Non si è fatto attendere il chiarimento del presidente della Pro Loco di Tolentino, Edoardo Mattioli, in merito alla polemica nata sulla decisione dell'amministrazione di non fare i fuochi d'artificio, come da tradizione, per la conclusione delle festività di San Nicola.
Il Comitato 30 ottobre, infatti, aveva chiesto come mai, per rispetto dei terremotati, fosse stato deciso di non fare i fuochi di San Nicola, mentre in occasione della sfilata Notte di Stelle di venerdì scorso era stato fatto un breve spettacolo pirotecnico.
"Preciso - scrive Mattioli - a nome della Pro Loco che i mini fuochi d'artificio fatti al termine della sfilata di moda facevano parte del copione coreografico preparato dalla regista come lo scorso anno, stessa cosa per i coriandoli. Il piccolo spettacolo pirotecnico - prosegue - è stato omaggiato da un privato e quindi non a carico del Comune. Il sindaco o l'amministrazione non dovevano autorizzare nulla. La ritengo una polemica inutile per attaccare, come al solito, il sindaco e l'amministrazione e mettere in cattiva luce Tolentino attraverso i moderni mezzi di comunicazione".

GS
Tra la folla che nella giornata cosiddetta "del Perdono" che chiude le festività di San Nicola a Tolentino, ha colmato le vie del centro, uno degli argomenti per cui la gente si ferma a discutere è quello dei fuochi d'artificio che, secondo la tradizione, avrebbero illuminato il cielo questa sera, contrariamente alla scelta dell'amministrazione di non farli.
Le motivazioni sarebbero attribuite al rispetto nei confronti delle famiglie terremotate ancora fuori casa ed è qui che scatta l'indignazione.
Il Comitato 30 ottobre, in una nota, esordisce infatti commentando l'intervento del primo cittadino durante l'incontro con il premier Giuseppe Conte, arrivando poi alla questione dei fuochi d'artificio.

"Sarebbe superfluo da parte nostra - scrive in una nota il comitato - commentare le dichiarazioni del sindaco sulle Sae che ha definito capanne di legno in truciolato, e non lo faremo per il rispetto di tutte quelle famiglie che grazie alle scelte dei loro sindaci sono ritornate a far rivivere i loro paesi, non lo faremo perché la nostra decenza va ben oltre le scelte di stipare persone in scatole di latta e aver consegnato dopo tre anni soltanto quattro appartamenti a fronte delle esigenze di migliaia di persone ancora sfollate".

A questo aggiungono l'indignazione sui fuochi d'artificio: "Ammettiamo che il suo coraggio è pari al suo super ego - attacca il Comitato - nel continuare a giocare sulla pelle dei cittadini affermando che i fuochi d'artificio per la festa di San Nicola non si faranno finché i terremotati sono fuori casa e che questa spesa, pari a 6 o 8 mila euro avrebbe poco senso.
Ci dovrà spiegare - chiede direttamente al primo cittadino, riferendosi a quanto accaduto durante la serata Notte di stelle - cos'erano quelli spuntati dal palco della sfilata lo scorso venerdì sera?
La domanda sorge spontanea - concludono i componenti del gruppo - : forse lo scorso venerdì, senza accorgersene i terremotati sono rientrati nelle loro case e ne sono riusciti il sabato?".

GS
Per l’undicesimo anno consecutivo torneranno a sfilare le stelle in piazza della Libertà a Tolentino, venerdì alle 21.15. Una iniziativa ormai consolidata a Tolentino, diretta da Marco Moscattelli e Chiara Nadenich,  come ha annunciato in conferenza stampa il vice sindaco Silvia Luconi: “Cresce quest’anno il numero delle aziende che sfilano, questo è sintomatico di interesse anche grazie al pubblico che ogni volta riempie piazza della Libertà. È chiaro che in questa fase il centro storico possa avere delle criticità ma non lo aiutiamo se continuiamo a dire questo. Lo aiutiamo vivendolo ed organizzando eventi e motivi per frequentarlo. Credo che questa estate ci sia stato un buon risultato per quanto riguarda gli eventi e c’è sempre stata una grandissima risposta”.

La serata sarà affiancata da un progetto benefico organizzato dalla Linotype che venderà delle t-shirt e il ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività del centro alzheimer.
“Per un paio di anni abbiamo fatto il calendario ed è andato molto bene - commenta Jonatan Del Pupo - ora proponiamo questa maglia con i nove simboli della città di Tolentino e ci auguriamo che abbia un buon riscontro”.
Impegnata per l’evento anche la Pro Loco con il presidente Edoardo Mattioni che ha svelato alcune novità della serata: “Premieremo Sara Passarini che ha partecipato a Miss Italia. C’è una ricostruzione scenica più importante rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda la partecipazione della Linotype abbiamo colto subito l’occasione per poter mettere in vendita queste maglie e non poteva esserci obiettivo migliore a cui destinarle se non all’attività del centro alzheimer”.

1274fgh

Grato di questa iniziativa il presidente del Centro, Giorgio Sbaraglia: “Noi siamo rimasti sbalorditi da questa idea di beneficienza. Devo dire che negli ultimi tempi c’è molta attenzione a questo centro anche se oggi è ancora difficile parlare di questa malattia. Noi stiamo facendo del tutto per far trovare nel miglior modo possibile le persone che noi ospitiamo”.

Tra le novità della sfilata anche l’angolo selfie, presentato da Marco Moscatelli: “Si tratta di un autoscatto realizzato da un tablet e poi proiettato in un maxischermo durante la serata. Accanto a me, nella presentazione della serata, Veronica Maya e Claudia Andreatti che nel pomeriggio sarà ospite alle Terme Santa Lucia per provare l’offerta termale e promuoverla durante la serata”.



GS

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo