo è quando questi territori non si chiudono al loro interno, non pensano di risolvere i problemi facendo esclusivamente ciò che riguarda le proprie popolazioni ma si ragiona in una logica di squadra e di insieme. Questo è il messaggio che mi permetto di lasciarvi e sono convinto che i cittadini trentini saranno certamente orgogliosi di questa inaugurazione perché le risorse che abbiamo dedicato a questa iniziativa di solidarietà, sono dentro una logica politica che è fatta di solidarietà anche in altre direzioni e che mettiamo in campo con risorse che sono prodotte sul nostro territorio”. L'opera è stata realizzata grazie alla somma di 4,5milioni di euro messa a disposizione sia dal Trentino che dall'Alto Adige e di 330.000 euro da parte del Land Tirolo. Negli appartamenti, ogni stanza è dotata di bagno e, in ogni edifcio è stata prevista una stanza per disabili. 

IMG 20180806 153620406

“ Il dono che è stato fatto qui- ha detto la commissaria De Micheli- è un dono che ha la caratteristica dei doni che queste comunità hanno ricevuto sul terremoto; tanti ne abbiamo potuto inaugurare e vedere, altri ancora sono in corso di costruzione. E’ un dono di qualità e che guarda al futuro . Un dono che nasce da esigenze vere e il fatto che sia un dono di qualità dà il senso della condivisione ed è anche la ragione per la quale forse è così qualitativamente straordinario; di questa qualità potranno beneficiare gli studenti che ringrazio per aver resistito , come ringrazio il magnifico rettore e la squadra dei suoi collaboratori per la determinazione che ci mettono tutti i giorni a fare ogni giorno un passo avanti”.

IMG 20180806 154519414

" Oggi finalmente possiamo parlare di festa- ha affermato il sindaco Pasqui- Questa struttura è infatti ricostruzione definitiva e, si tratta della prima vera struttura che ci consente di guardare al futuro con i nostri figli che sono gli studenti e tutti coloro che potranno beneficiare di questi significativi spazi" 

Agli interventi, è seguita l’inaugurazione e la visita delle bellissime strutture, benedette dall’arcivescovo Brugnaro.

IMG 20180806 160723693

IMG 20180806 160942635

IMG 20180806 161318488

IMG 20180806 WA0003

IMG 20180806 WA0017

IMG 20180806 WA0019

IMG 20180806 WA0007

IMG 20180806 144429382

Nella foto sotto l'ex rettore Mario Giannella IMG 20180806 WA0005

IMG 20180806 WA0002

 

Si arrampica per gioco su una pianta e cade. Interviene l’eliambulanza

06 Ago 2018
719 volte

Stava giocando, si è arrampicato su una pianta ma ha perso l’equilibrio ed è caduto. Protagonista un bimbo inglese di 10 anni che soggiorna a Tolentino per le vacanze estive insieme alla famiglia. A soccorrerlo inizialmente è stato il papà che con la sua auto lo ha portato all’ospedale. Qui i medici, per precauzione, hanno disposto il trasferimento all’ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza. Il bambino è stato prelevato allo stadio Della Vittoria. 

È intervenuta anche la polizia locale. Per il piccolo si ipotizza solo una frattura. 

Conclude il Festival d'Estate della Fondazione Claudi. Ecco le prossime iniziative

06 Ago 2018
109 volte

Si è chiuso ieri sera (domenica 5 agosto) il sesto Festival d'estate a Palazzo Claudi di Serrapetrona. Pure il terzo e ultimo concerto, che ha visto protagonista la formazione d'archi de “Le Cameriste Ambrosiane”, ha fatto registrare il “pienone”, tanto che gli organizzatori della Fondazione Claudi hanno dovuto aggiungere 30 sedie in più (per un totale di posti 133 posti a sedere). 

Nel corso della serata conclusiva il presidente Massimo Ciambotti, dando appuntamento al pubblico per l'edizione 2019, ha illustrato brevemente lo stato delle ricerche sul pensiero filosofico e letterario del poeta Claudio Claudi; sull'argomento è intervenuto il giovane studioso Gabriele Codoni di San Severino, dottorando di ricerca all'Università di Urbino. Inoltre, sono state indicate le prossime iniziative della Fondazione. 

“Stiamo organizzano il Festival dell'Essenziale, a Milano, per il 14 e 15 settembre – ha detto il professor Ciambotti – ed è in cantiere uno scambio culturale fra gli atenei di Macerata e Urbino e l'università di Tula, città natale di Tolstoj. Saranno realizzati dei workshop, sia qui in Italia che in Russia, sulle due figure di scrittori di provincia: Tolstoj e Claudio Claudi. Mi recherò personalmente a Tula, con Gabriele Codoni e 4 studenti delle università di Urbino e Macerata, dall'1 al 5 novembre, mentre 4 studenti russi verranno a Roma, San Severino e Urbino dal  27 settembre al 2 ottobre. Infine, la Fondazione Claudi sarà presente a Stoccarda, all'interno della mostra 'Uno sguardo nel Contemporaneo delle Marche', organizzata dal Cesma (Centro Studi Marche), con alcune opere di Anna Claudi e con i lavori degli artisti premiati come Marchigiani dell'anno 2018”. 

Frontale tra due auto: una donna portata a Torrette

06 Ago 2018
697 volte

Tre feriti, tutte donne, una portata a Torrette in eliambulanza. Questo è il bilancio dell'incidente avvenuto stamattina intorno alle 10:30 lungo la provinciale treiese che conduce a Passo di Treia. Non è chiara la dinamica dell'incidente che ha coinvolto una Panda e una Polo, si ipotizza una mancata precedenza. Entrambe erano condotte da ragazze, a bordo della Polo anche la nonna della giovane che guidava, di oltre 60 anni. La Panda procedeva inn direzione Passo di Treia e la Polo in direzione opposta. All'incrocio fra la provinciale 128 e la provinciale 107, lo schianto frontale. Per l'anziana è stato richiesto l'intervento dell'eliambulanza per il trasferimento all'ospedale Torrette di Ancona, mentre le altre due giovani sono state portate all'ospedale di Macerata. Sul posto il 118, i vigili del fuoco e la municipale.

 

Nuovi parcheggi in via Lorenzo D'Alessandro

06 Ago 2018
173 volte

Un nuovo parcheggio da 17 posti. È quanto il Comune di San Severino sta realizzando in via Lorenzo D’Alessandro, in vista dell’apertura per settembre della nuova scuola. Quest’ultima andrà ad ospitare 14 classi della Primaria “Luzio” è il parcheggio è in fase di realizzazione in vista del previsto aumento del volume di traffico.

Il nuovo parcheggio, che ospiterà 17 posti auto a spina di pesce, in parte occuperà l’area di un parcheggio già esistente e in parte l’attuale marciapiede che sarà riposizionato in modo da mantenere un percorso pedonale protetto.

L’opera, per un costo complessivo di 28mila euro, sarà realizzata dall’impresa EdilBiangi di San Severino e finanziata con donazioni giunte dal Comune di Pioltello e dalla Fondazione Gruppo di Credito Valtellinese e rientra fra gli interventi che si ricollegano alla realizzazione della nuova scuola.

Il progetto dei lavori è stato redatto dall’Area Tecnica del Comune di San Severino. Oltre agli scavi di sbancamento per realizzare la nuova area parcheggio sono stati previsti una nuova fondazione stradale, nuovi marciapiedi e una nuova asfaltatura degli spazi che manterranno l’aspetto attuale e permetteranno di conservare anche alcune panchine e uno spazio verde a servizio del quartiere.

Investe un cinghiale e la sua Ferrari prende fuoco

06 Ago 2018
2544 volte

Investe un cinghiale e la sua Ferrari 360 Modena prende fuoco. Sono stati attimi di paura a Muccia, in località Maddalena, quando un uomo, residente a Villa Potenza, al volante della propria fuoriserie ha investito un cinghiale. L'impatto ha provocato l'uscita di strada della Ferrari e un principio di incendio con le fiamme che hanno, poi, investito la vettura distruggendola. Per fortuna l'uomo è riuscito a mettersi in salvo e a lanciare l'allarme. Sul posto sono giunti i carabinieri e i vigili del fuoco del distaccamento di Camerino che hanno provveduto a spegnere l'incendio e a mettere in sicurezza la zona.

Castelsantangelo sul Nera: nuova area commerciale di 660 mq

05 Ago 2018
4170 volte

Inaugurata la nuova area commerciale post sisma a Castelsantangelo sul Nera. Ospita quattro esercizi terremotati che hanno chiesto di riprendere l'attività all'interno di strutture provvisorie: due bar (uno con edicola, l'altro con tabacchi), un alimentari e una norcineria. Nell'area sono presenti anche un ambulatorio medico e una farmacia, donati alla comunità dal comune di Porto Gruaro e da un'impresa. 

L'area commerciale ha una superficie di 660 mq. È dislocata sul piazzale "Pietro Piccinini", di fronte allo spazio che ospita le Sae (Soluzioni abitative d'emergenza). L'allestimento ha richiesto un finanziamento regionale di 310mila euro, sostenuto con i fondi Ue. Una forza di volontà che quasi commuove quella dgli abitanti di Castelsantangelo sul Nera; dalle loro parole e dai loro volti, la testimonianza di un amore smisurato per la loro terra. Numerosissime le persone che hanno voluto condividere con la loro presenza, la gioia di una ripartenza. 

castelsa

Al taglio del nastro,  presenti il sindaco Mauro Falcucci, il presidente della Regione Luca Ceriscioli e l'assessore Angelo Sciapichetti. " Per questo martoriato comune, che solo in termini anagrafici, è uno dei più piccoli della regione, ma non lo è sicuramente come patrimonio storico, naturalistico e architettonico- ha esordito Falcucci - oggi è un momento di contentezza. Nostro malgrado, siamo riusciti a riportare in paese le 4 attività che c'erano prima e abbiamo raggiunto il cento per cento". Il primo sentimento di riconoscenza, Falcucci lo ha rivolto a coloro che hanno creduto nella ripartenza, proseguendo col ringraziare  i tecnici comunali e la Regione Marche e, in particolare gli ingegneri Talarico e Orazi, senza dimenticare  il prezioso sostegno e supporto dei volontari di protezione civile, delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco. " Quando si riparte- ha detto - bisogna ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato a potercela fare, compreso il grande cuore di tutte le donazioni che abbiamo ricevuto". All'inaugurazione presente anche il Vespa Club di Fano, città adottiva del sindaco, con il quale sin da subito dopo il sisma si è instaurato un bellissimo sodalizio sfociato in tante iniziative a favore della comunità e, da ultimo, nella donazione di panchine che arredano lo spazio all'aperto dell'area commerciale. " Noi lo abbiamo dimostrato con i fatti che vogliamo rimanere in montagna e, non con le parole -ha continuato Falcucci-; ci auguriamo che anche chi è deputato a tradurlo in norme ci ascolti, perchè noi non siamo affatto felici delle promesse vuote, nè dell'impianto del terremoto e neppure del fatto che tutti ci dicono che abbiamo ragione, ma nessuno traduce in norme. Non siamo contenti perchè in campagna elettorale, tutte le forze politiche, ci hanno fatto promesse e i cittadini hanno il sacrosanto diritto di vederle concretizzate. Tra rimandi a decreti , attesa della Finanziaria, noi siamo stanchi di aspettare; pochi eravamo e pochi siamo quassù sulla montagna ma, più determinati di prima e- ha ribadito- senza nulla togliere agli altri, le misure non possono essere uguali per tutti"

Castelsantangelo 2

Da ultimo il sindaco è tornato a chiedere una certezza normativa per la salvaguardia della montagna con la proposta di "riesumare l'antica legge speciale sulla tutela delle aree montane: Non costa nullabasta riadattarla alle esigenze del 2018 e applicarla, dopodichè potrà nei fatti esservi un aiuto per chi rimane in montagna, una deroga per le scuole, per i servizi sociali, una migliore contribuzione, servizi telematici  e una 'zona franca' vera, per tutta  la montagna italiana.  E' la legge n.97 del 1994 ed è un diritto costituzionale, non una nostra banale richiesta; una legge che prevede che le aree montane siano tutelate insieme all'uomo, che ne costituisce il suo elemento pregnante e che in montagna, dalle Alpi a Reggio Calabria, è in via di estinzione.  Per carenza di decreti legislativi attuativi di quella legge di ben 24 anni fa,abbiamo chiuso ospedali, dobbiamo chiedere deroghe per tenere aperte le scuole. Non è questo un Paese che rispetta e attua la Costituzione. La montagna è un valore inestimabile, fatto da 10 milioni di cittadini che soffrono tutti i giorni".  Tra le misure di cui il sindaco ha chiesto vengano quanto prima prese in esame, l'ordinanza per i dissesti idrogeologic che deve essere licenziata dalla Corte dei Contii e i decreti per conferire gli incarichi per i Piani Attuativi e rendere possibili percorsi concertati, per eventuali modifiche, con i cittadini. "Noi non demordiamo e i nostri diritti li pretendiamo".

Nel suo intervento, il presidente Ceriscioli ha riferito dell'incontro con il vicepremier Di Maio, giunto a Fabriano per l'inaugurazione della prima scuola pubblica . " Ho colto in lui l'atteggiamento giusto di chi vuol capire e conoscere la realtà. Tra le cose che ho voluto evidenziargli, una costante attenzione a semplificare e il discorso delle 'zone franche". Immaginate- ha detto il presidente- se per queste 4 attività che oggi ripartono, alle quali va il nostro plauso per il coraggio e la determinazione che ci hanno messo, che tipo di economia si potrebbe generare se come a Livigno non dovessero pagare l'Iva. Sarebbe una misura giusta, perchè poter avere una spinta del genere per 10 o 15 anni, aiuterebbe tutta l'area. Chiaro che se la misura la pensassimo per 87 comuni, il MEF non ce l' accorderebbe mai ma, applicata a un numero di attività limitate concentrate nei piccoli comuni montani, allo Stato non costerebbe nulla e, per il territorio più duramente colpito, potrebbe significare tanto. Noi dalla pazienza e dalla caparbietà del popolo marchigiano, ogni volta siamo tornati con qualche richiesta in meno in quanto, goccia a goccia, vengono accolte. Sarebbe stato meglio fossero state accolte prima, ma, la cosa bella che ha detto il vicepremier, è l'intenzione di ascoltare i territori. Ci auguriamo che ciò avvenga veramente perchè chi sta in prima linea tutti i giorni, può raccontare quello che serve per superare le difficoltà e per riuscire a portare  fino in fondo questo percorso. noi spesso ci facciamo portavoce di quello che ci prospettano i sindaci e le persone  Ma siamo fiduciosi perchè tante cose che ieri sembravano impossibili, sono state fatte. E' vero comunque che non dobbiamo tornare indietro: sarà molto importante confermare le 700 persone che oggi lavorano per il sisma e che, secondo le norme attuali, il 31 dicembre prossimo dovrebbero tornare a casa e, dopo che hanno imparato il loro lavoro per due anni, sarebbe davvero assurdo. Secondo punto importante,- ha concluso Cerescioli-  noi continueremo a lavorare per l'altra parte del bicchiere;oggi siamo qui a condividere la gioia per la ripartenza delle attività commerciali ma,  quello che ci auguriamo, è di poter tornare qui ad inaugurare la prima casa della ricostruzione. Un passo dopo l'altro, arriveremo fino in fondo: è questa la nostra convinzione. Grazie per la pazienza che avete avuto fino ad oggi; sappiamo purtroppo che andare avanti è complicato, ma lo faremo sempre con lo spirito giusto di chi vuol collaborare, lavorare insieme e,raggiungere sempre nuovi traguardi".  

IMG 20180805 161535582

        IMG 20180805 162615719 1                                                                                                                           

Nella foto sotto i premiati del Torneo di solidarietà " Scacco al terremoto"

IMG 20180805 161214003

 

 Nella foto sotto l'inaugurazione della Norcineria Alto Nera

IMG 20180805 161429714

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo