Visita Papa4

Guardia di finanza di Camerino: scoperti nove lavoratori in nero e uno irregolare

04 Giu 2019
656 volte
Individuati dalla Tenenza di Camerino, attraverso un controllo fiscale, l’impiego di nove lavoratori “in nero” ed unoirregolare. Due di questi sono risultati percettori di indennità di disoccupazione.

L’attività delle Fiamme Gialle camerte si inquadra nell’ambito dell’intensificazione delle attività di contrasto al lavoro nero ed irregolare ed alla connessa evasione fiscale e contributiva. 

L’attività di servizio scaturisce da una complessa analisi di contesto sviluppata su tutto il territorio di competenza della Tenenza che ha evidenziato, nello specifico settore del lavoro nero ed irregolare, alert di rischio su alcune categorie economiche, successivamente messi a sistema con altre informazioni già in possesso del Reparto. 

Gli approfondimenti eseguiti hanno quindi permesso di ricostruire compiutamente l’operatività e l’utilizzo dmanodopera da parte dell’agriturismo negli ultimi due anni, portando all’individuazione di novelavoratori totalmente “in nero” ed un lavoratore irregolare

Oltre al recupero della contribuzione previdenziale ed assicurativa evasa, con relativa regolarizzazione e ricostruzione del rapporto di lavoro a favore dei dipendenti, sono state già erogate sanzioni pecuniarie a carico del titolare dell’agriturismo. 

Tra i lavoratori censitiinoltre, sono stati individuati due soggetti che, nello stesso periodo in cui prestavano la loro attività irregolare, percepivano l’indennità di disoccupazione. 

Per tale ragione, nei confronti di uno di loro si è proceduto alla denuncia alla Procura della Repubblica di Macerata per indebita percezione di erogazioni a danno dello Statocon conseguente sequestro delle somme indebitamente percepite, come disposto dall’Autorità Giudiziaria maceratese. Per l’altro lavoratore, invece, i Finanzieri Camerti procederanno all’irrogazione della sola sanzione amministrativa.

Scudetto, Champions e sindaco Sborgia a La Pasta di Camerino

04 Giu 2019
836 volte
La squadra di La Pasta di Camerino ha ricevuto la visita dei trofei vinti nel campionato italiano e nella Champions League dalla Lube Civitanova di cui l’azienda è sponsor. I trofei sono stati portati in azienda mostrati ai 71 dipendenti anche grazie al lavoro dei quali è possibile sostenere la principale realtà sportiva della provincia di Macerata. Ad attendere i trofei in azienda c’era la famiglia Maccari, i fondatori Gaetano e Mara Mogliani, il Direttore Generale Federico Maccari e il Direttore Operativo Lorenzo Maccari. Invitato a presenziare anche il neo sindaco di Camerino Sandro Sborgia.
“Abbiamo approfittato per invitare il sindaco alla prima visita in azienda in questo giorno di festa – ha detto Federico Maccari – perché, aldilà del sicuro veicolo di promozione del nostro marchio che riteniamo essere la squadra e la società, siamo certi che la Lube Volley rappresenti il fiore all’occhiello di un movimento sportivo importante che è molto vivo anche nell’entroterra maceratese. Siamo l’unica azienda di Camerino che sostiene la Lube e proprio attraverso il nostro investimento associamo il nome di questo territorio e della nostra città ad una realtà vincente e sana che aggrega tanti appassionati”.

Felice anche il sindaco Sborgia. “Ringrazio la famiglia Maccari per l’invito e perché fa molto per il tessuto sociale di Camerino” – ha detto. “L’occasione di vedere da vicino i due trofei è molto piacevole ma presto ci rivedremo per lavorare a braccetto nell’interesse della comunità”.

Oggi l’azienda sta proseguendo il consolidamento nella distribuzione della pasta all’uovo e di semola sul mercato nazionale avendo cominciato la distribuzione anche della nuova pasta Hammurabi di grano antico monococco macinato a pietra realizzata e commercializzata sempre con il marchio La Pasta di Camerino.

Maccari coppe

la famiglia Maccari con le Coppe

LaPastadiCamerino sindaco coppe


5 giugno, tutto pronto per il 205° anniversario dell’Arma. Ecco i dati della provincia

04 Giu 2019
162 volte
Come da tradizione domani si festeggerà il 205esimo Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. L’inizio della celebrazione è fissato per le 10 alla Caserma Pasquale Infelisi di Macerata, sede del Comando Provinciale. Durante la cerimonia militare saranno consegnate le ricompense ai carabinieri che si sono particolarmente distinti in alcune operazioni di servizio dello scorso anno. Fra questi il tenente colonnello Walter Fava, comandante del Reparto Operativo, e altri 17 militari del nucleo investigativo, per le indagini condotte dopo il terribile omicidio a Pamela Mastropietro che hanno portato alla condanna all’ergastolo di Innocent Oseghale. 

(Il tenente colonnello Fava)
IMG 1606


Inoltre, quest’anno, per la prima volta, 15 Istituti scolastici del Capoluogo e della Provincia potranno seguire l’evento in diretta streaming dalle loro aule.
Un breve richiamo alla storia, per ricordare che l’Arma dei Carabinieri festeggia la ricorrenza il 5 giugno, per onorare e commemorare la Bandiera dell'Arma, che esattamente il 5 giugno 1920 fu insignita della prima Medaglia d'oro al Valor Militare per la partecipazione dei Carabinieri alla prima guerra mondiale.
L’occasione è utile anche per fare un bilancio dell’attività operativa svolta dai Carabinieri del Comando Provinciale dal 1° maggio 2018 al 15 maggio 2019.

(Il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale)
IMG 1594



Controllo alla circolazione stradale:
cinque incidenti stradali con altrettanti decessi, 261 incidenti con 304 feriti e 418 incidenti con solo danni alle vetture.


I carabinieri hanno effettuato 901 interventi per assistenza stradale, elevato 3.901 sanzioni, ritirato 179 carte di circolazione e 117 patenti, sequestrato 162 veicoli e 80 quelli sottoposti a fermo amministrativo.


Iniziative a favore della popolazione: sono state organizzare 4 visite alle caserme per 241 partecipanti, 32 conferenze nelle scuole per un pubblico di 2.980 studenti e tenute due conferenze sull’educazione stradale per 60 partecipanti. 


Controllo del territorio: al 112 sono pervenute 80.354 richieste di intervento e sono stati svolti complessivamente 41.083 servizi di cui 19.989 perlustrazioni e pattuglie, 2.410 interventi di soccorso, 18.600 servizi antisciacallaggio sisma e 84 servizi del cosiddetto Carabiniere di quartiere, un particolare servizio svolto da un singolo militare a piedi. 


Attività di polizia giudiziaria: i reparti del comando provinciale hanno seguito l’86 per cento dei delitti avvenuti in provincia con i seguenti risultati: 7.651 reati perseguiti su 8.942 totali, 2.103 reati scoperti, 202 persone arrestate, 3.161 persone denunciate 20 chili di droga sequestrata.


Servizi di ordine pubblico: assicurano la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in occasione di manifestazioni pubbliche e sportive, convegni, concerti, feste di paese e altro. Nel periodo considerato sono stati impiegati complessivamente 18.879 militari, che hanno svolto 9.463 servizi. 


La Buona Amministrazione fa chiarezza sull’auspicata giunta “istituzionale” di Giacomino

03 Giu 2019
612 volte
Dopo poche ore dall'avvenuta pubblicazione sulla stampa, da parte del sindaco Luca Piergentili, della composizione della nuova giunta comunale di Sarnano, il candidato sindaco della lista n. 2 Giacomino Piergentili ha diramato una nota stampa nella quale auspica la formazione di una giunta “istituzionale” della quale chiede di far parte, unitamente alla attribuzione di deleghe agli altri esponenti della minoranza eletti.
Questa richiesta giunge dopo una settimana di violentissimi attacchi mossi nei confronti della lista “La Buona Amministrazione”, nei quali addirittura si adombravano inaccettabili sospetti sulla legittimità del voto del 26 maggio.
Infatti, già a poche ore dalla conclusione dello spoglio, Giacomino Piergentili parlava di “coercizione” e di “operazioni elettorali che sicuramente hanno deviato il volere di ogni libero cittadino”, facendo riferimento a presunte elargizioni economiche; nella giornata del 28 maggio veniva pubblicato un manifesto della lista n. 2 (tuttora presente nelle bacheche paesane ed on-line) nel quale si fa riferimento a persone “ricattabili politicamente” e “allettate da favori clientelari tipici della politica italiana”, giungendo ad affermare che gli elettori avrebbero votato la lista guidata da Luca Piergentili “per paura di perdere privilegi e connessioni di vario genere ormai consolidati nel tempo”; da ultimo, il 29 maggio, un esponente della lista n. 2 (per un episodio connesso ad un evento atmosferico eccezionale) insultava con epiteti gravissimi e diffamatori l'ufficio tecnico comunale – e de relato anche l'amministrazione comunale – con un post su facebook (modificato a distanza di qualche ora cancellando le invettive).
Rispetto a t
utti questi scomposti attacchi avevamo deciso di non replicare perché la bassezza di certe affermazioni si commentava da sola.
Però oggi, di fronte a chi si propone come figura “istituzionale” ammantata di buonismo, ci corre l'obbligo di rammentare che con le improvvide accuse sopra ricordate è stata pesantemente offesa la maggioranza dei sarnanesi, alla quale forse si dovrebbe chiedere scusa, ancor prima di chiedere assessorati e deleghe. Prendiamo ovviamente atto del fatto che la vittoria della lista n. 1 è stata ottenuta con il 51% dei suffragi, risultato che è comunque di grandissima portata alla luce dei flussi elettorali che si sono sviluppati in questa tornata: nel 2014 “La Buona Amministrazione” aveva ottenuto il 44% dei voti e, di fronte alla sostanziale convergenza delle altre due liste del 2014 in quella guidata quest'anno da Giacomino Piergentili, aver comunque raggiunto la maggioranza assoluta aumentando il numero di voti ottenuti (e questo nonostante un sensibile calo di votanti) è stato un risultato tutt'altro che scontato.
Il sistema elettorale previsto dalla legge stabilisce che chi ottenga la maggioranza dei voti (non importa se con lo scarto di un voto o di mille voti) abbia l'onere (e per noi anche l'onore) di amministrare sulla base del programma scelto dalla maggioranza dei cittadini.
Certamente uno scarto così ridotto aumenta, nei confronti di chi ha ottenuto la maggioranza, la responsabilità di essere davvero una “amministrazione di tutti i sarnanesi” e su questo metteremo tutto il nostro impegno, proseguendo nella linea impostata anche nei due precedenti mandati, nei quali le scelte non sono mai state fatte sulla base dell'appartenenza politica di chi chiedesse qualcosa, ma nel merito delle richieste stesse.
Ed è nel merito dei temi da affrontare, non attraverso la creazione di innaturali alleanze post voto che tengano insieme posizioni difficilmente conciliabili, che – secondo noi – si dovrà sviluppare un proficuo rapporto tra maggioranza ed opposizione per il bene di Sarnano: ci sono infatti tematiche molto rilevanti per il futuro di Sarnano sulle quali un utile confronto tra le forze in campo potrà sicuramente dare un valore aggiunto alle importanti scelte da fare.
Proprio perché l'amministrazione deve essere un'amministrazione per il bene di Sarnano, ci attendiamo un'opposizione che, in controtendenza con il passato, sappia assolvere al suo compito che deve essere al contempo di controllo e propositivo: e su queste basi sicuramente la maggioranza saprà essere aperta al confronto ed al dialogo.

La Buona Amministrazione Luca Piergentili Sindaco

Il Premier Conte, ha incontrato i vescovi delle zone terremotate

03 Giu 2019
343 volte
Rivedere l'impianto legislativo e agevolare la ricostruzione. Se ne è fatto interprete il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che oggi,ha partecipato  ad una riunione con i vescovi delle diocesi terremotate del Centro Italia presso la sede della CEI. 
Alla riunione era presente anche l'arcivescovo della Diocesi di Camerino San Severino Marche Mons. Francesco Massara.  Il premier ha assicurato che, tra poco più di una settimana, troverà approvazione l’ordinanza attuativa per il secondo piano di ristrutturazione dei beni culturali. Con una copertura di 300 milioni di euro, l'ordinanza  fisserà le modalità per l’avvio della ricostruzione di circa 600 chiese, rispetto alle 3mila devastate dal sisma, individuate da un anno e mezzo, in base ai criteri di priorità stabiliti dalle Diocesi con il coinvolgimento delle Regioni e dei Comuni.

Nell'incontro, presieduto dal Cardinale Bassetti e promosso dalla Segreteria generale della CEI, i vescovi hanno potuto rappresentare  
le istanze delle comunità locali e la loro sofferenza,  di fronte ad uno Stato percepito come lontano e in ritardo nel processo di ricostruzione.
Come informa una nota diffusa dalla Cei, i presuli hanno anche evidenziato al Presidente del Consiglio il disagio legato alla stratificazione di un impianto legislativo appesantito dai tempi della burocrazia.

Gradita dai vescovi l'attenzione  del premier alle chiese che, come hano sottolineato, oltre che un luogo di culto, costituiscono un essenziale riferimento aggregativo a servizio del bene comune. La loro riapertura rappresenta una risposta al senso di sfiducia e di solitudine delle comunità e importante veicolo di rilancio delle presenze turistiche sui territori. 

Matelica: ufficializzata la giunta, Denis Cingolani è il vice sindaco

03 Giu 2019
287 volte
Sono 5 gli assessori scelti dal neo sindaco di Matelica Massimo Baldini, che ha provveduto alla nomina della squadra di governo. Rispettata la parità di genere con tre uomini e due donne che compongono la squadra del sindaco. Denis Cingolani, il candidato che ha ottenuto il maggior numero assoluto di preferenze, sarà il vice sindaco con delega a polizia urbana, viabilità, sicurezza, nettezza urbana, servizi cimiteriali, agricoltura e farmacia comunale. Della compagine amministrativa fanno parte anche Rosanna Procaccini, assessore con delega a lavori pubblici, ricostruzione, servizi sociali, sanità, infanzia e istruzione, Graziano Falzetti, che si occuperà di sport, politiche giovanili, associazionismo e protezione civile, Maria Boccaccini, che avrà il dicastero dello sviluppo economico, turismo, industria, artigianato, commercio, innovazione tecnologica, organizzazione interna, e Giovanni Ciccardini, con delega a finanze, bilancio, programmazione economica, attuazione del programma e cultura.

Massi: "Bando non ancora approvato, ma l'azienda compare nei manifesti"

03 Giu 2019
717 volte
L’attenzione dell’ex assessore Alessandro Massi sui cartelloni che tanto hanno fatto discutere le minoranza nei giorni scorsi si sofferma su un particolare dell’immagine che riguarda il nuovo campus scolastico.

“In alto a sinistra - dice l’ex assessore - compare l’insegna di una azienda privata che si occupa di progettazione e architettura e che, ad oggi, non ha ancora visto approvato il progetto preliminare che ha proposto alla Provincia di Macerata per il campus scolastico.

Ritengo - dice Massi - che sia stata fatta una indebita promozione di una azienda privata con soldi pubblici. La delibera parla chiaro: 300 euro sono stati spesi per i manifesti e questo significa che con i soldi pubblici il Comune, il quale dovrebbe essere equidistante, promuove una azienda privata. Ritengo che sia lesivo della concorrenza di altri - aggiunge - che potevano avere la stessa possibilità di presentare un progetto. L’iter è partito con questo progetto preliminare che poi verrà acquisito e messo a base per la progettazione esecutiva del bando europeo, però è necessario che ci sia rispetto anche per la professionalità degli altri. Chiedo quindi - conclude - che venga fatta chiarezza in consiglio comunale e venga coinvolto anche l’Ordine degli Architetti per capire se sono stati rispettati tutti i meccanismi di concorrenza per tutte le imprese che si occupano di progettazione e architettura”.




L’argomento sarà approfondito nella prossima edizione de L’Appennino Camerte




GS

Scontro tra auto e moto, ferito un 29enne

03 Giu 2019
206 volte
E' successo ieri sera, intorno alle 21, a Corridonia in via Le Grazie. A scontrarsi, per cause non ancora chiarite, una moto e una macchina. Ad avere la peggio, il motociclista, un 29enne del posto, che è stato sbalzato via. L'intervento del 118 è stato immediato così come quello dei Carabinieri. Le condizioni del ragazzo sono apparse subito abbastanza gravi e i sanitari lo hanno dapprima portato all'ospedale di Macerata, dove è stato stabilizzato, e poi a Torrette di Ancona. Lievi ferite invece per le persone che viaggiavano nella macchina. 

Casa inagibile trasformata in un covo per tossici

03 Giu 2019
714 volte
Narghilè, mozziconi di sigarette, materiale per il confezionamento di sigarette sul tavolo. E poi una casa completamente a soqquadro. E' il surreale scenario che Patrizia Francioni, presidente dell'associazione Tolentino 815, che si occupa dell'organizzazione della celebre rievocazione storica tolentinare, ha trovato all'interno della sua casa inagibile a seguito del sisma, in via Montecavallo. L'appartamento si trova in centro storico, tutto era in ordine, ma ieri l'amara sorpresa. Francioni è stata chiamata da una amica nel pomeriggio di ieri che aveva notato la porta di casa aperta. E nell'entrare si è trovata davanti uno spettacolo inimmaginabile, tutto era a soqquadro, come se fosse passato un ciclone, e sul tavolo della sala sono stati trovati degli oggetti solitamente usati per drogarsi. In giro anche escrementi che lascerebbero pensare che la visita dei teppisti sia piuttosto recente. Il fatto è stato denunciato ai Carabinieri.


Corsa alla Spada. Doppietta di Sossanta che vince Palio e Spada

02 Giu 2019
964 volte
E' Samuele Grasselli il vincitore della Spada della XXXVIII.ma  rievocazione storica di Camerino. Staffetta Rosa vinta da Muralto con Giulia Santacchi prima al traguardo dopo uno scambio di testimoni dominato per buona parte della gara da ìl terziere Di Mezzo.
Quarta spada per il ventitreenne Grasselli, atleta del terziere bianco rosso che ha tagliato il traguardo con il tempo di 4 minuti e 6 secondi. A seguirlo Andrea Grelloni del terziere Di Mezzo arrivato in 4 minuti e 16 secondi; terzo Francesco Viti di Muralto con 3 secondi di differenza.
IMG 20190602 223428
Sossantino anche il Palio dell'edizione 2019:  181 i punti totalizzati dall'agguerrita squadra bianco rossa, sui 173 di Di Mezzo e i 111 di Muralto.
Come lo scorso anno il Palio di Santa Camilla se lo è aggiudicato Muralto grazie allo scatto finale di Giulia Santacchi che ha guadagnato il vantaggio su Di Mezzo negli ultimi metri della salita.
IMG 20190602 194114
Baciata dal sole per tutta la sua durata, la giornata conclusiva delle manifestazioni in onore del santo patrono, ha regalato un bellissimo impatto di sensazioni forti in un'atmosfera gioiosa e nell'entusiasmo ritrovato di tutte le tifoserie. Emozioni e belle sensazioni condivise dal sindaco Sandro Sborgia e dall'arcivescovo Francesco Massara alla loro prima Corsa alla Spada.
" Una città, un intero territorio in festa .- ha detto il primo cittadino- L'augurio e la speranza è che possano tornare i sorrisi su tutti i nostri volti, da qui, agli anni che verranno".
IMG 20190602 192906 1
Sul palco i Signori della città, quest'anno impersonati da Sergio Papa e Doriana Sbriccoli, calatisi perfettamente nel ruolo.  Premiati anche gli Arcieri De Varano, distintisi nel Palio disputatosi la scorsa settimana e assegnato a Sossanta e, nelle altre prove. Ammirate le esibizioni degli alfieri sbandieratori del gruppo della Contrada Pila della Cavalcata dell'Assunta di Fermo, ospiti del corteo insieme ai Tamburini di Corridonia. In piazza San Venanzio il gran finale affidato alle acrobazie di fuoco del Teatro Lunatico.
C.C.

Il sindaco Sandro Sborgia consegna i premi agli Arcieri De Varano
IMG 20190602 230813.













Sarnano: 4 assessori e Ceregioli vice sindaco, prende forma la giunta Piergentili

02 Giu 2019
203 volte
Quattro assessori e deleghe assegnate anche ai singoli consiglieri. Prende forma la nuova amministrazione di Sarnano a guida Luca Piergentili. Della giunta fanno parte Franco Ceregioli, vice sindaco con deleghe a bilancio, società partecipate, turismo, ricostruzione, Stefano Censori, che assume le deleghe di cultura, sport, personale, protezione civile, rapporti con le associazioni, Stefania Innamorati, che si occuperà di attività produttive, agricoltura, pubblica istruzione, trasporti, beni e servizi, e Floriana Pesci, che avrà la responsabilità di politiche sociali, disabilità, verde pubblico e decoro urbano. Il sindaco Piergentili si è riservato le deleghe ai lavori pubblici, alla viabilità e all’ambiente, mentre, come detto, specifiche deleghe sono state assegnate ai singoli consiglieri Paolo Del Giudice (sanità e montagna), Ermanno Dell’Agnolo (urbanistica, piano regolatore, fondi europei), Lucia Gentili (politiche giovanili e pari opportunità), Marisa Papi (casa di riposo e politiche per la terza età).

Giacomino Piergentili: "lavoriamo insieme per il bene di Sarnano"

02 Giu 2019
227 volte
Ormai alle spalle le elezioni amministrative che hanno visto a Sarnano imporsi di misura Luca Piergentili, che succede nella carica di primo cittadino a Franco Ceregioli, ora investito del ruolo di vice sindaco, sul suo competitor Giacomino Piergentili. Lo sconfitto, nell’augurare buon lavoro al primo cittadino, lancia allo stesso una proposta di cooperazione per il bene di Sarnano, come espresso dal comunicato che integralmente pubblichiamo.





Con un comune elettoralmente diviso a metà ed una vittoria di misura, Luca Piergentili è il sindaco di Sarnano legittimamente e democraticamente eletto dai nostri concittadini. A lui l’augurio sincero di buon lavoro da parte mia e dai miei colleghi di lista.
Ora quello che conta è il futuro del nostro paese al quale tutti indistintamente teniamo. Nelle settimane che hanno preceduto le elezioni ciascuno dei candidati ha raccolto domande di aiuto, di solidarietà, espressioni di preoccupazioni per il futuro, sollecitazioni per un maggiore impegno per la ricostruzione post sisma e per il rilancio economico e turistico del nostro paese. C’è preoccupazione e paura a Sarnano da parte di tanti. Il futuro spaventa. Molti temono che non ce la faremo più a tornare come eravamo sul piano economico qualche anno fa. Considerata la straordinaria responsabilità che i cittadini ci hanno attribuito, visto che gli schieramenti si differiscono per soli venti votanti, dopo attenta riflessione nel mio gruppo, è scaturita la convinzione che occorra prodigare ogni energia per “ricostruire e far ripartire Sarnano” e, soprattutto, occorra provare a farlo insieme. 
E’ auspicabile, quindi, superare le divisioni elettorali e lavorare uniti come una sola squadra, al di là di una maggioranza e minoranza consiliare. Io ci sono. Sono pronto a mettermi al servizio del Paese e condividere con il neo eletto sindaco la responsabilità del governo locale per il bene di Sarnano, con la costituzione di una giunta istituzionale che veda la mia partecipazione, come rappresentante della squadra che ho coordinato e deleghe specifiche anche per gli altri componenti della stessa risultati eletti.

Per questo offro a Luca Piergentili la mia disponibilità e quella del mio gruppo a lavorare insieme per un programma comune da portare in consiglio nei prossimi giorni, come pure una squadra comune per il governo del paese.

Noi de “ IL PAESE CHE VOGLIAMO abbiamo le idee, i progetti, i collaboratori, i professionisti ed i referenti istituzionali da condividere con chi vorrà collaborare con noi, per il bene di Sarnano.  



Noi siamo pronti.

Fabulando: ieri a Pieve Torina la premiazione della XV edizione del concorso Gianni Rodari

02 Giu 2019
467 volte
È il concorso che premia e celebra la fantasia dei bambini. È Fabulando, giunto alla XV edizione e dedicato alle scuole per ricordare la figura di Gianni Rodari, tra i più grandi autori di letteratura per l’infanzia. Tantissime le scolaresche giunte a Pieve Torina, con rappresentanze anche dagli istituti comprensivi San Giovanni Bosco di Molfetta (Bari) e Campli di Sant’Onofrio di Campli (Teramo). Ma il concorso è andato anche oltre i confini nazionali con scuole partecipanti anche dalla Croazia.
A fare da cornice alla cerimonia di premiazione proprio il parco intitolato a Gianni Rodari, dove campeggiano le sculture della cicala e della formica protagoniste della ben nota favola.

Lavori di classe e lavori singoli, storie, filastrocche, disegni, menabò e fantasie all’ennesima potenza sono stati raccolti nel libro/catalogo della manifestazione presentato ieri e distribuito a tutti i partecipanti e che testimonia dell’impegno degli alunni nel reinterpretare il messaggio pedagogico di Rodari: da “Il pinguino canterino” di Nicole Martinĉić della scuola primaria di Umago (Croazia) a “Didi e i leoni scoiattoli” di Matteo Luzi della II C di Porto Potenza Picena, dalle illustrazioni dei “Pesci del mare di Molfetta” della classe II del plesso Zagami di Molfetta a quelle del “Cielo è infinito” della classe I della scuola primaria di Camerino. Tantissimi i lavori in concorso, ed altrettanti i riconoscimenti assegnati consistenti in materiale informatico (notebook, fotocamere, stampanti, tavolette grafiche, etc…) che servirà come supporto strumentale alle attività della classe.

F1B8E5B4 E8BD 4845 AA79 C8414263E2D7

A consegnare i premi sono intervenute diverse autorità del territorio “perché Fabulando non è solo il concorso di Pieve Torina, ma lo è di tutto un comprensorio che fa capo all’area montana dei Sibillini” sottolinea il sindaco Alessandro Gentilucci. “Ho detto ai bambini che le nostre terre sono ferite ma non dormono perché le nostre comunità sono forti e rinasceranno anche, e soprattutto, con il loro aiuto, con la fantasia e l’entusiasmo di cui sono naturali portatori. Il nostro obiettivo, come amministratori, è chiaro: creare le condizioni per realizzare un futuro certo e sostenibile, in termini di sviluppo, per le popolazioni che abitano questi luoghi. Lo dobbiamo a questi straordinari bambini, alle loro famiglie e alle generazioni che verranno”.
Significativo il gesto compiuto dagli alunni dell’ICS San Giovanni Bosco di Molfetta, una delle scuole partecipanti, che hanno deciso di raccogliere una somma, già consegnata al Comune di Pieve Torina, da destinare alla ricostruzione della palestra della scuola elementare. “Un gesto che ha un grande valore simbolico per noi” prosegue Gentilucci “proprio perché proviene direttamente dai bambini che hanno deciso di accantonare questa somma rinunciando alla propria gita scolastica”.
La cerimonia di premiazione ha visto anche la partecipazione di Marco Moschini, maestro elementare e scrittore di fiabe, che ha tenuto una breve ma intensa lezione sul significato dell’inclusione sociale e della gentilezza avvalendosi di una tecnica narrativa coinvolgente, con burattini, farfalle volanti e razzi che hanno saputo incantare sia i più piccoli che i grandi.
“L’appuntamento è per il prossimo anno - conclude Gentilucci - in occasione del centenario della nascita di Rodari, per il quale prepareremo sicuramente una edizione speciale di Fabulando”.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo