Al suono delle campane, inaugurata la nuova chiesa di Muccia

Venerdì, 25 Ottobre 2019 17:58 | Letto 1325 volte   Clicca per ascolare il testo Al suono delle campane, inaugurata la nuova chiesa di Muccia Una chiesa in mezzo alle case. Equesta la cosa più bella. Così larcivescovo Francesco Massara al taglio del nastro della nuovissima chiesa di San Biagio inaugurata nellarea Sae di Pian di Giove a Muccia, grazie alla donazione del Consorzio Nazionale Servizi CNS . Festa grande per tutto il paese, presenti tante autorità militari e civili locali, regionali e rappresentanti del governo, del Parlamento nazionale e della Protezione Civile. Raggiante il padrone di casa Mario Baroni che dal palco ha salutato anche i numerosi colleghi sindaci intervenuti dai centri limitrofi, ringraziando tutti coloro che si sono adoperati per il progetto. Gioia e felicità in tutti gli abitanti che numerosissimi hanno festeggiato il felice esito di un progetto la cui idea iniziale risale a due anni fa e subito sposata dal CNS. Coinvolti nella realizzazione delle casette - ha detto lingegnere  Francesco Cantarella- abbiamo seguito  storie e vicende della popolazione; subito abbiamo abbracciata.lidea di essere coinvolti anche nella costruzione di un luogo di aggregazione . Ci è voluto un po per realizzarla ma oggi siamo qui e auspichiamo che questo possa essere un piccolo segno verso il ritorno alla normalità. Poco prima il suono delle campane a festa aveva sottolineato larrivo della partecipatissima processione con limmagine della Vergine di Col deVenti che da oggi verrà custodita allinterno della nuova chiesa di San Biagio. Ogni volta che riusciamo a tirar fuori dalla tasca qualcosa ci sentiamo in preghiera- ha detto don Giuseppe Branchesi rappresentante dei polentari di Santa Maria in Selva che hanno messo il loro contributo alla realizzazione dellopera e, successivamente, hanno deliziato i presenti con il piatto gustoso che li ha fatti diventare delle celebrità. Non poteva mancare Guido Picchio, anche lui mobilitatosi per stringere contatti e per  sostenere il progetto del CNS. Un luogo di aggregazione mancava da tanto tempo e  vederlo realizzato riempie di soddisfazione. Così il Prefetto Iolanda Rolli nel sottolineare che la novità di uno spazio così ben realizzato è un ottimo punto per continuare a sperare e guardare al futuro con maggiore positività. Intervenuto anche il Commissario Straordinario Piero Farabollini illustrando del decreto sisma appena pubblicato in Gazzetta e che prevede tra laltro lo snellimento delle procedure per la ricostruzione pubblica soprattutto privata. Da parte nostra cè limpegno a cercare di ottenere il rientro delle persone il prima possibile nelle loro case - ha detto- Linaugurazione di questa chiesa è un ulteriore segnale che, seppur inserito in un percorso molto grande, rappresenta un significativo traguardo. Nella messa officiata subito dopo, larcivescovo ha voluto attorno allaltare tutti i bambini di Muccia, affidandoli alla protezione della Madonna: La loro presenza ci deve dare anche la forza, a pensare questa nuova realtà come segno di buon auspicio per il futuro- ha detto Mons. Massara- Un luogo in cui il Signore continua a starci vicino e in cui ognuno di noi può essere frutto di bene e di speranza. cc
"Una chiesa in mezzo alle case. E'questa la cosa più bella". Così l'arcivescovo Francesco Massara al taglio del nastro della nuovissima chiesa di San Biagio inaugurata nell'area Sae di Pian di Giove a Muccia, grazie alla donazione del Consorzio Nazionale Servizi CNS . Festa grande per tutto il paese, presenti tante autorità militari e civili locali, regionali e rappresentanti del governo, del Parlamento nazionale e della Protezione Civile. Raggiante il padrone di casa Mario Baroni che dal palco ha salutato anche i numerosi colleghi sindaci intervenuti dai centri limitrofi, ringraziando tutti coloro che si sono adoperati per il progetto. Gioia e felicità in tutti gli abitanti che numerosissimi hanno festeggiato il felice esito di un progetto la cui idea iniziale risale a due anni fa e subito sposata dal CNS. " Coinvolti nella realizzazione delle casette - ha detto l'ingegnere  Francesco Cantarella- abbiamo seguito  storie e vicende della popolazione; subito abbiamo abbracciata.l'idea di essere coinvolti anche nella costruzione di un luogo di aggregazione . Ci è voluto un po' per realizzarla ma oggi siamo qui e auspichiamo che questo possa essere un piccolo segno verso il ritorno alla normalità". Poco prima il suono delle campane a festa aveva sottolineato l'arrivo della partecipatissima processione con l'immagine della Vergine di Col de'Venti che da oggi verrà custodita all'interno della nuova chiesa di San Biagio.
"Ogni volta che riusciamo a tirar fuori dalla tasca qualcosa ci sentiamo in preghiera- ha detto don Giuseppe Branchesi rappresentante dei polentari di Santa Maria in Selva che hanno messo il loro contributo alla realizzazione dell'opera e, successivamente, hanno deliziato i presenti con il piatto gustoso che li ha fatti diventare delle celebrità. Non poteva mancare Guido Picchio, anche lui mobilitatosi per stringere contatti e per  sostenere il progetto del CNS. " Un luogo di aggregazione mancava da tanto tempo e  vederlo realizzato riempie di soddisfazione". Così il Prefetto Iolanda Rolli nel sottolineare che la novità di uno spazio così ben realizzato è un ottimo punto per continuare a sperare e guardare al futuro con maggiore positività. 
Intervenuto anche il Commissario Straordinario Piero Farabollini illustrando del decreto sisma appena pubblicato in Gazzetta e che prevede tra l'altro lo snellimento delle procedure per la ricostruzione pubblica soprattutto privata. "Da parte nostra c'è l'impegno a cercare di ottenere il rientro delle persone il prima possibile nelle loro case - ha detto- L'inaugurazione di questa chiesa è un ulteriore segnale che, seppur inserito in un percorso molto grande, rappresenta un significativo traguardo". Nella messa officiata subito dopo, l'arcivescovo ha voluto attorno all'altare tutti i bambini di Muccia, affidandoli alla protezione della Madonna: " La loro presenza ci deve dare anche la forza, a pensare questa nuova realtà come segno di buon auspicio per il futuro- ha detto Mons. Massara- Un luogo in cui il Signore continua a starci vicino e in cui ognuno di noi può essere frutto di bene e di speranza".
cc

Muccia Bambini sotto laltare

Muccia Madonna

sindaco Baroni e Commissario Farabollini

Muccia autorità

Muccia ingresso



Letto 1325 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo