Forti raffiche di vento. Crolla una vetrata della chiesa

11 Feb 2019
274 volte

Quello che il terremoto non è riuscito a distruggere non ha resistito alla furia del vento. Le forti raffiche che nella notte di domenica hanno sferzato la zona del lago di Caccamo hanno provocato il crollo della vetrata artistica della chiesa parrocchiale di Pieve Favera di Caldarola. La vetrata, raffigurante la Madonna assunta in cielo, era stata realizzata negli anni '90 da Giorgia Morbidoni, e si trovava sul lato nord della chiesa, al di sopra dell'organo. Così, oltre ai lavori di riparazione dei danni del terremoto del 2016 nella facciata e nel campanile, si dovrà provvedere anche alla sistemazione della suddetta vetrata.

Ricerca Unicam: La Mela Rosa dei Sibillini nell'editoria scientifica internazionale

11 Feb 2019
434 volte

Le qualità dei fitonutrienti della Mela Rosa dei Monti Sibillini, uno dei prodotti gastronomici tradizionali più importanti della Regione Marche e riconosciuto dal 2000 quale presidio Slow Food, sono oramai entrati di diritto nell’editoria accademica. Questo grazie ad uno studio dell’Università di Camerino, coordinato dal Prof. Filippo Maggi della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute intitolato “Characterization of nutrients, polyphenols and volatile components of the ancient apple cultivar ‘Mela Rosa dei Monti Sibillini’ from Marche region, central Italy” che è stato recentemente pubblicato nella rivista International Journal of Food Sciences and Nutrition.

“Tale studio, – ha sottolineato il prof. Maggi – volto a valorizzare le qualità nutrizionali e il potere salutistico di questo antico frutto che è coltivato da sempre sui Monti Sibillini e conosciuto fin dai tempi degli antichi Romani, è il risultato di un anno di ricerche condotte all’interno del dottorato in Pharmaceutical Sciences dal titolo ‘I fitonutrienti della mela rosa dei Monti Sibillini: aspetti fitochimici e proprietà salutistiche’, finanziato da Unicam, Regione Marche e Bacino Imbrifero Montano del Tronto e condotto su campioni prodotti nel territorio del comune di Montedinove (Ascoli Piceno) e che ha visto anche la collaborazione di ricercatori delle Università di Padova e Milano”.

mela rosa2

La mela rosa è una delle varietà più antiche della nostra regione, coltivata nella fascia collinare pedemontana tra 400 e 900 m e riconoscibile per le piccole dimensioni (peso medio 120 g), la forma irregolare (leggermente schiacciata), il colore verdognolo con sfumature dal rosa al rosso violaceo e all’arancio, il profumo intenso e aromatico e il sapore acidulo e zuccherino.

Lo studio di Unicam ha permesso di certificare le sue peculiarità nutrizionali e fitochimiche attraverso la caratterizzazione dei macro e micronutrienti, composti bioattivi e volatili.

“La mela rosa si è rivelata, in particolare – ha affermato il prof. Maggi – un’ottima fonte di fruttosio, lo zucchero indicato per chi soffre di diabete, di potassio, un elemento essenziale per la buona salute dell’apparato cardiovascolare, di boro, un elemento importante per la costituzione del tessuto osseo e il mantenimento delle funzioni cerebrali, di polifenoli e di terpenoidi. A queste sostanze sono attribuite importanti attività farmacologiche quali quella antiossidante, antitumorale, antidiabetica, antiinfiammatoria e neuroprotettiva. Infine l’aroma del frutto è dato principalmente dalla produzione di esteri e di un terpene a livello della buccia”.

I risultati di questo studio consentiranno di certificare da un punto di vista scientifico il prodotto in termini di componenti bioattive e non, in modo da incentivarne la coltivazione, il consumo, la commercializzazione e l’applicazione nei settori cosmetico, farmaceutico e degli integratori alimentari. Il fine è anche quello di contribuire al riconoscimento come prodotto DOP che ne tuteli l’origine e la produzione nel territorio di riferimento.

Dramma a Camerino. Cinquantenne si toglie la vita sparandosi con un fucile

11 Feb 2019
5417 volte

Dramma a Camerino nella frazione di Gagliano. Un uomo di 50 anni, R. F., si è tolto la vita sull'uscio della propria abitazione. Solo in casa, l'uomo ha imbracciato un fucile regolarmente detenuto dal figlio, dirigendolo verso il proprio volto. Un gesto disperato del quale i carabinieri della Compagnia di Camerino intervenuti sul posto insieme all'ambulanza del 118, stanno cercando di chiarire i motivi. Sembra che il cinquantenne soffrisse di crisi depressive e da qualche tempo fosse seguito dal locale distretto di salute mentale. Lascia la moglie e un figlio. 

C.C.

Giorno del Ricordo, FdI San Severino: "Imbarazzante il silenzio dell'Amministrazione"

11 Feb 2019
124 volte

"Imbarazzante il silenzio dell'Amministrazione sulla Commemorazione del Giorno del Ricordo". Duro il commento del gruppo politico di Fratelli d'Italia dopo la giornata di ieri, dedicata al ricordo delle vittime delle Foibe, nei confronti dell'amministrazione settempedana che ha disposto le bandiere a mezz'asta e invitato le scuole a tenere lezioni sull'argomento. Null'altro.

Fratelli d'Italia circolo di San Severino, si è ritrovato ieri insieme alla Comunità Istriana locale, per la commemorazione. In seguito all'introduzione del portavoe Tiziana Gazzellini è intervenuto Emanuele Piloni, dell'associazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, diretto discendente da famiglia Istriana: la nonna, esule del periodo, ha potuto raccontare alla famiglia le orribili violenze che venivano inferte a quelle persone che avevano la sola colpa di essere italiani. "L'intervento - si legge in una nota - commovente ed incisivo, ha descritto in maniera precisa e puntuale la vicenda nella sua realtà che fin ad oggi, non ha ancora ricevuto la giusta importanza, suscitando la commozione dei presenti. C'è ancora tanta strada per poter affermare la verità.  Ci meraviglia il silenzio imbarazzante dell'Amministrazione Comunale, che ha disatteso l'appello del Presidente della Repubblica, il quale invitava le istituzioni a questa doverosa commemorazione (con Legge n. 92/04 del 30/03/2004), facendo si che gli infoibati siano stati uccisi due volte".

 

 

Area verde di Fonte San Venanzio. Iniziati i lavori

11 Feb 2019
580 volte

Inizio lavori per il parco attrezzato di Fonte San Venanzio. Inaugurato il cantiere che nel giro di poco più di due mesi renderà concreta nel rione di Fonte San Venanzio un’area a verde pubblico arricchita dall’impianto sportivo polifunzionale. Un altro passo significativo verso la riconquista della normalità per tanti bambini e giovani, con la possibilità di ritrovarsi per praticare sport e trascorrere ore spensierate in compagnia; un traguardo importante per tutta la zona residenziale che attendeva da molto tempo la possibilità di uno spazio all’aria aperta e che ne risulterà valorizzata. Spazio a verde attrezzato e impianto sportivo, sorgeranno vicino all’area delle casette e poco lontano dal Polo scolastico provinciale. In prossimità del parco è imminente anche l’inaugurazione della scuola materna e asilo nido della parrocchia di San Venanzio e, non molto distante, dovrebbe sorgere il villaggio Lions “Insula Fonte San Venanzio” dove è previsto un centro aggregativo polifunzionale. Grande la soddisfazione del sindaco Gianluca Pasqui per la prima bennata nel terreno su cui nascerà quello che è un ulteriore tassello nella ricostruzione del senso di comunità. “Il quartiere di Fonte San Venanzio sta aspettando quest’ area verde da tanti anni – dichiara Pasqui-; credo che insieme all’ inizio lavori per la realizzazione del parco, un altro momento ancora più importante per questo quartiere cittadino è la consegna della scuola paritaria Maria Ausiliatrice da parte dell'arcidiocesi. Tutta l’area che fino a un po' di tempo fa era solo un quartiere dove le famiglie si ritrovavano dentro casa per svolgere una quotidianità, senza avere una grande offerta all’esterno come punti d’aggregazione, potrà presentarsi strutturalmente bella e notevolmente arricchita. Si aprono tutti i presupposti perché il quartiere diventi vivo, vuoi attraverso la scuola che garantirà un percorso educativo ai figli , vuoi grazie ad un giardino che non avrà solo la funzione di un parco giochi. L’area infatti sarà dotata di un campo polifunzionale per praticarvi il calcetto, la pallavolo e il basket, addirittura illuminato così da poter essere goduto anche di notte. Nell’area di verde pubblico verrà posizionata anche la donazione che è stata fatta al Gruppo Alpini, i quali avranno la possibilità di avere una sede dentro al parco e contestualmente gestirlo. Siamo davvero felici perché, da qui a 45 massimo 60 giorni, restituiremo un parco verde alla comunità e soprattutto ad un quartiere molto popoloso che mancava di socialità. Lo faremo attraverso la scuola e l'educazione dei piccoli- conclude il sindaco -ma anche attraverso questo parco fruibile dai più piccoli per i loro giochi e dai più grandi che amano lo sport. Tutto il quartiere di Fonte San Venanzio si arricchisce di molto e, sarà più appetibile per tutte le famiglie. Un intervento di 278 mila euro totali reso possibile grazie alle ditte lottizzanti e dall'apporto dell'amministrazione per 90 mila euro ”.

C.C.

IMG 20190211 112238

Festoso pranzo al "Circolo il Bucaneve " di Camerino

10 Feb 2019
687 volte

Circa cento persone tra soci storici  e nuovi tesserati del "Circolo Auser il Bucaneve" di Camerino, hanno preso parte al pranzo organizzato presso la tensostruttura degli scout nei pressi della sede dell'associazione  in località Le Mosse. Un'occasione conviviale di benvenuto all'arcivescovo Francesco Massara, attraverso la quale la presidente Giovanna Antonacci e i volontari del gruppo, hanno inteso esprimere gratitudine per il costante ascolto delle loro esigenze. Un grazie rivolto in particolare anche al primo cittadino Gianluca Pasqui, presente al pranzo con l'intera famiglia. Tra gli invitati anche don Domenico Romano e il parroco di San Venanzio don Marco Gentilucci, il segretario comunale dott. Angelo Montaruli, il presidente del Comitato di Croce Rossa di Camerino Gianfranco Broglia. Nel fare gli onori di casa la presidente del Circolo  Giovanna Antonacci, non ha mancato di sottolineare quanto prezioso sia il supporto dell'arcivescovo e del primo cittadino nell'alleviare il disagio che la popolazione sta vivendo. Il momento gioioso, arricchito da tante gustose pietanze confezionate ad arte dallo staff di cuoche de "Il Bucaneve", ha rappresentato anche l'occasione per ricambiare il momento di festa  di recente organizzato dalla Croce Rossa di Camerino, particolarmente apprezzato da tutti i. componenti dell'associazione camerte, impegnata nella valorizzazione del ruolo attivo degli anziani nella società. 

Screenshot 36

" Noi dobbiamo essere i vostri occhi, la vostra bocca e le vostre orecchie- ha detto  l'arcivescovo Francesco -  Dove ci sono i vostri bisogni, ci siamo noi che ci mettiamo in moto per cercare di migliorare quello che è possibile. E lo facciamo mettendoci tutto il nostro impegno nel camminare insieme. Essere qui con tutti voi riuniti, mi fa sentire a casa, come in una grande famiglia". Subito dopo la benedizione della tavolata, ha preso la parola il sindaco Gianluca Pasqui. " Quello di oggi- ha detto- è uno degli inviti che ho accolto con più piacere. Qui ci sono le nostre radici e la nostra storia; ci sono i nostri figli e quello per cui noi dobbiamo combattere. La storia è il futuro, ma il futuro senza presente non esiste e non esiste nemmeno se pensiamo soltanto al passato. Sento di ringraziarvi per i valori che siete stati capaci di trasmettere a tutti noi- ha continuato Pasqui- Questa terra è la parte dell'Italia più forte, dove le radici sono profonde e voi quotidianamente ce le avete donate. E' grazie a quello che voi ci avete insegnato se questa città esiste ancora nella sua interezza; la città non c'è più dentro le mura ma c'è tutta nei contenuti, perchè nulla abbiamo perso di quelle che sono tutte le nostre caratteristiche vitali, dal commercio, alle scuole, all'università e voi da questi centri di aggregazione, continuate a chiedere vicinanza perchè manifestate la forza di volerci essere. E noi vi dobbiamo garantire la possibilità di spazi per potervi riunire ed è per questo- ha proseguito il sindaco-  che ci adopereremo il prima possibile anche per il centro di aggregazione la cui sede era in via Vergelli, perchè da qui deve ripartire un percorso che significa restituire ai nostri figli tutto quello che i nostri padri e voi, avete dato alla mia generazione.

auser Pasqui intervento

L'impegno di tutti- ha concluso il sindaco- deve essere questo; non un impegno delle parole facili e del puntare l'indice, ma azioni costruttive. Di certo molto avrò sbagliato e magari continuerò a sbagliare fino alla fine, ma ho agito sempre guardando all'interesse di questa comunità. Vi ringrazio perchè ho sentito tanto silenzio e questo mi fa capire che mi siete vicini. Chi parla tanto, spesso lo fa per fare baccano, chi tace o ti viene a parlare in maniera propositiva ti fa sentire dell'affetto. Ed è quello che  ho sentito da voi qui riuniti e dall'intera comunità che ho sempre sentita umanamente vicina e soprattutto vicina a questa terra". Scambi di battute e sorrisi tra le tavolate, hanno reso vivace il clima di spensieratezza. Un'occasione gioiosa per trascorrere del tempo "insieme", parola che l'Auser pone da sempre al centro delle sue attività

Carla Campetella  

auser Gente 2

auser gente 1

Accende un falò lungo il cammino francescano, ma non sa che è zona rossa

09 Feb 2019
1055 volte

Si è mobilitato un intero paese a Cessapalombo quando, poco dopo le 23, è stato visto del fumo provenire dalla zona rossa a Valle di Montalto.

Gli abitanti hanno subito avvertito i soccorsi e sul posto è arrivato per primo un militare in borghese di Belforte del Chienti e, successivamente una volante dei carabinieri di Tolentino.

Una volta arrivati nella zona in questione,  i militari hanno scoperto che il fumo era la conseguenza di un falò acceso da un 42enne che, percorrendo la via francescana da Assisi ad Ascoli, aveva trovato rifugio nel sottoscala di una abitazione di Montalto.

Tanta la paura tra gli abitanti della zona che sono subito accorsi sul posto per capire cosa potesse essere accaduto in una zona che è inaccessibile dal sisma del 2016.

Il 42enne non è la prima persona che negli ultimi tempi frequenta le zone dell'entroterra per il cammino francescano.

Fortunatamente non ci sono state conseguenze né per l'uomo né per gli abitanti del paese.

GS

Visso approva i primi 19 aggregati del centro storico. Pronto il preliminare della nuova scuola

08 Feb 2019
1029 volte

Registra passi importanti il ritorno alla normalità e la ricostruzione post sisma di Visso, insieme ad Ussita e Castelsantangelo, tra i centri più colpiti della montagna. Pronto il progetto preliminare per l'edificio che ospiterà  la nuova scuola materna e asilo nido e la sede comunale. Inserita nel primo piano delle opere pubbliche approvato dal Commissario straordinario per la ricostruzione, la struttura è finanziata con 2 milioni e 600 mila euro. Il sicuro e funzionale edificio con base ad isolamento sismico, la cui conformazione architettonica richiamerà la vecchia scuola, a piano terra ospiterà l'asilo nido e la scuola materna Capuzi, mentre gli spazi dei due piani superiori diventeranno sede degli uffici comunali. La bella notizia si aggiunge a quella riguardante la donazione di 50.000 euro da parte della Regione Emilia Romagna che, grazie ad una costruttiva sinergia tra comuni, renderà possibile la sistemazione dell’impianto sportivo di Ussita, utilizzabile oltre che per attività sportive, anche come luogo di prima accoglienza per le emergenze. Originariamente destinato al campo sportivo di Visso la cui area nel frattempo è servita per l’installazione di soluzioni abitative d’emergenza, in accordo tra sindaci, l’ente benefattore ha di recente deliberato la modifica della destinazione del contributo. Soddisfazione per i concreti risultati e per la luce che si apre su diversi aspetti legati alla ripartenza, è stata espressa dal senatore sindaco Giuliano Pazzaglini: “ Il progetto per la nuova scuola è pronto;  ora, sarà fondamentale accelerare i tempi per la gara perché in questo modo anche tutta la macchina comunale riuscirà ad essere operativa a seconda delle necessità che si creeranno.

scuolaV

 E già da domani mattina - ha annunciato il sindaco- approveremo in consiglio comunale i primi 19 aggregati del centro storico. La scelta della de-perimetrazione – spiega Pazzaglini- ci permette infatti di andare avanti e finalmente domani ci sarà un passo fondamentale: non solo avere una nuova sede comunale sicura ed efficiente in nuna struttura che in parte ospiterà anche l’asilo e la nuova scuola  materna, ma anche un passo verso la normalità. Sappiamo tutti che sarà un percorso molto lungo, questo è evidente non l'abbiamo mai nascosto, ritengo tuttavia che sia da evidenziare il fatto che stiamo cercando di contrarre al minimo anche i tempi fisiologici. Quanto alla sistemazione del campo sportivo di Ussita- aggiunge – è da sottolineare che vi giocheranno i ragazzi di tutti i tre comuni della vallata, quelli di Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera e la Ads Visso potrà usufruirne per gli incontri e gli allenamenti. Ritengo che la collaborazione raggiunta, sia indicativa di come si dovrebbero sviluppare sinergie tutti insieme. A mio avviso, questo è l'unico modo per poter ottenere dei risultati”.  

C.C.

Scontro tra due auto in località Rio a Camerino. Nessun ferito

08 Feb 2019
1451 volte

Solo un danneggiamento alle auto e nessuna conseguenza per i conducenti e gli occupanti, nello scontro tra una Delta e una Punto avvenuto poco dopo le 16.30 in località Rio a Camerino. Per cause in corso d'accertamento da parte dei militari della Compagnia di Camerino intervenuti sul posto per i rilievi e la regolamentazione del traffico, i due mezzi che procedevano l'uno in direzione opposta all'altro, sono entrati in collisione. Danni ai veicoli coinvolti, ma nessun ferito. Sul posto è intervenuto il carro attrezzi per la rimozione dei mezzi incidentati.

Percorso pedonale protetto, alloggi studenti - Montagnano. Via all'affidamento lavori

08 Feb 2019
661 volte

Saranno affidati entro fine mese, o al massimo nei primi giorni di marzo, i lavori per la realizzazione di un percorso pedonale protetto che collegherà l’area dei nuovi alloggi per studenti a quella del quartiere di Montagnano. Dopo l’approvazione del progetto esecutivo, l’Ufficio Tecnico comunale ha provveduto ad inviare tutta la documentazione all’Anac. “Proprio in questi giorni – ha affermato il responsabile dell’Ufficio Tecnico, ing. Marco Orioli – abbiamo ricevuto il parere favorevole dall’Anac e quindi, ora, possiamo passare alla fase operativa”.

Nei prossimi giorni sarà quindi formalizzata la procedura per l’affidamento dei lavori, per un importo complessivo di intervento di circa 640000 Euro.

Rend1

“Si tratta – ha spiegato il sindaco, Gianluca Pasqui – si un’opera d’importanza strategica per la nostra città. Dopo il sisma, quella zona ha subito profonde trasformazioni e ci siamo trovati a fare i conti con la necessità di individuare dei percorsi protetti per favorire i collegamenti pedonali nella massima sicurezza possibile. L’intervento che sarà appaltato nelle prossime settimane è solo una parte di una serie di lavori che interesserà quella zona della città e che prevede anche la realizzazione di un sottopasso e di un nuovo terminal bus”.

Rend2

San Severino: lunedì il consiglio comunale

08 Feb 2019
106 volte

Lunedì  (11 febbraio) torna a riunirsi il Consiglio comunale di San Severino. Tra gli argomenti all’ordine del giorno della seduta convocata per le 16 nell’ex sala udienza del Giudice di Pace, a palazzo Governatori, figurano le comunicazioni del Sindaco, Rosa Piermattei, l’approvazione dell’atto di indirizzo riguardante la municipalizzata Assem Spa per la stipula di un contratto di rete, la determinazione delle aliquote per l’anno 2019 dell’Imu, l’Imposta Municipale Propria, di quelle della Tasi, il Tributo per i Servizi Individuali, e dell’addizionale comunale all’Irpef.

L’Assise settempedana, inoltre, sarà chiamata ad approvare il Piano finanziario e le tariffe della Tari, la Tassa rifiuti, sempre per l’anno 2019 oltre al Programma dei lavori per il triennio 2019/2021 e quello biennale per gli affidamenti di servizi e forniture per il 2019/2020.

Tra gli argomenti della seduta anche il Piano di alienazione del patrimonio comunale, la ricognizione e la determinazione dei prezzi per l’anno 2019 delle aree e i fabbricati da destinare ad attività produttive e terziarie, l’approvazione del Documento unico di programmazione per il 2019-2021 e l’approvazione del bilancio di previsione 2019-2021 oltre alle variazioni al bilancio previsionale 2019-2021. Sarà poi discussa l’approvazione definitiva del piano di revisione delle società partecipate e una variante parziale al Piano regolatore.

Infine nell’Odg del Consiglio figurano due interrogazioni sulla manutenzione del monumento ai Caduti della Resistenza e sulla realizzazione di una centralina idroelettrica in prossimità del Ponte Sant’Antonio e una mozione in tema sanità presentata dai consiglieri Massimo Panicari, Gabriela Lampa e Mauro Bompadre.

Giorno del ricordo: lezioni e bandiere a mezz'asta

08 Feb 2019
90 volte

Bandiere a mezz’asta, nel Comune di San Severino, in occasione del Giorno del Ricordo. L’Amministrazione comunale ha invitato le scuole a tenere lezioni di approfondimento su quanto avvenne a cavallo del 1945. Soprattutto italiani, ben cinquemila, ma anche sloveni e croati, subirono atroci torture e vennero gettati, alcuni dopo essere stati fucilati altri ancora vivi, dentro le “foibe”, cavità naturali presenti sull’altipiano del Carso triestino ed in Istria. Fatti atroci che videro torturate e uccise più di diecimila persone in tutto, a Trieste e nell’Istria, per mano delle milizie e dei fiancheggiatori del dittatore Tito.

Bollette per i terremotati: le indicazioni della CISL

08 Feb 2019
2077 volte

“Ricostruire le Comunità” è il titolo di una campagna di ascolto e informazione organizzata dalla CISL Marche rivolta ai residenti nei comuni del cratere che ieri pomeriggio ha fatto tappa a San Ginesio.

Erano presenti Rocco Gravina, Responsabile territoriale locale, Silvia Spinaci, Responsabile CISL Macerata e Alessandra Fioravanti di Adiconsum. L’obiettivo dell’assemblea, rivolta in particolar modo ai pensionati e lavoratori dell’area cratere è stato quello di dare informazioni sulle principali proroghe, dallo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2019 fino alla scadenza per la presentazione delle domande di contributo per la ricostruzione di danni gravi sempre fissata al 31/12.

Particolare attenzione è stata rivolta alla sospensione dell’IRPEF mediante la c.d “busta paga pesante”a favore dei lavoratori e dipendenti, la cui restituzione è prevista a partire da giugno 2019 in 120 rate senza sanzioni e interessi. Si è poi parlato della sospensione dei contributi, che saranno rimborsati a decorrere dal 1 giugno 2019, e dei mutui sulle prime case di abitazione inagibili la cui scadenza è fissata al 31 dicembre 2020.

Un altro argomento di cui si è discusso è stato quello inerente la fatturazione delle utenze domestiche (acqua, luce, gas e telefono): le uniche rate annullate sono quelle del servizio idrico, poiché gestito in gran parte da aziende locali, che hanno applicato l’azzeramento dei corrispettivi tariffari, mentre per quanto riguarda le utenze di gas e luce il 31 marzo del 2020 è la data ultima entro il quale potrà essere inviata la fattura di conguaglio, con gli importi non fatturati. Nell’importo saranno previste le agevolazioni concesse per trentasei mesi dopo il terremoto, cioè l’azzeramento di alcuni costi fissi (trasporto, contatore ed oneri generali di sistema) della bolletta, che nel caso della corrente elettrica comporteranno un risparmio del 40 per cento sui costi annui, mentre per il gas il risparmio stimato è del 20 per cento.

Presente per l’Amministrazione comunale il sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo