banner Politeama 21 22 1022x200
Notizie di cronaca nelle Marche
Da un lato un centro destra che da tempo ha dichiarato di voler correre unito, dall'altro la nascita di un movimento civico volto a raccogliere non soltanto le forze progressiste, ma tutti coloro che intendono impegnarsi per il futuro della città.

Così anche Castelraimondo si prepara all'elezione del sindaco e al rinnovo del consiglio comunale del prossimo autunno dopo il periodo di commissariamento vissuto a seguito delle dimissioni dell'ex primo cittadino Renzo Marinelli, oggi capogruppo della Lega in consiglio regionale.

Sembra ancora presto per conoscere i nomi che si contenderanno la carica di sindaco, anche se qualche nome inizia a circolare, sempre però nell'ottica di "piccole indiscrezioni" che non trovano nessuna conferma ufficiale, come quello dell'ex assessore Patrizio Leonelli oltre ad altri precedentemente impegnati nel governo della città, ma di certo, nonostante il rallentamento causato dalla pandemia, si sta già lavorando nel sottobosco della politica cittadina.

Sullo sfondo la visione futura di Castelraimondo, città ancora alle prese con i problemi legati alla ricostruzione e al post Coronavirus, sui grandi temi del lavoro, dell'economia, del mantenimento e rafforzamento dei servizi, dello sviluppo dell'attrattività turistica nell'ottica di un territorio chiamato a risollevarsi e a combattere dopo aver vissuto le crisi più drammatiche dalla fine della seconda guerra mondiale. 

f.u.
Pubblicato in Cronaca
"Sia la politica a farsi carico di una situazione paradossale e discriminatoria come quella del Cas". Una mozione in tal senso è stata presentata in consiglio regionale dai consiglieri di Forza Italia Gianluca Pasqui e Jessica Marcozzi, Dino latini (Udc) e Giacomo Rossi (Civitas Civici).

Nella mozione si chiede di impegnare il presidente e l'intera giunta a convocare un tavolo di coordinamento con le Regioni Abruzzo, Lazio e Umbria affinché si possa affrontare e risolvere la problematica inerente il Contributo di Autonoma Sistemazione; a interessare il dipartimento di Protezione Civile e il Commissario alla Ricostruzione affinché venga rivista l’ordinanza relativa al Contributo di Autonoma Sistemazione che penalizza i cittadini che hanno scelto di comprare una nuova abitazione e restare nel territorio di origine e, soprattutto, venga valutata la possibilità di ritirare il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR n 1091/2021 presentato dalla Protezione Civile nazionale; a valutare la possibilità che il Governo emani un Testo Unico che normi adeguatamente il Contributo di Autonoma Sistemazione, da attivare in occasione di situazioni emergenziali di qualsiasi tipologia.

Una problematica, quella inerente le modifiche apportate al Contributo, che affligge da tempo i terremotati che hanno scelto di non usufruire delle Sae o dell'ospitalità alberghiera e che hanno deciso di investire il proprio futuro nei territori terremotati  acquistando una nuova casa e contraendo mutui, pensando di poter fare affidamento sulle risorse finanziarie provenienti dal Cas.

Le ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione Civile n.614 del 2019 e n.670 del 2020 hanno, di fatto, apportato modifiche che hanno penalizzato esclusivamente questi cittadini che, a fronte di una ricostruzione che muove i primi passi, avevano deciso di investire sul territorio del cratere.

Infatti, mentre il TAR Lazio con sentenza n.1091 del 27 gennaio 2021 ha riconosciuto a coloro che hanno costruito o comprato casa prima dell’ordinanza 614/2019 il diritto all’assegnazione del contributo forfettario sostitutivo del Cas, il Capo della Protezione civile nazionale ha impugnato la medesima sentenza chiedendone l’annullamento, con conseguente sospensione, in attesa della pronuncia del Consiglio di Stato, degli aiuti ai terremotati che vivono una situazione di ulteriore incertezza.

Così, dal momento che alcuni comitati che rappresentano la popolazione terremotata hanno cercato di far ripristinare la situazione preesistente alle ordinanze 614 e 670, percorrendo anche la via giudiziaria senza finora aver ottenuto un riscontro concreto, i citati rappresentanti politici regionali vogliono riprendere in mano la questione.

Pubblicato in Cronaca
Tolentino entrerà a far parte dell'associazione "Città dell'Aria". Questo l'annuncio dato dal sindaco Giuseppe Pezzanesi all'esito dell'incontro avuto con il senatore Luca Briziarelli, che al Castello della Rancia ha illustrato la legge quadro per la valorizzazione e la promozione del volo da diporto e sportivo e dell’avioturismo.

Sono circa 600 le aviosuperfici e i campi di volo presenti in Italia, con 44 aeroporti minori o regionali e approssimativamente 20.000 veicoli ultraleggeri di cui 15 mila a motore e 5 mila per il volo libero.

Un settore, quindi, in grado di sviluppare un indotto economico considerevole e che necessita di un intervento legislativo che modifichi e aggiorni la normativa di riferimento. In campo lo studio sia degli aspetti tecnici relativi ai velivoli ed ai titoli autorizzativi, ma anche le questioni specifiche relative allo sviluppo ed al potenziamento delle aviosuperfici e la nascita di un vero e proprio avioturismo legato a una rete di scali collegati a livello nazionale ed internazionale.

Una rete nella quale è pronta ad inserirsi anche Tolentino con il progetto della nuova aviosuperfice di contrada Rancia. 
Pubblicato in Cronaca
Il comune di Camerino ha ottenuto la Bandiera Gialla della Federazione nazionale Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia, per aver investito in accoglienza e servizi di qualità a favore del Turismo del movimento. Si tratta di un riconoscimento di qualità destinato alle strutture o località che si distinguono per investimenti in accoglienza e servizi, a favore del “Turismo del movimento”. Sono solo 86 i Comuni italiani che possono vantare questo tipo di elogio, dieci (compresa la città di Camerino) nella Regione Marche.

“Quando abbiamo appreso di essere stati scelti da ACTITALIA, quale esempio del turismo en plein air siamo stati davvero felici perché la nostra area camper è sicuramente un piccolo fiore all’occhiello – ha detto l’assessore Giovanna Sartori – D’altronde siamo proprio promotori di un turismo lento in cui poter godere degli splendidi e ampi spazi che abbiamo a disposizione a contatto con la natura, ma anche con l’arte, la cultura e tutto potendo godere dei nostri prodotti tipici, gustando i prodotti della nostra terra. Con la Bandiera Gialla saremo inseriti in un circuito di eccellenza, che consentirà al nostro territorio di essere ancora più promosso”.

La cerimonia di assegnazione si svolgerà mercoledì 2 giugno alle ore 11, nell’area camper in via Macario Muzio.
Pubblicato in Cronaca
Grave incidente quello che si è verificato nelle prime ore del pomeriggio a Tolentino, lungo la provinciale 60 Tolentino - San Severino Marche, dove un giovane di 23 anni. L.T., residente a Caldarola, mentre percorreva la strada in discesa ad alta velocità, per cause in corso di accertamento ha impattato contro un Nissan Terrano che era parcheggiato sul bordo della strada.

L'autista del Nissan, un tolentinate di 54 anni che ha assistito alla scena dell'impatto, ha immediatamente caricato il ciclista a bordo del proprio veicolo e lo ha accompagnato al punto di primo soccorso dell'Ospedale di Tolentino.

I sanitari dell'ospedale, viste le condizioni del giovane, hanno allertato l'eliambulanza che ha provveduto al trasporto all'ospedale regionale di Torrette ove il giovane, rimasto sempre cosciente, è stato sottoposto a accertamenti clinici, anche se le sue condizioni non sembrano destare preoccupazione.

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile per i rilievi di rito.


Pubblicato in Cronaca
Il suo paese, Belforte del Chienti, i comuni limitrofi, l'intera provincia di Macerata e tutti i marchigiani uniti in un ideale abbraccio ad Anita Bartolomei, piccola grande cantante di appena 8 anni, che si è aggiudicata, come noto, la 63à edizione dello Zecchino d'Oro con la canzone scritta da Simone Cristicchi e Gabriele Ortenzi "Custodi del mondo".

"Ho provato un'emozione molto forte e ho cantato con grande passione", dichiara Anita ai microfoni di Mario Staffolani, descrivendo anche l'incontro con Carlo Conti che definisce "una persona molto simpatica".

(Anita nella sua casa di Belforte del Chienti)
anita cuore



Una grande emozione anche quella espressa dalla mamma Marina Migliorelli. "Siamo orgogliosi di Anita perchè sappiamo quanto lei si è impegnata per raggiungere questo traguardo. Siamo rimasti senza parole nel momento in cui la sua canzone è stata dichiarata vincitrice e nelle prossime ore realizzeremo che è tutto vero. Per Anita è ancora un sogno ma vorrei condividere attraverso alcune immagini la meravigliosa realtà di questi giorni. Tutti i bambini e le bambine di questo zecchino sono speciali e noi custodiremo nel nostro cuore i bellissimi momenti trascorsi insieme. Un ringraziamento particolare lo vorrei rivolgere alla sua insegnante Tiziana Muzi. Grazie a lei negli ultimi due anni Anita è rifiorita. Mia figlia è molto timida, ma è riuscita ad esprimere dolcezza e sicurezza allo stesso tempo. Grazie alla maestra Sabrina Simoni, a Fra Giampaolo, a Daniela, a Cinzia e a tutto lo staff dell'Antoniano. Grazie al Piccolo Coro dell'Antoniano che ha accolto i solisti in un meraviglioso abbraccio. Grazie a Simone Cristicchi e a Gabriele Ortenzi per aver donato ad Anita e a tutti i custodi del mondo un brano semplicemente stupendo".

(Anita festeggia con la sua famiglia)

anita famiglia


anita belforte


(Anita con la maestra Tiziana Muzi)

anita maestra


Pubblicato in Cronaca
“Ci sono degli eventi nuovi che la Regione Marche sta portando avanti”. Così l’assessore regionale alla cultura, Giorgia Latini, ha spiegato le ragioni del taglio dei fondi destinati a RisorgiMarche. Il festival, nato per iniziativa di Neri Marcorè, ha visto anno dopo anno ridursi la propria fetta di finanziamenti. Dai 300mila euro delle prime edizioni, fino ai 50mila della prossima, con un taglio dei due terzi del budget rispetto allo scorso anno.

La scelta della Regione, come puntualizzato dall’assessore Latini, è dovuta al lancio di altre iniziative: “I cento anni dalla prima rappresentazione operistica allo Sferisterio – commenta Latini – ci hanno portato a scegliere di aumentare i fondi destinati al Macerata Opera Festival. Insieme al MOF abbiamo lanciato il ‘Marchestorie’, un festival itinerante nei borghi marchigiani. Con RisorgiMarche – prosegue l’assessore – siamo riusciti a stanziare 50mila euro. I fondi ministeriali per l’area del cratere sono stati stanziati in questo modo, ma ci sono molte iniziative che riguarderanno anche aree al di fuori delle zone colpite dal sisma, che ugualmente avranno bisogno di nuova linfa. Dovessimo approvare una variazione al bilancio, magari potremo supportare maggiormente anche RisorgiMarche, anche se credo che sia un festival da rivedere nella sua formula: non sarà più come prima, visto che gli artisti ospitati vorranno ricevere dei compensi, mentre prima venivano a titolo gratuito. Bisogna non solo concentrarsi sul terremoto – conclude Giorgia Latini – , non sappiamo se avremo altri fondi dal Ministero, ma dobbiamo pensare a rilanciare tutte le Marche attraverso la cultura”.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Far conoscere, comprendere e amare Dante anche agli studenti più giovani. Renderlo attuale, leggerlo con gli occhi della contemporaneità e divertirsi facendolo. È per questo che l’Istituto Comprensivo “Vincenzo Tortoreto” di Sant’Angelo in Pontano e San Ginesio ha pensato a una rappresentazione scenica. Una recita per coinvolgere i ragazzi della seconda media per accompagnarli alla scoperta del Sommo Poeta, a 700 anni dalla sua morte. “Avventura senza tempo tra luci e ombre di Dante” il titolo della rappresentazione. Quaranta ragazzi dal vivo a recitare sugli scenari dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. Una rivisitazione moderna, sulle note dei Pink Floyd e con Beatrice in monopattino circondata da palloncini bianchi. Una grande occasione formativa, a sottolineare come lo studio dei classici sia eterno, declinabile in ogni forma e anche divertente per i più giovani.

Sabrina Giansanti, tra le docenti che, insieme a Dominga Cervigni e a Genny Ceresani, hanno accompagnato gli studenti alla scoperta della Commedia, ha raccontato come il percorso di preparazione alla rappresentazione sia stata “la giusta via per comprendere e avvicinarsi a un’opera difficile. L’occasione dei sette secoli dalla morte di Dante è stata il giusto input per provare a fare qualcosa di diverso – commenta la professoressa – , che coinvolgesse maggiormente gli studenti. Studiare Dante in questo modo aiuta a memorizzarlo, a comprenderlo meglio quando poi verrà approfondito alle superiori e magari all’università”.

Soddisfatta anche la preside, Grazia Maria Cecconi, che ha parlato di un grande lavoro alla “riscoperta dell’attualità di Dante. Sono stati i ragazzi – spiega la preside –, grazie agli input delle insegnanti, a riscrivere e a reinventare il canovaccio. Hanno saputo calarlo nell’attualità, con dei riferimenti alla pandemia, all’isolamento: davvero un grande lavoro. Assistendo allo spettacolo abbiamo potuto capire come davvero il linguaggio e il messaggio di Dante siano universali e senza tempo”.

l.c.
Pubblicato in Cronaca
Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale avvenuti nel corso dell'ultimo fine settimana, i carabinieri della Compagnia di Tolentino hanno deferito in stato di libertà un operaio macedone 25enne residente a Loro Piceno.  Nella serata di sabato 29 maggio, mentre percorreva con la propria vettura, la strada provinciale 78 l'uomo non si è fermato all’alt imposto dalla pattuglia impegnata, dandosi alla fuga. I successivi accertamenti hanno permesso ai militari di rintracciare il giovane che ha poi ammesso le proprie responsabilità. Il venticinquenne è  stato anche sanzionato in quanto è venuto meno agli obblighi del rispetto verso funzionari, ufficiali e agenti

Controlli della movida del fine settimana operati dai Carabinieri della compagnia di Macerata hanno portato ad elevare sanzioni nei confronti di nove persone di età compresa tra i 30 e i 40 anni residenti in città, in quanto sono state sorprese in strada nel quartiere “Pace”, oltre l’orario consentito e senza giustificato motivo

Sempre a Macerata nel centro cittadino un cittadino italiano 38enne, è  stato deferito in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica; al volante è risultato positivo al controllo dell’etilometro. Oltre al ritiro della patente di guida è scattato per lui anche il sequestro dell’auto. Per il 38enne, sorpreso in strada  senza  giustificato motivo oltre l’orario consentito, è scattata anche la sanzione per la violazione delle norme Anticovid
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Trentotto persone e cinque abitazioni controllate, tre sanzioni amministrative elevate, una sanzione per anomalia urbanistica e due soggetti non in regola ai quali è stato effettuato un biglietto di invito a presentarsi all’Ufficio Immigrazioni.
È il bilancio dell’attività di controllo del territorio predisposta dalla Polizia locale di Macerata in sinergia con la Polizia di Stato e i carabinieri del Nucleo Tutela del Lavoro.

I controlli, coordinati dal comandante della Polizia locale Danilo Doria e dall’ispettore Giuseppe Battista, sono stati effettuati negli ultimi sei mesi in tutto il territorio comunale. Cinque le abitazioni controllate tra novembre 2020 e aprile 2021 - due nel centro città e tre nelle periferie - e due quelle nelle quali si sono evidenziati fenomeni di sovraffollamento con un numero maggiore di persone all’interno degli edifici rispetto alla scheda di abitabilità del fabbricato; tali fenomeni sono stati segnalati alle autorità competenti.

I controlli, che hanno riguardato anche gli abusi edilizi, le condizioni di igiene e la sicurezza, sono stati eseguiti su segnalazione dell’Ispettorato del Lavoro e dei cittadini che hanno evidenziato al comando della Polizia locale situazioni anomale; il percorso è stato avviato dopo un’attenta analisi di monitoraggio.

In relazione all’art. 7 del T.U.I. (Testo Unico Immigrazioni) sono state elevate tre sanzioni per la mancata comunicazione di ospitalità di soggetti stranieri. Trentotto le persone controllate complessivamente mentre sono due i soggetti non in regola ai quali è stato effettuato un biglietto di invito a presentarsi all’Ufficio Immigrazione. Una sanzione inoltre al proprietario di uno degli immobili per una anomalia urbanistica mentre sono al vaglio dell’Ispettorato del Lavoro alcune posizioni lavorative dei soggetti controllati.

Questa tipologia di controlli continuerà nel rispetto dei vari regolamenti comunali e di tutte le normative vigenti in tutto il territorio comunale.

«Un ringraziamento al comandante della Polizia locale che ha capito l’importanza di questi controlli e vi ha investito coordinandosi con le varie forze dell’ordine – è intervenuto l’assessore alla Sicurezza Paolo Renna -. L’importanza di queste operazioni fa sì che il Comune controlli tutte quelle situazioni che possono risultare non conformi alla legge e che aumentano spesso la percezione di insicurezza; invitiamo la cittadinanza a segnalare eventuali situazioni agli uffici preposti».

«È nostro compito garantire il rispetto delle normative sull’occupazione degli edifici e prestare attenzione delle norme igienico sanitarie che sono una delle prerogative dei regolamenti comunali che tutelano dapprima gli occupanti delle abitazioni stesse e poi il vicinato – ha aggiunto il comandante Doria -. Grazie all’ispettore Giuseppe Battista che in un caso ha fatto propria le segnalazione di alcuni cittadini. Si sono potuti effettuare i vari controlli anche grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine, che ringrazio vivamente, così da attuarli in maniera più approfondita e trasversalmente tra le varie normative di competenza».
Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 16

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo