"Ciao sono don Franco". La telefonata dell'arcivescovo Massara ai sindaci della diocesi

Giovedì, 02 Agosto 2018 23:29 | Letto 2606 volte   Clicca per ascolare il testo "Ciao sono don Franco". La telefonata dell'arcivescovo Massara ai sindaci della diocesi Sono don Franco. Sorpresa, stupore, in qualche caso anche incredulità per i sindaci dei comuni della diocesi di Camerino - San Severino Marche nel sentire dallaltro capo del telefono la voce del nuovo arcivescovo don Francesco Massara, chiamato solo pochi giorni fa da papa Francesco a guidare la diocesi camerte-settempedana. Larcivescovo, che prenderà possesso della sua cattedra il prossimo 21 ottobre, ha così voluto presentarsi alle comunità di cui è stato eletto Pastore chiedendo cordialmente ai primi cittadini informazioni riguardanti la situazione dei centri gravemente colpiti dal sisma, esprimendo allo stesso tempo il desiderio di conoscere di persona i comuni e i cittadini della diocesi. Colloqui che hanno rasserenato la giornata dei sindaci che ormai da quasi due anni sono in prima linea nellemergenza sisma, con monsignor Massara che ha dato concretamente seguito alle sue prime parole di saluto alla comunità diocesana: Vengo da vescovo ad essere parroco della chiesa di Camerino - San Severino Marche per portare in mezzo a voi il Vangelo della speranza. I primi ad essere stati chiamati nella giornata di sabato, poche ore dopo lannuncio dellelezione, i sindaci di Camerino, Gianluca Pasqui, e San Severino, Rosa Piermattei, con mons. Massara che ha continuato anche nelle ultime ore a contattare i rappresentanti delle singole comunità, telefonando anche ai sacerdoti e al personale della Curia. Sto chiamando perchè è giusto che sia così - le parole dellarcivescovo massara - Se non lavoriamo insieme, se non cresciamo insieme non si va da nessuna parte. Il Signore lavorava con i suoi apostoli ed io cercherò di lavorare con i miei sacerdoti ed anche con le istituzioni. Se si lavora insieme faremo sicuramente qualcosa di buono per le nostre comunità. Larcivescovo Massara, che non ha mai visitato il territorio della diocesi che gli è stata affidata, ha anche incontrato una famiglia settempedana che, al momento della nomina, si trovava in vacanza a Tropea. Un anticipo - ha concluso il vescovo Franco - degli incontri che farò con la gente delle nostre comunità. 

"Sono don Franco". Sorpresa, stupore, in qualche caso anche incredulità per i sindaci dei comuni della diocesi di Camerino - San Severino Marche nel sentire dall'altro capo del telefono la voce del nuovo arcivescovo don Francesco Massara, chiamato solo pochi giorni fa da papa Francesco a guidare la diocesi camerte-settempedana. L'arcivescovo, che prenderà possesso della sua cattedra il prossimo 21 ottobre, ha così voluto presentarsi alle comunità di cui è stato eletto Pastore chiedendo cordialmente ai primi cittadini informazioni riguardanti la situazione dei centri gravemente colpiti dal sisma, esprimendo allo stesso tempo il desiderio di conoscere di persona i comuni e i cittadini della diocesi. Colloqui che hanno rasserenato la giornata dei sindaci che ormai da quasi due anni sono in prima linea nell'emergenza sisma, con monsignor Massara che ha dato concretamente seguito alle sue prime parole di saluto alla comunità diocesana: "Vengo da vescovo ad essere parroco della chiesa di Camerino - San Severino Marche per portare in mezzo a voi il Vangelo della speranza". I primi ad essere stati chiamati nella giornata di sabato, poche ore dopo l'annuncio dell'elezione, i sindaci di Camerino, Gianluca Pasqui, e San Severino, Rosa Piermattei, con mons. Massara che ha continuato anche nelle ultime ore a contattare i rappresentanti delle singole comunità, telefonando anche ai sacerdoti e al personale della Curia. "Sto chiamando perchè è giusto che sia così - le parole dell'arcivescovo massara - Se non lavoriamo insieme, se non cresciamo insieme non si va da nessuna parte. Il Signore lavorava con i suoi apostoli ed io cercherò di lavorare con i miei sacerdoti ed anche con le istituzioni. Se si lavora insieme faremo sicuramente qualcosa di buono per le nostre comunità". L'arcivescovo Massara, che non ha mai visitato il territorio della diocesi che gli è stata affidata, ha anche incontrato una famiglia settempedana che, al momento della nomina, si trovava in vacanza a Tropea. "Un anticipo - ha concluso il vescovo Franco - degli incontri che farò con la gente delle nostre comunità". 

Letto 2606 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo