Notizie di cronaca nelle Marche
Ha ceduto oltre 1.380 dosi di cocaina, pari a un chilo e mezzo, e ogni dose, da mezzo grammo in su, era venduta a 100 euro al grammo. Nei guai un 34enne di Morrovalle. 

Ora i Carabinieri del Reparto Operativo di Macerata, comandato dal tenente colonnello Walter Fava, lo hanno sottoposto all’obbligo di firma. L’indagato, dalle attività investigative svolte, aveva costituito una proficua e ampia rete di spaccio che comprendeva numerosi acquirenti dell’entroterra maceratese tra i 25 e i 40 anni, specializzandosi nel settore della cocaina. Lo stesso provvedeva personalmente alle cessioni, individuando sempre luoghi isolati, lontano da occhi indiscreti. I militari sono riusciti a ricostruire gran parte delle cessioni effettuate tra il gennaio 2012 e il settembre 2018, documentandone oltre 1.380, pari a oltre 1 kilo e mezzo di cocaina. Ogni dose partiva da mezzo grammo in su e veniva venduta al prezzo di 100 euro al grammo. Il morrovallese ha pertanto dimostrato una notevole capacità  di movimentare quantitativi di stupefacente rilevanti, tanto da portare la locale Procura della Repubblica ad avanzare una richiesta di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti che però si è tradotta nella misura cautelare dell’obbligo di firma. Al riguardo, è da menzionare l’attività investigativa svolta dai Carabinieri di Soverato, ove l’indagato di Morrovalle è risultato essere uno dei terminali di spaccio di cocaina di una rete facente capo a soggetti contigui a un sodalizio calabrese. In particolare, il 24 giugno scorso, la Compagnia dei Carabinieri di Soverato ha arrestato 24 persone per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dal metodo mafioso, in esecuzione di un’ordinanza emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, a firma del Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, ove comunque l’indagato di Morrovalle non figurava tra i soggetti sottoposti al provvedimento restrittivo.
Pubblicato in Cronaca
Procedono a Camerino i lavori per la realizzazione del nuovo Centro di Ricerca CRU dell’università di Camerino il cui progetto si deve interamente ai docenti della Scuola di Architettura e design “ E. Vittoria” di Unicam.
Nella zona di  Madonna delle Carceri, alle complesse  opere di scavo e movimentazione terra avviate già da qualche tempo, in questi giorni si aggiunge l'arrivo delle betoniere per i lavori di gettata. Imponente tutta la macchina operativa di maestranze e mezzi, considerati i 6500 metri quadrati dell’area che verrà occupata dalla struttura.
IMG 20190719 120500
L'edificio, cofinanziato dalla Regione Marche tramite fondi della Protezione Civile,una volta realizzato ospiterà 44 laboratori di ricerca e altrettanti uffici, sale studio e un’aula per conferenze. All’interno del nuovo polo internazionale per la ricerca e l’innovazione, la cui struttura sarà isolata sismicamente per garantire un elevatissimo livello di protezione dei laboratori in considerazione delle delicate attività che vi si svolgeranno, la  collaborazione già avviata tra Unicam e CNR, ISPRA, INFN, renderà possibile la promozione di progetti di ricerca in ambito europeo.
“ Una struttura che abbiamo desiderato con tutto l’animo, già immediatamente dopo gli eventi sismici del 2016- dichiara il rettore Claudio Pettinari-. Permetterà a tanti nostri studiosi di continuare a fare quella ricerca d’eccellenza che oggi ci ha premiati con risultati di livello europeo e,ampiamente dimostrati nell’ultimo periodo”.

CRU 2 
Soluzioni nel campo dei nuovi materiali, dell’agroalimentare, della salute e benessere, dell’edilizia sostenibile, del recupero e della valorizzazione dei beni culturali, attenzione sulle evoluzioni dello scenario mondiale nell’ambito delle smart cities, i temi di riferimento delle ricerche avanzate.

C.C. 

Pubblicato in Cronaca
Sabato, 20 Luglio 2019 11:03

Recanati, trattore in fiamme

In fiamme un trattore che stava lavorando su un campo di Chiarino, a Recanati. L'incendio sarebbe scaturito, per cause in corso di accertamento, intorno alle 10.30.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, ancora al lavoro per spegnere le fiamme che pare abbiano interessato anche parte del campo.

(Servizio in aggiornamento)
Pubblicato in Cronaca
È stato trasportato all’ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza con un codice rosso il motociclista che ieri sera, intorno alle 19, ha avuto un incidente a San Severino, località Marciano. Stava affrontando una curva quando, probabilmente per aver allargato troppo e aver invaso la corsia opposta, ha urtato una auto che sopraggiungeva nel frattempo ed è caduto con violenza a terra. Il centauro, un 33enne, è stato soccorso dal 118 che lo ha trasferito in elicottero all’ospedale dorico con diverse fratture. Giunti sul posto anche i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Tolentino. 


Pubblicato in Cronaca
Protagonista è un uomo di 41 anni residente in provincia. È stato denunciato dai carabinieri della stazione di Treia per False Dichiarazioni sulla Propria Identità e Guida Senza Patente.

L’uomo, sottoposto ad un controllo alla circolazione stradale, non aveva i documenti di guida e di identità e ha fornito le proprie generalità alla pattuglia. I militari, ovviamente, hanno attivato le dovute verifiche per accertare se l’utente dicesse la verità. I Carabinieri hanno così scoperto che l’uomo aveva fornito i dati del fratello e, per di più, era sprovvisto di patente di guida poiché addirittura revocata nel 2014. Ma c’è dell’altro. Il soggetto, già nel 2018 era stato già sorpreso da una pattuglia del Comando Compagnia Carabinieri di Macerata che lo aveva segnalato per guida senza patente. 
Ora dovrà rispondere di due reati.
Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 19 Luglio 2019 18:18

Camerino, furto in una Sae

È successo oggi in mattinata. Alcuni malviventi pare siano entrati in una Sae di Camerino forzando una porta finestra. Dall’abitazione emergenziale hanno asportato denaro contante per circa 800 euro. 
La vittima è una anziana pensionata del ‘42. Sull’accaduto indagano i Carabinieri.


Pubblicato in Cronaca
I Carabinieri del Reparto Operativo di Macerata, guidati dal Tenente Colonnello Walter Fava, hanno arrestato un cittadino nigeriano di 24 anni, che era riuscito a organizzare un proficuo, professionale e fiorente sistema di spaccio di eroina nella piazza di Macerata che soddisfava una estesa e variegata clientela.I numerosi assuntori, della zona e anche stranieri, di entrambi i sessi, sono risultati per lo più operai, disoccupati e alcune badanti, di una fascia d’età compresa tra i 25 e i 45 anni. 

L’indagato principale, risultato in possesso di regolare carta d’identità italiana e sul territorio nazionale dal 2015, provvedeva alla cessione dello stupefacente sia in prima persona che avvalendosi di altri suoi connazionali, i quali, come ormai noto modus operandi, nascondevano le dosi dello stupefacente in bocca per poi consegnarle agli acquirenti dopo averne riscosso il pagamento. Si tratta dello stesso soggetto che nella serata del 28 settembre dello scorso anno, nei pressi di Via Roma a Macerata, durante le operazioni di identificazione opponeva resistenza ai militari del Nucleo Investigativo e, incurante dell’obbligo di fornire i propri documenti, aggrediva con estrema violenza gli operanti. Dopo una breve colluttazione, il nigeriano riusciva momentaneamente a divincolarsi e a darsi alla fuga ma i 2 Carabinieri colpiti al corpo (gli erano state diagnosticate a entrambi lesioni guaribili in 10 giorni) – uno dei quali addirittura morso al petto – riuscivano, dopo un breve inseguimento a piedi, a raggiungerlo e immobilizzarlo.

39CF5317 3217 479A 8187 095A767B87DC
(Il tenente colonnello Fava)


Dalla ricostruzione investigativa è emerso che 
ogni dose era da 0,3 / mezzo grammo ciascuna e veniva venduta al prezzo di 30/35 €. Si è risaliti a uno spaccio al dettaglio di 200 cessioni, per complessivi 72 grammi di eroina e un controvalore di circa 4.500 euro, posto in essere nella città di Macerata nel periodo compreso tra luglio 2017 e settembre 2018.

La capacità dell’indagato principale di movimentare quantitativi di stupefacente rilevanti, era emerso nell’ambito della medesima attività investigativa, anche il 19 settembre del 2018, quando i Carabinieri del Reparto Operativo, traevano in arresto, in flagranza di reato, un altro 25enne nigeriano,nei pressi del noto complesso condominiale “Hotel House”, che fungeva da “corriere” alle sue dirette dipendenze – tra l’altro proveniente dall’hinterland napoletano –  il quale aveva ingerito 10 ovuli, risultati poi contenere 10  grammi di eroina ciascuno, per complessivi 100 grammi (nella circostanza, i militari lo accompagnavanopresso l’ospedale di Civitanova Marche per farlo sottoporre a mirati accertamenti radiologici).

Si precisa, infine, che tra le dosi di eroina cedute dall’indagato principale ne figura anche una, ricevuta dal 37enne di San Severino che il giorno successivo alla cessione, precisamente il 25 agosto 2018, è deceduto per overdose.  


Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 19 Luglio 2019 11:53

Pedone investito, portato a Torrette

È successo stanotte intorno alle 4. I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Macerata, a seguito di segnalazione, sono intervenuti a Montecassiano in località Fiontanelle dove poco prima un automobilista, 25enne della zona, alla guida della propria autovettura aveva investito un 35enne della provincia che stava camminando per strada. Le cause sono ancora da chiarire, quel tratto di strada non è illuminato e dopo l’urto, lo stesso conducente del mezzo ha contattato i Carabinieri.

Il pedone è stato trasportato presso all’Ospedale di Ancona dove si trova tuttora sottoposto alle cure dei sanitari e sembrerebbe non in pericolo di vita
Pubblicato in Cronaca
I concerti al tramonto sono la novità di RisorgiMarche come annunciato ieri durante il concerto di Tosca.
Oltre ai tradizionali concerti sui prati - tutti gratuiti, con inizio alle ore 16.30 e raggiungibili dopo aver percorso a piedi o in bici percorsi variabili tra i 3 e i 6 chilometri - l'estate 2019 vedrà l'aggiunta di altre due modalità di fruizione delle proposte musicali ideate dallo stesso Marcorè e dal direttore esecutivo Giambattista Tofoni.

La prima riguarda i concerti al tramonto nei borghi e nei castelli dell'area del cratere, con ingresso gratuito su prenotazione. “La scelta di entrare direttamente nelle zone colpite dal terremoto - afferma Marcorè - è motivata da una più incisiva azione di visibilità nei confronti di questi luoghi. Ovviamente, per ovviare alla naturale limitatezza degli spazi, abbiamo optato per un numero limitato di presenze. Ai partecipanti daremo anche indicazioni sui punti di ristoro presenti nell’area”.

Per RisorgiMarche, quindi, questa modalità rappresenta da un lato un ulteriore segnale di vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma, con proposte mirate all’interno di spazi incantevoli e portatori di una storia millenaria; dall’altro l’esperienza del concerto al tramonto che si configura come un momento altamente suggestivo, dove la luce naturale aggiunge ancora più fascino alle esibizioni degli artisti.

Una filosofia che caratterizza pienamente anche l’altra proposta inserita nel cartellone, vale a dire quella dei concerti escursioni al tramonto, sempre ad ingresso gratuito su prenotazione. “Saranno le Guide Alpine, che ci affiancano sin dall'inizio, ad accompagnare il pubblico - spiega Marcorè -. Le escursioni a numero chiuso saranno di categoria E (Escursionisti - Itinerari su sentieri od evidenti tracce in terreno di vario genere come pascoli, detriti e pietraie). Sarà obbligatorio dare il proprio consenso informato e dotarsi dell'attrezzatura adeguata per quanto riguarda zaino, abbigliamento, torce o luci frontali per affrontare il percorso di notte”.

Nei prossimi giorni saranno comunicate le date dei nuovi concerti, oltre a tutte le modalità per le prenotazioni e per la partecipazione ai singoli eventi.

GS

Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Erano stati notati a girovagare con fare sospetto e senza un'apparente meta nei pressi dello stadio dei Pini. I poliziotti della Squadra Mobile di Macerata li hanno tenuti sotto controllo e li hanno visti avvicinare diversi ragazzi anche minorenni. Accortisi della presenza degli agenti, sono fuggiti ma uno è stato bloccato. E' successo a Macerata nel corso di un servizio antidroga disposto dal Questore Antonio Pignataro. La squadra mobile ha effettuato diversi controlli su cittadini extracomunitari visti aggirarsi nei dintorni dei Giardini Diaz e dello stadio dei Pini. Proprio qui, in particolare, l'attenzione è stata rivolta a due nigeriani visti tentare svariate volte di avvicinare dei giovani, anche minorenni con l'intenzione di dargli qualcosa. I due nigeriani, accortisi della presenza degli agenti che stavano per fermarli per un controllo, si sono dati alla fuga prendendo due diverse strade. I poliziotti hanno così avviato un inseguimento: uno di loro, confondendosi fra i turisti, è riuscito a far perdere le proprie tracce mentre il secondo, un 27enne, è stato bloccato nonostante la violenza e la resistenza. Uno degli agenti è stato costretto a ricorrere al pronto soccorso per le cure del caso, dove gli venivano diagnosticate delle lesioni guaribili in 8 giorni. Lo straniero ha tentato anche di disfarsi di numerosi involucri che nascondeva in bocca che sono poi risultate essere eroina. E' stato portato al commissariato per la perquisizione personale con la quale è stata rinvenuta una consistente somma di denaro, verosimilmente provento dell’attività di spaccio, che veniva sottoposta a sequestro penale unitamente allo stupefacente rinvenuto.

Durante il medesimo servizio venivano controllati altri 5 giovani di origine nigeriana orbitanti nello stesso contesto. Il 27enne è stato denunciato a piede libero per spaccio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Sono in corso serrate indagini al fine di assicurare alla giustizia anche l’altro spacciatore fuggito alla polizia.
Pubblicato in Cronaca

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo