banner social02

In manette un albanese di San Severino. Ha rubato al Cuore Adriatico

09 Lug 2019
241 volte
Aveva messo nel suo zainetto auricolari del cellulare, rasoi e cibo. Aveva staccato l’antitaccheggio ma la sicurezza del supermercato Conad, all’interno del Cuore Adriatico, si è accorta dei movimenti del giovane e ha chiamato la polizia. In manette è finito un 28enne di San Severino, di origini albanesi. Ad arrestarlo gli agenti del commissariato di Civitanova. Ora il ragazzo si trova agli arresti domiciliari.

"Basterebbe la metà dell'attenzione data ai migranti"

09 Lug 2019
837 volte
L’appello del presidente della Regione, Luca Ceriscioli, al Governo è chiaro e preciso e, a pochi giorni dall’inizio di RisorgiMarche, ne ha davvero per tutte le forze politiche. 
“Noi – dice parlando del terremoto e della ricostruzione - facciamo tutto quello che è in nostro potere per rilanciare questo territorio. Neri Marcorè, che ha confermato per il terzo anno di fila questa manifestazione, e sappiamo la fatica che c’è dietro questo impegno, ha dimostrato un grande atto di passione e militanza per il territorio”.

Ma le richieste del governatore delle Marche sono altre e vanno dritte al Governo centrale: “Dobbiamo continuare a richiamare il Governo – dice - che perde molto tempo dietro 50 migranti che cercano di sbarcare. Se avesse dedicato la metà di questo tempo alle aree terremotate, oggi saremmo in un’altra fase”.

Poi una analisi sulle decisioni dei Governi che si sono succeduti dall’ottobre del 2016: “Abbiamo vissuto la prima impostazione del Centro Sinistra – critica - che certamente ha messo tantissime risorse ma regole troppo pesanti; poi c’è stato un anno dove non sono cambiate né le risorse e né le regole. E’ bene che questo Governo batta un colpo e si dedichi un po’ di più alle Marche e ad oltre 30mila marchigiani che chiedono la metà dell’attenzione che è stata data a 50 migranti che vogliono sbarcare”.

GS

Camerino, capitale europea del tennis tavolo

09 Lug 2019
285 volte
Presentata ad Ancona, nella Sala Raffaello della Regione Marche, la 9ª edizione del Campionato Europeo Universitario di tennistavolo. Per la terza volta, dopo gli Europei di volley del 2008 e del 2015, gli impianti sportivi del Cus Camerino si troveranno ad ospitare un evento continentale universitario. La settimana agonistica, che prevede l’arrivo in città di oltre 200 componenti delle varie delegazioni sportive degli atenei di 15 diverse nazioni europee, prenderà il via con  la cerimonia di apertura il lunedì 15 luglio e terminerà sabato 20 con le finali e le premiazioni. La presentazione dell’evento è avvenuta alla presenza del Governatore delle Marche Luca Ceriscioli, dell’assessore con delega all’università Stefano Sfascia, in rappresentanza del sindaco di Camerino Sandro Sborgia, del rettore Claudio Pettinari, e di Stefano Belardinelli, presidente del Cus, che elenca gli eventi e i numeri della manifestazione.


PHOTO 2019 07 09 13 02 53

"Numerosi gli eventi collaterali previsti, a partire dalla serata inaugurale al SottocorteVillage, con l'Inno alla Gioia cantato dall'Orchestra Europea dei giovani composta da 70 giovani provenienti da tutta Europa. Trenta le squadre iscritte provenienti da 15 diversi Paesi che - spiega ancora il presidente del Cus - non sempre si trovano a vivere relazioni o realtà felici; ospiteremo ad esempio l'Ucraina e la Russia che, attraverso lo sport, condivideranno un momento di gioia e speranza. Abbiamo voluto continuare su questo filone dello sport come coraggio di rinascere e i ragazzi sono veramente felici di parteciparvi, integrandosi in un momento di grande gioia dal quale emergeranno anche le loro grandi qualità tecniche. Un evento di grande qualità abbastanza corposo anche nei numeri, se si pensa che in città saranno circa 200 tra atleti e tecnici, ai quali si aggiungono gli oltre 70 ragazzi dell’orchestra Europea e il supporto di tanti giovani volontari. Nell’arco di sei giornate estive il risultato sarà quello di una città piena di colore”.
C.C.

PHOTO 2019 07 09 12 52 16

il rettore Pettinari Claudio, il presidente Ceriscioli Luca, il presidente del Cus Belardinelli Stefano, l'assessore Sfascia Stefano

PHOTO 2019 07 09 10 19 44 2
 

IMG 20190709 WA0002

Segnaletica e deviazioni fuorvianti per i nuovi asfalti

09 Lug 2019
736 volte
Poche segnalazioni e quelle che ci sono vanno verso una unica direzione. Svista o volontà?
Se lo chiedono gli automobilisti che negli ultimi giorni hanno dovuto scegliere una strada alternativa per recarsi dalla montagna verso la costa.
Dopo che per circa due settimane è stata chiusa l’uscita della superstrada a Camerino per chi viaggiava in direzione monti, ora il problema si è invertito ed è l’entrata alla Sfercia in direzione mare ad essere interrotta.

Fino a qui nessun problema, se non un piccolo sacrificio in attesa di una strada con un manto migliore. Nessun problema per chi conosce già le strade alternative dell’entroterra e sa bene che, da Camerino o da Fiastra, per recarsi verso la costa, è possibile transitare sulla strada statale 77 che passa a Bistocco e Valcimarra. Strada che permetterebbe di imboccare poi la superstrada Valdichienti a Caccamo e proseguire poi fino a Civitanova.

A Sfercia dove mancherebbe un cartello
A Sfercia dove manca l'indicazione


Per chi non conosce questa strada, invece, come i turisti che in vista dell’estate hanno cominciato a popolare il Maceratese, le indicazioni che segnalano le deviazioni potrebbero non essere chiare.

Gli automobilisti che a Camerino o Fiastra, grazie alla segnaletica, vengono a conoscenza della chiusura che riguarda l’ingresso alla superstrada per Civitanova, una volta arrivati a Sfercia, non trovano il cartello che indica la possibilità di proseguire per la strada statale 77. Andando quindi verso la superstrada trovano il segnale che indica come per Civitanova sia necessario arrivare a Muccia.

A Sfercia dove indicano di arrivare a Muccia per prendere la superstrada

A Sfercia dove indicano di andare a Muccia 

indicazione a Camerino
Indicazioni a Camerino


Indicazione a Camerinoo
Indicazioni a Camerino


E’ solo lì che è possibile imboccare la superstrada in direzione mare e proseguire fino alla costa. Ma è davvero necessario? Si chiedono gli automobilisti quando si rendono conto di aver fatto, inutilmente, diversi chilometri in più.

Svista o volontà, dunque, per una interruzione che non durerà sicuramente a lungo, ma che in questo breve tempo è riuscita comunque a dare adito a dubbi e polemiche.

GS

Costantini: "L’amministrazione sapeva tutto. Non mi dimetto"

09 Lug 2019
210 volte
Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere comunale di San Ginesio, Alessio Costantini. 
"Ho avuto modo di leggere su varie testate quanto dichiarato dal Sindaco Ciabocco durante il consiglio comunale del 4 luglio. Ribadisco integralmente quanto ho scritto sui social e quanto è riportato nella missiva inviata al Comune.
Da alcuni mesi av
evo informato l’Amministrazione Comunale in merito alla volontà della GeaItaliana (società della quale sono amministratore) di acquistare un fondo sito in Località Santa Croce destinato in base al PRG alla realizzazione di industrie insalubri nonché in merito alla possibilità di realizzare su detto fondo un impianto di recupero di rifiuti non pericolosi.

Durante questo arco temporale durato oltre due mesi, l’Amministrazione non ha mai manifestatol’intenzione di impedire un uso produttivo dell’area di Santa Croce destinata ad industrie insalubri, né tanto meno di impedire la realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti. Tanto che, in data06.06.2019, la Gea Italiana ha acquistato l’appezzamento di terreno situato in Loc. Santa Crocedestinato ad industrie insalubri. Solo dopo le dichiarazioni allarmistiche diffuse dal comitatodell’Alta Fiastrella, il Sindaco ha cambiato repentinamente posizione, evidentemente temendo che la questione potesse essere strumentalizzata a livello politico.

Sono fortemente deluso delle scelte di questa Amministrazione, ma non per questo intendo rinunciare al mio impegno come consigliere comunale, che, piaccia o no, porterò avanti fino a quando questa Amministrazione rimarrà in carica, distinguendo, come ho sempre tenuto, il ruolo politico da quello imprenditoriale.

A questo punto, però, come amministratore della Gea Italiana devo difendere la società che rappresento rispetto a scelte politiche manifestamente lesive degli interessi della mia impresa. E lo farò in ogni sede che la legge mi consente.
Voglio aggiungere che, contrariamente a ciò che 
è stato detto e scritto, non c’è nessunacontraddizione tra quanto ho dichiarato sui social e quanto scritto nella missiva al Comune: quella di realizzare un impianto di recupero di rifiuti rappresenta uno dei possibili utilizzi dell’areaacquistata dalla Gea Italiana e nessuna scelta definitiva è stata ad oggi presa.

Ribadisco che quando una decisione verrà assunta ed un progetto verrà presentato, sarà mia cura informarne in tempo reale la cittadinanza affinché chiunque possa documentarsi e partecipare con cognizione al relativo procedimento.
In ogni caso, qualunque sarà il progetto, voglio rassicurare tutti in ordine al fatto che non ci saranno impatti sulla qualità della vita e, a con
ferma di ciò, faccio presente che l’abitazione della mia famiglia dista circa un chilometro dall’area individuata. È stato anche detto che voglio costruire una discarica: lo escludo categoricamente e quando verrà presentato il progetto tutti si potranno rendere conto che ogni allarmismo è ingiustificato".








Tolentino su Rete 4 con i figuranti della Bura

08 Lug 2019
177 volte
Tolentino approda su Rete 4 grazie alla Passione di Cristo.
Alcuni figuranti dell’Associazione Don Primo Minnoni, infatti, domani alle 21,15 saranno su “Freedom oltre il confine”, la trasmissione condotta da Roberto Giacobbo in onda su Rete 4.


Lo scorso mese di aprile, alcune scene della Sacra Rappresentazione Popolare della Passione di Cristo della contrada Bura, sono state riprese dalle telecamere della produzione Mediaset di “Freedom oltre il confine”, il programma condotto dal giornalista Roberto Giacobbo. Le immagini registrate, utilizzate dalla produzione per i diversi casi affrontati, verranno trasmesse domani sera, martedì 9 luglio a partire dalle ore 21,15su Rete 4, nell’ ultima puntata di questa serie in cui si affronta il tema della vita oltre la vita.

Le immagini sono frutto di una lunga giornata di riprese in cui alcuni figuranti hanno ripercorso una parte della Passione di Cristo, seguendo anche le indicazioni della regista del programma, del direttore della fotografia e dello staff tecnico. La troupe, che ha soggiornato in città per due giorni con tutte le figure professionali al seguito come gli autori, le segretarie e le truccatrici, è rimasta affascinata dalla bellezza del territorio tolentinate, in particolare della campagna che accoglie la contrada Bura e ha espresso gratitudine anche per l’accoglienza ricevuta. Nei titoli di coda ci saranno i ringraziamenti all’Associazione Don Primo Minnoni, scelta dalla produzione per la sua qualità e per la serietà dell’organizzazione e alla citta di Tolentino.

Un’ottima occasione promozionale per il territorio e per la cultura espressa nelle sue diverse accezioni.
GS













Multato il conducente di un motorino. Patente ritirata ad un uomo alla guida di una auto sequestrata

08 Lug 2019
68 volte
Con l’estate sono aumentati i controlli sulla strada per garantire la sicurezza dI chi si mette al volante. La Polizia Locale di Recanati, ad esempio, ha concentrato il proprio operato nelle strade maggiormente transitste come la statale 77 dove un motorino è stato notato con una vecchia targa non più in uso. Il proprietario non aveva provveduto alla nuova immatricolazione ed è stato sanzionato sia per non aver adempiuto all’obbligo di legge che per aver circolato senza assicurazione. 
Un secondo importante intervento ha riguardato l’autista di un veicolo sanzionato dalla stessa polizia locale recanatese alcuni giorni prima. Il mezzo era stato sottoposto a sequestro perché speovvisto di assicurazione ma l’automobilista si era comunque messo al volante. Ora la macchina è stata portata al deposito Aci in attesa del provvediem di confisca. Il conducente è stato multato e gli è stata revocata la patente. 

18enne investita sulle strisce pedonali. L’automobilista scappa

08 Lug 2019
1103 volte
Investita da una auto mentre attraversa sulle strisce pedonali. Il conducente non si ferma. È quanto accaduto stanotte a Montefano, dove una ragazza di 18 anni, originaria della Romania ma residente in città, è stata soccorsa dal 118 dopo essere stata urtata da una macchina mentre attraversava la strada. Il conducente si è dato alla fuga senza soccorrere la giovane che è stata portata all’ospedale di Macerata. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Oltre ai sanitari, sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile per i rilievi. Ora si cerca il responsabile.

Campo in fiamme a Pollenza, al lavoro i vigili del fuoco

08 Lug 2019
119 volte
Sono al lavoro i vigili del fuoco di Macerata per un incendio di sterpaglie in contrada Vaglie a Pollenza. L'allarme è scattato poco prima delle 13 quando il proprietario del terreno dove è divampato l'incendio si è accorto delle fiamme e ha avvertito i soccorsi. I vigili del fuoco sono intervenuti con una squadra e quattro mezzi, impiegando circa un paio d'ore per spegnere le fiamme ed effettuare la bonifica.
Circa due ettari la zona interessata dall'incendio.

GS

L'estate di Ussita riparte con cinema e passeggiate

08 Lug 2019
462 volte
L’estate di Ussita si accende con il cinema all’aperto di Croc e le passeggiate di Passi narrati. Due iniziative firmate dall’associazione "Cosa accade se abitiamo" (C.A.S.A.) che invita ad una lunga estate alla scoperta delle bellezze dei monti Sibillini e all’ombra del monte Bove.
"Con il cinema si comincia martedì 9 luglio - annunciano - . L’iniziativa, Croc (acronimo di Casetta Ruggeri open cinema) si terrà dietro Casetta Ruggeri tutti i martedì fino al 10 settembre, a cui si aggiungono due speciali proiezioni anche di mercoledì ad agosto dedicate al regista premio oscar Hayao Miyazaki. Nella nuova area commerciale, sul retro della storica palazzina di legno, a cui la rassegna vuole rendere omaggio, è stato allestito un vero e proprio cinema all’aperto ad ingresso libero". 
Un modo per ripartire, per ricostruire la comunità e la voglia dei turisti di vivere l'estate e la tranquillità circondati dalla bellezza marchigiana che non è svanita nemmeno per mano del sisma.

“Passi narrati” invece è il format nato con la prima edizione del festival del turismo responsabile It.a.cà, che quest’anno per la prima volta ha fatto tappa all’interno del Parco nazionale dei monti Sibillini a Ussita e Fiastra.
Le escursioni nascono per entrare in dialogo con il territorio e le comunità che lo abitano, ricongiungersi con la natura e raccontare la valle dell’Ussita attraverso storie, osservazioni, racconti, aneddoti, suggestioni, contraddizioni e incontri. Si tratta di quattro itinerari narrativi che attraversano il territorio e permettono di conoscerne le sfumature tramite il dialogo e il confronto con storici, artisti, ospiti e abitanti. Anche questi Passi narrati saranno accompagnati da Passi distesi, momenti di yoga all’inizio o al termine delle passeggiate. Il primo appuntamento è venerdì 19 luglio con la passeggiata a tema “Guarda quelli alberghi solitari de’ pastori”. 

GS

Muccia. Inaugurato il nuovo campo da calcetto frutto di tanta solidarietà

07 Lug 2019
890 volte
A Muccia, inaugurato un nuovissimo campo di calcetto nell'area Sae di Pian di Giove. Grazie al contributo di tante donazioni, adulti e bambini potranno usufruire liberamente del bellissimo impianto sportivo in erba, dotato di illuminazione notturna. Numerosa la partecipazione al taglio del nastro, avvenuto alla presenza del sindaco Mario Baroni e dell'assessore all'istruzione e al sociale Raffaela Trojani con l'intervento di tanti volontari  associazioni e onlus che hanno attivamente contribuito alla realizzazione dello spazio. L'area dedicata al calcetto sorge proprio di fronte al campo sportivo preesistente, anch'esso destinato ad essere riqualificato e valorizzato.
Alla benedizione del parroco don Gianni Fabbrizi,è seguito l'intervento del primo cittadino che ha rivolto il suo personale ringraziamento a tutti i donatori, in particolare alla Filcams CGIL di Macerata, maggiore finanziatore dell'opera e alla onlus "La terra trema il cuore no" che, in maniera encomiabile, ha provveduto a gestire e coordinare donazioni e progettazione.
IMG 20190707 171042
" Dopo la scuola donata dal Maestro Bocelli- ha detto Mario Baroni- è la seconda opera che inauguriamo nel giro di pochi giorni. Entrambe donazioni provenienti dal privato, sono la testimonianza che quando c'è la volontà delle persone i risultati ci sono, anche se nella realizzazione di strutture a servizio della comunità- ha aggiunto-  dovrebbe essere il pubblico a portarsi più avanti rispetto al privato. Speriamo che al più presto qualcosa cambi nella giusta e rapida direzione per la ricostruzione delle opere pubbliche e delle case".
Per Filcams CGIL Macerata ha portato i saluti della struttura nazionale Angelica Bravi: " Nell'occasione del nostro congresso nazionale del 2018, abbiamo preso la decisione di donare la somma che eravamo soliti investire per i gadget congressuali a favore di un'opera che potesse servire per il territorio colpito dal sisma. la nostra accortezza- ha proseguito- è stata anche di chiedere direttamente quali fossero le necessità e le progettualitàà per il futuro del territorio, in modo da indirizzare giustamente lo spirito della donazione e della concreta solidarietà".  Da Andrea Di Franco, uno dei volontari presente a Muccia sin dalle primissime scosse del 2016, un sentito ringraziamento agli operai comunali per il lavoro svolto, con assoluto impegno e abnegazione, nel trasformare un'area di sterpaglie in un piccolo gioiello. 
IMG 20190707 171859
" Il nuovo campetto- ha evidenziato il pediatra dott. Salvatore Stasolla- è un segno di resistenza sul territorio. E' la dimostrazione di quanto sia forte il nostro legame per questa terra  che, insieme a tutte le altre iniziative realizzate in favore dei bambini,  rappresenta il fulcro della nostra volontà di andare sempre avanti e non abbandonare mai queste zone".  Per la gioia dei più piccoli, la cerimonia inaugurale è poi proseguita con un divertente spettacolo di trampolieri e giocolieri.
IMG 20190707 174124
Il sindaco ha anche colto l'occasione per aggiornare sulla situazione degli interventi in itinere da parte dell'amministrazione comunale, partendo dal progetto della passerellla che, attraversando il fiume,  congiungerà le Sae di Piani di Giove con quelle dell'area Varano e con la zona commerciale; in fase di esecuzione gli espropri che saranno seguiti dalla gara d'appalto e dalla realizzazione dell'opera. A buon punto anche la realizzazione del sovrappasso sulla strada nazionale per una circolazione sicura dei pedoni in tutta l'ampia area. Tra le altre opere da cantierare quella di un nuovo campetto vicino agli spogliatoi già finanziata con la somma di 360 mila euro e, grazie al contributo di un donatore, la copertura del preesesitente campo da calcio per realizzarvi un palazzetto. "Quello che ci auguriamo- ha sottolineato Baroni-  è che tutte queste opere possano andare velocemente in porto, in modo da ottenere il risultato finale di un piccolo centro sportivo e l'utilizzo scolastico esclusivo della piccola palestra". Sempre nell'Area Pian di Giove è ormai in fase di completamento la struttura che sarà adibita a chiesa per la comunità.  Dovrebbe essere ultimata nell'arco di circa un mese e mezzo.
C.C.
IMG 20190707 173212

Unicam ancora da record: al primo posto tra i piccoli atenei e tra quelli marchigiani

07 Lug 2019
234 volte
L'Università di Camerino ancora da record. Per il sedicesimo anno consecutivo, infatti, Unicam si conferma al primo posto nella classifica degli Atenei italiani fino a 10.000 studenti, stilata come ogni anno dal Censis e pubblicata oggi dal quotidiano La Repubblica, ottenendo un punteggio medio di 93,00.
L’Università di Camerino è quarta assoluta tra gli atenei statali nonché al primo posto tra gli Atenei marchigiani; il risultato ottenuto conferma dunque il forte impegno dell’ateneo nel mantenere sempre elevata, nonché migliorarla, la qualità dei servizi e della didattica offerta agli studenti.
Le classifiche, stilate dopo un attento e scrupoloso esame degli atenei statali e privati italiani, oltre ad analizzare ogni singola realtà accademica, hanno anche il fine di aiutare studenti e famiglie alla scelta universitaria.
“La conferma per il sedicesimo anno consecutivo del primo posto tra gli atenei di pari dimensioni – sottolinea il Rettore professor Claudio Pettinari – non può che riempirci di orgoglio e soddisfazione: è evidente che il risultato ottenuto conferma il forte impegno del nostro ateneo nel mantenere sempre elevata, nonché migliorare dove è possibile, la qualità dei servizi e della didattica offerta agli studenti. Il risultato ha una valenza ancora più significativa, perché dimostra come Unicam abbia reagito e resistito alla non facile situazione post-sisma, non solo ripartendo subito anche grazie alla magnifica collaborazione dei nostri studenti, ma anche ampliando i nostri servizi e le nostre attività sul territorio. Siamo inoltre riusciti, grazie ad importanti donazioni e collaborazioni, a mettere a disposizione dei nostri studenti un elevato numero di alloggi idonei e sicuri. Nel 2019 inoltre aumenteremo il numero di borse di studio per studenti meritevoli e siamo al lavoro per rimodulare i nostri corsi di laurea rendendoli ancora più in linea con le esigenze degli studenti e del mondo del lavoro. Unicam si migliora ancora nei parametri, specialmente nei servizi agli studenti e nell’internalizzazione: guadagna in questo parametro ben 12 punti”.

“Questa importante conferma – prosegue il Rettore – si unisce alla eccellente notizia di pochi giorni fa che ha visto Unicam tra le migliori 25 università al mondo nell’area relativa all’orientamento internazionale della classifica U-Multirank. La politica di internazionalizzazione e di apertura al mondo, fiore all’occhiello dell’Università di Camerino, continua a dare i suoi frutti; gli studenti stranieri nel nostro Ateneo raggiungono oggi l’11% del totale degli iscritti: il confronto e lo scambio tra giovani di diverse culture ritengo rappresenti un elemento fondamentale di crescita, importante per la formazione non solo di laureate e laureati competenti, ma anche di cittadine e cittadini responsabili”.

“Grande soddisfazione – conclude il Rettore Pettinari – ci viene anche dagli eccellenti risultati delle nostre attività di ricerca, che si dimostrano capaci di ottenere importanti finanziamenti. Cito solo a titolo di esempio l’ultimo successo: ben tre progetti, un numero altissimo per un Ateneo con le nostre dimensioni, sono stati finanziati nell’ambito del programma RISE (Research and Innovation Staff Exchange) di Horizon2020. L’Ateneo conferma quindi l’intenzione di sostenere e sviluppare le attività dei gruppi di ricerca che operano nelle cinque Scuole di Ateneo, affinando la capacità degli stessi di inserirsi nei quadri di riferimento europeo, nazionale e regionale, sviluppando ricerche di qualità che abbiano grande impatto sulla comunità scientifica, ma che possano anche garantire agli studenti un’istruzione superiore di elevato livello, nonché lo sviluppo delle imprese e del territorio”.



Edilcasa Caccamo, una realtà che non si è mai arresa

06 Lug 2019
1879 volte
Non una azienda che riparte, ma che non si è mai fermata e che continua ad investire nel futuro di un territorio sofferente.

È l’Edilcasa Caccamo che con l’inaugurazione del nuovo show-room e della nuova struttura dedicata alla ferramenta continua a dare un segnale positivo e di attaccamento al territorio dove è nata l’8 dicembre 1957.

Una grande festa, questo pomeriggio, per il taglio del nastro all’interno della nuova esposizione dove il titolare, Claudio Eustacchi, ha dimostrato di essere un imprenditore al fianco dei suoi dipendenti e dei clienti che, negli anni, ha servito.

Una attenzione, quella al territorio e alla gente che ci lavora, sottolineata anche dal presidente di Confindustria Macerata, Gianluca Pesarini.

“I clienti - ha detto l’architetto che ha curato lo show-room, Andrea Tartuferi - quando entrano in Edilcasa vengono accolti con tanta attenzione. È da questo modo di lavorare che siamo partiti per rinnovare gli spazi”.

Nella struttura demolita e ricostruita dopo il sisma su progetto dell’architetto Andrea Gianfelici, c’è spazio invece per la ferramenta, per il self service e per il materiale antinfortunistico. Un soppalco è stato poi creato per la formazione dei lavoratori e delle ditte partner.

La vicinanza di Edilcasa al territorio è stata ribadita anche con la premiazione di cinque realtà sportive che la ditta ha sostenuto economicamente e che quest’anno si sono distinte nei rispettivi campionati. Sono l’Adus Caldarola Volley, gli Arcieri del Medio Chienti, la Usd Palombese, l’Us Tolentino e la Lube.

La serata è proseguita con un buffet di prodotti tipici del territorio e tanta musica.




L’argomento sarà approfondito con un servizio video e uno speciale nella prossima edizione de L’Appennino Camerte.




GS

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo