Stampa questa pagina

Maltempo nelle Marche, sale il bilancio dei morti

Venerdì, 16 Settembre 2022 09:56 | Letto 755 volte   Clicca per ascolare il testo Maltempo nelle Marche, sale il bilancio dei morti È di dieci  vittime al momento il bilancio della terribile ondata di maltempo che ha colpito questa notte le Marche e con particolare intensità la zona dellanconetano, le cittadine di Ostra, Trecastelli e BarbaraUna persona risulta dispersa Le ricerche stanno continuando senza sosta con limpiego di oltre 300 vigili del fuoco tra le province di Ancona, Pesaro Urbino. Decine di persone sono state messe in salvo nella notte; si erano rifugiate ai piani alti delle abitazioni, sui tetti delle case e sugli alberi.  “Ho appena ricevuto le chiamate del Capo dello Stato, Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio Mario Draghi. Il Presidente Mattarella ha espresso la solidarietà alla nostra comunità e gratitudine a tutti quanti stanno instancabilmente lavorando per i soccorsi. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la sua vicinanza rassicurandomi sul supporto per ogni necessaria esigenza. Il dolore per quanto accaduto è profondo ma la comunità marchigiana è forte e saprà reagire. Il pensiero va alle persone scomparse e alle loro famiglie, a cui esprimo cordoglio e vicinanza”.Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli che insieme agli assessori Stefano Aguzzi e Filippo Saltamartini sta partecipando alla riunione operativa in corso nella sede della Protezione Civile delle Marche  con il Prefetto, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e di Trenitalia per far fronte all’emergenza alluvione che si è verificata questa notte. Appena arrivato da Roma anche il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. «Il nostro pensiero è principalmente per le vittime e per le loro famiglie, a cui  vanno le più sentite condoglianze e la vicinanza dell’Assemblea legislativa tutta. Ci sarà poi il tempo per una valutazione oggettiva dei danni e di una responsabile lettura di quelle che sono le azioni da mettere sul tappeto per la salvaguardia del territorio». Così il presidente del Consiglio regionale, Dino Latini, sulle dr5ammatiche conseguenze dell’ondata di maltempo. «Non mancheremo di seguire l’evolvere della situazione in stretto contatto con l’Esecutivo regionale e con i responsabili della nostra Protezione civile, che si sono subito attivati per fronteggiare, con i mezzi e le risorse a disposizione, quanto stava accadendo. E’ proprio in momenti come questo che occorre attivare la massima unità d’intenti nell’interesse della comunità marchigiana che è, e resta, il nostro principale impegno». C.C. 
È di dieci  vittime al momento il bilancio della terribile ondata di maltempo che ha colpito questa notte le Marche e con particolare intensità la zona dell'anconetano, le cittadine di Ostra, Trecastelli e Barbara
Una persona risulta dispersa Le ricerche stanno continuando senza sosta con l'impiego di oltre 300 vigili del fuoco tra le province di Ancona, Pesaro Urbino. Decine di persone sono state messe in salvo nella notte; si erano rifugiate ai piani alti delle abitazioni, sui tetti delle case e sugli alberi.  

Ho appena ricevuto le chiamate del Capo dello Stato, Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio Mario Draghi. Il Presidente Mattarella ha espresso la solidarietà alla nostra comunità e gratitudine a tutti quanti stanno instancabilmente lavorando per i soccorsi. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la sua vicinanza rassicurandomi sul supporto per ogni necessaria esigenza. Il dolore per quanto accaduto è profondo ma la comunità marchigiana è forte e saprà reagire. Il pensiero va alle persone scomparse e alle loro famiglie, a cui esprimo cordoglio e vicinanza”.

Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli che insieme agli assessori Stefano Aguzzi e Filippo Saltamartini sta partecipando alla riunione operativa in corso nella sede della Protezione Civile delle Marche  con il Prefetto, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e di Trenitalia per far fronte all’emergenza alluvione che si è verificata questa notte. Appena arrivato da Roma anche il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio. 

«Il nostro pensiero è principalmente per le vittime e per le loro famiglie, a cui  vanno le più sentite condoglianze e la vicinanza dell’Assemblea legislativa tutta. Ci sarà poi il tempo per una valutazione oggettiva dei danni e di una responsabile lettura di quelle che sono le azioni da mettere sul tappeto per la salvaguardia del territorio». Così il presidente del Consiglio regionale, Dino Latini, sulle dr5ammatiche conseguenze dell’ondata di maltempo. «Non mancheremo di seguire l’evolvere della situazione in stretto contatto con l’Esecutivo regionale e con i responsabili della nostra Protezione civile, che si sono subito attivati per fronteggiare, con i mezzi e le risorse a disposizione, quanto stava accadendo. E’ proprio in momenti come questo che occorre attivare la massima unità d’intenti nell’interesse della comunità marchigiana che è, e resta, il nostro principale impegno».

C.C. 

Letto 755 volte

Clicca per ascolare il testo