Notizie di cronaca nelle Marche
Con la serata di ieri, è partita la XXVI Rassegna Organistica "Suoni dal Passato". La data zero, che ha visto esibirsi Fabiola Frontalini, si è tenuta a Mergo. Un segnale importante in un periodo di tale difficoltà come quello attuale, in cui tante manifestazioni sono state annullate per l'impossibilità di applicare il protocollo di prevenzione anti Covid-19 stabilito dalle autorità competenti.
Per il comitato organizzatore invece è sembrato fondamentale dare un segnale di continuità anche in considerazione del fatto che tutti i concerti sono dedicati alle associazioni umanitarie, culturali e sociali.
I prossimi appuntamenti sono il 20 agosto a Serra San Quirico, nella chiesa di Santa Maria del Mercato, il 27 a Jesi nella chiesa di San Giovanni Battista, a Cingoli il 6 settembre nel Santuario di Santa Sperandia, il 27 settembre a Staffolo, nella chiesa di San Francesco e, per concludere, il 3 ottobre a Montecarotto nella chiesa della Santissima Annunziata.

Tutti i concerti e, quindi, l'accesso agli spettatori sarà regolato dal rispetto di tutte le norme anticontagio.
Pubblicato in Cronaca
Volontari cercasi per il progetto E-Mobility Care, l’iniziativa rivolta agli anziani di San Severino con lo scopo di favorire l’accessibilità ai servizi pubblici e privati. I promotori, dell’associazione L’Albero dei Cuori”, lanciano però un appello: servono volontari che abbiano del tempo a disposizione da dedicare a questo progetto. Per farsi avanti, basterà chiamare il numero 0733-4075233.

Il progetto è nato dopo il sisma ed è stato finanziato dal Comitato Sisma Centro Italia. Si è sviluppato negli ultimi due anni per contribuire a creare comunità e reciprocità cittadine, favorire l’economica locale e ridurre l’isolamento delle persone dai principali luoghi di vita del paese.

Due gli assi principali su cui si muove e si sviluppa: i trasporti e l’ascolto. Utilizzando un’auto ibrida, i volontari accompagnano chi ne ha bisogno nei supermercati, farmacie, ma anche da amici e parenti, mentre una consulente, counselor professionista e life coach, offre un servizio di ascolto e consulenza.

La consulenza è affidata ad Alessandra Ricciardella che riceve tutti i giovedì dalle 9 alle 13, previo appuntamento, nella sede Cisl di viale Dante Alighieri. Per questo servizio ci si può rivolgere anche al numero di telefono 0733-638959. Per il servizio di trasporto, invece, è attivo il numero di telefono 0733-637247.

g.g.
Pubblicato in Cronaca
Si è lanciato nel vuoto dal terzo piano di un palazzo di via della Repubblica a Montefano. Si pensa ad un gesto volontario per l'uomo sulla quarantina il cui impatto al suolo da quell'altezza è stato particolarmente violento. Subito le sue condizioni sono apparse molto gravi, tanto che prestate le prime cure, i sanitari del 118  intervenuti sul posto hanno immediatamente allertato l'eliambulanza che ha poi provveduto a trasportare l'uomo a Torrette. Per i rilievi di rito sono intervenuti i Carabinieri.
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Ricercato da circa tre mesi, è finito in manette un uomo di origine senegalese che deve scontare una pena di un anno e dieci mesi di reclusione . L’arresto è avvenuto nel corso di un servizio di controllo effettuato dai finanzieri della tenenza di Porto Recanati nei pressi dell’Hotel House. Già noto per diversi precedenti in materia di contraffazione, l'uomo residente a Treviso ma di fatto stabilmente domiciliato a Porto Recanati era riuscito a far perdere le proprie tracce.  Nel corso dell’attività svolta dai finanzieri è emerso che a suo carico pendeva un ordine di arresto emesso dal procuratore capo del Tribunale di Macerata, Giovanni Giorgio, per un cumulo di pene  relative a reati in materia di marchi contraffatti diventato definitivo e per il quale era stata revocata la sospensione..L' arrestato, è stato condotto alla casa circondariale di Montacuto ad Ancona. 
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Dopo i 320milioni di euro già stanziati dal Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, arrivano altri 30 milioni per le scuole. La provincia di Macerata riceverà 80mila euro.
Le risorse aggiuntive arrivano dopo il decreto Rilancio per l’edilizia scolastica e potranno essere usate dagli enti locali per effettuare interventi urgenti di edilizia scolastica, oltre che per adattare gli ambienti e le aule didattiche alla necessità di contenere il Coronavirus in vista dell'avvio del nuovo anno scolastico. 

"I 30 milioni di euro del decreto Rilancio - si legge in una noota del Ministero - vanno ad incrementare il Fondo unico per l’edilizia scolastica per l’anno 2020 e sono distribuiti tra tutte le Province e le Città metropolitane e poi tra i Comuni con un numero di studenti pari o superiore a 10mila. La ripartizione è avvenuta sulla base del numero di studenti presenti sul territorio". Da qui la ragione degli 80mila euro per la provincia di Macerata che conta 14.988 studenti. Per l'anconetano, con 22.226 studenti, arriveranno 220mila euro, per Ascoli Piceno (10.477 studenti) 80mila euro, e per la provincia di Fermo (6.946 studenti) 40mila euro.
Le erogazioni saranno disposte direttamente dalla Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale del Ministero dell’Istruzione in favore degli Enti locali beneficiari.
g.g.


Pubblicato in Cronaca
Quasi al completo la rosa dei nomi della provincia che andrà a comporre la lista dell'Udc-Popolari Marche in corsa per le regionali al fianco del candidato presidente Francesco Acquaroli.
I nomi certi sono quelli di Pierpaolo Fabbracci, assessore comunale di Porto Recanati, Lorenzo Ciniali, avvocato e già amministratore a Cingoli, Ilenia Sabbatini, assistente sociale ospedaliera di Tolentino, Elena Pompei, architetto e consigliere comunale di Monte San Giusto e Luca Marconi, capogruppo di Udc-Popolari Marche.
"L'ultimo nome sarà individuato fra due che abbiamo già individuato - dice proprio Marconi -. Entrambi hano dato la propria disponibilità e stiamo definendo. Ci sono delle verifiche in corso ma nessun litigio. Si tratta di questioni meramente pratiche". 
Molto conosciuto nel nostro territorio è un altro candidato di questa compagine politica ma nella circoscrizione del fermano: si tratta del medico chirurgo di Camerino Giambattista Catalini.
g.g.
Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 07 Agosto 2020 11:51

A Camerino parte la ricostruzione

Consegnato stamattina il cantiere per la ricostruzione del Collegio Betti, nel centro di Camerino. Si tratta di uno dei primissimi cantieri della città, un segnale assolutamente importante in un momento in cui regna ancora un’immobilità diffusa della ricostruzione post sisma, incatenata da una burocrazia senza fine.

Alla consegna hanno preso parte l’arcivescovo Francesco Massara, i rappresentanti del gruppo Di Stefano che effettuerà i lavori e il sindaco Sandro Sborgia.

“Oggi partiamo con il cantiere della Casa della Gioventù e credo che sia uno dei giorni più importanti – afferma l’arcivescovo – perché la ricostruzione parte finalmente in questa città. Deve quindi essere un momento di gioia non solo per la Chiesa ma per tutta Camerino”.

unnamed2


È una lotta continua per far partire i cantieri, la burocrazia è l’ostacolo. È stato più volte detto e ripetuto ed è su questo che l’attuale Commissario Straordinario Giovanni Legnini sta lavorando maggiormente: “Per noi – torna a dire Massara – è una lotta continua contro la burocrazia ma la forza di volontà di ricostruire vincerà sulle carte che tante volte ci impediscono di andare più celermente”.

L’edificio, dopo il sisma del 2016, aveva riportato dei danni lievi e l’importo delle opere, progettate dall’ingegnere Carlo Morosi, è di circa 300mila euro: “L’edificio era sede di un collegio per studenti di proprietà dell’Orac e dell’Arcidiocesi. Ha avuto un danno lieve, classificato B, e quindi per esso saranno effettuati interventi di riparazione danni e lieve miglioramento sismico attraverso tiranti e reti elettrosaldate sui muri portanti che aumenteranno la capacità portante della struttura”.

unnamed 1


La ditta individuata non è nuova ad esperienze di ricostruzione post sisma dato che ha già operato nel periodo della ricostruzione e ristrutturazione post sisma 2009 ed è impegnata in quella attuale. Fra le altre cose, il gruppo Di Stefano opera nella conservazione e nel recupero di manufatti artistici o architettonici.
Gaia Gennaretti
Pubblicato in Cronaca
E’ tornato sull’argomento dell’illuminazione pubblica il consigliere di minoranza Francesco Borioni. Già nell’ultimo consiglio comunale aveva espresso la propria contrarietà alla decisione di affidare ad una ditta esterna e privata l’illuminazione pubblica di una zona periferica ed ora invece esprime i propri dubbi in merito alla notizia, divulgata dal Comune, relativa all’illuminazione del palazzo comunale di Piazza del Popolo.

“Non ho niente da dire sull’illuminazione con i colori del tricolore – dice – che anzi, mi sembra bellissima ma ho notato una cosa: l’installazione è stata fatta dall’Assem, tutti abbiamo visto gli operai della nostra azienda municipalizzata lavorare per installare le lampade ma dal Comune, in una nota, è stata vantata solo la ditta che ha fornito i dispositivi, dato che l’Assem non li produce ma poi li adatta, e studia le posizioni. La ditta in questione è una di quelle che probabilmente saranno interessate dal project financing che non è altro che la gestione dell’illuminazione pubblica da parte del privato”. Borioni fin da subito ha espresso la sua contrarietà al project financing, ritenendo che andasse sfruttata e valorizzata l’Assem di San Severino. “Mi sembra un ossimoro – osserva – se si chiama illuminazione pubblica ci sarà un motivo. Altrimenti si sarebbe chiamata illuminazione privata”. Fra l’altro, per portare avanti questa posizione, Borioni si è visto protagonista di una critica sul piano personale: “Questo mi dispiace perché io non attacco mai sul personale ma vado sempre sugli argomenti, sui discorsi politici e le strategie e invece, sia il sindaco Rosa Piermattei che la presidente dell’Assem, Manila Amici, mi hanno risposto sul piano personale e questo mi è dispiaciuto. È stata la prima volta che capitava e probabilmente è dovuto al fratto che ho colto nel segno”.

Gaia Gennaretti
Pubblicato in Cronaca
Prima demolizione e ricostruzione privata a Caldarola, l’intervento non avrebbe niente di eccezionale se non che la notizia dell’inizio dei lavori arriva a quattro anni di distanza dalle prime scosse di terremoto che colpirono ben quattro regioni d’Italia.
Progetto finanziato grazie all’ordinanza 100, che ha dato la possibilità di accelerare le approvazioni dei progetti in maniera efficace.
Progetto approvato in soli 34 giorni dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, anche grazie ad una nuova sensibilità dimostrata dal commissario Legnini, perfezionato a sua volta in tempi brevissimi l'iter di competenza del Comune.

Il decreto di finanziamento per la signora Gabriella che insieme alla figlia Valentina e Luigino, neosposi nel 2016, hanno dovuto lasciare in fretta e furia la loro casa.
Sono rimasti sfollati a Trodica per 2 anni in attesa della SAE a Caldarola, dove vivono tutt’ora. In questi 4 anni hanno avuto due bambini, Cristiano e Riccardo.

casa Valentina Gregori

La redazione del progetto è stata travagliata quanto la loro storia, tanto che ad un certo punto si prospettava anche l’esproprio del lotto per la realizzazione della variante che permetterebbe al traffico pesante di evitare il centro storico. A seguito di un costruttivo confronto con l'amministrazione e con gli enti preposti si è poi trovata la soluzione per poter consegnare il progetto e dare il via ai lavori.

L’impresa che realizzerà l’edificio sarà la Sardellini Costruzioni, lo studio tecnico Donati seguirà il progetto.
L’amministrazione comunale di Caldarola, tramite il sindaco Giuseppetti ed il vice Di Tomassi, ha condiviso questo importante momento della famiglia, sia per porgere un augurio che per infondere, nello spirito dei caldarolesi e di tutto il popolo del cratere, la speranza che con questa ordinanza 100 possa finalmente raggiungersi il vero momento di ricostruzione del territorio.

M.s.
Pubblicato in Cronaca
Vasto incendio di sterpaglie a Montecosaro. Sul posto si sono portate due squadre dei Vigili del fuoco da Macerata e Civitanova. Bruciato circa un ettaro di vegetazione. Provvidenziale il pronto intervento dei pompieri che hanno domato le fiamme, impedendo alle stesse di propagarsi ai campi adiacenti e mettendo in sicurezza l'area. Non si conoscono le cause dell'innesco del rogo che comunque, non ha comportato conseguenze per le persone. 
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo