Visita Papa4

Notizie religiose nelle Marche
Domenica, 16 Giugno 2019 17:17

Un pranzo condiviso con Papa Francesco

Un pranzo condiviso con Papa Francesco per i sacerdoti della diocesi di Camerino San Severino  Marche nell'occasione della sua lunga visita nella città ducale.  Dopo il cuore dell'evento in piazza Cavour e la celebrazione della Santa Messa, la visita del Santo Padre è proseguita nella casa di comunità di San Paolo, dove è stato servito il pranzo consumato insieme all'arcivescovo Massara, agli altri presuli e ad 80 sacerdoti. Preparato dalla Pastorale familiare diocesana, il menù era composto da tagliatelle al ragù di carne, arrosto di vitello in salsa ed erbe ripassate. Macedonia, gelato, caffè e amaro in chiusura. Ai tavoli il servizio è stato curato dai giovani della Pastorale giovanile e, non senza emozione, a servire Papa Francesco di persona, è stata la giovane Tania, ricambiata da tanti sorrisi e gratitudine. Un menù che il pontefice ha molto apprezzato tanto da recarsi in cucina per complimentarsi e ringraziare gli artefici.

Nella foto i giovani della pastorale giovanile
IMG 20190616 140720
Fuori dalla struttura, in un'altra tavolata appositamente allestita, il convivio ha riunito tutte le confraternite diocesane e i numerosi volontari, tutti raggiunti dal Papa alla fine del pranzo e, salutati uno ad uno con abbracci e strette di mano. In tanti hanno atteso sotto il sole da dietro le balaustre la conclusione del momento conviviale, nella speranza di rivedere il Santo Padre prima della sua partenza. L'attesa non è stata delusa,anzi, Papa Francesco a piedi li ha raggiunti da vicino, non risparmiando strette di mano e un'amorevole carezza ai più piccoli.
C.C. 
il Papadavanti al centro di San Paolo

IMG 20190616 115840


Pubblicato in Diocesi
La città di Camerino si prepara a vivere l’evento degli eventi. Un vero appuntamento con la storia l’arrivo di Papa Francesco previsto alle 8:45 di domenica 16 giugno.
L’atmosfera d’attesa è carica di umanità e di cuore; la visita del pontefice, forse non è mai stata così opportuna come adesso, per una città il cui tessuto sociale si trova ad essere frammentato e in sofferenza.
Il Santo Padre ha sempre voluto andare incontro alla gente che ha bisogno di aiuto e la sua testimonianza di vicinanza, viene percepita come una vera benedizione per l’arcidiocesi e per tutta la comunità. Tutta Camerino è in fermento per questa esperienza che si preannuncia di portata straordinaria.
lannuncio dellarcivescovo
Palpabile l’entusiasmo e l’emozione che alberga da giorni nell'intero clero diocesano, primo fra tutti nell’arcivescovo Francesco Massara, impegnatissimo nella rifinizione di tutti i dettagli: “Una visita che viene a lenire una ferita, a portare gioia e speranza ad una terra duramente provata. E’ il messaggio di una riconferma nella fede e un segnale di fiducia e speranza per tutta la comunità”.
IMG 20190612 171209

Il momento più alto da vivere per lo stesso neo eletto sindaco di Camerino Sandro Sborgia che, insieme a Mons. Massara, al governatore delle Marche Luca Ceriscioli, al prefetto Iolanda Rolli, al presidente della Provincia Antonio Pettinari e al rettore di Unicam Claudio Pettinari, accoglierà il Santo Padre al suo arrivo in elicottero sulla spianata d’erba del Centro Universitario Sportivo in località Le Calvie.
“Vivo quest’ atmosfera d’attesa, consapevole del doppio aspetto che mi riguarda- afferma  Sborgia- Da un lato il profilo prettamente tecnico che vede la partecipazione del sindaco della città ai vari tavoli di lavoro che vedono la macchina delle autorità, impegnate a garantire la sicurezza del pontefice per tutto il tempo che si intratterrà a Camerino. Dall’altro, la vivo come fedele e come persona che aspetta l’arrivo del Santo Padre, attribuendogli un significato intenso e fortissimo. Colpito anch’io direttamente dal terremoto- continua il sindaco- addolorato dalle criticità e cosciente delle complessità che il territorio dovrà affrontare e superare, anche io come tanti, assegno all’arrivo di papa Bergoglio un segnale di speranza. Già il solo fatto che questa visita può costituire l’occasione per riproporre a quanti hanno responsabilità di governo, l’attenzione su una terra gravemente ferita, già questo per me è un piccolo miracolo. In cuor mio- conclude Sborgia- ho speranza che la visita di Papa Francesco possa compiere il miracolo di far sì che su di noi si risvegli la considerazione di chi ci guarda dall’esterno, non tanto sul dolore che viviamo, bensì nel sensibilizzare un concreto impegno per risollevare le sorti di una terra che merita una ripresa e una rinascita a tutti i livelli”.
IMG 20190612 171256

Animo già pervaso di forte emozione anche per Claudio Pettinari, rettore dell’Università di Camerino : “ Attendiamo questa data con trepidazione fin dal giorno in cui il nostro arcivescovo ne ha dato l’annuncio. Difficile descrivere la portata dei sentimenti che si rincorrono dentro ognuno di noi per questo straordinario evento - aggiunge il rettore-. Il Santo Padre si fa interprete dei bisogni di tutte le popolazioni che soffrono e credo che possa essere veramente l’interprete più alto delle vicissitudini e delle sofferenze della nostra gente. Grazie alla sua presenza i riflettori si riaccenderanno sui nostri territori ma, indipendentemente da questo, toccherà l’interiorità di ciascuno di noi donandoci l’impulso a lavorare meglio e di più per il bene della nostra comunità”. Subito dopo l’atterraggio a Le Calvie, Papa Francesco salirà in città dirigendosi nell’area delle casette Cortine Ovest e qui visiterà le tre abitazioni di Luigi Sansolini, Maria Stortini e i coniugi Maria Forotti e Pacifico Pasqualoni.

Nella foto sotto  Maria Stortini 
IMG 20190612 170502
“ Non so dire se sono emozionata, di sicuro è la sorpresa più bella che mi potesse capitare” – ci confida Maria Stortini, all’età di 92 anni, tra le privilegiate dell’incontro con il pontefice. “Gli offrirò la mia preghiera e una poltrona per sedersi. Purtroppo gli spazi sono quello che sono ma spazzolerò per bene questa poltrona, invitando il Santo Padre ad accomodarsi e scambiare qualche parola. Sono molto religiosa e mi basta anche una semplice preghiera da recitare insieme, perché il Signore ci aiuti. Chiederò l’aiuto per lui, per me stessa e per tutta la città”.

Carla Campetella
Pubblicato in Diocesi
Un’attesa carica di speranza cresciuta con il passare dei giorni da quel sabato 6 aprile quando l’arcivescovo Francesco Massara diede l’annuncio che tutti in cuor proprio aspettavano. Finalmente papa Francesco arriva a Camerino per “lenire una ferita, quella inferta dal terremoto, ma anche per dare un forte segnale di speranza ad una popolazione duramente provata dal sisma, sia nelle strutture che nel proprio animo – secondo le parole pronunciate da mons. Massara – Per noi la presenza del Santo Padre rappresenta un riconfermarci nella fede e dare speranza alle nostre comunità”. La visita di papa Francesco a Camerino sarà un toccare con mano i luoghi simbolo di un terremoto che ha da tempo lasciato la ribalta delle cronache nazionali, ma che non ha ancora trovato soluzione, se non in casi del tutto sporadici, agli innumerevoli problemi prodotti.


di seguito L'AGGIORNAMENTO dell’11 giugno 2019

ACCESSI GRATUITI

Per motivi di sicurezza e a causa della capienza limitata, l’accesso in piazza Cavour è consentito esclusivamente ai possessori di PASS gratuiti che verranno distribuiti - fino ad esaurimento dei posti - presso il check-point del Rettorato UNICAM (Via A. D’Accorso) dalle ore 5,00 alle ore 8,30 di domenica 16 giugno.

Ogni singola persona potrà ricevere un singolo PASS. Si chiede di portare un documento d’identità in corso di validità (non la patente) per eventuali controlli. Dal Rettorato UNICAM, i possessori dei PASS potranno raggiungere la zona adiacente alla Piazza attraverso il servizio navetta gratuito.

Si fa presente che dalle ore 01,00 di domenica 16 giugno, Piazza Cavour sarà chiusa.

PARCHEGGI

-        Per le Autorità Civili e Militari: area circostante il Terminal (Viale Emilio Betti), con ingresso a piedi in Piazza Cavour tramite via Filzi: l’ingresso delle Autorità è possibile entro e non oltre le ore 9,00.

-        Per i disabili accreditati e i loro accompagnatori UNITALSI: area a monte del Terminal (Viale Emilio Betti) con trasferimento in Piazza Cavour tramite servizio navetta messo a disposizione dalla Croce Rossa Italiana.

-        Per i Sacerdoti, le Religiose accreditate e i Dipendenti della Curia: parcheggio del Seminario arcivescovile (Via Macario Muzio).

-        Per i pullman dei fedeli: parcheggio del Rettorato UNICAM (Via A. D’Accorso).

-        Per le auto: zona Torre del Parco; zona Ospedale Civile di Camerino; zona Vallicelle.


Tutti i parcheggi saranno gratuiti. Sarà attivo un servizio gratuito di navette della CON.TRAM che, dalle varie aree di parcheggio, trasferirà i fedeli presso il check-point presso il Rettorato UNICAM (Via A. D’Accorso). Il servizio navetta da e per i parcheggi sarà attivo dalle ore 5,00 alle ore 17,00.

Il dettaglio delle aree previste per la sosta, i punti di fermata delle navette, e i luoghi di sbarco ed imbarco dei fedeli saranno indicati con apposita segnaletica e reso disponibile sul sito istituzionale dell’ente Comune di Camerino.

Tutto il tragitto compiuto dal Santo Padre sarà transennato: il transito pedonale sarà libero e senza necessità di PASS.

INDICAZIONI PER I DISABILI

Come da precedente Comunicato Stampa, si ricorda che, per motivi di capienza e di sicurezza, soltanto i disabili già accreditati attraverso l’UNITALSI potranno accedere in piazza Cavour in occasione della visita del Santo Padre

Tutte le aree parcheggio saranno dotate di un servizio di trasporto con navette idonee all’uso anche di persone con ridotta capacità motoria.

L’area del maxi-schermo allestita presso il Sottocorte Village sarà dotata con uno spazio dedicato e riservato ai disabili.

INDICAZIONI PER I SACERDOTI

Al termine della S. Messa, i Sacerdoti saranno i primi a lasciare con tempestività piazza Cavour: presso Largo Sossanta, un servizio navetta li trasferirà presso il Centro Comunità S. Paolo per il pranzo.

I Sacerdoti che parteciperanno solo al pranzo dovranno trovarsi presso la Sede della CONTRAM entro e non oltre le ore 11,00. Un servizio navetta provvederà al loro trasferimento presso il Centro Comunità S. Paolo.

DIVIETI

È assolutamente fatto divieto di portare con sé oggetti metallici e bottiglie di vetro. È possibile utilizzare SOLO bottiglie di plastica. Si raccomanda di provvedere ad una buona idratazione nel corso della mattinata. È possibile condurre con sé ombrelli per proteggersi dal sole o dalla pioggia.

PER IL DEFLUSSO DA PIAZZA CAVOUR

-        I Sacerdoti che parteciperanno al pranzo con il Papa presso il Centro di Comunità San Paolo lasceranno Piazza Cavour non appena terminata la Concelebrazione: il trasporto a San Paolo avverrà con servizio navetta, con imbarco in Largo Sossanta.

-        I disabili e i loro accompagnatori UNITALSI lasceranno la Piazza dopo il Pontefice con la stessa modalità con cui sono giunti in Piazza.

-        Tutti gli altri partecipanti lasceranno la Piazza dopo che il Pontefice sarà partito dalla piazza.

MAXI-SCHERMI

Chi non troverà posto in piazza Cavour, potrà seguire l’incontro con il Santo Padre e la S. Messa attraverso i MAXI-SCHERMI allestiti lungo il percorso compiuto dal Papa:

-        Parcheggio dell’Università (Via Madonna delle Carceri)

-        Zona Sottocorte Village (Via Madonna delle Carceri)

-        Piazzale presso la Geostruttura (Via Madonna delle Carceri)

DIRETTA TELEVISIVA

Tutti i fedeli che non potranno recarsi personalmente a Camerino potranno seguire la diretta televisiva della S. Messa presieduta dal Papa che sarà trasmessa su RAI 1 (Programma “A Sua immagine”) e su TV2000 (canale 28).

DIRETTA RADIOFONICA 
Sulle frequenze di Radio C1 in blu:
- Camerino: 103.00 fm
- Fabriano 99.4 fm
- Sarnano 101.8 fm
- Serrapetrona 90.6 fm
- Staffolo - Cingoli 90.6 fm


E-mail e recapito telefonico dedicati alle richieste di informazioni ed aggiornamenti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -Tel. 0737.630 400 int. 205

Tutte le informazioni sono pubblicate sul sito diocesano http://www.arcidiocesicamerino.it/ a cui si rimanda per tutti gli aggiornamenti.

L’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche comunica che l’accesso a p.zza Cavour è libero e gratuito! NESSUNO (né laico, né sacerdote, né religioso/a) È AUTORIZZATO A RICHIEDERE DENARO IN VISTA DEGLI EVENTI RIGUARDANTI LA VISITA DEL PONTEFICE ALLA NOSTRA DIOCESI. Nel caso si riscontrino episodi di questo tipo, si richiede di segnalarli prontamente alle forze dell’ordine.




Pubblicato in Diocesi

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo