Partito da Camerino anche il secondo carico di aiuti per l'Ucraina

Sabato, 12 Marzo 2022 11:21 | Letto 861 volte   Clicca per ascolare il testo Partito da Camerino anche il secondo carico di aiuti per l'Ucraina A Camerino, continua a battere forte il cuore della solidarietà a favore della popolazione ucraina. Partito questa mattina il secondo carico di aiuti pervenuti nel punto raccolta allestito nei locali della parrocchia di San Venanzio. Sabato scorso, tra indumenti, viveri e medicinali, un primo consistente quantitativo aveva raggiunto i centri di raccordo della comunità ucraina e, tempo ppche ore, le stanze parrocchiali hanno ripreso a riempirsi di donazioni. Numerosissimi i cittadini di ogni età che hanno generosamente risposto allappello in soccorso della popolazione ucraina così duramente colpita, lanciato dallArcidiocesi di Camerino San Severino Marche. Così come avvenuto per la prima ondata di aiuti già arrivati a destinazione, lorganizzazione ha potuto contare anche stavolta sul fattivo impegno e sulla collaborazione di una rete di volontari. Un carico che è stato distribuito su tre furgoni, messi a disposizione rispettivamente dallUniversità di Camerino, dalla Protezione civile e dal Curc Centro universitario ricreativo camerte aps.  Completate le operazioni di carico, col supporto fondamentale dei ragazzi della parrocchia, Chiara Invernizzi, Mario Tesauri, Sara Buti, Antonella Menghi, Francesca Monaco, Sante Morosi e Paola Gerini, sono partiti alla volta di Senigallia. Anche per questa seconda settimana abbiamo avuto una fortissima risposta della popolazione e dei paesi limitrofi - spiega Paola Gerini-; abbiamo potuto contare anche sulla collaborazione della Pro Loco di Valfornace, oltre che sul supporto dei ragazzi del Curc, della  Protezione Civile e sullapporto di tantissimi volontari. Ieri - continua Paola Gerini- abbiamo provveduto ad impacchettare  il nuovo ingente quantitativo di materiale composto da alimenti e  soprattutto da medicinali di cui cè fortissima richiesta.Partiti anche oggi con tre furgoni, questa volta siamo arrivati direttamente a Senigallia da dove partono i Tir per lUcraina. Si è dunque cercato di agevolare anche questo passaggio, così da evitare step intermedi.Adesso, ci stiamo attivando anche per aiutare le famiglie che fuggono dalla guerra e che stanno arrivando a Camerino. Cerchiamo, quanto più possibile, di offrire un sostegno in base alle loro esigenze e necessità.Nella foto sotto, la consegna a Senigallia Nel susseguirsi di pacchi, con grande generosità recapitati nel punto di raccolta di Camerino, un momento di grande emozione lo ha rappresentato il gesto solidale compiuto dai più piccoli. Bello vedere che insieme a  questa corrente di bene che stiamo raccogliendo, prosegue il desiderio di poter aiutare e fare - afferma il parroco don Marco Gentilucci-. Oggi linvio è principalmente di alimenti e farmaci che sono stati portati nel centro di raccolta di Senigallia  dal quale il rpima possibile ripartiranno per destinazione Ucraina. Tra le tantissime persone che hanno risposto, commovente  è stata la raccolta fatta dai bambini della scuola dellinfanzia  comunale di Camerino ma anche di Valfornace.  I bambini che sono venuti portando i pacchi, lasciando un disegno, un tangibile segno della loro vicinanza.  I più piccoli- - sottolinea don Marco- ci educano sempre ed è veramente bello che siano stati proprio loro a consegnarci  quello che le loro famiglie hanno raccolto. c.c.Ampio servizio di approfondimento nel prossimo numero di Appennino Camerte 
A Camerino, continua a battere forte il cuore della solidarietà a favore della popolazione ucraina.
Partito questa mattina il secondo carico di aiuti pervenuti nel punto raccolta allestito nei locali della parrocchia di San Venanzio.
Sabato scorso, tra indumenti, viveri e medicinali, un primo consistente quantitativo aveva raggiunto i centri di raccordo della comunità ucraina e, tempo ppche ore, le stanze parrocchiali hanno ripreso a riempirsi di donazioni.
Numerosissimi i cittadini di ogni età che hanno generosamente risposto all'appello in soccorso della popolazione ucraina così duramente colpita, lanciato dall'Arcidiocesi di Camerino San Severino Marche. Così come avvenuto per la prima ondata di aiuti già arrivati a destinazione, l'organizzazione ha potuto contare anche stavolta sul fattivo impegno e sulla collaborazione di una rete di volontari.
Un carico che è stato distribuito su tre furgoni, messi a disposizione rispettivamente dall'Università di Camerino, dalla Protezione civile e dal Curc Centro universitario ricreativo camerte aps. 
Completate le operazioni di carico, col supporto fondamentale dei ragazzi della parrocchia, Chiara Invernizzi, Mario Tesauri, Sara Buti, Antonella Menghi, Francesca Monaco, Sante Morosi e Paola Gerini, sono partiti alla volta di Senigallia. 
secindo carico aiuti
"Anche per questa seconda settimana abbiamo avuto una fortissima risposta della popolazione e dei paesi limitrofi - spiega Paola Gerini-; abbiamo potuto contare anche sulla collaborazione della Pro Loco di Valfornace, oltre che sul supporto dei ragazzi del Curc, della  Protezione Civile e sull'apporto di tantissimi volontari.
il carico merci
Ieri - continua Paola Gerini- abbiamo provveduto ad impacchettare  il nuovo ingente quantitativo di materiale composto da alimenti e  soprattutto da medicinali di cui c'è fortissima richiesta.Partiti anche oggi con tre furgoni, questa volta siamo arrivati direttamente a Senigallia da dove partono i Tir per l'Ucraina. Si è dunque cercato di agevolare anche questo passaggio, così da evitare step intermedi.
Adesso, ci stiamo attivando anche per aiutare le famiglie che fuggono dalla guerra e che stanno arrivando a Camerino. Cerchiamo, quanto più possibile, di offrire un sostegno in base alle loro esigenze e necessità".

Nella foto sotto, la consegna a Senigallia 
la consegna a senigallia
Nel susseguirsi di pacchi, con grande generosità recapitati nel punto di raccolta di Camerino, un momento di grande emozione lo ha rappresentato il gesto solidale compiuto dai più piccoli. 
"Bello vedere che insieme a  questa corrente di bene che stiamo raccogliendo, prosegue il desiderio di poter aiutare e fare - afferma il parroco don Marco Gentilucci-. Oggi l'invio è principalmente di alimenti e farmaci che sono stati portati nel centro di raccolta di Senigallia  dal quale il rpima possibile ripartiranno per destinazione Ucraina. Tra le tantissime persone che hanno risposto, commovente  è stata la raccolta fatta dai bambini della scuola dell'infanzia  comunale di Camerino ma anche di Valfornace.  I bambini che sono venuti portando i pacchi, lasciando un disegno, un tangibile segno della loro vicinanza.  I più piccoli- - sottolinea don Marco- ci educano sempre ed è veramente bello che siano stati proprio loro a consegnarci  quello che le loro famiglie hanno raccolto". 
c.c.

Ampio servizio di approfondimento nel prossimo numero di Appennino Camerte 

WhatsApp Image 2022 03 12 at 10.07.20 2

WhatsApp Image 2022 03 12 at 10.07.20





Letto 861 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo