Stampa questa pagina

Studenti francesi visitano la Provincia

Giovedì, 11 Aprile 2013 02:00 | Letto 567 volte   Clicca per ascolare il testo Studenti francesi visitano la Provincia La Sala consiliare della Provincia è stata meta della visita di 24 studenti francesi del Liceo “J.F. Millet” Cherbourg-Octeville, in Bassa Normandia, ospiti a San Ginesio nellambito del partenariato bilaterale Comenius, avviato da alcuni anni con lIstituto di istruzione superiore “A. Gentili”. Insieme a una trentina di compagni di studio italiani, i ragazzi, accompagnati dagli insegnanti Claire Fournier, Germano Pallini e Giuliano Valeri, sono stati accolti da Paolo Cartechini, presidente del Consiglio provinciale. A lui il compito di illustrare le funzioni svolte dallEnte Provincia, mentre Luciana Salvucci, dirigente scolastica dellIstituto di San Ginesio, ha fatto riferimento al concetto di cultura come elemento trainante della civiltà occidentale. Lo scambio tra le due scuole, infatti, si svolge utilizzando litaliano, il francese e il latino sul tema “Rapporto degli intellettuali col potere nella Roma antica”. La visita si è conclusa con un piccolo scambio di omaggi e con la consegna agli alunni di un opuscolo plurilingue sul territorio provinciale e le sue peculiarità naturalistiche, storiche e culturali.

La Sala consiliare della Provincia è stata meta della visita di 24 studenti francesi del Liceo “J.F. Millet” Cherbourg-Octeville, in Bassa Normandia, ospiti a San Ginesio nell'ambito del partenariato bilaterale Comenius, avviato da alcuni anni con l'Istituto di istruzione superiore “A. Gentili”.
Insieme a una trentina di compagni di studio italiani, i ragazzi, accompagnati dagli insegnanti Claire Fournier, Germano Pallini e Giuliano Valeri, sono stati accolti da Paolo Cartechini, presidente del Consiglio provinciale.
A lui il compito di illustrare le funzioni svolte dall'Ente Provincia, mentre Luciana Salvucci, dirigente scolastica dell'Istituto di San Ginesio, ha fatto riferimento al concetto di cultura come elemento trainante della civiltà occidentale.
Lo scambio tra le due scuole, infatti, si svolge utilizzando l'italiano, il francese e il latino sul tema “Rapporto degli intellettuali col potere nella Roma antica”.
La visita si è conclusa con un piccolo scambio di omaggi e con la consegna agli alunni di un opuscolo plurilingue sul territorio provinciale e le sue peculiarità naturalistiche, storiche e culturali.

Letto 567 volte

Clicca per ascolare il testo