CAM -ON: a Camerino una cooperativa di comunità per la rinascita del territorio ferito.

scritto Martedì, 10 Luglio 2018

E’ nata Cam-ON una nuova cooperativa per far ripartire l’area montana della provincia di Macerata colpita dal sisma. Grazie all’opportunità messa a bando da Legacoop, a fine 2017, sono stati utilizzati 235 mila euro raccolti tra le associate per sostenere la nascita di nuove cooperative di comunità, attraverso il bando “Centro Italia Reload – rigenerare comunità nelle terre del Rinascimento Italiano”, riservato a nuove imprese nei 140 Comuni inseriti nel cratere sismico dell’Italia centrale. Le cooperative di comunità, sono imprese costituite da cittadini e altri attori locali per il miglioramento della qualità della vita e l’interesse generale della collettività

Il bando ha sostenuto progetti cooperativi per turismo, cultura, eccellenze agroalimentari e servizi ed è da questi presupposti che nasce l’idea di alcuni giovani camerinesi e di altre realtà, di partecipare.. Il progetto presentato da CAM-ON è stato selezionato tra i vincitori del bando e beneficerà di formazione e accompagnamento, oltre ad un contributo economico fino a 25.000 euro. Cinque le cooperative di comunità per far rinascere le Marche ferite: la cooperativa di comunità del Ceresa, a Roccafluvione (Ascoli Piceno) seguirà la manutenzione dei boschi, riattivazione dei vecchi castagneti, valorizzazione del Marrone del Ceresa, reintroduzione della canapa, creazione della filiera bio del lampone, manutenzione dei sentieri e creazione di una struttura ricettiva multifunzionale. A Comunanza nasce, fra le azioni promosse da Slow Food, la cooperativa di comunità dei Sibillini, con lo scopo di valorizzare il lago di Gerosa, considerato come la porta d’ingresso dei Sibillini, con attività turistiche e sportive. A Montefalcone Appennino (Fermo), la coop di comunità Cammini Farfensi, partendo dall’esperienza sviluppata da nove insegnanti con 95 alunni, realizzerà un laboratorio multisensoriale caratterizzando ognuno dei sei Comuni dell’area dei Sibillini con una fragranza, per un progetto di marketing innovativo per valorizzare patrimonio artistico e naturalistico, e costruirà un atelier di arti e mestieri, per mantenere vive e rendere attrattive le radici del territorio.

A Camerino, il progetto Cam-On punterà su eventi culturali, aggregazione giovanile, educazione ambientale e catalogazione digitale del patrimonio culturale anche attraverso un auspicato futuro legame con l’Università di Camerino. A Camporotondo, la coop di comunità Terre del Fiastrone promuoverà la valorizzazione del marchio collettivo Fiastrone Natura e delle risorse agricole del territorio.

“ La nuova formula della cooperativa di comunità- spiega il presidente di Camerino Sante Elisei,- è particolarmente opportuna nella situazione che stiamo purtroppo attraversando nelle zone colpite dal sisma e dobbiamo in primo luogo ringraziare Lega Coop per aver messo a bando tale possibilità. Noi abbiamo partecipato al bando insieme ad alcuni cittadini, partite Iva, associazioni culturali mettendo insieme un po’ di forze che sono rimaste vitali nel territorio ferito dal sisma di Camerino e di altre zone e fortunatamente Lega Coop ha creduto in noi ed è successo che la nostra cooperativa di comunità è risultata tra le cinque che hanno vinto il bando per le Marche. Per Camerino – continua Elisei- porteremo avanti iniziative su vari fronti che vanno dalle azioni culturali, curando l’organizzazione di eventi, cercando di dare spazio anche ad altre attività di servizi che metteremo a disposizione sia degli enti pubblici che dei privati. Per adesso siamo otto soci fondatori, cinque dei quali formano il consiglio di amministrazione”.

 

CAM ON

  Clicca per ascolare il testo CAM -ON: a Camerino una cooperativa di comunità per la rinascita del territorio ferito. scritto Martedì, 10 Luglio 2018 E’ nata Cam-ON una nuova cooperativa per far ripartire l’area montana della provincia di Macerata colpita dal sisma. Grazie all’opportunità messa a bando da Legacoop, a fine 2017, sono stati utilizzati 235 mila euro raccolti tra le associate per sostenere la nascita di nuove cooperative di comunità, attraverso il bando “Centro Italia Reload – rigenerare comunità nelle terre del Rinascimento Italiano”, riservato a nuove imprese nei 140 Comuni inseriti nel cratere sismico dell’Italia centrale. Le cooperative di comunità, sono imprese costituite da cittadini e altri attori locali per il miglioramento della qualità della vita e l’interesse generale della collettività Il bando ha sostenuto progetti cooperativi per turismo, cultura, eccellenze agroalimentari e servizi ed è da questi presupposti che nasce l’idea di alcuni giovani camerinesi e di altre realtà, di partecipare.. Il progetto presentato da CAM-ON è stato selezionato tra i vincitori del bando e beneficerà di formazione e accompagnamento, oltre ad un contributo economico fino a 25.000 euro. Cinque le cooperative di comunità per far rinascere le Marche ferite: la cooperativa di comunità del Ceresa, a Roccafluvione (Ascoli Piceno) seguirà la manutenzione dei boschi, riattivazione dei vecchi castagneti, valorizzazione del Marrone del Ceresa, reintroduzione della canapa, creazione della filiera bio del lampone, manutenzione dei sentieri e creazione di una struttura ricettiva multifunzionale. A Comunanza nasce, fra le azioni promosse da Slow Food, la cooperativa di comunità dei Sibillini, con lo scopo di valorizzare il lago di Gerosa, considerato come la porta d’ingresso dei Sibillini, con attività turistiche e sportive. A Montefalcone Appennino (Fermo), la coop di comunità Cammini Farfensi, partendo dall’esperienza sviluppata da nove insegnanti con 95 alunni, realizzerà un laboratorio multisensoriale caratterizzando ognuno dei sei Comuni dell’area dei Sibillini con una fragranza, per un progetto di marketing innovativo per valorizzare patrimonio artistico e naturalistico, e costruirà un atelier di arti e mestieri, per mantenere vive e rendere attrattive le radici del territorio. A Camerino, il progetto Cam-On punterà su eventi culturali, aggregazione giovanile, educazione ambientale e catalogazione digitale del patrimonio culturale anche attraverso un auspicato futuro legame con l’Università di Camerino. A Camporotondo, la coop di comunità Terre del Fiastrone promuoverà la valorizzazione del marchio collettivo Fiastrone Natura e delle risorse agricole del territorio. “ La nuova formula della cooperativa di comunità- spiega il presidente di Camerino Sante Elisei,- è particolarmente opportuna nella situazione che stiamo purtroppo attraversando nelle zone colpite dal sisma e dobbiamo in primo luogo ringraziare Lega Coop per aver messo a bando tale possibilità. Noi abbiamo partecipato al bando insieme ad alcuni cittadini, partite Iva, associazioni culturali mettendo insieme un po’ di forze che sono rimaste vitali nel territorio ferito dal sisma di Camerino e di altre zone e fortunatamente Lega Coop ha creduto in noi ed è successo che la nostra cooperativa di comunità è risultata tra le cinque che hanno vinto il bando per le Marche. Per Camerino – continua Elisei- porteremo avanti iniziative su vari fronti che vanno dalle azioni culturali, curando l’organizzazione di eventi, cercando di dare spazio anche ad altre attività di servizi che metteremo a disposizione sia degli enti pubblici che dei privati. Per adesso siamo otto soci fondatori, cinque dei quali formano il consiglio di amministrazione”.  

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo