PIEDINO Appenn a casa 2021
Notizie di spettacolo nelle Marche
Intensificati in occasione delle festività di fine anno i controlli e i servizi di prevenzione da parte della polizia stradale.

A Piediripa di Macerata una pattuglia è intervenuta nei pressi di un autolavaggio dove si trovava una vettura di piccola cilindrata rimasta coinvolta in un incidente. L’auto, dopo essere uscita di strada, aveva finito la sua corsa in un campo adiacente la carreggiata.

Alla guida del mezzo un giovane di 30 anni che, sottoposto ad alcool test, è risultato positivo e pertanto è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro ai fini della successiva confisca.

f.u.

Pubblicato in Cronaca
Circa 526 chili di pesce sequestrato e sanzioni per 23mila euro in poco più di 20 giorni  nelle Marche. 
Sono i risultati dell’operazione “Atlantide” condotta a livello nazionale, dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto per il controllo sulla filiera ittica in occasione delle festività natalizie e, nello svolgimento della quale, la Direzione Marittima delle Marche - Comando Regionale della Guardia Costiera - ha coordinato, in ambito regionale, una serie di attività di controllo finalizzate alla tutela del consumatore finale e alla verifica del rispetto delle disposizioni in materia di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici in commercio, nonché della salvaguardia degli stock ittici.
Nel periodo tra il 6 ed il 29 dicembre 2021, sono state effettuate 109 ispezioni, che hanno riguardato 29 pescherecci, 33 pescherie, 25 ristoranti, 19 venditori ambulanti e 3 tra grossisti, piattaforme logistiche e mercati ittici. 
I controlli hanno portato all’elevazione di 13 sanzioni amministrative per un totale di  23mila euro,  7 sequestri di prodotto ittico di diversa tipologia e specie, per un totale di circa 526 chilogrammi.
Le violazioni più ricorrenti sono state l’errata o omessa indicazione di informazioni al consumatore e la mancanza di tracciabilità del prodotto.
L’attività di controllo ha anche permesso di deferire alla competente Autorità Giudiziaria un esercente dell’ascolano per frode in commercio.
Nello specifico, si segnalano i controlli relativi al prelievo ed alla commercializzazione delle vongole nel pesarese e a San Benedetto del Tronto; le succitate attività hanno comportato ingenti sequestri di vongole, rispettivamente per 270 kg nel pesarese e 155 kg nel sanbenedettese, con sanzioni per un totale di 5mila cinquecento euro.
Le violazioni riscontrate, oltre a costituire un pericolo per il consumatore finale e a contribuire a depauperare la risorsa ittica, penalizzano gli stessi addetti del settore che operano con onestà e nel rispetto delle regole.
c.c.







Pubblicato in Cronaca
Dramma a Macerata  in seguito all'incendio che ha riguardato un appartamento posto al secondo piano di uno stabile di via Severini, nei pressi dell'ospedale. Per cause in corso d'accertamento, le fiamme sono divampate poco dopo le 7 di questa mattina. Subito si sono  attivati i soccorsi con l'intervento sul posto dei vigili del fuoco e del personale del 118 che, una volta entrato nell'abitazione, non ha potuto far altro che constatare il decesso delle due persone che erano all'interno. Si tratterebbe di fratello e sorella che giacevano senza vita, l'una in camera da letto e l'altra in cucina.
L'incendio non ha lasciato scampo neppure ai piccoli animali domestici che erano in casa, un cane e un gatto. La squadra dei Vigili del fuoco ha provveduto a mettere in sicurezza lo stabile. Sul posto, oltre al personale dell'emergenza sanitaria, gli agenti della Polizia di Stato. Le autorità competenti hanno posto sotto sequestro l'abitazione.
c.c. 
WhatsApp Image 2021 12 31 at 09.38.15
Pubblicato in Cronaca
Scontro frontale tra due auto, lungo la superstrada 77 nel territorio comunale di Serrvalle di Chienti. L'incidente, avvenuto ieri sera poco dopo le ore 20, ha coinvolto una Alfa Romeo Giulietta e una Volkswagen Passat. 
Per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri occupatisi dei rilievi, i due veicoli si sono scontrati frontalmente in una semicurva. Un impatto di particolare violenza in seguito al quale i due mezzi sono andati paraticamente distrutti.
Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco del Distaccamento di Camerino che ha provveduto ad estrarre dall'abitacolo dell'auto uno dei conducenti, coadiuvando le operazioni di soccorso del personale del 118. I vigili del fuoco hanno poi provveduto a mettere in sicurezza i mezzi coinvolti e l'area dell'incidente
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Via libera della Cabina di Coordinament al secondo pacchetto di interventi, da 700 milioni di euro, per il “Rilancio economico e sociale” delle aree sisma.

“Con le decisioni di oggi e le relative Ordinanze diamo avvio all’attuazione di tutte le misure del Fondo complementare al Pnrr destinate ad accompagnare la ricostruzione post sisma e favorire lo sviluppo del Centro Italia, nel pieno rispetto del cronoprogramma e dei criteri stabili dalla legge per l’uso di queste risorse – dichiara il Commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini - E’ il piano della speranza per la ripartenza del Centro Italia. E per la prima volta dopo un sisma si coniugano la ricostruzione materiale e lo sviluppo economico dei territori colpiti.”

Il pacchetto “Rilancio” del Fondo viene destinato in gran parte al sistema delle imprese, per favorire l’innovazione, lo sviluppo e la crescita dell’occupazione, interventi per favorire l’inclusione sociale, anche attraverso il terzo settore, il turismo, la cultura, ma anche l’economia circolare, partendo dal ciclo delle macerie e dalla filiera del legno. Ma vede, come fiore all’occhiello, la creazione di quattro centri di ricerca universitari specializzati nella sicurezza sismica, l’agroalimentare, l’economia circolare e la salute, la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale con il coinvolgimento di tutti gli Atenei e i principali centri di ricerca del territorio.

Ci saranno quattro “hub” che faranno capo alle Università di Camerino (sicurezza sismica), Perugia (cultura e ambiente), Teramo (agroalimentare) e Rieti (economia circolare), alle quali fanno capo i progetti di ricerca, e altri centri “spoke” realizzati dagli altri Atenei ed istituti della rete.

Pubblicato in Cronaca
Approvata dal consiglio regionale delle Marche la legge n. 91 sulle Unioni Montane che stabilisce, tra l’altro, che "i comuni che non hanno aderito all’Unione all’atto della costituzione non hanno il diritto di entrare per un periodo di 10 anni", introducendo anche il principio del silenzio diniego, in contrasto con il disposto della precedente legge regionale n. 35 del 2013, secondo il quale trascorsi 6 mesi dalla richiesta di adesione dei comuni che intendono entrare la mancata risposta formale equivale a rifiuto.

Una legge che ha provocato l’indignazione del consigliere regionale del partito democratico Romano Carancini che, con riferimento all’Unione Montana Marca di Camerino, parla di “killer aggio politico nei confronti dei comuni di Castelsantangelo sul Nera, Monte Cavallo e Valfornace, costretti per i prossimi 10 anni a restare fuori dall’Unione Montana”.

I suddetti 3 comuni, che nel 2013 non avevano aderito all’Unione Montana Marca di Camerino, hanno successivamente e in tempi diversi formalizzato la richiesta di adesione alla quale ad oggi non è stato fornito parere favorevole.

“Tutte le pietre della montagna sanno che in quella terra c'è una guerra tra due cordate, incarnate dalla politica – incalza Carancini - Non entro e non ho interesse a entrare nel merito della ragione e del torto di queste fazioni o delle vicende personali. Non è tuttavia tollerabile che chi ha responsabilità legislative si presti ad essere attore e strumento di "killeraggio politico" - con mandanti ed esecutori - a danno non dei singoli "Sindaci soccombenti", quanto piuttosto della legalità e soprattutto delle popolazioni di quei 3 comuni, prima inginocchiate dal terremoto e ora anche oltraggiate dalla più alta Istituzione regionale. In questo passaggio il Presidente della Regione Francesco Acquaroli invece di contribuire a porre fine a questa incomprensibile guerra si mette al fianco di una delle due parti (ovviamente quella più forte nei numeri) e, come un direttore d'orchestra, con primo violino il consigliere Renzo Marinelli, decide le nefaste sorti di un pezzo di quel territorio”.

“Morale della favola: la legge ad personam approvata a notte fonda ed “orchestrata” con il chiaro intento di tenere fuori dall’Unione Montana specifici sindaci e di conseguenza alcune comunità di montagna che non avranno le stesse opportunità delle altre, miete non solo le vittime “prescelte” ma anche altri comuni (come ad esempio Visso e Bolognola) che non potranno entrare a far parte dell’Unione per i prossimi 10 anni”, conclude il consigliere dem.

f.u.



Pubblicato in Cronaca
 Nell'ambito dei  controlli coordinati per il rispetto della normativa volta a mitigare la diffusione del covid-19, i carabinieri della Stazione di Caldarola hanno riscontrato inadempienze all’interno di un bar e di un fast-food di Tolentino.

In particolare, all’interno del bar è stato verificato l’omesso controllo del green pass rafforzato da parte del titolare e degli impiegati; inoltre sono state verificate ulteriori violazioni della normativa vigente, come l’assenza di gel igienizzante nei pressi della cassa, l’assenza del cartello con il numero massimo di persone che può accedere al locale, l’assenza del registro sulla rilevazione della temperatura dei dipendenti.
Inoltre, il personale di servizio non indossava il dispositivo di protezione. Sono state pertanto elevate sanzioni amministrative per 840 euro e disposta la chiusura dell’esercizio per 5 giorni.

All’interno del fast-food, i carabinieri hanno altresì riscontatata l'omessa verifica dei green pass dei clienti e altre inadempienze, quali l’assenza della linea di distanziamento presso il bancone  e l’assenza del registro per la misurazione della temperatura del personale. Unita ai cinque giorni di chiusura del locale, in questo caso la sanzione ammnistrativa è stata di 280 euro.
c.c. 
Pubblicato in Cronaca
Scatta la misura cautelare dell'obbligo di firma per due giovani, arrestati la sera del 2 novembre scorso dai carabinieri della Compagnia di Tolentino.  
In un parcheggio antistante un centro commerciale, un militare libero dal servizio era intervenuto in soccorso di una ragazza che aveva richiesto il suo aiuto a seguito di una lite con il fidanzato. Una volta realizzato di aver chiesto aiuto a un carabiniere, la giovane aveva improvvisamente cambiato atteggiamento, tentando di allontanarsi con la macchina se pur in stato di forte alterazione psico-fisica. Quando il maresciallo aveva provato a bloccarla, armata di un piccolo cacciavite, la giovane lo aveva colpito alla mano procurandogli delle lesioni.  In seguito i militari avevano rinvenuto stupefacente all’interno dell’autovettura e dell’abitazione dei due ragazzi.  In virtù della gravità delle condotte poste in essere e per il possesso di sostanze destinate allo spaccio, perr i due ragazzi è dunque scattata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla poliziab giudiziaria.  

c.c.







Pubblicato in Cronaca
“Oggi, anche grazie alla conferma del Superbonus al 110% per quattro anni, ci sono le migliori condizioni possibili per ricostruire case sicure e sostenibili dal punto di vista ambientale. Lo Stato, che ha già messo a disposizione della ricostruzione del Centro Italia 14 miliardi di euro, e 1,8 miliardi con il Fondo complementare al PNRR per lo sviluppo economico, sta facendo in pieno la sua parte. Adesso è ora che tutti i protagonisti della ricostruzione, cittadini, tecnici, sindaci, uffici regionali, facciano la loro con il massimo impegno possibile. Non possiamo accettare ulteriori ritardi, indecisioni o comportamenti opportunistici: dove si può, si deve ricostruire”.
Lo ha detto il Commissario Straordinario di governo per la ricostruzione post sisma 2016, Giovanni Legnini, incontrando ieri i giornalisti e i rappresentanti delle associazioni e dei comitati dei cittadini per fare il punto sulla Legge di Bilancio, il fondo del PNRR per le aree sisma, l’andamento dei lavori nel cratere e le decisioni che saranno prese entro fine anno, a cominciare dal nuovo calendario delle scadenze per la presentazione delle domande, che riguarderà in primo luogo i percettori del Cas e delle altre forme di assistenza.
“Nel 2021 sono stati approvati quasi 5 mila progetti e si sono chiusi più di 2 mila cantieri, con la riconsegna di altre 5 mila unità immobiliari. Dall’avvio della ricostruzione sono già rientrate in possesso dell’abitazione 15 mila famiglie, ma il grosso del lavoro è ancora davanti a noi, perché dovremo ricostruire almeno altri 40 mila edifici, oltre ai 20 mila per i quali sono già state presentate le domande. Oggi abbiamo risorse e strumenti adeguati che ci permettono di programmare al meglio anche la ricostruzione privata. Il termine per la presentazione delle richieste di contributo viene spostato in linea generale a fine 2022, ma per la prima volta ci saranno delle scadenze intermedie. I beneficiari dell’assistenza, se non hanno impedimenti oggettivi, dovranno presentare la domanda entro il 30 giugno, a pena di sospensione degli stessi benefici” ha detto Legnini, registrando il consenso dei comitati e delle associazioni dei cittadini. “Nello stesso tempo – ha aggiunto il Commissario – avvieremo un’azione nei comuni più colpiti, dove la ricostruzione in alcuni casi è ancora molto indietro, spingendo i sindaci a predisporre dei cronoprogrammi puntuali per la presentazione delle domande dei privati”.
“In questi due anni abbiamo rimosso gli ostacoli normativi e procedurali più evidenti. Oggi riscontriamo difficoltà legate all’andamento del mercato dell’edilizia, prima saturato dal successo del Superbonus, poi ingessato dall’aumento dei prezzi. Abbiamo già deciso un primo aumento del contributo di ricostruzione, ma entro febbraio avremo anche un nuovo prezzario, più aderente alle condizioni attuali del mercato. Nel frattempo – ha aggiunto Legnini - i progettisti possono usare i prezzari regionali, già adeguati, e contare sul riconoscimento dei maggiori costi per i lavori già iniziati e sul Superbonus al 110% che consente di coprire la spesa per gli interventi di riparazione che resterebbero sulle spalle dei proprietari”.

A conclusione della conferenza, il Commissario ha ricordato che è fissata per oggi 30 dicembre, l’ultima Cabina di coordinamento per approvare le ultime Ordinanze speciali attuative del Fondo PNRR da 1,78 miliardi. Saranno definiti, in particolare, gli interventi della Misura B, che stanza 700 milioni di euro in gran parte a favore delle imprese del cratere.
Sempre oggi il Commissario firmerà l’Ordinanza per il rinvio dei termini per la presentazione delle richieste di contributo e la nuova Ordinanza Speciale per la ricostruzione di altre 189 scuole nelle quattro regioni del cratere, e l’adeguamento delle risorse per altre 80 scuole già finanziate.
c.c.
Pubblicato in Cronaca
Nuova ondata di Covid-19, Trenitalia riduce il servizio ferroviario regionale nelle Marche da oggi 30 dicembre. Nove le corse interessate: cinque soppresse, quattro sostituite con autobus.
Scatta oggi (giovedì 30 dicembre) il piano di riduzione controllata del servizio ferroviario regionale che interessa anche le Marche e che prevede la soppressione di alcune corse o sostituzione  con autobus. Una decisione, fa sapere la Regione Marche, dovuta  all'aumento dei casi da Covid-19 tra personale dell'azienda e alla riduzione della domanda di mobilità, 
“Trenitalia, ha informato la Regione in merito alla necessità di riprogrammare i collegamenti al fine di ridurre i disagi per gli utenti- ha annunciato l'assessore regionale ai Trasporti Guido Castelli-. Verranno aggiornati i sistemi informativi peri passeggeri e di vendita dei biglietti. Insieme all’azienda procederemo a un monitoraggio delle frequenze, al fine di rendere flessibile il piano per intervenire tempestivamente qualora fosse necessaria una rimodulazione, in base alla reale situazione rilevata”.  Le modifiche all'offerta sono consultabili sul sito web trenitalia.com. I passeggeri sono invitati a informarsi sull’evoluzione dell'offerta prima di mettersi in viaggio.



Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 17

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo