Stampa questa pagina

Coronavirus, l'arcivescovo sospende le celebrazioni liturgiche

Martedì, 25 Febbraio 2020 19:49 | Letto 2357 volte   Clicca per ascolare il testo Coronavirus, l'arcivescovo sospende le celebrazioni liturgiche Ad intervenire, dopo lordinanza della Presidenza della Regione Marche, ed in attesa di ricevere il comunicato ufficiale della Conferenza Episcopale Marchigiana, larcivescovo di Camerino - San Severino Marche, Francesco Massara ha disposto la sospensione delle celebrazioni liturgiche con grande afflusso di fedeli, incluse la celebrazione del mercoledì delle Ceneri, la benedizione delle famiglie e le attività pastorali dove è prevista affluenza di più persone. La Madonna, salute degli infermi - ha detto - , sostenga la nostra preghiera.Gli uffici della diocesi saranno inoltre aperti ai soli dipendenti, ma chiusi al pubblico.Gli fa eco una nota della Conferenza Episcopale delle Marche: Le chiese rimangano aperte al culto e alla preghiera individuale - si legge - . Sono sospese le celebrazioni eucaristiche feriali e festive fino al 4 marzo. Per i funerali, si suggerisce di limitarsi al rito delle esequie nella forma breve e con i parenti stretti. Nelle messe anche private si ometta il segno di pace e si riceva la Comunione sulla mano, e non in bocca. Si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere.Le benedizioni Pasquali sono sospese fino al 4 Marzo.Per questa settimana sono sospesi gli incontri di catechismo e dei gruppi parrocchiali, le attività di oratorio, di dopo-scuola, sportive, teatrali, cinematografiche e ogni genere di aggregazione.I servizi della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali che prevedono contatto con il pubblico siano sospesi. Siamo tutti interessati ad affrontare con determinazione - prosegue la nota - , senza panico né leggerezza, una situazione che chiede vigilanza e senso del bene comune. Sperimentiamo tutti la nostra debolezza e fragilità. Proviamo paura e come sempre questa chiede risposte serie e unitarie, per trovare le soluzioni più efficaci per tutti, con la massima attenzione ma senza allarmismi.GS
Ad intervenire, dopo l'ordinanza della Presidenza della Regione Marche, ed in attesa di ricevere il comunicato ufficiale della Conferenza Episcopale Marchigiana, l'arcivescovo di Camerino - San Severino Marche, Francesco Massara ha disposto la sospensione delle celebrazioni liturgiche con grande afflusso di fedeli, incluse la celebrazione del mercoledì delle Ceneri, la benedizione delle famiglie e le attività pastorali dove è prevista affluenza di più persone.
"La Madonna, salute degli infermi - ha detto - , sostenga la nostra preghiera".
Gli uffici della diocesi saranno inoltre aperti ai soli dipendenti, ma chiusi al pubblico.
Gli fa eco una nota della Conferenza Episcopale delle Marche: "Le chiese rimangano aperte al culto e alla preghiera individuale - si legge - . Sono sospese le celebrazioni eucaristiche feriali e festive fino al 4 marzo. Per i funerali, si suggerisce di limitarsi al rito delle esequie nella forma breve e con i parenti stretti. Nelle messe anche private si ometta il segno di pace e si riceva la Comunione sulla mano, e non in bocca. Si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere.
Le benedizioni Pasquali sono sospese fino al 4 Marzo.
Per questa settimana sono sospesi gli incontri di catechismo e dei gruppi parrocchiali, le attività di oratorio, di dopo-scuola, sportive, teatrali, cinematografiche e ogni genere di aggregazione.
I servizi della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali che prevedono contatto con il pubblico siano sospesi. 
Siamo tutti interessati ad affrontare con determinazione - prosegue la nota - , senza panico né leggerezza, una situazione che chiede vigilanza e senso del bene comune. Sperimentiamo tutti la nostra debolezza e fragilità. Proviamo paura e come sempre questa chiede risposte serie e unitarie, per trovare le soluzioni più efficaci per tutti, con la massima attenzione ma senza allarmismi".


GS

Letto 2357 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo