Visita Papa4

Forte richiamo di presenze per gli "Aperitivi Universitari" al Campus di Unicam

06 Giu 2019
413 volte
A Camerino, nuova affollata edizione degli "Aperitivi universitari" al Campus di Unicam. Il viaggio tra i sapori e la gastronomia internazionale arricchito dalla musica, ha riunito in un'unica location tanti studenti di diverse nazionalità. L'ideazione dell'evento si deve all'Associazione culturale Musicamdo, in collaborazione con l'Università, Corso di Laurea in scienze Gastronomiche, Comune di Camerino e il supporto di Contram

IMG 20190606 193245
Clima estivo e aria frizzante dal tramonto fino a notte fonda, per un bellissimo momento di confronto e dialogo tra culture diverse, reso ancora più emozionante e coinvolgente dalla presenza della P- Funking Band e dall'elettroswing dei torinesi "The Sweet Life Society".

FB IMG 1559856142759
" Ci fa piacere che l'appuntamento  sia sempre più partecipato e di forte richiamo per Camerino e per la sua università - ha dichiarato Daniele Massimi,presidente di Musicamdo - Siamo giunti al quinto anno di una manifestazione che, partita dal centro storico, per forza di cose abbiamo dovuto un po' rivedere nella formula. Il successo si ripete qui al Campus, grazie alla collaborazione tra studenti di tutti i paesi del Mondo, riuniti  per farci degustare i loro piatti. Grande sinergia con tutti gli enti coinvolti a cominciare da università e comune e un particolare  ringraziamento  va alle cuoche dell'Erdis che hanno supportato gli studenti in cucina. Il risultato è dunque una gran bella unione di forze. Da sottolineare i due elementi fondamentali che abbiamo inteso valorizzare- continua Massimi-; da un lato l'internazionalità e i tanti popoli diversi che si riuniscono per fare festa insieme con le preparazioni gastronomiche di tanti paesi del mondo e, dall'altro, l'elemento ecologico: tutti i materiali utilizzati, dalle posate ai piatti e bicchieri, sono infatti interamente biocompostabili".

IMG 20190606 195358 1
A rivolgere il saluto ai presenti a nome della nuova amministrazione comunale, è stato il consigliere Riccardo Pennesi, intervenuto alla manifestazione insieme alla compagna di squadra Maria Giulia Ortolani:  " Fa piacere respirare questa bellissima atmosfera di aggregazione tra i giovani universitari provenienti dalle più disparate nazioni e -ha sottolineato Pennesi- tra gli stessi giovani dell'intera città e di tutto il territorio. La sentita partecipazione e la positività di questi eventi, sono un elemento di forza che va sicuramente supportato e ampliato anche per iniziativa dell'amministrazione comunale. Da queste occasioni di confronto- ha aggiunto-  anche un momento di dialogo importante con tutte le componenti della comunità, per capire quali sono le necessità e i bisogni affinchè possa attuarsi una rinascita a tutti i livelli. Tra i primari obiettivi della nuova amministrazione, quello di velocizzare al massimo tutte le pratiche che serviranno per la ricostruzione, in modo da far rivivere il centro storico e riportarci il prima possibile iniziative di grande impatto come queste".   
C.C.
FB IMG 1559856135793

IMG 20190606 195741

IMG 20190606 193201


"San Ginesio rinasce". Il borgo scelto come comune pilota della ricostruzione

06 Giu 2019
930 volte
San Ginesio comune pilota della ricostruzione. Il borgo è stato scelto per partecipare alla XIII Conferenza Annuale delle Città Creative Unesco che si tiene a Fabriano dal 10 al 15 giugno prossimi. Nella città della carta i rappresentanti e i delegati delle 180 città creative si incontreranno, in quello che si presenta come un grande laboratorio a cielo aperto sulla creatività, per confrontarsi su missione e strategie future Unesco con l'intento di avviare nuovi progetti di cooperazione. Così martedì 11 sarà proprio San Ginesio a mostrare i suoi tesori e le proprie strategie future al padiglione "Rinasco" presso L'Agorà di Palazzo del Podestà. "Un evento per il quale stiamo lavorando da diverso tempo - le parole del sindaco Giuliano Ciabocco - e che per il nostro comune costituisce una tappa fondamentale dal momento che è stato scelto come comune pilota della ricostruzione. Finalmente riusciremo a far esplodere tutte le nostre attività che andremo a fare per il futuro. Parleremo del nostro passato, presente e futuro, di Alberico Gentili, padre del diritto internazionale, tratteremo della San Ginesio ideale, dedicheremo uno spazio anche all'angolo di Giappone che abbiamo nel nostro comune, centro unico in Europa, per finire con il "Ginesio Fest", la cultura per il rilancio di San Ginesio". Una vetrina, una possibilità, ma anche una grande responsabilità per San Ginesio. "Un pò quello che volevamo - conclude il primo cittadino - perchè è importantissimo essere bravi nel momento in cui andremo a ricostruire un borgo e a ridare un'anima ad un territorio. Avere i riflettori puntati è sicuramente uno stimolo e soprattutto sarà un momento di grandissima attenzione che dovremo porre in tutto quello che andremo a fare proprio per la ricostruzione".   



















Sisma, le storie di Visso arrivano a Civitanova grazie a "Questa è casa nostra"

06 Giu 2019
469 volte
Un progetto nato dopo il sisma e che a quasi tre anni da quel tragico evento continua ad accendere i riflettori sulle Marche ferite che hanno bisogno di raccontarsi.
Con Radio C1 abbiamo conosciuto il regista Manuele Mandolesi durante la diretta radiofonica di un evento estivo, in cui presentò l’idea del docufilm “La vulnerabilità della bellezza”; lo abbiamo intervistato in una pagina dedicata al sisma su L’Appennino Camerte e ora manca davvero poco alla presentazione dell’anteprima del film documentario che si terrà sabato 8 giugno alle 18 al cine teatro Rossini di Civitanova.
L’anteprima del film documentario “Questa è casa nostra” sarà presentata nell’ambito del Civitanova Film Festival.
Dopo la proiezione ci sarà un momento dedicato alla spiegazione del film documentario insieme al regista e ai protagonisti del racconto. Il docu-film “Questa è casa nostra” dopo l’anteprima civitanovese, sarà proiettato nei territori colpiti dal sisma.
“I luoghi interessati dai terremoti – scrive la produzione in una nota - hanno ancora bisogno di mettere in evidenza la loro bellezza che, seppur vulnerabile, resiste insieme ai suoi abitanti che vogliono ritornare a popolare l’entroterra e i Monti Sibillini. Da questi concetti prende il via il progetto “La Vulnerabilità della Bellezza”, promosso dal documentarista civitanovese Manuele Mandolesi che ha coinvolto un gruppo di professionisti nel mondo della cinematografia e dei media. Nasce l’Associazione “Respiro Produzioni” che realizza i docufilm insieme ad altri partner, enti ed aziende che hanno sostenuto il progetto multicanale “La Vulnerabilità della Bellezza”, che mette in luce storie diverse per raccontare le Marche del terremoto e la capacità di vivere una vita diversa da parte dei protagonisti dei racconti. I documentari saranno distribuiti su più piattaforme e rispondono a linguaggi differenti”. Il lungometraggio documentario “Vulnerabile Bellezza”, della durata di 75 minuti, racconta la vita quotidiana di una famiglia di allevatori di Ussita, Michela, Stefano ed i loro figli Diego ed Emma, e del modo in cui superano il trauma del terremoto attraverso il forte legame che li tiene uniti alla loro terra e ai loro animali. Il film documentario “Questa è casa nostra” che sarà presentato sabato, della durata di 58 minuti, racconta la vita di Sara e della comunità di irriducibili, ribattezzata “Il Bronx”, che hanno deciso di non abbandonare la propria terra vivendo in roulotte a Visso per circa un anno e mezzo fino alla consegna delle SAE. Una comunità che nasce dopo il terremoto per andare avanti e sopravvivere, che rischia poi di smembrarsi alla consegna delle “casette” ma che infine cerca di far rinascere il proprio territorio e si ritrova per condividere quel “vuoto dentro” che è rimasto e che ora, chiusi nei pochi metri quadri delle SAE, torna a farsi sentire più di prima.





GS















Pioraco: insediamento della nuova amministrazione

06 Giu 2019
396 volte
Oggi, mercoledì 5 giugno alle 18.30 presso il Polo Museale si è tenuto il consiglio d’insediamento della nuova amministrazione comunale. L’ordine del giorno nel primo punto vista la presenza di tutti i requisiti di candidabilità e di eleggibilità stabilita dalla Legge la convalida del sindaco e dei suoi dieci consiglieri. Si è proceduto poi con il giuramento nei confronti della Costituzione italiana da parte del sindaco e l’ufficializzazione delle deleghe dei suoi assessori e consiglieri che si prenderanno cura del paese della carta per i prossimi cinque anni. Cicconi si dedicherà agli affari istituzionali, lavori pubblici, urbanistica e ricostruzione post terremoto. Il vicesindaco Luca Gagliardi ha la delega al bilancio, alla polizia municipale, al turismo, allo sport ed alla caccia e pesca. Il precedente sindaco Luisella Tamagnini è l’assessore alla cultura, ai servizi sociali ed alla sanità. Tra le nomine di consiglieri Egidio Bonifazi ha la delega alla Protezione Civile ed allo sport, Camilla Fianchini comunicazione, istruzione e politiche giovanili, Angelo Memè si occupa di dell’ambiente, della caccia e della pesca, Giada Montefiori ambiente e turismo, Michele Morico ha le deleghe a manutenzioni, rapporti con le frazioni e sviluppo area per gli insediamenti produttivi.
Cristiano Negroni si prenderà cura delle manutenzioni e della caccia e pesca, Stefano Negroni ha compiti manutentori. Valeria Pavoni è la presidente del consiglio ed inoltre si occupa dell’ambito culturale. Nel quarto punto si è tenuta l’elezione della Commissione Elettorale comunale (Bonifazi, Fianchini e Memè) ed in seguito della Commissione Elettorale membri supplenti (Gagliardi, Morico e Tamagnini). Nel punto seguente è avvenuta la nomina della Commissione all’Albo dei Giudici Popolari (Bonifazi e Memè). Ringraziando tutti i presenti il sindaco ha invitato l’intera cittadinanza presso il nostro chiostro di San Francesco sabato 8 giugno alle ore 18.30 dove verrà gentilmente offerto un aperitivo per festeggiare ed esprimere gratitudine per il sostegno e la fiducia espressa nei loro confronti.

Lisa Grelloni

Con Rimini chiAma Camerino, escursione alle Lame Rosse

06 Giu 2019
328 volte
Si rafforza con un patto d’amicizia sempre più forte la rete di solidarietà che, da subito dopo il sisma del 2016, ha collegato le città di Rimini e Camerino. Il sodalizio ha dato vita al progetto Rimini chiAma Camerino, attraverso il quale la città romagnola non ha fatto mancare il suo generoso sostegno alle difficoltà del post sisma. Tante le iniziative di raccolta fondi che hanno raggiunto la città ducale, ultima in ordine di tempo la camminata solidale che nel secondo anniversario del triste evento, il 27 ottobre 2018 ha riunito a Rimini 500 persone  Il rapporto di forte vicinanza tra le due comunità continua nel tempo, prova ne sia che i riminesi hanno espresso il desiderio di tornare dalle nostre parti per conoscere meglio la bellezza del territorio che ci circonda. In programma domenica 9 giugno un’escursione solidale alle Lame Rosse di Fiastra organizzata dalla Pro Camerino.
“Sarà una camminata tra le nostre montagne in uno dei luoghi più suggestivi del circondario- spiega Germano Eustacchi della Pro Loco- Partenza alle 9 di domenica 9 giugno dall’area della diga di Fiastra e, ai fini di una migliore organizzazione, a chi volesse unirsi al nostro gruppo raccomandiamo di prenotarsi alla Pro Loco. Il gruppo sarà accolto a Fiastra dai rappresentanti dell’amministrazione comunale di Camerino, dell’Università e del CAI e, tutti insieme, ci incammineremo nel percorso che ci porterà a raggiungere il luogo dal quale ammirare in tutta la sua bellezza lo spettacolo della natura delle Lame Rosse. In serbo abbiamo anche qualche piccola sorpresa e- continua Germano- al ritorno chi vorrà potrà consumare il pranzo insieme a tutti noi presso i ristoranti del Sottocorte Village. I vari punti di ristorazione prepareranno per l’occasione un menù a base di prodotti tipici. Terminato il pranzo, insieme agli amici riminesi ci recheremo in visita alla bellissima mostra “ Dalla polvere alla luce” promossa dall’Arcidioces,i per valorizzare il nostro patrimonio d’arte recuperato dal sisma. Sarà una giornata all’insegna dell’amicizia e della condivisione con chi ha a cuore la nostra città e i suoi abitanti e- conclude Eustacchi- sicuramente da aggiungere al nostro libro dei ricordi indelebili”.
C.C.

Cecoli nomina gli assessori della Giunta di Montecavallo. Gaia Boldrini è vicesindaco

05 Giu 2019
752 volte
"Una squadra giovane, preparata e competente che mi affiancherà quotidianamente nel percorso che ci vede onorati del voto dei cittadini". Così il sindaco di Montecavallo Pietro Cecoli, riconfermato nel ruolo di primo cittadino,nel rendere pubbliche le nomine della Giunta consiliare che verranno presentate ufficialmente nel corso della seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale prevista il prossimo lunedì 10 giugno alle ore 18.30. Assessori sono stati nominati Sante Paoletti e Gaia Boldrini  che, con i suoi 19 anni, è anche la vicesindaco più giovane di tutta la storia del paese.

C.C.

Saggi finali per l'Istituto musicale Nelio Biondi di Camerino

05 Giu 2019
234 volte
Saggi di fine anno scolastico per gli allievi dell’Istituto musicale Nelio Biondi di Camerino diretto dal maestro Vincenzo Correnti. Dopo i piccoli del corso di “ Musica per Gioco” che hanno offerto la loro prova conclusiva  all’interno della manifestazione Cortili in fiore, è la volta dei più grandi. Dal 6 al 15 giugno, si esibiranno nei saggi di fine anno all’interno della sede dell’Ipsia Ercoli i cui locali, da subito dopo il sisma del 2016, hanno ospitato le attività didattiche formative della prestigiosa scuola di musica.

L’hashtag #ilsismanonfermeràlamusica, pubblicato dall’Istituto musicale Nelio Biondi sulla propria pagina social, per far conoscere la situazione in cui si trovava a seguito dei gravi danni riportati alla sede del Palazzo della Musica, è l’esempio chiaro della determinazione ad andare avanti aiutati dalla musica. Giusto il tempo di capire il da farsi e, grazie alla solidarietà dell’Ipsia che ha messo a disposizione i propri spazi, gli allievi hanno potuto subito ripartire con le lezioni.

Malgrado le difficoltà, in particolare nel primo periodo d’emergenza, la musica ha davvero svolto un ruolo di collante e di forte motivazione nel tenere impegnati i tanti ragazzi che frequentano l’istituto musicale. Per tutti i giovani allievi un luogo dove potersi incontrare e, aiutati dalla musica, riuscire a concludere ogni anno scolastico nel miglior dei modi, proponendo anche pregevoli eventi musicali.

L’istituto musicale Nelio Biondi è oggi uno dei riferimenti per la cultura musicale di Camerino e dell’intero territorio; realizza corsi strumentali di musica classica, moderna e jazz con percorsi di formazione di base e pre-accademici. Previsti  corsi liberi per adulti, progetti educativi di approfondimento del repertorio cameristico; attivi anche corsi e laboratori per bambini in età pre-scolare ispirati a diverse metodologie didattiche per l’infanzia, offrendo annualmente un servizio culturale ad oltre 140 allievi.
A completare la straordinaria offerta dell'Istituto, anche la promozione di apprezzate produzioni artistiche quali: Banda e Orchestra di fiati città di Camerino, I filarmonici Camerti, Il mio Henghel, ClarimbandoDuo, Duo da Camerino.
C.C.

Alessio Vita: "Ecco la giunta"

05 Giu 2019
664 volte

Il nuovo sindaco di Belforte del Chienti, Alessio Vita, rende nota la giunta che darà il via ai lavori della lista Belforte Obiettivo Comune.

“Ho voluto rispettare il volere degli elettori scegliendo vicesindaco e assessore in base alle preferenze ricevute – ha detto - . Per questo motivo è stato nominato Giampiero Feliciotti vicesindaco, con deleghe Cultura, Turismo, Patrimonio e Comunicazione e Carla Budassi assessore alle Politiche Sociali, Pari Opportunità e Servizi Territoriali”.

Una scelta che rispetta anche la parità di genere in giunta.

“Le deleghe – prosegue - sono state previste anche per tutti i consiglieri eletti poiché questo è un lavoro di squadra e tutti devono sentirsi parte attiva dell’amministrazione. Il più giovane, Simone Ambrosi, ha ricevuto la delega a Politiche Giovanili e Finanziamenti Comunitari, Claudio Cipollari Sport e Rapporti con Comitati di Quartiere e Consulte, Mario Quacquarini Salute e Decoro Urbano, Roberto Mancini Agricoltura, Mariella Migliorelli Istruzione. Inoltre, sono stati costituiti gruppi di lavoro specifici, dei quali fanno parte anche i consiglieri non eletti, per affrontare i vari punti del programma”.

 Il sindaco tiene per sé le deleghe a Bilancio, Lavori Pubblici, Polizia Locale, Personale, Urbanistica, Ambiente e Protezione civile e spiega che il suo mandato “può dividersi in due fasi: dopo una prima parte di affiancamento con le figure più esperte, largo ai giovani, i quali saranno fin da subito coinvolti in tutte le decisioni della giunta. Ci sono diversi punti con scadenza a breve sui quali stiamo già lavorando e che riguardano principalmente la modifica di progetti presentati in precedenza che, purtroppo, non sono stati ammessi a ricevere i finanziamenti”.

Il primo Consiglio Comunale è stato fissato per giovedì 13 alle ore 21.15 presso Palazzo Bonfranceschi.

GS















Castelraimondo.Oltre 100 piccoli studenti e famiglie, riuniti per FestAmbiente Ragazzi

05 Giu 2019
89 volte
Tappa a Castelraimondo per FestAmbiente Ragazzi, il festival di Legambiente dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie
Per l'ìoccasione, una grande festa ha concluso ieri pomeriggio l’anno scolastico delle scuole primarie di Castelraimondo. Le classi quarta A e  B con le  quinte A e B della scuola primaria di Castelraimondo, guidate dalle volontarie del centro di educazione ambientale “Il Pettirosso” di Tolentino di Legambiente e dai volontari di Legambiente Marche, hanno invaso la piazza antistante la scuola con laboratori predisposti dalla Ludoteca “Riù” di Tolentino. Tanti i giochi ludico-didattici come il famoso “Gioco dell’Oca” o “Pesca il rifiuto” e lavoretti di riciclo creativo, a simboleggiare il rispetto dell'ambiente e l’importanza del riuso. Lo spirito della famosa kermesse all’aria aperta, infatti, è quello di ricreare una dimensione a misura di bambino in cui i piccoli cittadini diventino i protagonisti assoluti, uno spazio in cui dare vita alla fantasia e acquisire nuove conoscenze sulle tematiche ambientali, di grande attualità. L’iniziativa è stata realizzata da Legambiente Marche e dal CEA Il Pettirosso con la preziosa collaborazione del Comune di Castelraimondo, dell’Istituto Comprensivo Strampelli e, finanziata con i fondi della Regione Marche per le per attività culturali nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016.
Festambiente1

“Iniziative come questa, oltre che un momento di svago e divertimento, rappresentano uno strumento importante per ricreare sinergia, coesione e senso di appartenenza col territorio nella comunità marchigiana ferita dal sisma proprio a partire dal riappropriarsi degli spazi comuni– ha commentato Francesca Pulcini, Presidente di Legambiente Marche Per salvaguardare l’ambiente, inoltre, è necessario continuare a informare i cittadini e coinvolgere i più giovani e le loro famiglie proprio attraverso eventi di questo tipo. Ringraziamo il comune di Castelraimondo per averci ospitato in questa bellissima iniziativa e tutti i volontari del CEA di Tolentino e di Legambiente Marche per la preziosa collaborazione”.
 FestAmbiente2

“Siamo molto soddisfatti di questa manifestazione – ha affermato l'assessore a cultura, turismo e ambiente del Comune di Castelraimondo, Elisabetta Torregiani – primi fra tutti lo sono stati i nostri giovani studenti, che hanno riscoperto la magia di alcuni giochi e attività che forse adesso si stanno perdendo, e soprattutto hanno apprezzato il progetto realizzato con Legambiente. Sono convinta che il rispetto per l'ambiente, soprattutto in questo momento storico, rappresenti un fatto di cultura e di cittadinanza attiva, tematiche che riguardano non a caso le deleghe del mio assessorato, perché crediamo che non debbano essere scisse. Per questo in particolare auspico che la collaborazione tra il nostro Comune e Legambiente possa continuare nel migliore dei modi, così come avvenuto per questa iniziativa e per la riuscita della quale ringrazio tutti coloro che hanno collaborato a vario titolo”.

FestAmbiente ragazzi, è solo la prima delle iniziative che Legambiente sta organizzando assieme al Comune di Castelraimondo per vivacizzare l’estate e far conoscere più da vicino alla cittadinanza le tematiche ambientali, sociali e culturali che più interessano i nostri giorni. I prossimi appuntamenti saranno la ormai tradizionale e celebre infiorata durante il “Corpus Domini” a fine giugno e, la collaudata “Marche In Vetrina” ad agosto.

Applausi in piedi per chi ha svolto le indagini sul caso Pamela. L'Arma festeggia il 205esimo annuale dalla Fondazione (FOTO)

05 Giu 2019
167 volte
Un lungo applauso, in piedi, di tutti i presenti alla cerimonia del 205esimo annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri per i 18 Carabinieri del nucleo investigativo che hanno lavorato, guidati dal tenente colonnello Walter Fava, alle indagini sulla morte di Pamela Mastropietro. Stamattina hanno ricevuto l’encomio del comandante generale dell’Arma in occasione della Festa dell’Arma che si è tenuta al Comando Provinciale di Macerata. Un clima di grande emozione e religioso silenzio mentre il procuratore Giovanni Giorgio consegnava la pergamena a ciascuno di loro. Il duro lavoro dei militari premiati stamane ha portato alla condanna all'ergastolo di Innocent Oseghale, ritenuto colpevole del terribile omicidio. Poi con l'ultimo riconoscimento, riservato al tenente colonnello Walter Fava, comandante del reparto operativo, è scattato l'applauso dei presenti che tutti insieme si sono alzati in piedi. Non poteva che essere così. 
La manifestazione si è aperta con lo schieramento nel piazzale di una compagnia di formazione al comando del Capitano Roberto Nicola Cara, comandante della Compagnia Carabinieri di Camerino, composta da un plotone nella storica uniforme, da un plotone di Comandanti di Stazione, da un plotone che comprende militari in uniforme operativa appartenenti al 7° Reggimento Carabinieri “Trentino Alto Adige” sul territorio maceratese per l’emergenza sisma, Carabinieri Forestali in uniforme operativa e 7 aliquote di militari delle specialità operanti in ambito provinciale.
Dopo la lettura del messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’ordine del giorno del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, il discorso del colonnello Michele Roberti, comandante provinciale: “L’espressione più concreta e quotidiana della tradizionale vocazione di vicinanza alla popolazione che caratterizza l’Arma dei Carabinieri è rappresentata dalle 60 stazioni dislocate su tutto il territorio della provincia. Da sempre i Carabinieri sono devoti al principio della prevenzione e un’attenzione particolare viene rivolta a quegli ambiti d’intervento che richiedono risorse dedicate e particolarmente qualificate, con i comparti di specialità che hanno conferito all’Arma dei Carabinieri l’onere e l’onore della salvaguardia di fondamentali diritti, costituzionalmente garantiti, quali il lavoro, la salute, l’ambiente e il patrimonio culturale e paesaggistico.

festa cc 2019 10

La qualità dell’ambiente, come quella del lavoro e della salute, ha ricordato Roberti, non possono non condizionare la qualità della vita e le aggressioni al lavoro, alla salute, come all’ambiente e ai beni culturali, sfociano in maniera diretta sulla sfera dei diritti essenziali della persona e sul loro godimento effettivo. Ed è per questo che i vari reparti e specialità si adoperano ogni giorno per vedere garantiti quei diritti sanciti dalla Costituzione. Poi sono stati ricordati quegli eroi della provincia caduti in servizio: il Carabiniere Giovanni Burocchi, nato a Penna San Giovanni nel 1881, deceduto a Fiume il 03 ottobre 1919, l’Appuntato Alfredo Beni nato a Fiuminata nel 1931, deceduto a Porto San Giorgio il 18 maggio 1977, il Maresciallo Capo Sergio Piermanni, nato ad Ascoli Piceno nel 1940, deceduto a Civitanova Marche il 18 maggio 1977, il Vice Brigadiere Alfredo Costantini, nato a Fiuminata nel 1960, deceduto a Padova il 29 luglio 1983, il Vice Brigadiere Maurizio Baldassarri, nato a Ponzano di Fermo il 05 novembre 1955, deceduto a Macerata il 20 dicembre 1997. Il colonnello Roberti si è poi rivolto ai giovani esortandoli a “non dimenticare il passato e quanto di buono in esso c’è. Essere moderni significa saper leggere, capire il passato, per interpretarlo alla luce delle innovazioni che la modernità offre, senza mai dimenticare di mettere al centro l'uomo e la sua natura”. Ha invitato i ragazzi a riflettere sul fatto che ogni giorno in Italia e all’estero, uomini e donne in divisa hanno lottato e lottano per renderli liberi, dalle paure, dal terrore, dalle prepotenze. Quindi, li ha esortati a non scegliere di essere schiavi, di sostanze o comportamenti che, al di là di un vacuo e apparente appagamento, compromettono la loro capacità di autodeterminarsi, divenendo sempre più dipendenti da esse, fino a perdere la propria umanità. “Per garantire la libertà è necessario convincersi che non tutto si può sempre dire, non tutto si può sempre fare, non tutto può essere sempre tollerato e giustificato. Bisogna riscoprire il senso e la dignità dell’impegno”. Poi, rivolto ai Carabinieri, l’invito a essere sempre pronti all’ascolto e all’aiuto perché “l’Arma rappresenta a volte l’ultima speranza per chi cerca aiuto e l’ultimo avamposto attraverso cui lo Stato può affermare la sua alta funzione di rassicurazione sociale”.

festa cc 2019

Poi si è passati al conferimento delle ricompense.

Encomio semplice del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri: Tenente Colonnello Walter FAVA, ai Luogotenenti carica speciale Domenico SPINALI, Gianpietro FRATINI, Carmine MANCO e Domenico MARTELLI, ai Marescialli Maggiori Giulio SCARPONI e Gianfranco IEZZONI, al Brigadiere capo qualifica speciale Claudio MELCHIORRE, al Brigadiere capo Antonio Donato MICHITTI, ai Marescialli Ordinari Francesco PETRONELLI, Antonio OMBRA e Chiara LOBACCARO, agli Appuntati Scelti qualifica speciale Vito DI VENERE, Alessandro LOSURDO, Vincenzo IERARDI, Maurizio IANNONE e Francesco Paolo PACIFICO, all’Appuntato Rocco Francesco GRANATO.

“Evidenziando lodevole senso del dovere, elevata professionalità e spiccato intuito investigativo, conducevano complessa e prolungata attività d’indagine, avviata a seguito di efferato omicidio di una giovane donna che aveva destato allarme sociale. L’operazione, conclusasi con l’arresto del responsabile, nonché con l’esecuzione di misure cautelari nei confronti di altri due correi accusati di spaccio di sostanze stupefacenti, riscuoteva il plauso unanime dell’opinione pubblica e delle autorità, contribuendo a esaltare il prestigio dell’Istituzione.”

festa cc 2019 17

festa cc 2019 16



Encomio semplice del comandante della Legione Carabinieri Marche:

Luogotenente carica speciale Silvio MASCIA, al Brigadiere Capo carica speciale Giovanni Francesco PERNIOLA ed agli Appuntati Scelti carica speciale Marco BRAVI ed Enzo AMATUZZI.

“Evidenziando altissimo senso del dovere, spiccato intuito investigativo ed elevata professionalita’, conducevano complesse e prolungate indagini che consentivano di sottoporre a fermo di indiziato di delitto l’autore dell’omicidio preterintenzionale di una ventenne, che veniva investita da una autovettura dopo essere stata brutalmente aggredita dal genitore e abbandonata esanime sulla strada. l’operazione si sviluppava con l’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’a.g. a carico dell’omicida perche’ ritenuto responsabile anche di violenza sessuale continuata, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia, nonche’ il deferimento in stato di liberta’ di un complice per sequestro di persona, tentato nei confronti dell’altra figlia vittima degli abusi in ambito familiare, al fine di impedirne l’esame testimoniale in dibattimento.”

Recanati (MC), aprile 2017 – novembre 2018.



Encomio semplice del comandante della Legione Carabinieri Marche: Luogotenenti carica speciale Giuseppino CARBONARI e Gianpietro FRATINI, ai Marescialli maggiori Gianfranco IEZZONI e Lorenzo SANTARELLI, al Maresciallo ordinario Alessio ALBERIGO, al Brigadiere capo carica speciale Claudio MELCHIORRE, agli Appuntati scelti carica speciale Vincenzo IERARDI e Francesco Paolo PACIFICO, agli appuntati scelti Giovanni SCARCIGLIA e Gianluca ALBANO ed all’appuntato Rocco GRANATO.

“Evidenziando spiccato intuito investigativo, alto senso del dovere ed elevate capacita’ professionali, conducevano articolata attivita’ di indagine che consentiva di disarticolare un sodalizio criminale composto da soggetti di nazionalita’ albanese, dedito al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. l’operazione si concludeva con l’arresto di 4 persone in esecuzione di misure cautelari e il sequestro di 915 chilogrammi di marijuana, riscuotendo il plauso dell’opinione pubblica e contribuendo ad esaltare il prestigio dell’istituzione.”

Province di Macerata, Pesaro e Urbino, Lodi e Roma, giugno 2017 – febbraio 2018.


Encomio semplice del comandante della Legione Carabinieri Marche: Maresciallo Ordinario Andrea D’ORAZIO, al Brigadiere capo Maurizio ORIOLI ed agli Appuntati scelti qualifica speciale Ettore CIABATTONI, Giancarlo BAGAZZOLI, Balbo DE CARO, Rocco DE GIOVANNI ed Emanuele MAZZA.

“Con elevata professionalita’, non comune senso del dovere e spiccato acume investigativo, conducevano articolate indagini che consentivano l’arresto di un pregiudicato dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti e il sequestro di 14 chilogrammi di droga, riscuotendo il plauso dell’opinione pubblica e contribuendo ad esaltare il prestigio dell’Istituzione”. 

Montecosaro (MC), gennaio - febbraio 2018.

Encomio semplice del comandante della Legione Carabinieri Marche:

Luogotenente carica speciale Giuseppino CARBONARI, ai Marescialli maggiori Cesare PROIETTI e Lorenzo SANTARELLI, al Maresciallo ordinario Alessio ALBERIGO, al Brigadiere capo Giovanni PROTO, all’Appuntato scelto qualifica speciale Maurizio IANNONE.

“Evidenziando altissimo senso del dovere, spiccata professionalità e particolare acume investigativo, conducevano articolata indagine nei confronti di temibile sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti, tentati omicidi, estorsioni ed altri delitti. l’attività consentiva l’arresto di 19 persone ed il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, armi da fuoco, somme di denaro, beni immobili e autovetture nella disponibilità dell’associazione”;

Ancona, Porto Recanati (MC) e Montegranaro (FM), maggio 2014 - maggio 2015.


Encomio semplice del comandante del comando carabinieri per la tutela forestale: Maggiore Simone DI DONATO, al Maggiore Raffaele PASQUALI al Maresciallo ordinario Gianfrancesco PILATO, ai Brigadieri capo qualifica speciale Bruno MORICONI e Cristiano TARSETTI.

“Per le spiccate qualità professionali dimostrate nell’ambito della complessa e articolata indagine denominata “green profit” avviata nel 2013 e durata quindici mesi, che ha visto coinvolte quindici società e sette impianti, e che ha permesso di accertare una serie di condotte illecite poste in essere da funzionari pubblici, finalizzate a consentire alle imprese destinatarie di autorizzazioni uniche, ex art. 12 d.l.vo 387/2003, la realizzazione di impianti a biogas senza il rispetto delle vigenti prescrizioni in materia e con indebita percezione di ingenti contributi pubblici”. 

Ancona – gennaio 2019.


Encomio semplice del comandante del comandante per la tutela della biodiversità e dei parchi: Vice Brigadiere Paola PARENTE.

“Per le spiccate qualità professionali dimostrate nell’indagine denominata “attila” diretta dalla procura della repubblica di ancona, che ha consentito di sgominare un’organizzazione dedita ad un traffico internazionale di specie vegetali tutelate dalla convenzione di washington e di sequestrare numerose piante di sostanze stupefacenti, attraverso la denuncia di nove persone”. 

Provincia di Ancona – novembre 2014.


Apprezzamento concesso dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Macerata ai Marescialli maggiori Stefano CECCHINI e Oronzo CONTESSA, al Brigadiere Gilberto MALLOZZI, al Vice brigadiere Vincenzo MAZZONE, all’appuntato scelto qualifica speciale Giancarlo FIDANZA ed all’Appuntato scelto Augusto VONA.

Evidenziando spiccato senso del dovere, spirito di iniziativa ed acume investigativo, conducevano articolata attività di indagine che consentiva l’arresto di quattro persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed il sequestro di cospicua quantità di eroina.”

Macerata e Napoli, luglio 2017 – maggio 2018.


Apprezzamento concesso dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Macerata agli Appuntati Scelti Fabio RUSSO e Massimo FUNARI.

“Con esemplare coraggio, sprezzo del pericolo, altissimo senso del dovere ed altruismo, intervenivano in abitazione in fiamme e pervasa da denso fumo, ove non esitavano ad entrare traendo in salvo persona invalida, che, costretta su sedia a rotelle, era in balìa degli eventi. appresa notizia della presenza di altre due persone in grave pericolo nell’abitazione, poi decedute, si prodigavano senza risparmio nelle ricerche sino all’arrivo dei vigili del fuoco, ai quali fornivano fondamentali indicazioni per la loro individuazione. chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere.”

Sarnano (MC), 18 novembre 2018.


Apprezzamento concesso dal Comandante Provinciale dei Carabinieri al Maresciallo Ordinario Luigi CORVINI, al Maresciallo Stefano MASTRANTONI, al Brigadiere Roberto Pino MELIS, ai Vice brigadieri Roberto DE IULIS e Nicola PLACI’ ed al Carabiniere Roberto GALLETTA.

al Maresciallo Ordinario Luigi CORVINI, al Maresciallo Stefano MASTRANTONI, al Brigadiere Roberto Pino MELIS, ai Vice brigadieri Roberto DE IULIS e Nicola PLACI’ ed al Carabiniere Roberto GALLETTA.

“Evidenziando spiccato senso del dovere, spirito di iniziativa ed acume investigativo, conducevano articolata attività di indagine che consentiva l’arresto in flagranza di sei persone per tentato furto presso sportello atm e il loro deferimento, unitamente ad altri quattro sodali, per associazione per delinquere finalizzata al furto e alla detenzione di materiale esplodente.” 


Apiro, Fano, Pollenza e Provincia di Foggia. novembre 2017 – ottobre 2018.

festa cc 2019 2
festa cc 2019 3
festa cc 2019 5

festa cc 2019 12
festa cc 2019 14

festa cc 2019 19
festa cc 2019 22

festa cc 2019 23

festa cc 2019 24


festa cc 2019 25

festa cc 2019 26

festa cc 2019 28

festa cc 2019 29

festa cc 2019 27


Rimane impigliato nella ringhiera del balcone. Piccolo Yorkshire salvato dai vigili del fuoco

05 Giu 2019
115 volte
I vigili del fuoco di Macerata, stamattina intorno alle 9:30 circa, sono intervenuti  in Via Brigata Macerata per salvare un cane di razza Yorkshire. Il cagnolino era rimasto impigliato con una zampa all’esterno della ringhiera del balcone e rischiava di precipitare. I Vigili del Fuoco, utilizzando l'autoscala hanno recuperato l'animale affidandolo al proprietario in buone condizioni.

Successo per la prima "Sagra della Pasta di Camerino", promossa dal Consiglio dei ragazzi

05 Giu 2019
607 volte
Un prodotto e un’azienda di eccellenza del territorio, protagonisti della Sagra della Pasta di Camerino #perlacomunità,  promossa dal Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, della Scuola secondaria di primo grado “ Boccati” di Camerino.
Successo e accoglienza entusiastica per la prima edizione dell'evento che, per tutto il pomeriggio e fino a sera, ha animato gli spazi del campetto polivalente adiacente la sede scolastica di via Medici. Partecipata da tanti ragazzi e dalle loro famiglie, la manifestazione ha riscosso il pieno apprezzamento anche da parte dell’azienda Pasta di Camerino, rappresentata per l’occasione dai titolari Lorenzo Maccari e Mara Mogliani. Due le tipologie di primi piatti con ingrediente base “la Pasta di Camerino” che hanno visto le cuoche della mensa scolastica, abili protagoniste nella preparazione di altrettanti invitanti condimenti. Un appuntamento festoso che ragazze e ragazzi, hanno saputo brillantemente arricchire con tornei, giochi e tanta musica. Promosso con il coordinamento di Actionaid nell’ambito del progettoResiliamoci” condotto da Coos Marche, l’evento ha destato la soddisfazione dello stesso Francesco Palena, presidente del giovanissimo Consiglio comunale, insediatosi poco più di un anno fa.
Alla gioiosa manifestazione sono intervenuti anche i consiglieri Riccardo Pennesi e Marco Marsili, della nuova amministrazione comunale di Camerino.
FB IMG 1559578008519

“ Grati per questo invito che abbiamo accolto con grande piacere. Abbiamo voluto essere presenti – afferma Riccardo Pennesi - per esprimere il nostro plauso per questo tipo di iniziative, secondo noi esemplari perchè fanno conoscere il bello di cui questo territorio è capace. Da qui ai cinque anni di mandato, è proprio nel nostro spirito promuovere, soprattutto nei giovani, la ricchezza delle realtà imprenditoriali delle nostre zone e favorirne l'emulazione. Come amministrazione,- prosegue il consigliere-  intendiamo invogliare e incentivare i nostri ragazzi ad emulare chi ha saputo mettersi in gioco, costruendo e irrobustendo sempre più la sua passione e il suo impegno. L’obiettivo che ci poniamo- aggiunge Pennesi- è proprio quello di offrire delle opportunità e una speranza ai giovani, invitandoli a mettere a frutto le loro idee in questa terra, seguendo l’esempio della famiglia Maccari e delle altre realtà imprenditoriali già presenti in zona. L' intenzione è dunque quella di supportare tutte le nuove imprese di giovani e quanti di loro vorranno investire il proprio futuro a Camerino e nei territori circostanti. E’ uno dei motivi per cui il primo cittadino Sandro Sborgia insieme a tutta la squadra di governo, è determinato a migliorare la collaborazione con i comuni limitrofi. Un’azione mirata a garantire rinascita a tutto l’entroterra dell’Unione Montana e una prospettiva ampia di sviluppo, anche sotto il profilo turistico. Turismo-che - conclude il consigliere- non potrà che giovarsi anche delle imprese eno-gastronomiche, della forza e della professionalità di un lavoro svolto con cura e passione”.
C.C.FB IMG 1559726299602





Treia, auto contro moto

05 Giu 2019
119 volte
Scontro tra una auto e una moto. È successo stamattina verso le 12:30circa in contrada San Carlo, tra il Santissimo Crocifisso e il ristorante Il villino. È stato un impatto violento,  ad aver la peggio il motociclista, un ragazzo del posto che è stato trasferito con eliambulanza a Torrette di Ancona. Sul posto il 118 e i carabinieri

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo