Notizie di cronaca nelle Marche
“E’ un servizio alla Chiesa. Collaboriamo tutti insieme e, sono sicuro che il Signore e la Madonna aiuteranno le due comunità”. Così l’arcivescovo di Camerino San Severino Marche Mons. Francesco Massara, subito dopo l’annuncio del suo doppio incarico che lo vede da oggi amministratore apostolico anche della diocesi di Fabriano Matelica, prendendo il posto di Mons. Stefano Russo.

La comunicazione ufficiale della decisione del Santo Padre proveniente dalla Nunziatura apostolica, è avvenuta in mattinata nella chiesa del Seminario. In Italia è in atto un processo di unificazione che continuerà ad interessare nel tempo anche tante altre diocesi. Camerino resta la sede primaria del vescovo e le due diocesi, seppure sotto un unico pastore, continueranno a portare avanti le reciproche amministrazioni in modo separato, alla luce della diversa conformazione territoriale che porterà alla revisione dei confini..

“ E’ l’inizio di un cammino di collaborazione che nella pratica ci porterà ad essere un tutt’uno- ha commentato Mons. Massara- . Come per tutti i passaggi, il cammino potrà avere qualche difficoltà iniziale ma l’importante sarà collaborare. Mi è stato chiesto di adempiere a questo servizio e nella Chiesa, la lezione è che anche se è demandato un grosso sacrificio, si è chiamati a farlo. Il messaggio che vogliamo far passare -ha sottolineato- è quello di un lavoro da fare insieme pur nelle diversità. Farò quello che ho sempre fatto: sarò parroco-vescovo e vescovo parroco”.


Positivo il commento della direttrice dei musei diocesani Barbara Mastrocola: “ A questo punto avremo tante opere d’arte da tutelare in collaborazione con i colleghi degli uffici dei Beni culturali di Fabriano e Matelica. Molto conosciuto il bellissimo Museo Piersanti di Matelica che da poco ha anche un nuovo direttore e credo che si possa instaurare un rapporto proficuo e di eccellenza. D’altra parte è anche vero che storicamente e artisticamente già dai tempi della Signoria dei Varano la vallata comprendente Matelica fino a Fabriano ha rappresentato un “unicum”. Si pensi dal punto di vista pittorico a Gentile da Fabriano e al collegamento con il nostro pittore del gotico Arcangelo Di Cola, per cui, questo passo di ulteriore avvicinamento, sarà fonte di un sicuro reciproco arricchirsi”.
C.C.
Pubblicato in Diocesi
Tutto pronto per uno degli eventi più attesi dell’estate di Castelraimondo. “Marche in vetrina” torna in piazza della Repubblica, come ormai da otto anni, il prossimo venerdì 2 agosto. Le novità sono state presentate questa mattina in conferenza stampa dal sindaco Renzo Marinelli, dall’assessore Elisabetta Torregiani, dal direttore artistico Vladimiro Riga e dal rappresentante del main sponsor Banca Mediolanum, Massimo Paoloni.
“Una iniziativa che abbiamo cominciato senza guardare così tanto a lungo - ha detto il primo cittadino - , poi è proseguita con una grande risposta di pubblico. È cresciuta sempre di più e oggi più che mai è una manifestazione molto importante per la città e per le attività commerciali. Grazie a tutti coloro che ci hanno dato una mano, oltre a Mediolanum anche ad aziende che credono in noi. Quando si riesce a fare squadra si possono fare grandi cose e si ottengono grossi risultati. Investiamo in molti, ognuno investe il suo è questo ci permette di andare avanti”. 
Una iniziativa così contagiosa che una realtà come Banca Mediolanum ha deciso di sostenerla, come ha detto Massimo Paoloni: “Un evento che premia l’impegno, la passione, lo sforzo che ogni persona mette in campo per portare avanti una idea, una impostazione aziendale e una attività. Per il secondo anno quindi abbiamo deciso di partecipare con maggiore impegno perché riteniamo che possa essere un punto di riferimento del territorio. Come presidente di giuria ho avuto il piacere di vedere i profili dei candidati e da tutti scopriamo biografie straordinarie e personaggi molto importanti per la nostra zona”.

Impegnata in prima linea l’assessore alla cultura, Elisabetta Torregiani: “Marche in vetrina accende i riflettori sulle aziende che spiccano nella nostra regione. Aziende che spesso noi non conosciamo, le conoscono all’estero ma noi no. Ringraziamo il MiBACT che insieme a Legambiente ha promosso un progetto con Il Comune e con la scuola e saranno presenti a Marche in Vetrina. Grazie alla SIAE che sostiene l’evento ed è stata sensibile al tema del terremoto aiutandoci in questa serata”. 

WhatsApp Image 2019 07 26 at 13.43.40

Quattordici gli anni di Marche in vetrina che iniziò nella capitale e grazie a Vladimiro Riga è arrivata a Castelraimondo: “Non potevo mai immaginare che un piccolo centro come Castelraimondo - dice l’organizzatore - potesse competere con la capitale che per sei anni ha ospitato l’evento. Ringrazio questa città perché Marche in vetrina è come San Gennaro, ogni anno ripete il miracolo. Organizzo tanti eventi ma trovarne uno dove gli artisti si prenotano per intervenire mi emoziona. Brunello Cucinelli, la direttrice di RaiUno Teresa De Santis, saranno presenti alla serata e questo per me è motivo di orgoglio”.

In merito alle aziende che riceveranno il Cassero d’argento, tra le altre ci sarà la 6Tour con oltre 100 dipendenti, poi ci saranno aziende piccole, alcune anche a conduzione familiare, con pochi anni di storia alle spalle. Dalla TecnoIn di Camerino al ristorante Il Gabbiano di Civitanova. Saranno premiati anche quattro dottori, Linci, Cacciamani, Felicioli e Mantovani che hanno portato avanti il reparto di ginecologia di San Severino  negli ultimi anni.  Per lo sport, riflettori accesi sul Matelica calcio e Lube Volley che hanno dimostrato di essere ai massimi livelli. In merito agli artisti, sarà premiato l’attore Franco Nero e il regista Giampiero Solari. La serata sarà presentata da Attilio Romita. Tra i volti noti presenti, Pamela Prrai e, direttamente da Ballando con le Stelle, Samanta Togni e Samuel Peron. La cena è organizzata dal ristorante Tre Stelle dove è possibile prenotarsi ed assistere allo spettacolo. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito.


GS


Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Grande fermento nelle ultime ore nella diocesi di Camerino-San Severino Marche . Il tutto faceva presagire che  arrivassero da Roma, notizie riferite alle diocesi delle Marche. A mezzogiorno in punto l'arcivescovo Francesco Massara ha rivelato il volere del Papa della fusione tra le diocesi di Camerino-San Severino Marche e Fabriano Matelica.

C.C. 

Di seguito la comunicazione ufficiale


Camerino, 26 luglio 2019

Cari Sacerdoti, Religiose, Religiosi e fedeli tutti, sono a comunicarvi la decisione del Santo Padre Papa Francesco della quale, nei giorni scorsi, il Nunzio Apostolico in Italia mi ha reso partecipe.

A partire da questo momento il sottoscritto assume l’incarico di Amministratore Apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica con tutte le facoltà di Vescovo diocesano e sostituisce S. E. Mons. Stefano Russo.

Le due diocesi, seppure sotto la guida di un unico Vescovo, continueranno a portare avanti le reciproche amministrazioni in modo separato in vista di una diversa conformazione territoriale che porterà ad una revisione dei confini.

Ringrazio S. E. Mons. Stefano Russo, che ha guidato come pastore una Chiesa locale ricca di fede e di storia.

A voi, chiedo la pazienza e la bontà di darmi il tempo per imparare a gestire questo nuovo impegno ministeriale, assicurandovi che non muterà la mia sollecitudine verso questa Chiesa locale.

Mentre alla diocesi di Fabriano - Matelica vorrei dire: vengo a voi con gioia anche se non con poche preoccupazioni. La responsabilità a me affidata esattamente ad un anno dalla mia nomina episcopale è talmente alta ed impegnativa che, per non venir meno ai miei doveri di padre e pastore, occorrerà trovare nuovi ritmi di vita, ma soprattutto tempi e modi per essere vicino a tutti e ciascuno con premurosa attenzione ed ascolto fecondo, in modo da poter essere, fin quando il Signore vorrà, pastore secondo il suo cuore.

Per svolgere serenamente e nel miglior modo possibile questo mio nuovo compito, chiedo la preghiera e la collaborazione di tutti voi, mentre invoco la benevola intercessione della Beata Vergine Maria, di San Giovanni Battista, dei Santi Venanzio e Severino e, oggi in particolare, quella dei SS. Gioacchino ed Anna.

+Francesco Massara

Arcivescovo di Camerino – San Severino Marche

Amministratore Apostolico di Fabriano - Matelica

IMG 20190726 120222 

IMG 2709







Pubblicato in Cronaca

Grazie alla Fondazione Andrea Bocelli, sta per realizzarsi il sogno di una nuova sede per l’Accademia Musicale di Camerino.

Già attiva dal 25  luglio e fino al 3 agosto la campagna di Numerazione Solidale 2019 promossa dalla ABF e denominata 'Con Te, ripartiamo- ABF per Camerino'. Il numero da comporre è il 45580: si possono donare 2 euro (sms da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali) oppure 5 e 10 euro (da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali. 

Ieri sera a Lajatico (Pisa) paese natale di Bocelli, dal Teatro del Silenzio ha preso vita lo show quest'anno intitolato 'Ali di libertà'. Per il bis della serata di domani, è prevista anche la straordinaria partecipazione al concerto di 8 giovani dell'associazione camerte, accompagnati dal presidente e dal direttore Vincenzo Correnti.  Per il gruppo in partenza dalla città ducale, un’emozione che si aggiunge alle tante altre provate nel corso degli ultimi mesi.

Lo show del Teatro del Silenzio, sarà ripreso dalle telecamere di Rai1 e messo in onda in prima serata sabato 14 settembre; contestualmente, dal 9 al 22 settembre, sarà nuovamente attiva la campagna 'Con Te, ripartiamo', sempre con il numero 45580. 

FB IMG 1564131843944

Nel frattempo, dopo le forti sensazioni interiori a lungo serbate, il maestro Correnti ha potuto esternare tutta la sua gioia per un epilogo inaspettato e colmo di generosa solidarietà. Lui stesso, ha raccontato nelle ultime ore dei particolari inediti e finora sconosciuti dei contatti avuti con la Fondazione Andrea Bocelli. 

“Quando qualcuno mi invitava a considerare di poter arrivare alla Fondazione del grande maestro- spiega-  in realtà già c'eravamo arrivati. Il silenzio era tassativo perché giustamente doveva essere lui stesso a dare la grande notizia.
E’ così che tutto il sogno si è avverato. Rappresentanti della ABC hanno compiuto due sopralluoghi recandosi nella nostra città varie volte. Tra di noi- continua Correnti- contatti burocratici ma anche artistici: ognuno della nostra associazione a seconda del ruolo ricoperto, ha seguito il proprio percorso.
Personalmente, mi sono occupato prettamente della parte musicale e didattica e qualche tempo fa ho accolto per due volte il direttore artistico del maestro Bocelli Carlo Bernini ; nell’occasione, non avendo più una sede, abbiamo fatto delle prove in luoghi di fortuna e all'aperto ma fortunatamente, il tempo ci ha assistito. Il perché delle prove è presto detto: ci stiamo preparando per un concerto importante che terremo insieme al maestro Bocelli in Senato il prossimo 4  ottobre. Oggi stesso ci prepariamo a raggiungere Lajatico per un altro appuntamento emozionante; con i ragazzi scelti dalla Fondazione per girare gli spot pubblicitari col maestro Bocelli, prenderemo parte allo show del Teatro del silenzio di domani sera. Che dire - conclude Correnti-; coltivavamo il sogno di riappropriarci di una sede da tanto tempo. Tanti gli amici che ci sono stati vicini e che ci hanno fatto raggiungere una bella cifra ma purtroppo sufficiente a realizzare solo una piccola parte della scuola. Poi, un anno e mezzo fa, questo contatto prezioso; il dono di una solidarietà unica, ci ha aperto ad una luce e a una bellissima speranza”.  

C.C.

Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Sabato 27 luglio, giornata inaugurale per la mostra "Un sorriso per Fiastra"
Più di trenta artisti hanno contribuito alla realizzazione delle opere che,  alle 18.00, saranno esposte presso il Centro sportivo e ricreativo di San Lorenzo al Lago. La mostra sarà visitabile fino a domenica 4 agosto, giorno in cui le opere verranno bandite in un’asta di beneficienza il cui ricavato sarà devoluto al Comune per la realizzazione della nuova scuola.

La mostra, curata da Daniele Taddei e nata dalla collaborazione dell’Art Club Studio di Macerata, il Comune di Fiastra, la Pro Loco e il Museo del Camoscio, è coordinata da Daniela Ripani. La pittrice maceratese, che è anche uno dei trentasei artisti che hanno contribuito con le loro opere alla realizzazione dell’asta, è la vera anima del progetto.

Ricorda che ”Un sorriso per Fiastra ha lo scopo di far tornare sul volto dei bambini quel sorriso luminoso, spensierato e nel cuore delle persone quella serenità tipica della gente di montagna. L’arte ancora una volta mostra tutta la sua sensibilità verso quelle persone che hanno perso la bellezza, patrimonio di tutti noi”. Spiega come è nato il progetto, frutto della sua passione per la pittura e dell’amore per la valle del Fiastrone. “Ho una casa ad Acquanina, inagibile da dopo il terremoto, dove ho trascorso tutte le vacanze della mia vita e a cui sono legatissima, da tempo volevo fare un’iniziativa benefica legata all’arte in un luogo del cratere. Ho cercato di coinvolgere tutte le realtà locali in questo progetto, per cui devo ringraziare anche gli sponsor privati”.

I locali del centro sportivo e ricreativo, saranno aperti dalle 17.30 alle 19.30 fino a domenica 4 agosto, giorno dell’asta di beneficienza
Pubblicato in Cultura e Spettacolo
"Salite, discese, terra pianeggiante. Il pellegrinaggio rappresenta un po' la nostra vita". Così l'arcivescovo Francesco Massara,al termine della tradizionale fiaccolata in onore dei Santi Gioacchino ed Anna nel quartiere di Vallicelle a Camerino. 
Presenti rappresentanti delle forze dell'ordine e il vice sindaco Lucia Jajani, il piccolo e partecipato cammino di preghiera è stato animato dal parroco don Mariano Ascenzo Blanchi e da don Giancarlo Pesciotti con l'accompagnamento delle musiche della Banda cittadina. Passo dopo passo, lambendo tutte le vie del popoloso quartiere, alla desolazione dei palazzi vuoti e feriti, si è aggiunta la vitalità delle finestre accese e delle festose luminarie.
IMG 20190725 222716
"Tante volte nella nostra vita, incontriamo le salite che rappresentano le difficoltà e interessano il nostro cuore come le nostre relazioni - ha detto Mons. Massara -  L'aver vissuto questo momento di preghiera, deve aiutare ognuno di noi a rendere le discese e le salite pianeggianti e, a far sì che l'esperienza vissuta sia un qualcosa che produca frutti, di pace, di misericordia, di accoglienza, di gioia". Nell'affidare la comunità alla protezione dei Santi Gioacchino e Anna, l'arcivescovo Francesco ha formulato l'augurio che possano intercedere nell'arrecare a ciascuno una grande serenità, una forte luce e una grande speranza.
A seguire, nel piazzale antistante il centro di comunità, diretto dal maestro Vincenzo Correnti, il bellissimo concerto della Banda città di Camerino, ha magnificamente concluso il tradizionale appuntamento della vigilia.
IMG 20190725 224636
Oggi 26 luglio, nel giorno dedicato alla venerazione dei genitori della Vergine Maria e dunque nonni di Gesù, la lunga settimana di festeggiamenti approda al suo finale. Nella chiesa di comunitàdi Vallicelle, celebrazioni liturgiche in onore di Sant'Anna e San Gioacchino sono previste alle ore 11 e alle ore 18.00. Al termine della messa serale, prenderà il via il gustoso ricevimento dedicato ai nonni del quartiere e della città. Musica e ballo in piazza chiuderanno allegramente il ricco programma organizzato dal comitato locale..
C.C

Nella foto sotto, la copia dall'originale di Lorenzo D'Alessandro, realizzata dall'artista camerte Angelo Raponi
IMG 20190726 095614  

IMG 20190725 215816



Pubblicato in Cronaca
La Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino, visto il successo di iscritti e di consensi ottenuti con il corso di laurea triennale Scienze Sociali per gli enti non profit e la cooperazione internazionale, attiva il percorso di laurea magistrale in “Gestione dei fenomeni migratori e politiche di integrazione nell’Unione Europea”.

Il corso di laurea magistrale è volto a formare professionalità giuridico, economico e sociali atte a svolgere funzioni di coordinamento e di gestione del fenomeno migratorio nel rispetto dei valori e dei principi dell’unione europea. Nel percorso magistrale verranno approfonditi gli aspetti di competenza nazionale e del buon funzionamento della politica dell’Unione Europea.

Al termine degli studi, il laureato sarà in grado di esercitare attività e funzioni dirigenziali e di elevata responsabilità negli enti, attivi a livello nazionale ed internazionale, che offrono servizi all’integrazione, all’accoglienza e alla sicurezza, così come in prefetture, commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale, in tavoli tecnici, o in enti/organizzazioni sovranazionali come l’Unione Europea, il Consiglio d’Europa, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, l’Agenzia delle Nazioni Unite.


A fianco al percorso magistrale verranno organizzati eventi, convegni, corsi di formazione professionale nell’ambito dei fenomeni migratori per dare agli iscritti al corso un approccio anche pragmatico dei fenomeni che stiamo vivendo in questo periodo storico, ma che fanno parte della storia e dell’evoluzione sociale e culturale dell’umanità.



Tutte le informazioni sono disponibili nel sito della Scuola di Giurisprudenza di Unicam www.unicam.it/juris
Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Approvato lo schema delle perimetrazioni presentate dal Comune di Caldarola. A darne notizia è l'amministrazione, insieme ad altre novità che riguardano la ricostruzione. "Lo scorso 23 luglio - si legge nella nota del Comune - è stato approvato da parte dell'Ufficio Speciale per la Ricostruzione, dello schema di perimetrazione presentato dall’Amministrazione Comunale. 

Trascorsi i 10 giorni di rito dalla data di pubblicazione sul BUR ufficiale della Regione Marche, ci sarà la definitiva approvazione con decreto del Presidente della Regione - Vice Commissario e poi, nei successivi 150 giorni, si passerà all'approvazione dei piani attuativi a cura del Comune di Caldarola, di concerto con l'USR e la popolazione". 
Novità anche sulla restrizione delle zone rosse: "Abbiamo provveduto alla messa in sicurezza ed alla riapertura di Via Portarella, strategica strada alternativa per il traffico veicolare rispetto a Via Roma, recentemente anch'essa già resa percorribile a senso unico alternato nelle due direzioni di marcia.  
Allo stesso modo sono in via di ultimazione i lavori di messa in sicurezza di Via Colcù, nell'area della Castello Pallotta, che sarà, quindi, presto riaperta al pubblico. 
Sono stati avviati anche i lavori di ripristino con miglioramento sismico dell'immobile Comunale sito in via Mazzini n.2 ed a breve sarà avviata la ricostruzione anche sull'immobile sito nel vicino civico n.2. 
Nei giorni scorsi, infine, si è svolto un'importante tavolo con i tecnici interessati dalla ricostruzione del centro storico per concertare timing e modalità di costituzione degli aggregati, facendo seguito ai precedenti incontri svolti nei mesi passati. 
In questa delicata fase della ricostruzione prosegue, infatti, la proficua collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche. 
Il prossimo appuntamento, che si terrà a breve con lo staff dell’Architetto Giovanni Marinelli, servirà per valutare le schede sottoposte ai tecnici locali per pianificare i futuri interventi, al fine di coordinare ogni intervento e rendere il più possibile omogenea la ricostruzione del centro storico".

GS

WhatsApp Image 2019 07 25 at 19.33.06

WhatsApp Image 2019 07 25 at 19.33.21

WhatsApp Image 2019 07 25 at 19.33.11





Pubblicato in Cronaca
Un grosso incendio è divampato intorno alle 15 nella zona di Camerino. Principalmente le fiamme sarebbero partite dalla cava di Statte ma sono diversi i punti interessati su cui hanno lavorato i vigili del fuoco di Camerino, coordinati dal caposquadra Giorgio Paganelli.

In volo anche l'elicottero che si è rifornito al lago di Caccamo per poi cercare di domare le fiamme nella parte alta della zona dove c'è il castello di Statte.

Stando alle prime indagini, portate avanti dai militari della Guardia Forestale conodotti dal maresciallo Simone Morico e dal marescialle Eleonora Zampini, sembra che l'incendio possa essere di natura dolosa dal momento che l'incendio è partito dalla strada e sembra essere stato appiccato in più punti.

Anche se al momento le fiamme sono state spente i vigili del fuoco resteranno a presidiare la zona per controllare che non si riaccendano altri focolai, viste le temperature torride della giornata.

I controlli continueranno tutta la notte da Bistocco di Caldarola fino al castello di Statte, per scoprire l'eventuale piromane che, non è escluso, possa tornare in zona.

GS
WhatsApp Image 2019 07 25 atthhgh 20.06.09 1

WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.27.10

WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.00.07

WhatsApp Image 2019 07 25 at 19.59.53 2

WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.06.09




WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.05.22

WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.06.08

WhatsApp Image 2019 07 25 at 20.59.49

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 25 Luglio 2019 17:02

Allarme gas a Camporota di Treia

Allarme per una fuga di gas da una palazzina di 9 appartamenti, nella quale vivono però soltanto 3 famiglie, in località Camporota di Treia. A lanciare l'allarme alcuni vicini che hanno provveduto ad allertare i vigili del fuoco, impegnati nei soccorsi per un incidente avvenuto a pochi chilometri di distanza. Giunti sul posto, insieme agli addetti della ditta fornitrice di gas, i pompieri hanno fatto allontanare i residenti per il tempo necessario alla messa in sicurezza della zona, con il traffico che ha subito rallentamenti fino al completamento delle operazioni.
Pubblicato in Cronaca

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo