Notizie di cronaca nelle Marche
Doppio appuntamento  nei territori colpiti dal sisma: il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha incontrato, a Macerata e ad Ascoli Piceno, i sindaci e tecnici comunali del cratere del sisma. “Due incontri molto utili - ha detto - per confrontarsi sullo stato di avanzamento del Piano delle opere pubbliche. Sono emerse difficoltà per la complessità delle procedure, ma si ha la determinazione di lavorare sulla rendicontazione e sul caricamento dei dati nelle piattaforme dedicate per avere un quadro chiaro e facilitare così le procedure. Purtroppo - ha proseguito - le grandi semplificazioni non ci sono state e quindi dobbiamo lavorare con quello che abbiamo, cercando di farlo al meglio attraverso un’attività di coordinamento e di supporto ai Comuni”.

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, accompagnato dalla vice presidente Anna Casini, ha incontrato i sindaci e i tecnici del cratere di Ascoli e Fermo per la verifica delle procedure e l’avanzamento delle attività di progettazione e realizzazione dei lavori sugli immobili danneggiati dal sisma.
Gli incontri si sono focalizzati molto sull’importanza dell’aggiornamento  dei dati su Sismapp, il programma di gestione della ricostruzione post sisma utilizzato dai Comuni e sulla importanza della preventiva compilazione della Congruità dell’Importo Richiesto (C.I.R.) per ciascuna opera finanziata tramite studi di prefattibilità.  


Pubblicato in Cronaca
In località Appennino pronti entro l’anno nuovi appartamenti di proprietà pubblica da destinare alle famiglie. Continuano gli interventi di recupero strutturale di edifici ad uso residenziale di proprietà pubblica nel comune di Pieve Torina. Dopo l’avvio infatti, nelle scorse settimane, dei lavori per il miglioramento sismico di una palazzina in via Marconi, hanno preso il via anche quelli per un edificio analogo di proprietà pubblica in località Appennino, un immobile che andrà ad ospitare almeno altre due famiglie.
Prosegue il nostro impegno sul fronte ricostruzione per cercare di restituire una vita normale ai nostri concittadini” dichiara il sindaco Alessandro Gentiluccie i lavori per questo nuovo intervento dovranno concludersi entro il 2019 in modo da poter far rientrare già il prossimo anno in una casa vera alcune delle famiglie attualmente ospitate nelle SAE. È un percorso lungo e non facile quello della ricostruzione, ma noi lo stiamo affrontando con grande determinazione e convinzione, e nelle prossime settimane proseguiranno gli interventi ed i lavori di recupero con l’obiettivo di mantenere forte il senso di comunità che, da sempre, anima il nostro paese: c’è voglia di futuro a Pieve Torina, e noi, come amministrazione, dobbiamo impegnarci al massimo per renderlo possibile”.

pieve torina 01
Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 17 Luglio 2019 14:21

Sequestrati 19 chili di tabacco di contrabbando

Sequestrati 19 chili di tabacco di contrabbando. L’operazione è stata condotta dalla guardia di finanza di Porto Recanati all’Hotel House. Si tratta di tabacco da mastico introdotto in contrabbando nel territorio nazionale. Denunciato uncittadino pakistano.

Altro blitz all’Hotel House da parte dei finanzieri della Tenenza di Porto Recanati, a contrasto di traffici illeciti

Nel corso di un servizio, in particolare, i finanzieri hanno sottoposto a controllo un cittadino pakistano, il quale è risultato in possesso di alcuni pacchettidi tabacco da mastico, risultati importati in contrabbando doganale.

La successiva perquisizione domiciliare, ha permesso di rinvenire ulteriori pacchetti. In totale ne sono stati rinvenuti e sequestrati circa 470, da 40 grammi ciascuno, per un totale complessivo di circa 19 chili.
L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Macerata.


Pubblicato in Cronaca
Inaugurata a Sarnano la nuova struttura polifunzionale destinata ad ospitare la Guardia Medica e l'Ambulatorio Pediatrico realizzata grazie alla solidarietà del gruppo Mastrotto di Arzignano, provincia di Vicenza, e al progetto Sisma Italia della Croce Rossa Italiana. Alla cerimonia inaugurale, oltre sl sindaco Luca Piergentili, al cui padre Ermenegildo la strutura è intitolata, erano presenti la senatrice Barbara Contini, vice segretario di Croce Rossa Italiana, l'assessore regionale alla Protezione civile Angelo Sciapichetti, il vice presidente del Comitato CRI Marche Cristina Perozzi, il presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri Giampiero Feliciotti, l'arcivescovo di Camerino - San Severino Marche Francesco Massara, dipendenti e volontari del Comitato CRI di Sarnano e dei centri limitrofi. Le note dell'Inno di Mameli e la lettura dei principi fondanti della Croce Rossa hanno fatto da cornice ai saluti istitutionali che hanno preceduto il momento del taglio del nastro. "L'amministrazione comunale punta sul miglioramento dei servizi, in particolare dei servizi socio-sanitari - così il sindaco di Sarnano Luca Piergentili - Grazie al sostegno della Croce Rossa, che dal giorno del sisma è stata sempre vicina alla popolazione, abbiamo creato questa struttura che è funzionale al nostro territorio. Non serve creare cattedrali nel deserto, ma bisogna sentire il territorio e adeguarsi alle sue esigenze. Con questa struttura abbiamosoddisfatto l'esigenza di avere un migliore servizio di guardia medica e di pediatria". La mattinata si è poi conclusa con il dono da parte del Comitato Croce Rossa di Sarnano, presieduto da Adriano Conti, al comune di un defibrillatore, anch'esso frutto della solidarietà del Gruppo Mastrotto, posizionato in Piazza della Libertà a servizio e tutela della cittadinanza.

(Servizio completo nel prossimo numero de L'Appennino camerte)

WhatsApp Image 2019 07 17 at 13.31.50

WhatsApp Image 2019 07 17 at 13.32.16
la targa a Ermenegildo Piergentili, padre dell'attuale sindaco di Sarnano Luca piergentili
Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 17 Luglio 2019 11:43

Frontale vicino Sarnano, in due all’ospedale

Frontale tra Sarnano e San Ginesio, in località Pian di Pieca. A scontrarsi due auto. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 che hanno soccorso due feriti.  Stando ad una prima ricostruzione sembrerebbe che un anziano si stesse immettendo sulla strada a bordo della sua macchina quando è sopraggiunto un giovane alla guida della sua auto e ha travolto quella dell’anziano. Inizialmente era stata allertata anche l’eliambulanza che però non ha caricato nessuno e le due persone sono state trasferite entrambe in codice giallo all’ospedale di Macerata.

(servizio in aggiornamento)

Screenshot 388

Screenshot 390



freccia in giùVIDEO SOTTO freccia in giù

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 17 Luglio 2019 11:35

Furto al circolo Acli

Irruzione al circolo ACLI per un bottino di 50 euro. È quanto sono riusciti ad asportare i ladri che tra lunedì e martedì si sono introdotti nella sede del circolo ACLI di Macerata forzando la porta di ingresso. Rovistando tra i cassetti sono riusciti a prendere solo quei pochi soldi in contanti. La zona non è servita da videosorveglianza. L’accaduto è stato denunciato ai carabinieri.
Pubblicato in Cronaca
Tentato furto a Macerata nella Federazione Italiana Maestri del Lavoro. L’irruzione dei malviventi è avvenuta nei giorni scors. Si sono introdotti all’interno dei locali forzando la porta d’ingresso. Poi hanno forzato anche i cassetti e rovistato al loro interno ma senza trovare nulla di valore. Sul fatto stanno indagando i carabinieri. 


Pubblicato in Cronaca
In manette un giovane di 27 anni. Ubriaco ha fatto irruzione in un bar ed è venuto alle mani con un cliente e la titolare. Poi ha aggredito i carabinieri. È successo a Corridonia un paio di giorni fa. Stando ad alcune testimonianze un ragazzo del ‘92 è entrato in un bar e ha avuto un litigio con un altro cliente e il titolare del locale con i quali è venuto alle mani. Sono stati allertati i carabinieri che sono intervenuti  E nel corso del controllo per l’identificazione, il ragazzo in evidente stato di ubriachezza, ha picchiato i militari a suon di pugni e calci che hanno riportato lievi ferite. Subito è stato immobilizzato e portato alla stazione di Appignano. 
Lì è stato dichiarato in arresto e poi portato a casa sua agli arresti domiciliari. 


Pubblicato in Cronaca
“Le aree di interesse naturalistico non sono luoghi in cui organizzare concerti Pop”.
A dirlo è il direttivo nazionale di Italia Nostra che, con una nota, punta il dito anche contro RisorgiMarche.
 “Da qualche anno – scrivono - si conferma la tendenza di localizzare concerti ed iniziative di massa in zone di interesse naturalistico.
La morte del pulcino di Fratino il 10 luglio scorso, in coincidenza con il Jova Beach a Rimini, ha confermato le giuste preoccupazioni degli ambientalisti – spiegano, prima di passare a RisorgiMarche - .

Un altro caso sono i siti scelti da RisorgiMarche per la pur meritoria manifestazione organizzata da Neri Marcorè. Si tratta di due siti: Spelonga nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga e Monte Fraitunno nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, entrambi di “eccezionale valore ambientale”, dove le “emergenze botanico-vegetazionali” imporrebbero misure protettive per evitare danneggiamenti all’ecosistema.


Siamo preoccupati – affermano. La partecipazione di migliaia di persone su fragili ecosistemi e relativi habitat comporta un impatto non sostenibile, sia per la “preparazione" dell'area (sbancamenti) che per l'effetto diretto della presenza umana cosi eccessiva e concentrata”.

Poi la richiesta di spostare gli eventi in altre zone “per salvaguardare – scrivono - gli equilibri di quello che rimane di ogni prezioso habitat costiero e delle specie che lo abitano”.

Una polemica che arriva nonostante più volte RisorgiMarche abbia dimostrato quanto il pubblico sia sempre rispettoso delle aree dove si svolgono i concerti. Anche dopo l'ultimo appuntamento dell'edizione 2018 con jovanotti, che diede spunto al cantante per i Jova Beach Party, non rimase traccia del passaggio delle oltre 60mila persone presenti.



GS
Pubblicato in Cronaca
E’ dell’università di Camerino il nuovo Vice Direttore per il triennio 2018-2021 del CIRM-IMN, il Centro Interuniversitario di Ricerche sulla Malaria-Italian Malaria Network.
Guido Favia, direttore della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria dell’Università di Camerino, è stato eletto Vice Direttore del centro di ricerca finalizzato al potenziamento e al coordinamento degli studi che riguardano i principali aspetti della malattia, che vede la collaborazione tra ricercatori di diversi Atenei italiani e dell’Istituto Superiore di Sanità. L’Italian Malaria Network rappresenta in Italia il punto di riferimento per la ricerca sulla malaria.

Favia è un parassitologo e da molti anni è impegnato in attività di ricerca scientifica relative al controllo delle più pericolose malattie infettive che affliggono in particolare i paesi del terzo mondo, tra cui la malaria, zika e dengue.

“Sono estremamente soddisfatto – dice – per questo nomina, che rappresenta non soltanto una bella gratificazione personale, ma anche un importante riconoscimento della qualità e dell’eccellenza della ricerca e dei ricercatori di Unicam. Ringrazio l’Ateneo ancora una volta per le opportunità che offre ai propri ricercatori”.
Pubblicato in Cronaca

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo