Stampa questa pagina

Riprendono le adozioni dei cani al Rifugio di Colle Altino

Mercoledì, 06 Maggio 2020 18:18 | Letto 945 volte   Clicca per ascolare il testo Riprendono le adozioni dei cani al Rifugio di Colle Altino Riprende la possibilità di accedere al Rifugio del Cane di Collealtino per ladozione degli animali. Previo appuntamento, lo prevede per canili e gattili di tutto il territorio regionale, il decreto n. 146 del presidente Luca Ceriscioli. “Siamo felici che le nostre sollecitazioni abbiano trovato immediata e positiva risposta da parte del Governatore delle Marche che ringraziamo - dichiara la responsabile Giovanna Pettinelli-. Il decreto consente la ripresa delle adozioni nella nostra struttura; basterà che le persone interessate ci contattino telefonicamente fissando un appuntamento. Questa procedura ci consentirà di organizzare gli ingressi in modo da scaglionarli in orari differenti, così da garantire ogni volta la presenza di una sola persona, rispetto del distanziamento sociale e delle disposizioni normative riferite al contenimento della diffusione del virus. Gli interessati alle adozioni – spiega Giovanna Pettinelli- entreranno in una zona appositamente predisposta per la visione dei cani. Uno alla volta, gli amici a quattro zampe precedentemente individuati, saranno accompagnati in quell’area per fare la conoscenza con il futuro adottante. Ovviamente, il tutto avverrà nella massima sicurezza, con l’utilizzo di mascherine e guanti nonché mantenendo le distanze di sicurezza e provvedendo alle attività di sanificazione”. Trovare una famiglia e migliorare le condizioni di vita dei tanti ospiti della struttura, è l’obiettivo della organizzazione che nel 2019 ha raggiunto il traguardo dei 30 anni di attività. Il Lockdown causato dal Coronavirus ha comportato la sospensione di ogni attività: adozioni, volontariato, raccolte fondi e tante iniziative pronte a decollare che sono saltate. Solo gli operatori a turno, hanno continuato a recarsi al rifugio per garantire il minimo di accudimento ai cani ospitati che attualmente sono circa 200. “Motivo di un numero così elevato – spiega la responsabile- è che durante il periodo del lockdown ci sono stati nuovi ingressi ma per nessuno dei cani si è potuta aprire la possibilità di trovare una nuova casa. Convivono nella nostra piccola fattoria, dove sono presenti anche 3 pecore, una capretta, un pony e due oche; questo periodo del fermo delle adozioni, per noi fondamentali, è stato abbastanza difficile anche per via del blocco delle attività dei volontari. Si è lavorato con un numero ristretto di operatori che si sono presi cura solo del loro accudimento, mentre hanno subito una forte limitazione le passeggiate dei cani”. Con la visita online del sito del Rifugio del cane di Colle Altino LNDF, costantemente aggiornato con le foto degli ospiti della struttura, o attraverso lapposita pagina facebook, le persone interessate alle adozioni, possono già individuare il cagnolino più adatto alla propria situazione; contattando poi  i numeri 320- 1994807 o 339- 4534544, dopo un breve colloquio con gli operatori, sarà possibile fissare l’appuntamento. L’augurio è che al più presto si possa regalare una vita nuova a questi simpatici amici, desiderosi d’affetto.C.C.
Riprende la possibilità di accedere al Rifugio del Cane di Collealtino per l'adozione degli animali. Previo appuntamento, lo prevede per canili e gattili di tutto il territorio regionale, il decreto n. 146 del presidente Luca Ceriscioli.
“Siamo felici che le nostre sollecitazioni abbiano trovato immediata e positiva risposta da parte del Governatore delle Marche che ringraziamo - dichiara la responsabile Giovanna Pettinelli-. Il decreto consente la ripresa delle adozioni nella nostra struttura; basterà che le persone interessate ci contattino telefonicamente fissando un appuntamento. Questa procedura ci consentirà di organizzare gli ingressi in modo da scaglionarli in orari differenti, così da garantire ogni volta la presenza di una sola persona, rispetto del distanziamento sociale e delle disposizioni normative riferite al contenimento della diffusione del virus. Gli interessati alle adozioni – spiega Giovanna Pettinelli- entreranno in una zona appositamente predisposta per la visione dei cani. Uno alla volta, gli amici a quattro zampe precedentemente individuati, saranno accompagnati in quell’area per fare la conoscenza con il futuro adottante. Ovviamente, il tutto avverrà nella massima sicurezza, con l’utilizzo di mascherine e guanti nonché mantenendo le distanze di sicurezza e provvedendo alle attività di sanificazione”.
cagnolino cucciolo
Trovare una famiglia e migliorare le condizioni di vita dei tanti ospiti della struttura, è l’obiettivo della organizzazione che nel 2019 ha raggiunto il traguardo dei 30 anni di attività. Il Lockdown causato dal Coronavirus ha comportato la sospensione di ogni attività: adozioni, volontariato, raccolte fondi e tante iniziative pronte a decollare che sono saltate. Solo gli operatori a turno, hanno continuato a recarsi al rifugio per garantire il minimo di accudimento ai cani ospitati che attualmente sono circa 200.
“Motivo di un numero così elevato – spiega la responsabile- è che durante il periodo del lockdown ci sono stati nuovi ingressi ma per nessuno dei cani si è potuta aprire la possibilità di trovare una nuova casa. Convivono nella nostra piccola fattoria, dove sono presenti anche 3 pecore, una capretta, un pony e due oche; questo periodo del fermo delle adozioni, per noi fondamentali, è stato abbastanza difficile anche per via del blocco delle attività dei volontari. Si è lavorato con un numero ristretto di operatori che si sono presi cura solo del loro accudimento, mentre hanno subito una forte limitazione le passeggiate dei cani”.
Con la visita online del sito del Rifugio del cane di Colle Altino LNDF, costantemente aggiornato con le foto degli ospiti della struttura, o attraverso l'apposita pagina facebook, le persone interessate alle adozioni, possono già individuare il cagnolino più adatto alla propria situazione; contattando poi  i numeri 320- 1994807 o 339- 4534544, dopo un breve colloquio con gli operatori, sarà possibile fissare l’appuntamento. L’augurio è che al più presto si possa regalare una vita nuova a questi simpatici amici, desiderosi d’affetto.
C.C.
Cani rifugio Colle Altino

Letto 945 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo