Stampa questa pagina

Nuove indicazioni dall'Arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche

Lunedì, 09 Marzo 2020 10:31 | Letto 1515 volte   Clicca per ascolare il testo Nuove indicazioni dall'Arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche Sospensione di tutte le celebrazioni con la presenza di fedeli, comprese le veglie funebri e i funerali sostituiti da un breve rito di benedizione della salma in forma strettamente privata con la sola presenza dei familiari del defunto. Ferme tutte le attività pastorali compresi i pellegrinaggi, le benedizioni pasquali delle famiglie, il catechismo e nessuna attività negli oratori ne possibilità di tenere incontri o riunioni. E quanto disposto per lintera diocesi di Camerino-San Severino Marche dallarcivescovo Francesco Massara a seguito dellemanazione del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri pienamente accolto anche dalla Conferenza Episcopale Italiana. Le chiese possono comunque rimanere aperte per consentire la preghiera personale, purchè  siano adottate “misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. La stessa distanza di sicurezza deve essere rispettata anche per lamministrazione del sacramento della penitenza. Mentre chiedo a ciascuno il massimo impegno nell’assumere comportamenti di prudenza, attenzione e responsabilità, invito tutti - in questo particolare tempo di Quaresima - ad intensificare la preghiera personale per invocare dal Signore il conforto del cuore e la liberazione dal male, così larcivescovo Massara.
Sospensione di tutte le celebrazioni con la presenza di fedeli, comprese le veglie funebri e i funerali sostituiti da un breve rito di benedizione della salma in forma strettamente privata con la sola presenza dei familiari del defunto. Ferme tutte le attività pastorali compresi i pellegrinaggi, le benedizioni pasquali delle famiglie, il catechismo e nessuna attività negli oratori ne possibilità di tenere incontri o riunioni. E' quanto disposto per l'intera diocesi di Camerino-San Severino Marche dall'arcivescovo Francesco Massara a seguito dell'emanazione del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri pienamente accolto anche dalla Conferenza Episcopale Italiana.
Le chiese possono comunque rimanere aperte per consentire la preghiera personale, purchè  siano adottate “misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro". La stessa distanza di sicurezza deve essere rispettata anche per l'amministrazione del sacramento della penitenza. "Mentre chiedo a ciascuno il massimo impegno nell’assumere comportamenti di prudenza, attenzione e responsabilità, invito tutti - in questo particolare tempo di Quaresima - ad intensificare la preghiera personale per invocare dal Signore il conforto del cuore e la liberazione dal male", così l'arcivescovo Massara.

Letto 1515 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo