Marche un'impresa che riparte

03 Ott 2018
788 volte

Quinta e ultima tappa del progetto “Marche un'impresa che riparte” ideato dall’associazione di promozione sociale “Con in faccia un po’ di sole” in collaborazione con Legambiente Marche, allo scopo di promuovere, valorizzare e raccontare il territorio colpito dal sisma. Domenica 7 ottobre a Castelsantangelo sul Nera l’evento conclusivo. Partita il 13 luglio scorso, l’iniziativa ha già fatto tappa a Belforte del Chienti, San Severino Marche, Serrapetrona, Valfornace.

WhatsApp Image 2018 10 03 at 14.29.17

“ Come appuntamento finale- spiega Lucia Paciaroni- abbiamo scelto il comune di Castelsantangelo sul Nera, uno dei centri dell’entroterra tra i più colpiti dal sisma, attraverso l’organizzazione di un programma molto ricco: la mattina faremo un'escursione con una guida ambientale e, a seguire, ci sarà il pranzo alla Norcineria Alto Nera. Nel pomeriggio, insieme a Barbara Olmai, si darà vita ad una serie di testimonianze che offriranno l’occasione per conoscere un po' di realtà del territorio e numerosi progetti che si occupano delle aree colpite dal sisma. Riteniamo che sia un modo per far rivivere un territorio e, del resto, gli eventi che abbiamo svolto fino a oggi hanno interessato con successo, diverse località della provincia di Macerata. L’intento è quello di far conoscere le persone e ciò che il territorio ha da offrire.

WhatsApp Image 2018 10 03 at 14.29.16

 

Da parte nostra- conclude Lucia Paciaroni- c’è soddisfazione per quello che è stato fatto finora e, soprattutto, della partecipazione di tanta gente arrivata da tutta la regione e anche oltre. Domenica scorsa eravamo a Serrapetrona e siamo stati lieti di notare la presenza di molte persone giunte addirittura dalla Puglia, unitesi alle numerose del luogo che non conoscevano realtà a loro molto vicine. La cosa che ci ha colpito è che molti cittadini del posto, sono rimasti stupiti dal constatare che, a 2 anni dal sisma, il territorio ferito presenta ancora una lunga serie di problematiche che pensavano fossero oramai risolte”.

Carla Campetella  

 

WhatsApp Image 2018 10 03 at 14.30.57 1

 

WhatsApp Image 2018 10 03 at 14.29.17 1

 

WhatsApp Image 2018 10 03 at 14.34.46

Teatri di Sanseverino: via alla campagna abbonamenti

03 Ott 2018
72 volte

 

Al via la nuova campagna abbonamenti dei Teatri di Sanseverino. Nel cartellone della nuova stagione, sette spettacoli di prosa al Feronia, nove film all’Italia e più di cento eventi tra musical, concerti, recite dialettali, mostre, Incontri con l’Autore, appuntamenti con la rassegna Altre Culture e tanto altro ancora.

Il botteghino del teatro comunale Feronia, in piazza Del Popolo, sarà aperto da giovedì 4 a domenica, dalle 16 alle 20, per il rinnovo degli abbonamenti. Da mercoledì 10 a venerdì, sempre dalle 16 alle 20, inizierà invece la vendita dei nuovi abbonamenti che possono essere prenotati anche telefonicamente al numero 0733641296 solo mercoledì 10, dalle 9 alle 12 (sarà poi obbligatorio ritirare e pagare i nuovi abbonamenti entro le ore 20 dello stesso giorno sempre presso il botteghino del Feronia).

I prezzi degli abbonamenti per i sette spettacoli al Feronia a posto fisso, un diritto di prelazione e i nove film all'Italia a posto libero sono i seguenti: platea e posto palco settore A, 150 euro, posto palco settore B/1, 120 euro, posto palco settore B/2, 90 euro , posto palco settore C e loggione, 80 euro, loggione ridotto 40 euro (sconto giovani fino a 26 anni compiuti, Feronia loggione in piedi e Italia posto libero).

Questi, invece, i prezzi dei biglietti: per gli spettacoli in abbonamento al Feronia platea e posto palco settore A, 25 euro, posto palco settore B/1, 20, euro, posto palco settore B/2, 16 euro, posto palco settore C e loggione 14 euro, posto in piedi loggione 10 euro. Vendita biglietti e prenotazioni telefoniche presso il botteghino del Feronia (0733 634369) il giorno dello spettacolo dalle 18 alle 20,45 se serale, dalle 15 alle 17 se pomeridiano. Le prenotazioni telefoniche vanno confermate con l'acquisto del biglietto almeno 30 minuti prima dell'inizio della recita, per un massimo di 4 biglietti. Per la rassegna cinematografica, ingresso ad offerta per i non abbonati mentre per gli Incontri con l'Autore e gli incontri con le Altre Culture l’ingresso è gratuito. L’apertura della nuova stagione in abbonamento saràaffidata al più importante scrittore italiano contemporaneo, Alessandro Baricco, che inaugura (venerdì 12 ottobre alle ore 20,45) con un testo emblematico, Novecento”, da cui Giuseppe Tornatore trasse il film di grande successo “La leggenda del pianista sull’oceano”. Protagonista Eugenio Allegri, interprete che ha portato il testo al successo insieme al regista Gabriele Vacis. Negli anni fra le due guerre, abbandonato sulla nave dai genitori e ritrovato sopra un pianoforte da un marinaio, Danny Boodman Novecento trascorre tutta la sua esistenza a bordo del piroscafo Virginian, senza trovare mai il coraggio di scendere a terra. Impara a suonare il pianoforte e vive di musica e dei racconti dei passeggeri. Sul grande transatlantico, Novecento riesce a cogliere l'anima del mondo.

g.g.

Solidarietà per San Severino dal Gruppo Amatori 500

03 Ott 2018
236 volte

La passione per la mitica Fiat 500, la super utilitaria nata nel ‘57 e che ha scritto la storia automobilistica del nostro Paese, ha unito San Severino alla Sardegna. Nei giorni scorsi trentadue collezionisti e appassionati della piccola vettura della casa di Torino hanno acceso e scaldato i motori prima della partenza alla volta della costa Smeralda dove hanno preso parte al mega raduno delle Cinquecento ospitato ad Olbia. 

Alla comitiva si sono aggiunti anche amici arrivati da Roma, Giulianova, Foligno, Rimini e Viterbo per una breve vacanza relax organizzata dalla Agenzia Domizioli Viaggi e che ha visto i partecipanti girare per diversi giorni per le strade sarde.

Il gruppo dei cinquecentisti settempedani, guidato da Giovanni Cavallini, di ritorno a casa si è reso poi protagonista di un significativo gesto di solidarietà con la consegna di un contributo in denaro al Comune destinato alla nuova scuola provvisoria inaugurata di recente in via Lorenzo d’Alessandro. L’aiuto è stato raccolto tra tutti gli iscritti al Gruppo Amatori 500 di San Severino ed è stato consegnato al sindaco della città, Rosa Piermattei.  

g.g.

Camerino: togliere i divieti e aumentare i parcheggi

02 Ott 2018
817 volte

Pioggia di multe per divieto di sosta nella zona del parcheggio meccanizzato di viale Emilio Betti. Nell’area tra il viale e le sottostanti vie Muzio e Sant’Agostino, si trova ad essere concentrata oltre una decina di segnali di divieti di sosta e, soprattutto in concomitanza con la ripresa delle lezioni universitarie e scolastiche, la penuria di posteggi regolarmente contrassegnati , ha generato diverse situazioni di stazionamento irregolare, giustamente sanzionate dall’intervento degli agenti della polizia municipale.

ingresso parcheggio

A ben vedere, considerato che in zona è localizzato un numero rilevante di strutture quotidianamente raggiunte in auto da chi vi studia e lavora, non sarebbe una cattiva idea poter ripristinare l’utilizzo dell’ampio parcheggio di viale Emilio Betti. A seguito del sisma del 2016, la struttura avrebbe infatti riportato alcune lesioni riguardanti principalmente due travi dei sotterranei, danno che, a detta dei tecnici che vi hanno effettuato sopralluoghi, potrebbe essere risolto con modica spesa e, grazie all’utilizzo delle nuovissime tecnologie di ristrutturazione , anche nel giro di breve tempo. Sono in molti a sostenere che riuscire a sanare una situazione che si protrae immodificata ormai da due anni, potrebbe servire ad arginare in quell’area il fenomeno del parcheggio selvaggio o irregolare. Ne potrebbe derivare senz'altro il risultato di un numero minore di infrazioni al codice della strada di chi, molto spesso non ha altra alternativa.

segnali di divieto

Segnali di divieto di sosta 

Solo per dare l’idea delle strutture d’interesse allocate nell'area, si possono ricordare il collegio D’Avack e la mensa universitaria dove stante la ripartenza delle lezioni, sono tornati a vivere e gravitare numerosi studenti; nella stessa struttura del D’Avack sono ospitate da due anni le scuole medie ‘Boccati’; poco distante c’è poi il dipartimento di Chimica della Scuola di Scienze del farmaco e dei prodotti della salute di Unicam, il cui parcheggio superiore di viale sant’Agostino è utilizzabile dai soli docenti e comunque non sufficiente nei numeri. Morale della favola, costellata da oltre una decina di divieti di sosta, tutta l’area è quotidianamente raggiunta da un consistente numero di auto e persone che, per necessità didattiche o lavorative, non hanno altra maniera di sostare che proprio in quei luoghi, talvolta anche rischiando la sanzione.

C.C.

Macchine multate lungo il viale 

macchina multata

 

Il nuovo arcivescovo Massara nomina il segretario personale: è don Domenico Romano

02 Ott 2018
1036 volte

Non arriverà da solo, a Camerino, il nuovo arcivescovo Francesco Massara. Con lui ci sarà anche don Domenico Romano, attualmente vice parroco della comunità Gesù Salvatore di Vena di Ionadi, in provincia di Vibo Valentia. Si tratta di un giovane, 34 anni originario di Mileto, che verrà nel territorio marchigiano con Monsignor Massara per prestare servizio come suo segretario personale. Un incarico importante la cui scelta, stando a fonti vibonesi, avrebbe origine qualche anno fa, nel periodo in cui entrambi si trovavano a Roma. Don Massara ricopriva i suoi incarichi in Santa Sede, mentre il giovane sacerdote era uno studente al Pontificio Seminario romano maggiore. Per don Domenico l’impegno è già iniziato, giacché si sta occupando dell’organizzazione della cerimonia di ordinazione di Monsignor Massara che avverrà sabato pomeriggio alle 17 nella basilica-cattedrale di Mileto. Per festeggiarlo, fra le altre cose, partirà da Camerino una nutrita delegazione, circa 50 persone. 

Il nuovo arcivescovo, originario di Drapia, prenderà possesso della cattedra dell’arcidiocesi di Camerino-San Severino il prossimo 21 ottobre: alle 9:30 pregherà davanti all’urna del Santo Patrono Venanzio, alle 10 l’accoglienza e il saluto delle autorità nella sede Contram alle Mosse, alle 11 la Santa Messa per l’inizio del ministero episcopale all’Auditorium Benedetto XIII. Domenica 28 ottobre invece sarà a San Severino dove è prevista la Messa alle 18 nella chiesa di San Lorenzo.

g.g.

Treia: in fiamme un capannone

02 Ott 2018
190 volte

A fuoco un capannone in contrada Valcerasa, a Treia. È successo la scorsa notte intorno alle 23:30, un incendio è divampato in una struttura di 65 metri quadri adibita a capannone, in metallo e legno. All’interno un furgone, alcuni mobili e attrezzi da lavoro: tutti sono stati avvolti dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con un autopompa serbatoio e 14 uomini che hanno spento il fuoco e messo in sicurezza la zona. Non ci sono stati danni a persone.

G.G.

Iniziata la demolizione del complesso scolastico " De Amicis" di Muccia.

02 Ott 2018
1125 volte

Iniziata la demolizione degli edifici scolastici lesionati di Muccia. Al loro posto sorgerà la nuova struttura donata dalla Fondazione Andrea Bocelli in sinergia con Mediolanum Onlus con l’obiettivodi restituire il complesso delle primarie e delle scuole dell’infanzia De Amicis” alla comunità Le pagine dei ricordi, cedono il passo alla nuova storia che, grazie al magnanimo gesto, si avvia ad essere scritta. E’ la sesta struttura scolastica che la fondazione della famiglia Bocelli realizza a favore delle comunità, ultima in ordine di tempo quella inaugurata la scorsa primavera a Sarnano. Non solo un luogo per la didattica ma uno spazio antisismico sicuro, con funzione aggregante per la popolazione. A sottolinearlo la direttrice generale della Fondazione Laura Biancalani, presente  con il sindaco Mario Baroni alle operazioni di abbattimento, che vedono impegnata la sezione operativa della Regione Marche dei Vigili del Fuoco, con mezzi da Macerata e Ancona e personale in turnazione  proveniente dagli stessi comandi oltre che da Pesaro e Ascoli Piceno. I lavori sono seguiti e diretti dal comandante provinciale di Macerata Pierpaolo Patrizietti. Nella polvere e nelle pietre che cadono, un flusso di ricordi e un misto di sensazioni discordanti." Come lo è stato per Sarnano- dichiara la direttrice generale della Andrea Bocelli Foundation Laura Biancalani- è una giornata di forti emozioni; per noi, è un privilegio vivere quella che non è solo la demolizione di un edificio, ma rappresenta il primo atto della rinascita di Muccia. Ne abbiamo parlato anche con i bambini che, davanti a questo pezzo di storia che se ne va. hanno visto le loro insegnanti con le lacrime agli occhi  Con tutti loro  abbiamo fatto un percorso per decidere quale sarà la loro nuova struttura che deve essere e sarà,  il primo atto di rinascita del paese. Siamo qui per questo e ne siamo fermamente convinti. Lo stesso maestro Andrea Bocelli, reduce da un concerto in Brasile, sta seguendo da lontano tutte le operazioni. In tutto il progetto non c'è  solo il supporto degli amici donatori, ma  c'è la collaborazione di tutta la comunità.  Ci sono le energie del sindaco e quelle fondamentali dei Vigili del Fuoco che hanno risposto con uno straordinario impiego di mezzi e personale, affinchè il tutto possa essere concluso in breve tempo". 

Bimbi Muccia 2

E' lo stesso comandante provinciale Patrizietti a confermare la velocità delle operazioni che dovrebbero concludersi nel giro di due settimane. Il volto del sindaco Mario Baroni non nasconde una sensazione di tristezza e commozione: " Su quei banchi si sono seduti tutti i bambini di Muccia e assistere alle operazioni di abbattimento dell'edificio, smuove tanti ricordi; d'altra parte- continua il primo cittadino-, è un primo passo necessario per guardare al futuro e un segno concreto di ripartenza per tutti noi. Non ci stancheremo mai di ringraziare di cuore le Fondazioni Bocelli e Mediolanum  per averci dato la possibilità di avere strutture nuove e sicure  in tempi rapidissimi".  Il sindaco ha anche preannunciato a breve la realizzazione a Muccia  di una struttura polivalente che fungerà da centro sociale e ambulatorio medico. Sorgerà, grazie a Croce Rossa Italiana, nella piccola area commerciale, a ridosso delle Soluzioni Abitative di Emergenza di Pian di Giove. 

C.C.

Bimbi Mucia 1

 demolizione SAcuola Muccia 1bis

 

A Camerino "Febbre a 45 giri". Indietro negli anni '60

02 Ott 2018
235 volte

Ha già incantato l’Arena Gigli, a Porto Recanati, con un migliaio di spettatori. E giovedì 11 sarà la volta di Camerino. “Febbre a 45 giri” fa infatti tappa nella città ducale, all’Auditorio Benedetto XIII di Camerino. Si tratta dello spettacolo itinerante organizzato dall’Associazione Fontana e dedicato alla musica degli anni ’60. Lo spettacolo farà rivivere la musica di quegli anni, e quindi le maggiori copertine dei dischi 45 giri, attraverso le voci di giovanissimi talenti del territorio maceratese affiancati da artisti, cantanti e musicisti, di più esperienza.

Lo spettacolo sarà ospitato anche nei teatri di San Severino (7 dicembre), Treia (il 31 dicembre, con cena), Tolentino, Cingoli, Matelica, Morrovalle, Castelraimondo, Civitanova (date da definire ma comunque entro marzo 2019) per un totale di dieci spettacoli.

g.g.

febbre

San Severino: nuovo portale per il turismo

01 Ott 2018
224 volte

Un nuovo portale per San Severino dedicato al turismo. E’ stato presentato in anteprima al sindaco di San Severino Rosa Piermattei, all’assessore al Turismo e alle Attività Produttive, Jacopo Orlandani, all’assessore alla Cultura, Vanna Bianconi, il nuovo portale web dedicato alla bellezze e ai tesori del territorio settempedano, www.turismosanseverinomarche.it

La presentazione ha avuto luogo nella sede della Pro Loco, che collabora all’iniziativa, alla presenza anche del presidente, Andrea Migliozzi.

Donato alla Città come ulteriore “vetrina” per farsi conoscere, il sito presenta nella sua homepage diverse destinazioni: la suggestiva piazza del Popolo, l’incantevole borgo di Elcito ma anche il castello al Monte e il castello di Pitino. Tra le altre mete i borghi, i santuari e i dintorni di un territorio vasto e ricco di tesori. Si va da una panoramica sui castelli di Colleluce, Isola, Carpignano, Serralta, Aliforni, alle rocche di Monte Acuto e Schito, dalla chiesa di Santa Maria delle Vaccarecce ai santuari di Colpersito, dei Cappuccini e del Glorioso. Tra le proposte di tour anche una visita alla fonte delle Sette cannelle e al viadotto di San Bartolomeo.

Particolarità del sito è che tutte le immagini sono state girate con i droni. Navigando tra le proposte del sito, sarà anche possibile vivere singolari viaggi avventura come il trekking a Villa d’Aria o il canyoning sul fosso del Crino o dedicarsi a escursioni di gommoning sul Potenza oltre che ad altri sport.

Il portale dedica poi una sezione agli eventi e offre la possibilità di prenotare una struttura per soggiorni a San Severino. Alle strutture ricettive al momento non presenti viene offerta la possibilità di registrarsi.

g.g. 

Nuova ripartenza per “ Anna Maria” Cartoleria Edicola Merceria. Riapertura a piazza San Domenico

30 Set 2018
2084 volte

A Camerino, riapre i battenti da piazza San Domenico, la Cartoleria, rivendita giornali e merceria “Anna Maria”. Trascorsi circa due anni di attività nel piazzale del City Park, alle 7.30 di lunedì 1 ottobre, Anna Maria Monteneri rialzerà la serranda del suo storico negozio. Un ritorno alle origini, vissuto con tanta emozione e con lo stesso spirito grintoso che ha già caratterizzato lo spostamento di mobilio e articoli nella confortevole casetta di legno, da dove ogni giorno ha accolto col sorriso i suoi clienti. Ai tempi dell’emergenza e del dopo sisma, parole come provvisorio, temporaneo, definitivo, per commercianti e abitanti sono diventate concetti più che relativi. Si vive giorno per giorno, con la consapevolezza che le uniche parole che non debbono mai mancare all'appello sono forza, coraggio e resistenza. E’ con questo spirito guerriero e positivo, rinvigorito dalla bellissima esperienza vissuta con i suoi colleghi di lavoro al City Park, che Anna Maria riparte un’altra volta. Ultimati i piccoli lavori di sistemazione all’immobile che ospita i locali di piazza San Domenico, si è potuta rimettere in moto la catena del nuovo spostamento di banconi e merce in vendita, attrezzando gli spazi per la riapertura. “ Lo spirito è buono- dice Anna Maria Monteneri - Come sempre sono speranzosa e pronta a lavorare anche se, un po’ mi dispiace lasciare la piazzetta di via Madonna delle carceri e tutti quei colleghi commercianti con i quali si è instaurata una bellissima amicizia. E’ però arrivato il momento di decidere lo spostamento : la struttura in legno che abbiamo acquistata e impiantata subito dopo il sisma per poter continuare a svolgere il nostro lavoro, dovrà essere infatti smantellata dal piazzale e, tra poco, gli altri negozianti delocalizzeranno le attività nella nuova area commerciale. Dovendo pertanto decidere di fare comunque il trasferimento, anziché aspettare l’inverno, anche per la tipologia di articoli della mia attività, ho preferito organizzare il tutto con il favore di un clima più mite.  E' anche vero che tutto il mio arredamento era rimasto all’interno del negozio originario, per cui ho ritenuto opportuno far ritorno a quella situazione. Quello che mi conforta- conclude Anna Maria- è che in piazza San Domenico comincia a vedersi un bel movimento di persone. In zona ci sono già delle attività riaperte, studenti e famiglie tornati ad abitare nelle case, per cui non mi sento sola e ho la speranza che tutto potrà procedere per il meglio”.  Gli orari del negozio sono i consueti: aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00. Domenica apertura solo mattutina,  dalle 8.30 alle 13.00.

C.C.

Nella foto, la Cartoleria-rivendita giornali e merceria " Anna Maria" in piazza San Domenico. 

Negozio Anna Mari

 

Nella foto sotto, la 'casetta negozio" di Anna Maria nel piazzale del City Park

CASETTA aNNA mARIA

Albero cade su motociclista. In volo l’eliambulanza

29 Set 2018
2338 volte

Grave incidente a Tolentino, in viale dei Cappuccini, poco dopo le 18.

Un albero si è abbattuto proprio sopra un motociclista che stava percorrendo il viale.

L’uomo residente a Tolentino F.P. di 62 anni, è stato schiacciato dal peso dell’albero. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi, i carabinieri, la Polizia Locale e i Vigili del Fuoco.

I sanitari del 118 hanno allertato l’eliambulanza che ha provveduto a trasportare il ferito all’ospedale di Torrette di Ancona.

I Vigili del Fuoco con un’autoscala hanno provveduto a mettere in sicurezza l’albero.

Sul posto anche i carabinieri della locale stazione.

(servizio in aggiornamento)

gs

6C53FF29 0EFF 4516 823F 2B444E1CFA19

Cassarà, Trapassi e Bartolotta: in loro memoria un viale e un piazzale a Tolentino. FOTO

29 Set 2018
2811 volte

“Abbiamo il dovere di far capire ai giovani che il lavoro si trova nella legalità e che la mafia è parte attiva dove c’è disagio sociale. Dobbiamo dimostrare con forza e determinazione che tutti insieme siamo forti”. 

Con queste parole il Sottosegretario del Ministero all’Interno Stefano Candiani si è rivolto ai presenti, oggi pomeriggio, alla manifestazione per l’intitolazione di un viale e un largo in zona Pace, a Tolentino, alle vittime della mafia e in particolare al vice questore di Polizia Antonio Cassarà e i Carabinieri, Maresciallo Mario Trapassi e l’Appuntato Salvatore Bartolotta. Per l’occasione, presenti i vertici provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia, il prefetto Iolanda Rolli e il Questore Antonio Pignataro, all’epoca collaboratore di Cassarà a Palermo quando fu ucciso dalla mafia, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Michele Roberti, alcuni familiari delle vittime e il vescovo Nazzareno Marconi.

tolentino

“Quella di oggi - ha detto il sindaco Giuseppe Pezzanesi rivolgendosi ai sindaci presenti - è una cerimonia che deve essere succo e spinta quotidiana del nostro lavoro. Con i bambini delle scuole abbiamo visto immagini di una barbarie senza precedenti. La mafia sembra più fiacca ma non è mai scomparsa da questo Paese ma anzi è disseminata sul territorio in zone in cui non erano presenti. Affinché il sacrificio di uomini come quelli che ricordiamo oggi non sia vano dobbiamo vegliare sulla democrazia e la libertà conquistata con le guerre. Senza coraggio non si va da nessuna parte - ha sottolineato - senza coraggio non si sconfigge la mafia. Dobbiamo tutti impegnarci, in un Paese che si tuo considerare civile, a sradicare questa piaga che è camuffata in tutti i livelli della nostra società”. Insomma, quella di oggi non è stata una inaugurazione qualsiasi ma dedicata a tutti coloro che tengono ai valori accennati da Pezzanesi.

tolentino 5

Dal colonnello Roberti, una riflessione sul senso della giornata di oggi: “Questa nobile iniziativa vuole affermare un principio culturale, un forte senso civico. Questi spazi potranno diventare il posto in cui idealmente, ogni anno, ricordare le vittime della mafia, il loro sacrificio che ha contribuito all’affermazione dei valori fondanti di una comunità sana, quello della libertà, democrazia, giustizia e legalità. Oggi - ha aggiunto - ci ricordiamo anche che nulla di tutto ciò può essere dato per scontato. Dobbiamo conservarli quotidianamente e gelosamente e col trasferimento di azioni esemplari ai nostri giovani che rappresentano il futuro. Le targhe che oggi scopriamo parleranno ogni giorno, parleranno del loro modello di vita, del loro esempio. Ai giovani dico: sono questi i modelli che vi rendono uomini e donne migliori”.

tolentino 7

Commosso il questore di Macerata Antonio Pignataro, che ha ringraziato il sindaco Pezzanesi per aver accolto l’idea di intitolare i nuovi spazi della città alle vittime della mafia. 

“La nostra società non dovrebbe aver bisogno di eroi se ognuno facesse il proprio dovere. Il loro esempio deve seguire per indirizzare la nostra missione istituzionale improntata a spirito di servizio e senso di responsabilità. Il vice questore Cassarà - ha sottolineato - ha rappresentato per me una stella cometa che mi ha guidato, ancora giovanissimo, mi ha fatto crescere professionalmente, mi ha insegnato l’importanza di svolgere il nostro lavoro e rappresentare lo Stato con disciplina e onore. Sono morti consapevoli che il loro lavoro sarebbe stato un esempio e che avrebbe contribuito a dare convinzione che la giustizia non sia un’illusione ma una realtà. Quando un uomo muore, muore un mondo intero fatto di esperienze, sogni, speranze, gioie, amori e progetti futuri”.

 

g.g.

tolentino 10

tolentino 2

tolentino 4

tolentino 8

tolentino 11

tolentino 6

tolentino 12

tolentino 14

tolentino 13

 

 

Pievebovigliana, pronta ad accogliere la tre giorni di " Sciame in Festa"

29 Set 2018
1444 volte

A Pievebovigliana, il prossimo fine settimana sarà all’insegna dell'evento conclusivo di uno Spazio Costruito Insieme Aperto a Molteplici Esperienze: in una parola “S.C.I.A.M.E in festa”. Tre giornate, quelle di venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 ottobre, da vivere insieme alle Azioni partecipative della rete S.L.U.R.P,  per celebrare la conclusione del progetto “Sciame” che ha prodotto una trasformazione partecipata del cortile della nuova scuola prefabbricata di Pievebovigliana. “ Intendiamo celebrare quello che abbiamo costruito insieme – spiega Anna Lisa Pecoriello dell’associazione fiorentina “La città bambina”- Abbiamo pensato ad una festa che potesse riunire tutti gli abitanti, gli insegnanti e i bambini di Pievebovigliana. Coinvolta con la nostra associazione e con “Les Friches” che ha partecipato con noi alla costruzione del cantiere di Sciame, sarà la rete “Slurp” di cui facciamo parte e il cui acronimo sta per Spazi Ludici Urbani a Responsabilità Partecipata che sviluppa l’idea che l’elemento ludico non debba essere il semplice gioco standard che si acquista e si installa ma, qualcosa che nasca dalla creatività dei bambini stessi, per una modalità di gioco più stimolante e fantasiosa. La festa nasce dunque come conclusione del cantiere e – continua Anna Lisa Pecoriello- vorremmo farne anche un momento di riappropriazione di alcuni luoghi che attualmente vivono un po’ di abbandono, come ad esempio la vecchia piazza del paese, ormai svuotata della sua funzione, essendo tutte le case intorno lesionate e priva di riferimenti come il piccolo bar prefabbricato che ha funzionato solo nel periodo dell'emergenza. Ci piacerebbe  che la piazza Vittorio Veneto, anche solo per una sera, ritrovasse la sua funzione di luogo d’incontro tra le persone. E la festa coinvolgerà anche gli spazi intorno alle ‘casette’, all’interno delle quali si svolgeranno dei piccoli laboratori di progettazione partecipata con il coinvolgimento degli abitanti da poco rientrati in paese, per provare ad immaginare un modo per dare qualità a quegli spazi pubblici dell’area, per ora freddi e privi di elementi di riappropriazione. Insieme agli abitanti delle ‘casette’ verrà costruita anche la festa “ Sciame Super Dance”. Una festa- conclude la responsabile dell’associazione-, ispirata alla danza che usano le api per comunicare tra di loro e che è stata un po’ la metafora che ci ha portato a chiamare “Sciame “ tutto il progetto. Pievebovigliana è la città del miele, la parola richiamava allo stesso sciame sismico ma sciame, significa anche comunità e dunque possibilità di ricostruire”.

Il programma della tre giorni di “Sciame in festa”, inizia venerdì 5 ottobre con una mattinata di ‘Viandanza’, proposta di gioco per sentire e immaginare lo spazio a partire dal corpo: A seguire, gli spazi della Scuola Ugo Bassi, saranno animati dal laboratorio che vedrà coinvolti gruppi di bambini e ragazzi della scuola. Pomeriggio dedicato ala comunità che potrà vivere innanzitutto l’esperienza di “Intrecci”, sessione di lavoro partecipata, per sentire, ascoltare, condividere e immaginare lo spazio, a partire dal corpo e, successivamente, il laboratorio con gruppi di abitanti, negli spazi tra le case prefabbricate del nuovo quartiere SAE. Si continua con l’artista Valeria Muledda di Studiovuoto che guiderà alla creazione di “Sciame Super Dance”, festa condivisa ispirata alla danza delle api. Sabato 6 ottobre, mattinata caratterizzata dalle azioni partecipative con gli abitanti e realizzazione di spazi temporanei tra le casette. Pomeriggio dedicato alla preparazione e allestimento della festa serale “Sciame Super Dance” che, rivolta a tutti gli abitanti, prenderà il via in serata da piazza Vittorio Veneto, con cena condivisa “porti e offri”. Gran finale domenica 7 ottobre con “Slurp meeting”, incontro mattutino di scambio sulle pratiche della rete Slurp, aperto a insegnanti e abitanti, presso la scuola Betti di Pievebovigliana.

Carla Campetella

 

 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo