CORSASPADA 1022X200
Notizie di cronaca nelle Marche
Una nuova Risonanza Magnetica avanzata e di ultima generazione in grado di dare un valido contributo nello studio del sistema nervoso centrale, che aumenta l’accuratezza diagnostica nelle mammografie, in ambito addominale, urologico e cardiaco è in dotazione all’Ospedale di Macerata grazie alla donazione della Fondazione Cassa di Risparmio.

“Questa amministrazione regionale – ha dichiarato l’assessore alla sanità Filippo Saltamartini – ha avviato un percorso di forte innovazione nella strumentazione diagnostica. Puntiamo a rinnovare tutto il parco macchine obsoleto per raggiungere l’eccellenza diagnostica. E come sempre il nostro ringraziamento va a chi dona impegnandosi per il bene comune: quanto realizzato a Macerata è un fatto estremamente importante perché avvicina i cittadini alla pubblica amministrazione, grazie a uno stretto connubio tra pubblico e privato, in un settore vitale come quello della sanità”

La donazione della Fondazione Carima ammonta a 603.764 euro, il costo complessivo della RM di 689.744 euro, più 46.614 euro per gli accessori di potenziamento. Per ospitare l’apparecchiatura sono stati costruiti dei nuovi locali, per 126 mq, come ampliamento del reparto di radiologia dell’Ospedale di Macerata, situato al piano terra della parte vecchia del Presidio. Si tratta di una struttura schermata antisismica all’avanguardia per livello tecnologico e impiantistico. L’importo necessario è stato di circa 634 mila euro più spese tecniche.

“Con gli investimenti del Pnrr pari a 27 milioni per le macchine elettromedicali e con la solidarietà e il sostegno dei privati – conclude Saltamartini – daremo una risposta anche al problema delle liste di attesa per esami diagnostici e strumentali, uno degli impegni che abbiamo assunto con i cittadini marchigiani. Macerata è centro di riferimento per gli screening della provincia, per fare un esempio qui afferiscono le pazienti dello screening senologico dell’Area Vasta 3 che necessitano di un completamento diagnostico: in questo ospedale vengono operate circa 300 neoplasie l’anno, è uno dei più attivi della Regione, un modello di benchmar”.



Pubblicato in Cronaca
I carabinieri forestali di Macerata, in collaborazione con il personale dell’Arpam, hanno disposto il sequestro di una vasta area di smaltimento abusivo di rifiuti.

I controlli hanno riguardato un’azienda del settore edile di Civitanova Marche. Nel piazzale della ditta, utilizzato come stoccaggio dei materiali per la propria attività, oltre al deposito abusivo di elevate quantità di rifiuti provenienti da lavorazioni edili più disparate, era già stata iniziata un’attività di smaltimento illecito sul terreno circostante senza alcun tipo di idoneo trattamento o forma di controllo, interessando una superficie di circa 500 metri quadri.

Così l’area è stata posta sotto sequestro penale e il presunto responsabile del deposito e dello smaltimento illecito è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria. In caso di condanna rischia la pena dell’arresto fino a due anni e dell’ammenda fino a 26.000 euro.

Inoltre il personale dell’Arpam ha provveduto al campionamento dei rifiuti al fine di valutarne l’eventuale pericolosità, in funzione delle successive operazioni di recupero e smaltimento nei siti autorizzati.
Pubblicato in Cronaca
Aveva in casa 55 grammi di eroina per la successiva vendita a terzi e circa 4mila euro
I poliziotti della Squadra Mobile di Macerata, col supporto del personale delle Volanti, hanno arrestato un 29enne di origini nigeriane in regola con le norme sul soggiorno


All'esito della perquisizione domiciliare, oltre alla droga (62 dosi, in confezioni termosaldate contenute in un bicchiere all’interno di un armadietto, e 3 dosi, in forma di ovuli conservate in un piccolo frigo), i poliziotti hanno trovato nella camera da letto del giovane circa 4000 euro in banconote di piccolo taglio che, custodite nell’armadietto e in un marsupio, erano sicuro provento dello spaccio di eroina.

Le indagini, avviate dalla Squadra Mobile subito dopo i recenti episodi di overdose che si sono verificati a Macerata, hanno accertato la fitta rete di clienti che si rifornivano dal giovane arrestato. I consumatori, previo appuntamento telefonico, si incontravano per strada con lo spacciatore, che consegnava loro le dosi, trasportate in bocca per eludere i controlli della polizia.

Dopo aver studiato il modus operandi del nigeriano attraverso svariati servizi di appostamento, ieri mattina i poliziotti lo hanno colto di sorpresa, bloccandolo mentre usciva dal portone di casa. 
Sono poi entrati nell’appartamento che veniva utilizzato dal giovane come deposito dello stupefacente e, situato al secondo piano seminterrato di un immobile a due passi da quello dove, pochi giorni prima, gli investigatori della Mobile avevano trovato 70 grammi di cocaina e arrestato un soggetto di origini albanesi di 23 anni.


Il cittadino nigeriano, su disposizione della Procura di Macerata, è stato accompagnato presso il carcere di Montacuto, in attesa dell’udienza di convalida.  
c.c.   


Pubblicato in Cronaca
Si è conclusa con Monte San Martino la consegna ai comuni facenti parte della strategia nazionale aree interne maceratesi, di una stazione computerizzata per digitalizzare e snellire le procedure amministrative.
plotter 01
Ben diciassette comuni, quanti sono quelli che fanno parte della nostra SNAI, hanno potuto beneficiare di questa misura” ricorda Alessandro Gentilucci, presidente dell’Unione Montana Marca di Camerino, capofila del progetto aree interne.
“Insieme ai sindaci abbiamo individuato, quale migliore opzione, una dotazione tecnologica che consentisse vantaggi sia per i cittadini che per gli enti riducendo costi e tempi per ottenere le documentazioni richieste. Un supporto importante per l’area tecnica di ogni comune, che potrà creare un archivio digitale facilmente consultabile e servire anche per riunioni e conferenze in remoto, e una risposta incisiva” prosegue Gentilucci “per soddisfare le esigenze dei cittadini che, a seguito degli eventi sismici del 2016, si sono inevitabilmente intensificate”.
La fornitura della dotazione di circa 120.000 euro è stata resa possibile grazie all’attivazione della scheda intervento ASS. 1.2 – dotazioni strumentali – digital divide a valere sul POR FESR 2014/2020 Azione 6.2.





Pubblicato in Cronaca
Ufficializzata dal Consiglio dei ministri la data delle elezioni amministrative e del referendum sulla giustizia. L'election day si terrà il 12 giugno. Il secondo turno delle comunali  e che  riguarderà le città con più di 15mila abitanti, si terrà il 26 giugno  Al momento la decisione è che i cittadini dovranno andare a votare in unico giorno, appunto domenica 12 giugno. 
Cinque i comuni alle urne in provincia di Macerata: Camerino, Civitanova Marche, Corridonia, Tolentino e Valfornace.
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Un ambulatorio di senologia per le prime visite e controllo post-operatori è stato attivato presso l'ex Ospedale di Tolentino nell’ambito dell’Area Vasta 3.

L'attività ha lo scopo di portare sempre più vicino alla popolazione le prestazioni sanitarie specialistiche, riducendo così il disagio di recarsi in ambienti ospedalieri, spesso lontani dal proprio territorio di appartenenza.

Il servizio, che fa parte del percorso senologico dell'Unità Operativa Breast Unit dell'Ospedale di Macerata, è attivo dal 7 marzo.

L'ambulatorio verrà effettuato tutti i lunedì dalle ore 8,30 alle ore 10,00 in Viale della Repubblica, previo appuntamento al CUP.

“L'attività ambulatoriale - ha detto Daniela Corsi, Direttore dell'AV3 - è svolta dai componenti dell'equipe chirurgica del dott. Paolo Decembrini, Responsabile dell'Unità Operativa, e vuole essere la risposta all'esigenza di miglioramento del percorso dedicato alle donne nell'ambito di una diagnostica precoce, in collaborazione con lo screening radiologico del territorio”.
Pubblicato in Cronaca
Furbetti del reddito di cittadinanza scovati dai carabinieri che hanno denunciato 17 persone per indebita percezione di somme non dovute da parte dello stato.

Complessivamente sono state ben 252 le posizioni di cittadini controllate dai militari delle Compagnie di Macerata, Civitanova, Tolentino e Camerino che hanno portato alle suddette denunce, 9 delle quali riguardanti cittadini stranieri, e al recupero di oltre 150mila euro.

In particolare a Pioraco sono state denunciate due italiane che avevano omesso di indicare alcuni redditi, percependo illegalmente un contributo per oltre 54.000 euro.

Altre due cittadine sono state scoperte a Valfornace per indebita percezione di complessivi 20mila euro, mentre a Fiastra è finita nel mirino degli inquirenti una donna di origini russe che aveva ottenuto un beneficio di 4mila euro.

Cittadini sono stati denunciati anche a Recanati, Montecassiano, Montecosaro e Montelupone, oltre che a Tolentino dove a finire nei guai sono stati due coniugi albanesi che avevano indebitamente percepito la somma di 21.300 euro quale Contributo di Autonoma Sistemazione dichiarando illecitamente la sopravvenuta inagibilità della propria abitazione.

Infine a Fiuminata è stato denunciato un operaio che aveva omesso di dichiarare la propria condizione lavorativa, intascando indebitamente circa 4600 euro e a Serravalle del Chienti, per analogo reato, 3 cittadini di nazionalità magrebina per un illecita percezione di circa 19mila euro.
Pubblicato in Cronaca
All’IPSIA “Renzo Frau” si lavora sulla difesa e sulla valorizzazione dell’ambiente in un progetto, intitolato “RipuliAMO”, in collaborazione con la 2hands Organization sezione di Macerata.

Ogni anno, oltre 635 milioni di kg di rifiuti e plastica vengono abbandonati sul territorio e finiscono nel mare. Il problema dell’inquinamento da rifiuti domestici abbandonati nell’ambiente, se non affrontato tempestivamente, avrà in futuro prossimo gravissime ripercussioni sugli ecosistemi marittimi e terrestri di tutto il mondo, compreso l’essere umano. Basti pensare che un oggetto di plastica dimenticato a terra può entrare, in un tempo molto breve, a far parte della nostra catena alimentare, attraverso la sua disgregazione e conseguente ingestione da parte dei pesci che comunemente portiamo sulle nostre tavole.

Un problema annoso quello degli abbandoni dei rifiuti, che porta con sé degrado e problemi ambientali e che riguarda in modo particolare i bordi di molte strade comunali e delle zone boschive del nostro territorio. L’Istituto Renzo Frau intende affrontare concretamente questo problema. Assieme a 2hands Organization, un’organizzazione ideata da giovani che vogliono dare il proprio contributo per salvaguardare l’ambiente che ci circonda, e di riflesso anche noi stessi, ha proposto ai ragazzi delle classi della sede di Sarnano un progetto per sensibilizzare i giovani mettendoli in relazione alle scelte collettive e al loro impatto sull’ambiente, sviluppandone la capacità di percezione delle problematiche ambientali e promuovendo comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente per quanto riguarda la gestione dei rifiuti.
IMG 7806
Dopo un percorso fatto di attività teoriche in aula e in laboratorio Sabato 26 Marzo 2022 i ragazzi delle classi 3°BCS e 4°ACS si sono cimentati in un’operazione di “clean up” sul territorio sarnanese accompagnati dai docenti coinvolti nel progetto e dai volontari della 2hands Organization sezione di Macerata.

Nel corso della mattinata sono stati raccolti ben 73,7 Kg di rifiuti urbani dispersi sul territorio sarnanese, in particolare nella zona attigua all’istituto scolastico, in una parte del sentiero che conduce alle Cascate del Molino e nell’area della piscina comunale.

Obiettivo principale del progetto è l’accrescimento dello spessore “culturale” e della sensibilità individuale dei giovani in relazione alle scelte collettive e alle loro implicazioni sull’ambiente.

Pubblicato in Cronaca
Continua la solidarietà nei confronti del popolo ucraino. E’ stato consegnato al centro di raccolta di Tolentino parte del materiale, medicinali e alimenti, frutto della raccolta effettuata nella parrocchia di San Venanzio a Camerino e presso la pro loco di Pievebovigliana.

Ancora una volta la popolazione del territorio del cratere ha risposto presente per alleviare le sofferenze causate dalla guerra. Alla consegna hanno provveduto materialmente Paola Gerini, Sara Buti Mario Tesauri e, in rappresentanza della Pro Pieve, Alessia Conforti.

Inoltre una parte consistente del materiale raccolto è stato consegnato a Riccardo Pennesi che lo porterà a destinazione nel suo prossimo viaggio a Ternopil.


furgone



Pubblicato in Cronaca
Camerino ha commemorato, con una piccola, ma significativa cerimonia, la tragedia avvenuta il 29 marzo del 1988 che costò la vita ai due carabinieri Donato Chiarelli e Giovanni Liberto Corinto.

Nelle campagne camerti, in località Portajano, mentre erano impegnati per impedire un reato, affrontarono un malvivente che, armato di pugnale, li colpì provocandone la morte. Dopo 34 anni, quella dolorosa vicenda rimane una ferita aperta nel cuore della comunità camerte. È stata, dunque, onorata la memoria dei due militari caduti, con la deposizione di una corona d’alloro prima nelle vicinanze del luogo dell’eccidio e successivamente sulla lapide apposta nell’attuale sede provvisoria del Comando Compagnia Carabinieri, in piazza Garibaldi.

Commemorazione Portajano 2022 8

All’Arma dei Carabinieri e a tutti i presenti, il Commissario Paolo De Biagi ha rivolto un indirizzo di saluto: “Sono passati 34 anni dall’eccidio dei due giovani Carabinieri. Pur nell’imprevedibilità e ferocia dell’evento ebbero la forza di resistere e neutralizzare l’aggressore. Fu una vicenda che segnò drammaticamente questa comunità come dimostra il fatto che siamo qui, dopo tanti anni, a ricordarla con le principali autorità provinciali.Quel tragico accadimento ci ha lasciato una testimonianza e insieme un insegnamento di straordinario senso del dovere e spirito di sacrificio.Grazie a tutti per la vostra presenza e per l’attenzione a un evento così lontano nel tempo, ma sempre così vicino al cuore dei cittadini camerti”. 

Il colonnello Nicola Candido, Comandante provinciale dei Carabinieri, nel ricordare il sacrificio dei due giovani militari ha ringraziato tutti i partecipanti per la vicinanza e l’affetto tributati all’Arma.

Commemorazione Portajano 2022 3

Hanno presenziato il prefetto Flavio Ferdani, il Questore Vincenzo Trombadore, l’Arcivescovo Francesco Massara, il comandante provinciale della Guardia di finanzaFerdinando Falco, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Camerino Angelo Faraca, il Comandante della tenenza GGF di Camerino Francesco Diprinzio,il Comandante della polizia municipale Andrea Isidori,l’Associazione nazionale Carabinieri di Camerino, gli Alpini, il rappresentante del distaccamento dei vigili del Fuoco di Camerino Giorgio Paganelli, il parroco della basilica di San Venanzio don Marco Gentilucci,il presidente della CRI di Camerino Gianfranco Broglia, il Corpo delle infermiere volontarie della CRI di Camerino. La cerimonia è stata accompagnata dalle note del Maestro Vincenzo Correnti.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 12

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo