Caldarola, la piazza rivive con la "Giostra de le Castella"

03 Ago 2019
333 volte
Una piazza che, sia pure visibilmente ferita e con le opere di messa in sicurezza a testimoniare il dramma ancora presente, torna a rivivere dopo i lunghi mesi bui del post terremoto al suono dei tamburi e con lo sventolio delle bandiere. E' tornata nella sua location originaria, quella di piazza Vittorio Emanuele, l'edizione 2019 della "Giostra de le Castella", manifestazione che fa rivivere a Caldarola il suo passato rinascimentale e che domani, domenica 4 agosto, avrà il suo culmine con la disputa del palio. Un antipasto ricco di significati quello vissuto nel pomeriggio di sabato, quando davanti agli occhi commossi dei caldarolesi e non, tornati in quello che da sempre è il loro luogo di aggregazione, il gruppo dei giovani tamburini di Caldarola, ricostituitosi grazie all'impegno di Ugo e Morena e anche loro, vista l'età, segno di speranza futura, hanno fatto da corona all'ingresso in piazza del Palio, aprendo il corteo storico, seguiti dai tamburi e dagli sbandieratori della "Pandolfaccia" di Fano, che ancora una volta hanno manifestato con la loro presenza la solidarietà nei confronti del paese dei Cardinali Pallotta.
Così, dopo l'annuncio del Baiolo e il giuramento dei Priori delle 5 Castella in lizza, Caldarola, Croce, Pieve Favera, Valcimarra, Vestignano, sì è svolta la prima gara della manifestazione, quella del tiro con l'arco, che ha visto la vittoria di Caldarola (Stefano Corradetti, Alexandra Todea, RIccardo Svegliati), seguita da Pieve Favera (Rino Di Filippo, Michelle Aniello, Alessandro Antenucci), Valcimarra (Marco, Evelina e Giacomo Feliziani), Croce (Fulvio e Matteo Biondi, Stefano Di Filippo)), Vestignano (Enrico Palmioli, Diego Balili, Michele Biondi). Come detto, domenica gran finale con le altre gare tradizionali del taglio del tronco, del tiro alla fune e della corsa dei cornuti.

Classifica Provvisoria: Caldarola p. 20, Pieve Favera p.17, Valcimarra p. 15, Croce p. 12, Vestignano p. 10.

f.u.

piazza palio1


piazza palio


caldarola corteo



cena piazza

Ricostruzione." Serve una svolta definitiva". Da Camerino, nuovo allarme degli architetti.

03 Ago 2019
280 volte
Nuovo allarme sui ritardi, sulle problematiche e le forti criticità che stanno  compromettendo  le  attività  di  ricostruzione e di messa in sicurezza di edifici e territori. A  quasi tre  anni dal  sisma, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e Ordini delle Province di Ancona, Fermo, Macerata, Ascoli Piceno, Perugia, Terni, Aquila, Teramo, Rieti, hanno scelto Camerino per il lancio di un nuovo monito alla politica e alle istituzioni 

 “I Presidenti delle Regioni interessate e i politici locali - hanno sottolineato - siano promotori, anche con iniziative radicali, di una significativa svolta nella ricostruzione. Grave la mancanza, ad oggi, di una strategia che, al di là della mera ricostruzione fisica degli edifici, punti innanzitutto alla creazione di un  nuovo sistema socio economico, il solo che può costituire il vero motore della ripresa, rappresentare per le popolazioni una alternativa di vita ed attrarre chi non tornerà più se non si creano le condizioni di stimolo a ritornare”.

“Purtroppo la ricostruzione sta diventando il terreno di scontro politico che impedisce una lucida visione a medio e lungo termine, del futuro dei territori del cratere, a livello paesaggistico, economico, sociale, culturale e - non da ultimo - demografico, necessaria per esaltarne le tante peculiarità storiche e ambientali e per impostare, quindi, la confluenza di risorse finanziarie nazionali ed europee attraverso le Regioni. Visione che deve tener conto di come il sisma, in alcuni di questi territori, abbia rappresentato un effetto boomerang - ad esempio rispetto allo spopolamento - generando nuove difficoltà in situazione di già grave crisi”.

Molto difficile per gli architetti, in questa situazione, operare a favore delle comunità, in assenza di confronto e di una efficace interlocuzione istituzionale e di conseguenza, barcamenarsi tra cavilli burocratici e varie Ordinanze.

“Non si conosce ancora - hanno denunciato - quale sia l’iter dell’annunciata istituzione del “Tavolo tecnico Sisma” con la partecipazioni dei rappresentanti degli Ordini e dei Collegi locali e quali siano le sorti dell’ “Osservatorio con i rappresentanti dei Consigli Nazionali”, strumenti questi di fondamentale importanza per fissare regole formali e garantire trasparenza. Questa mancanza di informazioni più volte richieste, svilisce il ruolo fondamentale di interlocutore naturale svolto dai progettisti che, invece, dovrebbero essere attori protagonisti del percorso della ricostruzione”.

A titolo di esempio il Consiglio Nazionale e i nove Ordini del cratere hanno citato anche l’esclusione dei progettisti dalla pur non breve elaborazione dell’Ordinanza “Chiese”, un vero e proprio pasticcio burocratico nel quale l’intervento dei professionisti viene addirittura considerato privato anziché pubblico in funzione dell’importo dei lavori, con procedure del tutto improprie tanto per l’affidamento dell’incarico che dell’appalto, quanto per la definizione della parcella.

E’ poi paradossale ed emblematico - viene nuovamente ribadito  - che siano previste agevolazioni per interventi mirati al risparmio energetico, mentre sono esclusi quelli di “miglioramento e adeguamento sismico”: ciò in assoluto contrasto con l’obiettivo di mettere in sicurezza gli edifici e con il principio prioritario di raggiungere una soglia di sicurezza più elevata”.

"Paradossale anche che i professionisti - pur avendolo ripetutamente richiesto - non siano a conoscenza del numero complessivo delle schede AeDES - Agibilità e Danno nell'Emergenza Sismica - né del quadro conoscitivo delle schede Fast, compromettendo così in modo significativo la possibilità di poter disporre di una visione complessiva per accelerare la ricostruzione. Senza contare, poi, che non ha ancora soluzione l’annoso problema delle schede AEDES tutt’ora mancanti in tutte le regioni colpite, col risultato che ad oggi non si ha certezza né della quantità di interventi da effettuare, né della loro qualità. Permane quindi il dubbio se, per negligenza, manchino i dati oppure se non si voglia dare l’esatta dimensione del disastro: e ciò sarebbe gravissimo”.

 Rispetto poi ai mancati pagamenti ai progettisti impegnati complessivamente nella ricostruzione viene chiesto "l’immediato sblocco del pagamento dell’acconto del 50% delle prestazioni di progettazione così come previsto dal Decreto “Genova”, visto che il regolamento attuativo previsto entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto a termini di legge, ancora non è stato emanato".


“Si tratta di cifre significative che risolleverebbero nell’immediato, e in parte, la situazione economica dei professionisti, il 97% dei quali proviene proprio dalle aree colpite dal sisma. In caso contrario, il rischio non è solo quello di non trovare più tecnici disposti a lavorare per la ricostruzione, ma di far morire l’economia degli studi professionali e della filiera ad essi collegata che attualmente è l’unica che sta sostenendo con le proprie forze l’avvio della ricostruzione".

Serve una svolta definitiva - hanno concluso - pena un aumento dei danni per le popolazioni e per i territori, ben superiori a quelli prodotti dal sisma
”.

 

Tolentino, tensione in un bar. Giovane dà in escandescenze

03 Ago 2019
2093 volte
Momenti di tensione in un bar nel centro storico di Tolentino.Un giovane, di origine albanese, dopo aver parcheggiato la sua auto proprio davanti la porta di ingresso dell’esercizio pubblico, è entrato nel locale e ha iniziato ad inveire contro alcuni avventori del bar per futili motivi. Pian piano l’aggressività del ragazzo è aumentata e quest’ultimo ha iniziato a rovesciare tavoli, sedie ed espositori all’interno del bar. A seguito di numerose segnalazioni, i carabinieri e la polizia municipale sono prontamente intervenuti per calmarlo, ponendo fine al suo stato d’ira immotivato. Gli investigatori stanno ora analizzando l’accaduto (testimonianze e filmati) al fine di ricostruire l’esatta dinamica per deferire il giovane all’autorità giudiziaria per una serie di reati commessi.

"Pioraco in love". Al via su Instagram #passerelladelbacio #pioraco

03 Ago 2019
744 volte
Un cartello con obbligo di bacio, in prossimità della passerella di legno sul fiume. E' la singolare e ammiccante proposta che il primo cittadino di Pioraco Matteo Cicconi, ha deciso di lanciare con tanto di concorso  hashtag su Instagram. Originale e romantica l’idea denominata "Pioraco in love" che ha portato all’apposizione dell'insegna nei pressi di uno dei punti più panoramici del paese e al contestuale lancio dell’iniziativa;  l’invito, anzi il dovere, è a fotografarsi col cartello “kiss me please” e a pubblicare le foto sul proprio account Instagram. Una cena romantica per due persone presso il Bistrot la Fenice di Pioraco, è il premio che toccherà alla centesima foto “al bacio”, scattata con il borgo sullo sfondo.

IMG 20190803 WA0025
Entusiasta il sindaco che, nel presentare la finalità promozionale e turistica del contest, ha inteso sottolinearne anche il significato di esaltazione del valore universale dell’amore. La raccomandazione è quella di pubblicare le foto  esclusivamente su Instagram, prestando particolare attenzione alla correttezza degli hashtag che obbligatoriamente debbono essere #passerelladelbacio  #pioracoI vincitori verranno comunicati sulla pagina Facebook "pioracoilpaesedellacquaedellac
arta".
Semplice ma efficace il messaggio, al punto che, smartphone alla mano, tante romantiche coppie di ogni età,  non si sono lasciate sfuggire l'occasione di un'effusione obbligata da immortalare. 

C.C.IMG 20190803 WA0019

Inaugurata a Sarnano la mostra fotografica “Viaggiando la Marca”

03 Ago 2019
265 volte
Inaugurata questo pomeriggio al Loggiato di Sarnano, la Mostra FotograficaViaggiando la Marca, storie di viaggi e viaggiatori che attraversano il territorio marchigiano”, curata dal gruppo fotografico SenzaFiltri e organizzato dall’Associazione Tamburini del Serafino con il patrocinio del Comune di Sarnano.
IMG 20190803 WA0030
Viaggiando la Marca“ espone una selezione di scatti inerenti “il viaggio”, tema centrale della XII edizione di Castrum Sarnani, il medioevo che ritorna. L’obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio naturalistico e storico-artistico regionale attraverso il potere evocativo dell’immagine.
Il collettivo fotografico “SenzaFiltri” nasce dall’idea di un gruppo di amici, tutti accomunati dall’amore per la fotografia coltivato frequentando i corsi promossi dall’Associazione Tamburini del Serafino. Sotto la guida del Prof. Stefano Ciocchetti, a partire dal 2016, inizia così un percorso formativo, per alcuni, e diperfezionamento, per altri. 
Con questa mostra il gruppo ha voluto  dare il proprio contributo alla rievocazione storica sarnanese, quest’anno intitolata “Itinere”.
IMG 20190803 WA0033
Il neonato gruppo fotografico SenzaFiltri ha già collaborato a eventi del Comune di Sarnano realizzando servizi fotografici, in particolare nell’amnito di Sarnano Comix e Guerrino e il Meschino organizzati dall’associazione Culturale sarnanese Il Circolo di Piazza Alta. 
La mostra, a ingresso gratuito, resterà aperta dal 13 al 18 agosto, tutti i giorni dalle 21:00 alle 23:00, presso il Loggiato di Via Roma.
IMG 20190803 WA0034

IMG 20190803 WA0032







Jova Beach Party, in 40mila per Jovanotti

03 Ago 2019
213 volte
Continua ad essere la musica il motivo che muove migliaia di marchigiani in questa estate 2019.
Dopo i numeri da record di RisorgiMarche, oggi la grande folla si è trasferita al mare, più precisamente a Lido di Fermo dove da mesi è atteso il Jova Beach Party.
In 40mila sono arrivati da tutta Italia per il tour di Jovanotti sui litorali del Paese che in questo sabato di agosto fa tappa sulla spiaggia del Fermano.
Una idea, quella dei concerti sulla spiaggia all'aria aperta, che a Jovanotti è nata dopo la sua partecipazione a RisorgiMarche lo scorso anno, nelle campagne matelicesi.
Il rispetto che le 65mila persone arrivate per lui avevano avuto per quelle terre lo avevano stimolato a pensare ad un tour estivo che toccasse i litorali.
Un successo indiscusso che oggi ha colmato la spiaggia dove è stato imposto addirittura il divieto di balneazione nel tratto del concerto.
Già da questa mattina il traffico lungo la superstrada 77 Valdichienti e l'autostrada A14 in direzione Sud è stato notevole, non solo per l'esodo estivo ma anche per i tanti spettatori arrivati per Jovanotti.
20190803 164141

GS

Cade col parapendio ad Esanatoglia. Soccorso dall'eliambulanza

03 Ago 2019
675 volte
Incidente con il parapendio questa mattina alle 11.45 ad Esanatoglia.
Un uomo, probabilmente straniero, per cause in corso di accertamento è caduto con il parapendio con il quale era in volo.
Subito è scattato l'allarme e sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno ritenuto necessario l'intervento dell'eliambulanza, viste le condizioni dell'uomo che è stato ricoverato all'ospedale di Torrette, ad Ancona.

GS

San Severino, arrestato un 70enne

03 Ago 2019
8286 volte
I militari della Stazione Carabinieri di San Severino Marche, insieme ai colleghi di Tolentino, ieri pimeriggio hanno dato esecuzione alla misura cautelare in carcere emessa dalla corte l'appello di Ancona a carico di un 70enne formalmente residente a San Severino Marche ma concretamente senza alcun domicilio. L'uomo, da tempo, ha messo in atto comportamenti lesivi dell'ordine e della sicurezza pubblica per arrogarsi diritti che non gli spettavano.
Negli ultimi giorni infatti, sebbene su di lui gravano provvedimenti di divieto di ritorno nel comune di San Severino, lo ha contravvenuto ripetutamente tanto da determinare nei suoi confronti la carcerazione.

San Ginesio, in mostra gli scatti di Laura Frasca

03 Ago 2019
97 volte
Questa sera a San Ginesio, l'inaugurazione di “Neglected Roots”, la mostra fotografica di Laura Frasca.

Il reportage fotografico nel Kalimantan (Foresta del Borneo) è stato esposto quest’anno allo “Human Rights Festival” di Bologna. 

L’evento è organizzato dall’Associazione “G-Lab laboratorio di idee” e dal “Comune di San Ginesio”, per il progetto ”Lumière: proiezioni, immagini e parole”. Si terrà alle ore 19, nel Loggiato di San Tommaso e Barnaba. L’ingresso è gratuito.

Il progetto fotografico “Neglected Roots” di Laura Frasca affronta il tema della scomparsa, sempre più rapida, della foresta del Borneo. Il pomeriggio inizierà con la visita al reportage fotografico, seguirà il dialogo con l’autrice a cura di Silvia Luciani.

“Ciò che stiamo negando sono le nostre stesse radici, che ci danno sostentamento ed ossigeno - afferma la Frasca - . Cosa comporta nell’immediato la scomparsa della foresta? In primis l’estinzione di flora e fauna endemici. I grandi primati, gli oranghi e le scimmie Nasica sono i primi ad esserne colpiti. Il popolo dei Dayak, deputati da sempre al compito di proteggere la foresta, si stanno omologando alla globalizzazione e arrendendo alla furia cieca delle multinazionali e quindi irrimediabilmente alla perdita della loro foresta”.

L’incontro terminerà con la proiezione del video reportage “Boundless” realizzato da Laura Frasca, Laura Bessega e Silvia Luciani. Un progetto multimediale che è stato esposto allo Human Rights Festival nel 2015, al TedxBologna, "Il mondo delle idee", Torre Unipol di Bologna e al Workout Pasubio di Parma. 

GS

Caldarola è "plastic free"

03 Ago 2019
225 volte
Caldarola tra i primi Comuni delle Marche a recepire la direttiva europea, recentemente “sposata” dalla Regione pochissimi giorni fa, che vieta l’uso delle plastiche usa e getta.

Stop dunque a piatti, posate, bicchieri, cannucce, cotton fioc e altro materiale non biodegradabile che utilizziamo quotidianamente ma che rappresentano un pericolo per l’ambiente, visto che i rifiuti di plastica aumentano di giorno in giorno. 

Il sindaco, Luca Maria Giuseppetti, d’intesa con tutta la Giunta, ha emesso l’ordinanza 183 con la quale ha stabilito che:

"tutti gli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande (sia attività commerciali che artigianali e ricettive) presenti sul territorio comunale non potranno più somministrare in loco ai propri clienti alimenti e bevande in materiale monouso non biodegradabile e non compostabile, come ad esempio: posate, piatti, vassoi, bottiglie, bicchieri, coppe, ciotole, cannucce, mescolatori per bevande;

ai predetti esercizi pubblici di somministrazione nonché ad associazioni, società, comitati, enti, in occasione di feste e manifestazioni pubbliche di qualsiasi genere, è vietato somministrare al pubblico materiale monouso non biodegradabile e non compostabile (posate, piatti, bicchieri, coppe e ciotole, cannucce, mescolatori per bevande, etc.) dalla data di entrata in vigore della presente ordinanza.

E’ consentito l’utilizzo delle eventuali scorte giacenti nei magazzini di materiale monouso non biodegradabile e non compostabile, comunque non oltre il 30 Dicembre 2019".

L'obiettivo, secondo l'amministrazione, è quello di restituire alle nuove generazioni un territorio sano che negli ultimi decenni purtroppo è stato deturpato in modo scellerato. 

GS


Pieno successo per “Marche in Vetrina”. Pamela Prati madrina della serata

03 Ago 2019
633 volte
Sulle note della celebre “Volare”, cantata in coro da tutti gli ospiti, è volata via anche l’ottava edizione di “Marche in vetrina”. Poco male se la minaccia del maltempo, ha consigliato lo spostamento dalla consueta location di piazza della Repubblica a Castelraimondo. In poche ore, tutta la macchina organizzativa è stata in grado di restituire un impatto altrettanto impeccabile, con la cena di gala e il concomitante show, pronti ad entusiasmare un LancianoForum da tutto esaurito Negli ampi spazi, allestiti come un immenso salone ristorante, hanno trovato posto oltre 500 commensali.
IMG 20190802 210506

Per la conduzione di Attilio Romita, in un sapiente gioco di luci e un’atmosfera di grande famiglia, musica, bel canto, ballo e tanta bellezza, hanno fatto da gradevole intermezzo alla consegna dei premi Cassero d’argento, quest’ anno conferiti al
Ristorante Il Gabbiano di Civitanova Marche, alla TechnoIn di Camerino, all’agenzia viaggi internazionali 6Tour di Camerino, alla SiFa Tecnology di Sassoferrato, alla Me.Te.Ma. servizi di Camerino, alla ditta Scr Arredamenti di Matelica, alla storica azienda Leonelli di Castelraimondo, all’azienda Imballaggi Marinelli Ugo di Camerino, alla Prosilas di Civitanova. Il tributo alle eccellenze ha visto in vetrina anche lo sport, rappresentato da Lube Volley, Matelica Calcio e, dal pugile Roberto Cammarelle, campione olimpionico e pluricampione del mondo dilettanti. Personalità di prestigio anche per la consegna dei premi, tra le quali il presidente del Coni Marche Fabio Luna e l'imprenditore del cachemire Brunello Cucinelli. 

IMG 20190802 205013
Ammiratissima madrina della serata, l’attrice e show girl Pamela Prati che ha raccontato dal palco i suoi successi nel ruolo di primadonna in innumerevoli spettacoli della compagnia del Bagaglino. A catalizzare gli sguardi la perfetta intesa coreografica di Samanta Togni e Samuel Peron, accoppiata di maestri fra i più apprezzati della trasmissione “Ballando con le stelle”.
IMG 20190803 032629

Sul palco anche il produttore discografico e manager Michele Torpedine ad introdurre le evoluzioni vocali della soprano Anastasya Snyatoskaya. Cassero d’Argento anche alla sanità eccellente dei medici Maria Cacciamani, Franco Linci e Vincenzo Felicioli del reparto di Ginecologia e Ostetricia di San Severino, e, alla sinergia vincente dei tanti comuni uniti nel comprensorio montano Potenza Esino Musone. A meritare il riconoscimento, anche i validi progetti dell’Istituto Strampelli di Castelraimondo con premio assegnato alla dirigente Pierina Spurio. Tra le note di swing e i più celebri successi cantati dal bravissimo Riccardo Foresi accompagnato dalla That’amore Swing Orchestra, premi speciali e di lustro della serata, sono finiti nelle mani del direttore di Rai 1 Teresa De Santis, e del grande attore Franco Nero. Gli applausi del pubblico e il gradimento di tutti gli ospiti, sono stati da premio finale per l’infaticabile ideatore Vladimiro Riga e per l’intera amministrazione comunale di Castelraimondo.
 C.C.
IMG 20190803 003306

Sbanda e finisce sul guardrail. Disavventura per un camionista

02 Ago 2019
1615 volte
Disavventura per un camionista che questo pomeriggio, intorno alle 15, viaggiava lungo la superstrada 77 Valdichienti quando, all'entrata di una delle gallerie prima di Fiungo, ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro il guardrail.
Il mezzo pesante ha proseguito la sua corsa per qualche metro contro la parete della galleria, finendo sopra il cordolo in cemento.
Fortunatamente non è rimasto coinvolto nell'incidente nessun altro mezzo e non ci sono stati feriti.
Il traffico è defluito sulla corsia di sorpasso.

GS

Partito il festival celtico a Serravalle. Imponente il dispiegamento di forze dell'ordine

02 Ago 2019
491 volte
Un richiamo forte per le persone di ogni età e una manifestazione di grande impatto il Montelago Celtic Festival appena iniziato anche quest'anno a Serravalle del Chienti. Intere famiglie e gruppi di amici, si danno ritrovo per il lungo e avvincente week end folk della XVII edizione della rassegna  che conta ben 28 concerti e, oltre alla musica
è arricchita da tante altre iniziative: dagli appuntamenti culturali del Folk Festival of The Appennines, ai worksops, rievocazioni, sport ed eventi ludici ,visite guidate alla scoperta del territorio.
A macchiare la festa purtroppo ogni anno sono alcuni episodi di cronaca che hanno a che fare con l'arrivo di persone che approfittano dell'afflusso imponente, per rendersi protagonisti di illeciti legati agli stupefacenti, rovinando l'immagine di una bellissima manifestazione che unisce nel sano divertimento. In tutta l'area dell'Altipiano,forte il dispiegamento di forze dell'ordine  impegnate nei controlli e nei numerosi posti di blocco per cui, è difficile anche farla franca.
Ne è riprova la notizia delle ultime ore dei d
ue arresti, quattro denunce a piede libero e quattro persone segnalate per illeciti amministrativi, quale  bilancio di un’operazione portata a termine dai Carabinieri della Compagnia di Camerino guidati dal Capitano Roberto Nicola Cara,nell'ambito di specifici servizi effettuati dai militari nel corso della manifestazione Montelago Celtic Festival in corso nel territorio di Serravalle del Chienti.
I militari hanno agito sia in uniforme, per garantire il buon andamento dell'evento e il mantenimento dell'ordine pubblico, sia in abiti civili, al fine di contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, nonchè per individuare soggetti di interesse operativo, gravitanti nel territorio di competenza. In particolare, i servizi svolti hanno portato a segnalare 5 persone alla Prefettura di Macerata per detenzione di sostanza stupefacente ad uso personale ( col sequestro di circa 50 grammi di marijuana); 4 soggetti, tutti di età compresa tra i 20 e i 21 anni con precedenti specifici di polizia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana, sono stati deferiti in stato di libertà all’Autorità giudiziaria (anche qui con sequestro complessivo di 50 grammi di marijuana).
IMG 20190802 WA0004
Due giovani, entrambi ventunenni e incensurati, sono stati inoltre arrestati
poiche’ trovati in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente; trattasi di 200 grammi complessivi di marijuana; gr 20 di hashish; gr 10 di “funghetti allucinogeni psilocybe; gr. 5 di sostanza stupefacente del tipo ketamina;.48 bustine di cellophane con chiusura ermetica, strumentali all’illecita attivita’ di spaccio di sostanze stupefacente. Sia denunciati che deferiti e arrestati, sono risultati soggetti appositamente in trasferta nella località marchigiana  per il festival e, provenienti da ogni parte d'Italia.
IMG 20190802 WA0005 1

" La mamma dei 'cretini' purtroppo è sempre incinta- ha dichiarato il sindaco Emiliano Nardi-;  c'è sempre il solito di turno che vuol farla franca. Dispiace per una manifestazione partita alla grande e nella quale, dati i consistenti controlli queste persone vengono facilmente individuate. Mi auguro che si tratti ancora  di un caso isolato e che in futuro non accada più. Il Montelago Celtic è un festival sano, contraddistinto dall'ottima musica, da un'atmosfera unica, dal buon mangiare e dal sano divertimento". 
La rassegna che porta per firma " La Catasta" è organizzata in collaborazione, tra gli altri, con Regione, Provincia di Macerata, Comune di Serravalle di Chienti, Università di Camerino, Protezione Civile e  il patrocinio di Federazione Italiana Rugby e Legambiente. 

C.C.  




 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo