banner social02

Fiamme divampano in contrada Asinina e Colmaggiore

06 Lug 2019
318 volte
Dopo Fiuminata, ora un vasto incendio sta interessando Tolentino, nello specifico contrada Asinina. Anche a Urbisaglia erano divampate le fiamme ma i vigili del fuoco sono riusciti a domarle. I due incendi sono scoppiati a distanza di pochi minuti uno dall’altro intorno alle 13. Poco dopo, a Urbisaglia i pompieri erano già riusciti a spegnere le fiamme che avevano interessato dei campi coltivati. A Tolentino invece il problema persiste poiché ha interessato una zona boschiva. Tutto pare sia partito da un campo in cui un contadino stava lavorando con una mietitrebbia per poi allargarsi anche a Colmaggiore dove le fiamme minacciano alcune abitazioni. Per domare il rogo i vigili del fuoco stanno utilizzando anche l’elicottero laddove non è possibile arrivare con i mezzi tradizionali.

0AC421C9 CBDF 49A4 A5FD 70E280EDCB5A

CABDF2EA E8B6 4F3D 84FC 8CDC1B650BA7

Auto fuori strada, arriva l’eliambulanza

06 Lug 2019
668 volte
È successo a Cingoli, stamattina intorno alle 6:30. Un giovane alla guida della sua auto stava percorrendo la strada che da Grottaccia di Cingoli arriva a Macerata quando, probabilmente per una disattenzione, è finito nella scarpata. Pare abbia fatto tutto da solo. Sul posto è intervenuto il 118 che ha chiesto l’intervento dell’eliambulanza per il trasferimento a Torrette di Ancona. Le sue condizioni non sembra destino particolari preoccupazioni. Sul posto anche vigili del fuoco e carabinieri.

Inaugurata questo pomeriggio la prima edizione di Appennino Foto Festival

05 Lug 2019
382 volte
Al via ufficialmente da questo pomeriggio la prima edizione di Appennino Foto Festival che, dopo l’inizio a Belforte del Chienti, coinvolgerà fino al 21 luglio i Comuni di Camporotondo, Cessapalombo e San Ginesio.
Una manifestazione organizzata dal gruppo Photonica 3 e che, attraverso la fotografia, vuole riportare l’attenzione sulle meravigliose terre colpite dal sisma del 2016 e dal fenomeno dello spopolamento, valorizzando l’aspetto culturale e naturalistico dei suoi splendidi borghi. Oggi solo il primo di una serie di eventi legati al mondo della fotografia, sul tema della natura e dell’Appennino: Workshop fotografici, conferenze, incontri letterari, tenuti da professionisti di rilievo internazionale, inoltre mostre, degustazioni di prodotti locali, laboratori ed esperienze da far vivere anche ai bambini.

“Due settimane - dice Stefano Ciocchetti del gruppo Photonica 3 - per far conoscere un territorio attraverso le foto. Vogliamo portare la luce della rinascita in quei territori che, a causa del sisma e dello spopolamento stanno passando un momento difficile dal punto di vista della visibilità e della conoscenza.
886B8B6F 8DBB 4E7D BF74 05505331EAF1

Tra i nomi di spicco che interverranno - annuncia - , Maurizio Biancarelli, fotografo di National Geographic, Fabiano Ventura che domani sarà a san Ginesio per un evento sui cambiamenti climatici e Marco Colombo per un workshop al Giardino delle Farfalle di Cessapalombo.

Questo è solo il primo weekend, poi si andrà avanti fino al 21 luglio”.

Soddisfatto il primo cittadino di Belforte del Chienti che ha ospitato l’inaugurazione della manifestazione, presentata da Barbara Olmai: “Nei territori come i nostri - dice - è fondamentale un evento così per il rilancio di questi Comuni, Speriamo che questo sia solo la prima di tante edizioni”.

L’argomento sarà approfondito con foto e interviste nella prossima edizione de L’Appennino 

GS
C961002E 07A3 4B51 9F25 A990CB78223E

525E912F 27F0 43BF A40B E494F2EC1DB6

010888FE C936 4FAD A86E 7D109A49AB3A

Un nuovo radiocollare satellitare per monitorare i lupi nel Parco

05 Lug 2019
100 volte
Donato da WWF Italia grazie alla campagna OASI 2018, servirà per lo studio dei branchi presenti nel territorio del Parco e aree limitrofe. E' il nuovo radiocollare satellitare per il monitoraggio dei lupi che è stato donato al Parco Nazionale dei Monti Sibillini da WWF Italia grazie alla raccolta fondi con gli SMS solidali per la Campagna SOS Lupo, realizzata in collaborazione con la RAI per la Giornata delle Oasi 2018, che ha consentito di raccogliere risorse da destinare ad interventi per la tutela del lupo. “La consegna del radiocollare satellitare fa seguito ad ulteriori donazioni del WWF al Parco già effettuate in passato, e precisamente 4 foto trappole ed un altro radiocollare satellitare. In questo modo si va ad arricchire la dotazione strumentale dell’Ente per lo studio ed il monitoraggio della fauna, nel caso specifico il lupo”. A parlare è Franco Ferroni, membro del consiglio direttivo del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e responsabile per WWF Italia del settore Agricoltura e Biodiversità. “Studiare il lupo, i suoi spostamenti, le sue abitudini alimentari, può aiutarci a capire meglio questa specie non solo dal punto di vista strettamente etologico ma, soprattutto, nelle sue dinamiche di interazione e compatibilità con le attività antropiche del territorio del Parco, in particolare le produzioni zootecniche” prosegue Ferroni. “D’altra parte, la presenza del lupo attesta come il livello di biodiversità di quest’area dell’appennino centrale sia ancora elevato nonostante le crescenti difficoltà dei contesti naturali. Il Parco dei Monti Sibillini, in questo senso, rappresenta un modello grazie anche alla possibilità di proseguire l’esperienza progettuale Wolf.net 2.0 finanziata dal Ministero dell’Ambiente”.

Le ultime catture programmate nell’ambito del progetto Wolfnet 2.0 all’interno del Parco sono state eseguite a dicembre 2018 ed hanno consentito di poter dotare due esemplari di lupo (un maschio e una femmina) proprio di radiocollari. I due lupi hanno fornito una serie di informazioni che integrano le conoscenze su questa specie nel territorio di competenza del Parco: è stata registrata la presenza di 16 nuclei familiari; la dieta è prevalentemente costituita da fauna selvatica (cervo, capriolo, cinghiale) e fonti alimentari di origine antropica (discariche); complessivamente il numero di lupi presenti in area Parco e zone limitrofe dovrebbe attestarsi intorno alle 70 unità.

“Un dato quantitativo che ci conforta, nel senso che conferma una presenza significativa, ma sostenibile, del lupo nei Sibillini, che sta contribuendo sostanzialmente ad un controllo della fauna selvatica di cui si nutre, in particolare dei cinghiali che tanti danni infliggono alle attività agricole presenti all’interno del territorio del Parco e non solo” sottolinea Carlo Bifulco, direttore dell’Ente.


Incidente in superstrada. Traffico in tilt

05 Lug 2019
665 volte
Tamponamento in superstrada, tra Morrovalle e Corridonia in direzione monti. È avvenuto intorno alle 10:30, si tratta di un tamponamento ma sembra che nessuno abbia riportato gravi conseguenze. Sul posto sono giunti i soccorsi del 118, i vigili del fuoco per la messa in sicurezza e la polizia stradale. La carreggiata è rimasta intasata dalle auto.


San Ginesio, il sindaco Ciabocco chiede le dimissioni del consigliere Costantini

05 Lug 2019
1975 volte
Il consiglio comunale di San Ginesio vota la variante al Prg volta ad evitare ulteriori deturpamenti delle aree agricole non edificate, mettendo così fine, almeno formalmente, alla querelle innescata dalla Gea Italiana, il cui legale rappresentante è l’ex consigliere Alessio Costantini di cui il sindaco Giuliano Ciabocco chiede formalmente le dimissioni dalla carica di consigliere comunale.

Di seguito la nota del primo cittadino di San Ginesio:

Il Consigliere Costantini, diversamente da quanto rappresentato nella lettera a firma anche del legale della Gea Italiana srl, non ha mai comunicato ufficialmente e/o formalmente di voler realizzare un impianto di rifiuti nel territorio ginesino.
Questi, in un paio di riunioni del tutto e solo informali ed estemporanee con alcuni membri della Giunta (e mai con tutto l'Organo esecutivo) ha rappresentato, peraltro in maniera solo ipotetica e futuristica, di voler svolgere una nuova attività imprenditoriale nel territorio di San Ginesio senza specificare affatto allocazione, modalità e tempistica di tale attività di cui, inoltre, non ha mai indicato la tipologia, preoccupandosi soltanto di sapere se, quale consigliere comunale gli fosse inibita la possibilità di aprire una nuova e diversa attività imprenditoriale.
Solo successivamente all’acquisto di un terreno, senza comunicare il nome della Società acquirente, in maniera informale ed estemporanea con alcuni membri della Giunta (e mai con tutto l'Organo esecutivo) ha rappresentato l’ipotesi di voler realizzare un non meglio specificato impianto di compostaggio ultra moderno.

Nell'ultimo incontro richiamato dal sig. Costantini nella propria diffida (ma anche in un altro del 18 giugno che il sig. Costantini omette di citare nella diffida), diversamente da quanto ivi sostenuto, questi pur citando la tipologia della presunta nuova attività, non ha presentato e/o illustrato alcun progetto ricevendo, di contro, un secco e deciso rifiuto da parte del Sindaco, degli assessori e consiglieri presenti a qualsiasi tipologia di impianto legato ai rifiuti.
Quindi l'Amministrazione non è mai stata messa a conoscenza di concrete iniziative imprenditoriali ma solo di mere intenzioni imprenditoriali, a carattere meramente embrionale, del consigliere Costantini e non ha perciò mai avallato, neppure implicitamente, l’iniziativa legata alla realizzazione di un impianto di smaltimento di rifiuti sul proprio territorio nè, tanto meno, può quindi aver ingenerato qualsivoglia aspettativa in capo a costui.
Oltretutto le versioni del Costantini sono discordanti tra quanto dichiarato a mezzo stampa e quanto invece scritto nella diffida relativamente alla presenza o meno di un progetto.

L’Amministrazione Comunale di San Ginesio, agendo nella piena legittimità, dando peraltro esecuzione al proprio programma elettorale e di governo a tutela delle bellezze anche naturalistiche del territorio ginesino, con il Consiglio Comunale del 4 luglio 2019 pone fine a questa annosa problematica adottando una variante urbanistica volta ad evitare ulteriori deturpamenti delle aree agricole non edificate, sanando una situazione che poteva essere risolta nel 2013, subito dopo l’approvazione del piano regolatore, redigendo un’apposita variante che regolamentasse le attività insalubri e ancor meglio poteva essere risolta con la delibera n. 22 del 2017 con la quale si è provveduto ad eliminare solo alcune aree insalubri.
Oggi l’Amministrazione comunale, votando favorevolmente la delibera di Consiglio Comunale del 4 luglio 2019, ha risposto con i fatti ciò che la cittadinanza desidera e di cui il territorio già martoriato ha bisogno, che evidenzia la volontà di questa amministrazione di andare incontro all’interesse legittimo della comunità locale e di quelle limitrofe, rispettando il piano della bellezza e la salute e sanità pubbliche.
Vista la diffida inviata dalla Gea Italiana srl, abbiamo già dato mandato al nostro legale di fiducia di tutelare il Comune in tutte le sedi opportune e personalmente ho già dato mandato al mio legale di tutelare la mia persona in quanto Sindaco e buon padre di famiglia.

Inoltre la diffida inviataci dal consigliere comunale attraverso il suo legale fa venir meno il mandato elettorale conferitogli dai cittadini e comporta ora formalmente la nostra richiesta politica di dimissioni.

17enne nei guai per danneggiamento aggravato

05 Lug 2019
1006 volte
Danneggiata la porta dei bagni pubblici. Il sindaco sporge denuncia e nei guai finisce un 17enne. Succede a Corridonia: il primo cittadino si era rivolto ai militari per una porta dei bagni pubblici danneggiata.
I carabinieri si sono messi subito all’opera visionando la videosorveglianza della zona per ore e ore di registrazione finché si sono accorti della presenza di alcuni giovani che discutevano animatamente. I militari li hanno identificati ed hanno poi scoperto che uno di loro, per futili motivi, aveva danneggiato con pugni e calci la porta che comunque è un bene della comunità. Il ragazzo, un 17enne, è stato denunciato per danneggaumento aggravato. 


Insulti social a Salvini, si dimette il consigliere Marco Marsili

05 Lug 2019
435 volte
Aveva dato del fascista al Ministro dell'Interno Matteo Salvini insultandolo e augurandogli la morte sui profili social. Sicuramente una "caduta di stile" da parte di Marco Marsili, consigliere comunale di Camerino, che aveva dato vita ad un battibecco social dopo che il capogruppo di minoranza Gianluca Pasqui aveva sollevato la questione. In serata sono giunte le pubbliche scuse di Marco Marsili che, nel contempo, ha rassegnato le proprie dimissioni da consigliere comunale, accolte dal sindaco Sandro Sborgia."Chiedo pubblicamente scusa per le espressioni utilizzate nei confronti dell'onorevole Salvini - ha scritto Marsili - Le frasi utilizzate, proferite in un momento di minore serenità, non rappresentano la mia indole e il mio animo di persona generosa, tollerante e rispettosa verso tutti. Consapevole della gravità del mio comportamento con grande dolore e senso di reponsabilità ho provveduto a rassegnare con effetto immediato le mie dimissioni dalla carica di consigliere comunale della città di Camerino". Come  detto dimissioni accettate dal sindaco Sborgia che, a nome dell'intera amministrazione comunale, ha preso le distanze dalle dichiarazioni di Marsili sottolineando che si è trattato di un'esternazione del tutto personale che trova la ferma disapprovazione da parte del Sindaco e dell'Amministrazione. 


Belforte del Chienti. Da domani di nuovo attiva la stazione di servizio

04 Lug 2019
1161 volte
Sarà di nuovo attiva da domani la stazione di servizio di Belforte del Chienti.
Dopo più di un anno di mancanza del distributore è il vice sindaco Giampiero Feliciotti ad annunciare la riapertura: "Domani alle 11 abbiamo appuntamento con il responsabile - dice - . Sono già stati inseriti i materiali. Si avvia con il self service ma nel giro di un mese ci sarà il servizio completo del distributore anche con il servizio dell'operatore. Siamo arrivati ad un accordo con la Esso quindi Belforte riavrà il suo rifornimento e cercheremo di metterlo nelle condizioni di efficienza affinchè non ci sia più questa mancanza".

L'argomento sarà approfondito nella prossima edizione de L'Appennino Camerte.

GS

A Fiastra inaugura il nuovo Centro Sportivo frutto della solidarietà

04 Lug 2019
220 volte
Venerdì 5 luglio, alle 17.15, verrà inaugurato il Centro sportivo e ricreativo di San Lorenzo al Lago, struttura che già da qualche mese ospita temporaneamente la scuola primaria Fratelli Ferri ma che solo pochi giorni fa è stata ultimata anche nella sua parte esterna. Il Centro è stato realizzato con il contributo di grandi e piccoli donatori privati, con un finanziamento della Protezione Civile della Regione Marche proveniente dagli SMS solidali e con fondi del Comune.
Un impulso fondamentale alla realizzazione della struttura - che si è rivelata importantissima per affrontare i ritardi dovuti ai problemi nella realizzazione della nuova scuola - è arrivato dalla cospicua donazione che i fratelli Paniccia, proprietari della ICA di Civitanova Marche, hanno fatto al Comune. “Non siamo rimasti fermi di fronte ai terribili sismi che hanno scosso il Centro Italia e il nostro entroterra - ha dichiarato il presidente della ICA Sandro Paniccia -. Abbiamo così deciso, con tutti i fratelli, di fare questa donazione al Comune di Fiastra come segno concreto di speranza, di rigenerazione e di rilancio per un territorio così bello e così importante, anche dal punto di vista turistico. Siamo felici di aver potuto dare il nostro contributo per ricreare il senso di comunità e di relazione attraverso un luogo di ritrovo.”  Il governatore Regionale Luca Ceriscioli ha assicurato la sua presenza al neo sindaco Sauro Scaficchia e l’inaugurazione sarà il momento conclusivo di un pomeriggio di eventi che l’amministrazione comunale organizzerà con gli operatori turistici del territorio.  F.I.A.S.T.R.A., divenuto acronimo di Fare Insieme Attività Sul Territorio Ritornando Agibili, è il nome dell’evento che raccoglie iniziative promozionali di tanti operatori turistici. Un bel pomeriggio che inizierà alle 14.45 con la degustazione di un gelato particolare, frutto della passione e dell’amore per la tradizione di artigiani e allevatori locali: Annette sui monti, gelato di latte di pecora Sopravvissana.   Sarà poi la volta della presentazione di un bellissimo progetto integrato di noleggio e servizi e-bike che ha messo insieme operatori dei comuni di Fiastra, Ussita, Visso e Sarnano. L’ultimo evento, cui seguirà l’inaugurazione del Centro sportivo e ricreativo, sarà l’appuntamento con Silvia Bonomi, allevatrice di pecora Sopravvissana, una preziosa selezione ovina autoctona, che alle 16.00, nei pascoli di altura di Macereto, racconterà la sua storia.

Modulo1

Contram, un nuovo orario di trasporto urbano a Camerino

04 Lug 2019
231 volte
Cambiata la viabilità a Camerino e Contram spa risponde alle rinnovate esigenze attraverso un nuovo orario di trasporto urbano. A partire da lunedì 8 luglio e fino al 15 settembre, infatti, proprio per venire incontro alle esigenze dettate dalla nascita di nuovi quartieri e di nuove strade l’azienda di trasporti ha previsto delle modifiche ai propri servizi. Gli utenti possono trovare i dépliant presso tutte le rivendite Contram di Camerino, a bordo degli autobus, presso la biglietteria Contram, presso l’agenzia viaggi Camars, on line sul sito www.contram.it, e dall’8 luglio anche ad ogni fermata.


Tolentino, ladri in tappezzeria. Bottino da circa 20mila euro

04 Lug 2019
219 volte
Hanno fatto razzia di pellami e attrezzatura da lavoro. I ladri hanno potuto agire indisturbati due notti fa, nell’azienda MF Interiors, a Tolentino. Si sono introdotti nell’azienda che produce tappezzeria per macchine dall‘ingresso principale. L’allarme non è scattato e così i malviventi hanno potuto fare tutto con molta calma. Hanno preso pellame, denaro in contante per circa 3mila euro, attrezzi da lavoro. Il valore si aggira sui 20mila euro e i titolari dell’azienda si sono accorti di quanto avvenuto solo ieri mattina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Tolentino che hanno esaminato le immagini della videosorveglianza dalle quali è emerso che i ladri hanno agito in due, e resta da capire se ci fosse anche una terza persona far da palo. 
I militari sono a lavoro per risalire all’identità dei due soggetti.

Artificieri intervengono a Camerino. Sospetto pacco bomba, dentro c’era un antico cassetto

04 Lug 2019
291 volte
Un antico cassetto impacchettato e abbandonato di fronte al portone della casa di riposo. È successo stanotte intorno alle 23:45 in località Le Mosse a Camerino. I carabinieri hanno transennato la zona e chiesto l’intervento degli artificieri. Alcuni operatori della struttura si sono accorti di un sacco blu chiuso da nastro adesivo. I militari hanno fatto intervenire gli artificieri da Ancona e Perugia poi il pacco è stato allontanato con tutte le tecniche precauzionali del caso dal portone ed è stato fatto brillare in un luogo disabitato. Una volta distrutto è stato appurato che si trattava solo di un vecchio cassetto.
"Un'esperienza incredibile - dichiara Luigi Vannucci, presidente di Casa Amica, testimone diretto dell'episodio - Il nostro personale si è subito adoperato, dopo aver allertato i carabinieri, nel seguire tutte le disposizioni delle Forze dell'Ordine per garantire la sicurezza degli ospiti della casa di riposo. personalmente ho vissuto un misto di sentimenti di incredulità, paura e infine rabbia visto che tutto alla fine sembra aver assunto i contorni di una bravata di pessimo gusto".


37364195 C1B3 46ED A78B 1273F63CF512

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo