Ruba un furgone, perde l'holter e i carabinieri lo scoprono

15 Feb 2019
383 volte

Scoperto e denunciato a causa di un apparecchio holther smarrito. E' quanto accaduto ad un tunisino 62enne, clandestino e senza fissa dimora, denunciato dai carabinieri della compagnia di Civitanova Marche per il furto di un furgone avvenuto a Montecosaro lo scorso mese di gennaio. Nel trafugare il mezzo il tunisino aveva perduto l'holter costretto ad utilizzare a causa di problemi cardiaci e attraverso l'apparecchio stesso i militari sono riusciti a risalire all'identità dell'uomo.

Appartamenti consegnati. La rabbia dei Cinque Stelle

15 Feb 2019
395 volte

L'annuncio della consegna degli 11 appartamenti ai terremotati di Tolentino ha fatto indignare non solo il comitato 30 ottobre ma anche i consiglieri grillini.

"La nostra amministrazione - scrivono in una nota-  presa dal suo ego e da un delirio di onnipotenza ha mentito e non ci sono scuse che tengano. Mentono sulla disperazione di quelli che definiscono “amati cittadini”, quelli che sono ancora sulla costa quelli che ancora vivono nei container e che vivono nella speranza di riappropriarsi almeno della loro dignità. Ci chiediamo quale sia la soddisfazione del primo cittadino e dei suoi sodali nel perpetrare tutto questo. Quella di consegnare case a tre o quattro anni dal sisma? Quella di aver consegnato ad oggi quattro o cinque appartamenti su 200 circa? Non siamo noi che "ci approfittiamo degli stati d'animo esasperati" e con questa falsità l'avete dimostrato. Siete pronti per le gare di appalto - proseguono -  siete pronti all'approvazione dei progetti? Siete pronti a rovinare la vita delle persone - denunciano - . Le scelte politiche non vanno di pari passo con la vita delle persone. Basta nascondersi dietro falsi idealismi".

GS

30enne di Fiastra denunciato per ricettazione

15 Feb 2019
585 volte

Succede a Cagliari, in Sardegna. Un gruppo di truffatori sono accusati di aver raggirato i proprietari di due ricevitorie SISAL per un importo di 18mila euro. Avrebbero poi cambiato il denaro con i bitcoin. In cinque sono finiti nei guai e fra questi un 30enne di Fiastra. 

Ad effettuare le indagini, la polizia postale di Cagliari dopo la denuncia delle vittime della banda. Stando a quanto emerso, i cinque truffatori si sarebbero spacciati per tecnici della società e avrebbero chiesto ai due titolari delle ricevitorie di effettuare operazioni di ricarica per 18mila euro. Prima avevano simulato malfunzionamenti ai terminali, inducendo i due sventurati a spegnerli per effettuare degli aggiornamenti. Tuttavia le cifre delle operazioni sono state girate a società che si occupano di cambiare la valuta in bitcoin.

Nuovo poliambulatorio a Pieve Torina. Pazzaglini: “A Visso invece solo polemiche”

15 Feb 2019
1203 volte

C’è una nota di amarezza nelle parole del sindaco di Visso e Parlamentare Giuliano Pazzaglini, nel complimentarsi con il collega di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci. L’occasione sarebbe la realizzazione di un nuovo poliambulatorio che, stando al sindaco vissano, avrebbe potuto divenire realtà anche a Visso.

”Anche a Visso avremmo potuto avere un centro simile - commenta - grazie  alla disponibilità della Croce Rossa nazionale sarebbe stato possibile realizzare una nuova sede del comitato (comunque di proprietà del comune) con dentro ambulatori per il cardiologo, il fisioterapista, il pediatra, per la telemedicina e molto altro”. Secondo Pazzaglini,  un centro senza uguali in tutta la regione ma qualcosa evidentemente ha fermato il progetto: “Purtroppo da noi è impossibile fare il bene comune senza che un comitato si costituisca contro - sottolinea - quindi nonostante una convenzione pronta da un anno è tutto bloccato appunto a causa dell’opposizione interna. Peccato. Sono ancora convinto - conclude - che per la nostra comunità sarebbe stato un enorme valore aggiunto”.

g.g.

Investito da un furgone, grave ciclista di 40 anni

14 Feb 2019
563 volte

Grave incidente stradale a Cingoli, in località Cervidone, lungo la strada provinciale 23 alle porte della frazione di Villa Strada. Un uomo di 40 anni, che viaggiava in sella alla propria bicicletta, è stato investito da un furgone condotto da un 63enne del luogo. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri di Apiro, intervenuti sul posto per i rilievi di rito, il conducente del furgone mentre, uscendo da un capannone, si immetteva sulla strada ha colpito in pieno il quarantenne che procedeva nell'opposto senso di marcia. Un urto violento a seguito del quale il ciclista ha riportato gravi traumi per i quali i sanitari del 118 ne hanno disposto il trasporto in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette.

Auto contro scooter davanti allo Sferisterio

14 Feb 2019
111 volte

Non sembra abbia riportato gravi conseguenze il giovane che oggi, intorno alle 13:45,  proprio di fronte allo Sferisterio è stato travolto mentre era in sella al suo scooter. Stando alla ricostruzione della dinamica, il giovane stava provenendo da Corso Cairoli quando è entrato all’interno della rotatoria ed un’auto, proveniente da via Pantaleoni, l’ha centrato per ragioni ancora da chiarire.  Il giovane ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra e subito è stato soccorso dai sanitari del 118 che lo hanno poi trasferito all’ospedale di Macerata. Sul posto anche gli agenti della polizia locale e della polizia di Stato.

60 anni di attività. Castellani, il barbiere di Treia

14 Feb 2019
201 volte

Il cavallino usato per tagliare i capelli ai più piccoli è ancora lì nella bottega di via Lanzi, a Treia. In 60 anni di lavoro, Renzo Castellani chissà quanti visi di bambino imbronciati avrà visto diventare sorridenti di fronte a un nuovo taglio. Il barbiere raggiunge oggi l'importante traguardo e lo fa circondato dall’affetto della famiglia e dei clienti che continuano a varcare l’ingresso di uno dei negozi più longevi del Centro storico. Un mestiere che ha iniziato giovanissimo, il 15 febbraio del 1959, a dodici anni, come garzone di Benito Raponi, il quale, successivamente, avrebbe esercitato il suo talento imprenditoriale anche nello sport e nel manifatturiero, fondando con Luciano Sileoni la Sira e la Lube cucine. Rispettoso e attento, il giovane Renzo non perdeva occasione di carpirne i segreti con gli occhi, seguendo le parole premurose del nonno: «Ruba l’arte e mettila da parte, che nella vita non si sa mai». Consiglio seguito alla lettera, tanto che, vent’anni dopo, Castellani decise di mettersi in proprio, insegnando il mestiere ad altri giovani con quella stessa dedizione. Nonostante le crescenti difficoltà burocratiche e qualche normale acciacco, non è difficile incrociarlo mentre si appresta ad aprire il negozio e accogliere il prossimo cliente. In divisa, come si conviene e sempre con lo stesso sorriso, al servizio di un’arte che, tra mille ricordi e vicende cittadine, in sessant’anni di lavoro dalle mani è passata facilmente al cuore.

 

Nuovo Poliambulatorio a Pieve Torina. Il sindaco a Roma, per chiudere l'accordo

14 Feb 2019
1773 volte

Il comune di Pieve Torina si avvia a segnare nuovi percorsi di ripartenza. Proprio domani, venerdì 15 febbraio, il sindaco Gentilucci,  raggiungerà Roma per incontrarsi con i funzionari ministeriali e il Capo Dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli per stabilire nei minimi dettagli la realizzazione del nuovo poliambulatorio a servizio del paese e del territorio circostante. “ Un altro passaggio significativo a sostegno di Pieve Torina e non solo– dichiara il sindaco Alessandro Gentilucci- Abbiamo ormai ultimata la progettualità del nuovo ambulatorio medico. Il nostro dottore in questo momento ha diversi pazienti che raggiungono il paese anche da fuori comune; a servizio della popolazione sono anche un pediatra e un altro medico, e c’è la volontà e l’esigenza di far ripartire immediatamente anche il servizio di assistenza domiciliare . Per cui – continua Gentilucci- domani andremo a Roma per presentare questa progettualità per la quale c’è già un’intesa di massima. Si tratta di rifinire alcuni dettagli ma sono fiducioso che nel più breve tempo possibile potremo raggiungere anche questo risultato di un  nuovo Poliambulatorio per Pieve Torina, in grado di garantire e apportare soddisfacimento a quelli che sono i bisogni sanitari essenziali della comunità, bisogni essenziali e necessari- aggiunge- che spesso sono stati trascurati anche dalle stesse istituzioni; ci si preoccupa di tanti progetti di rilancio del turismo, quando la nostra gente che ha perso tutto ha invece bisogno di concretezza. Ecco allora-conclude il sindaco di Pieve Torina- che abbiamo posto in essere tutta una serie di progettualità che abbiamo studiato e corroborato insieme al Capo dipartimento di Protezione Civile e adesso, andiamo a chiudere l'accordo. L’augurio è che , nel giro di qualche mese, il paese possa avere anche il nuovo poliambulatorio

C.C.

Area Sae San Severino: nuova illuminazione e due marciapiedi in arrivo

14 Feb 2019
90 volte

Nuova illuminazione per il villaggio dei terremotati. In arrivo anche due nuovi marciapiedi. Proseguono le opere per migliorare l’area delle soluzioni abitative emergenziali “Campagnano” di San Severino, dove abitano 103 famiglie, e la sicurezza delle persone. La Regione e il dipartimento nazionale di Protezione Civile stanno concludendo i lavori sollecitati dal sindaco Rosa Piermattei per mettere in sicurezza gli accessi a tutta l’area sia per gli automobilisti che per i pedoni. Consistono nell’installazione di lampioni lungo la strada provinciale e nella pulizia del fosso che si ricongiunge al fiume Potenza.

A breve saranno anche realizzati, stando a quanto annunciato dal primo cittadino lunedì in consiglio comunale, anche due tratti di marciapiede: uno in direzione centro città e uno in direzione Tolentino, per garantire la sicurezza dei pedoni.

g.g.

Comitato 30 ottobre: "Non accettiamo falsità sul sisma"

14 Feb 2019
352 volte
"Una amministrazione che vende fumo".
Così il Comitato 30 ottobre commenta la notizia della consegna degli appartamenti ai terremotati a Tolentino.
"La realtà come sempre è molto diversa e lontana - scrive il Comitato in una nota - tanto che una cittadina, appresa la notizia dalle varie testate giornalistiche, si è recata agli uffici comunali per chiedere informazioni sulla consegna degli appartamenti e la risposta è stata "noi non ne sappiamo nulla".
È evidente - proseguono - che non solo questa amministrazione vende fumo ma è sconnessa completamente dalla realtà dei fatti, quelli veri, quelli che tutti abbiamo sotto gli occhi e cioè che a quasi tre anni dal sisma hanno il coraggio di prendere ancora in giro le persone. 
Non è possibile accettare tutte queste falsità da parte di chi ha scelto con l'ipocrisia di giocare con la vita dei suoi cittadini. 
Ci chiediamo, avranno il coraggio di tagliare anche nastri di fronte al totale fallimento della gestione post sisma?".
GS

Cambio di strategia sulla ricostruzione. Ceregioli:"In linea con le nostre richieste".

14 Feb 2019
874 volte

Piace al sindaco di Sarnano Franco Ceregioli, l'annunciato cambio di strategia del governo per accelerare la ricostruzione. La volontà di una revisione del decreto 189, si era già palesata lo scorso 22 gennaio a Tolentino, in occasione dell’incontro tra il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega sul sisma Vito Crimi e i sindaci del cratere. E il Sottosegretario Crimi è tornato a rafforzarne il messaggio anche dalla recente riunione tenutasi in prefettura a Perugia, dichiarando che l’obiettivo del governo è modificare le leggi, semplificare le norme esistenti e velocizzare le procedure di ricostruzione. “ Tutto questo- afferma il primo cittadino di Sarnano Franco Ceregioli - è perfettamente in linea con le richieste che avevamo espresso al Sottosegretario nella riunione di Tolentino; l'esigenza assoluta è quella di snellire l’iter delle pratiche e intervenendo in quell’occasione, avevo sollecitato di favorire un’azione In tempi rapidi su due aspetti che ritrovo con piacere nelle posizioni espresse da Crimi e cioè, la necessità di mettere mano alle procedure per i danni lievi (sgravando così gli USR e liberando "energie" da dedicare a quelli gravi) e, la necessità di cambiare l'impostazione di fondo della normativa sul sisma, che oggi sembra far sottendere una sorta di inaccettabile "presunzione di mala fede" in capo ai vari attori delle procedure. Nessuno si vuole approfittare del terremoto-continua Ceregioli- e bisogna pertanto un po’ modificare lo schema di un impianto normativo che vede le persone quasi come se fossero tutti in malafede, quando invece siamo tutti in buona fede e volenterosi, proiettati nel desiderio di poter tornare ognuno nelle proprie abitazioni e nel ridare stimolo ad un'economia che appare un po' soffocata dal post sisma.  Se questa è la linea che sta seguendo il governo, ben venga- aggiunge il sindaco di Sarnao- Adesso attendiamo di vedere che questa linea e questi intendimenti vengano tradotti in norme concrete e applicabili. Gli Uffici di Ricostruzione, di fatto sonobloccati da procedure talmente macchinose e farraginose che,se creano grandi difficoltà ai tecnici nella predisposizione dei progetti e nella presentazione delle pratiche, al momento in cui queste approdano all'Usr, creano altre difficoltà per poterle istruire. Risultato, prima di arrivare al Decreto che poi concede il contributo per la ricostruzione o la riparazione, passano mesi e mesi e- evidenzia Ceregioli- , a distanza ormai di due anni e mezzo dal terremoto, questo non è più accettabile.  Si consideri peraltro che l'Usr sta trattando prevalentemente solo danni lievi e, togliere questa incombenza o quantomeno semplificarla in maniera importante, contribuirebbe a liberare l'Ufficio per la Ricostruzione di energia da poter dedicare alla ricostruzione pesante che non si è mai avviata. Si pensi che su 165 pratiche di ricostruzione presentate a Sarnano, il 90 per cento riguarda solo danni lievi, mentre i danni gravi sono ancora fermi”.

C.C.  

Progetto Integrato Locale "La porta della Sibilla": Visso, Ussita, Castelsantangelo e Montecavallo

14 Feb 2019
53 volte

Visso, Ussita, Castelsantangelo e Monte Cavallo uniti dal Progetto Integrato Locale. Uno degli otto, per la verità, che sono stati presentati al Gal Sibilla per l’ottenimento di finanziamenti dedicati a imprese esistenti e di nuova costituzione.

L’obiettivo è la valorizzazione e lo sviluppo del territorio dal punto di vista economico e quindi dell’offerta agli utenti. 

Il PIL in questione è stato denominato “La porta della Sibilla. Mobilità ciclopedonale intercomunale” e si propone di mettere in rete le eccellenze del territorio attraverso la creazione di un percorso di mobilità sostenibile ciclo-pedonale di collegamento tra i comuni aderenti come elemento di sviluppo e rilancio del territorio di Visso, Ussita, Castelsantangelo e Monte Cavallo sotto il profilo turistico, permettendo l’insediamento e la creazione di nuove imprese in diversi settori.

Il secondo incontro pubblico a cui la cittadinanza è invitata a partecipare, sarà il 19 febbraio alle 18:30 nella sede provvisoria del comune di Visso.

g.g.

Homelike Villas alla Borsa del Turismo di Milano e al Salon des Vacances di Bruxelles

14 Feb 2019
47 volte

Doppia vetrina internazionale per il progetto di incoming e turismo esperienziale Homelike Villas (www.homelikevillas.com) lanciato, insieme al nuovo tour operator Villas in Italy, dall’imprenditore settempedano Sandro Teloni esattamente un anno e mezzo fa, in piena emergenza terremoto, per aiutare le regioni del centro Italia colpite dal sisma a ripartire. 

Ospite negli spazi allestiti dalla Regione Marche, all’interno dei padiglioni espositivi di Enit Italia, il progetto si è fatto conoscere ed apprezzare sia al Salon des Vacances di Bruxelles che alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. Nella prima delle due occasioni di incontro con il grande pubblico, i consulenti viaggi e vacanze di Villas in Italy hanno avuto modo di presentare l’innovativa proposta anche all’Ambasciatrice  d’Italia in Belgio, Elena Basile, che ha molto apprezzato un’offerta turistica diversa da quelle tradizioni e sicuramente capace di catturare l’attenzione di un mercato, come quello belga, che ha fatto registrare, solo lo scorso anno, ben 15.724 arrivi e 82.603 presenze in terra marchigiana. Collegato con tre voli settimanali, che da Falconara raggiungono lo scalo di Charleroi, il Belgio è raggiungibile in meno di due ore, infatti, dalla nostra regione.

Successo per la proposta anche alla Bit di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, che si è conclusa proprio in questi giorni. Anche qui i consulenti viaggi e vacanze, figure completamente nuove che il tour operator Villas in Italy può vantare all’interno della propria organizzazione e che si dedicano gratuitamente e completamente all’accoglienza dei turisti e all’organizzazione dei loro soggiorni, hanno incontrato buyers mondiali, istituzioni, agenzie e specialisti del settore con i quali hanno intrapreso importanti collaborazioni destinate a rilanciare la presenza straniera nelle tre regioni interessate dal progetto: Marche, Umbria e Toscana.

“La nostra rete ha superato le cento strutture tra ville, casali e dimore storiche - spiega Sandro Teloni di Homelikevillas -  L’affitto settimanale è una forma di vacanza molto apprezzata all’estero. Noi forniamo servizi personalizzati e di altissimo livello ai nostri ospiti potendo contare su un’organizzazione ben presente sul territorio. Siamo unici in questo genere per il rapporto qualità prezzo delle strutture, perché la nostra offerta presenta strutture al mare ma anche sui monti o in collina, perché i nostri clienti possono servizi di un consulente viaggi e vacanze loro dedicato e perché nei nostri contratti non ci sono né penali né clausole vessatorie. Intanto siamo già pronti per la nuova stagione con prenotazioni da maggio a settembre. Sarà una stagione ricca di novità per tutti. Anche quest’anno puntiamo molto sul wedding che è una delle ragioni per cui tante persone, soprattutto stranieri ma non solo, scelgono noi e le nostre meravigliose location”.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo