Umbria e Marche unite per il rilancio economico. Ampia condivisione nelle strategie

scritto Venerdì, 14 Settembre 2018

Una strategia comune per il rilancio del sistema economico di Marche e Umbria. Due regioni da sempre storicamente unite  e vicine, potrebbero esserlo ancora di più anche grazie al potenziamento di connessioni economiche e turistiche. E' la comune prospettiva progettuale anticipata dalla conferenza di presentazione del Glocal Economic Forum ESG89 che si terrà a Perugia i prossimi 11-12 e 13 ottobre. Confronti, approfondimenti, workshop sui temi della società, economia, forza e valore dei territori, saranno sviluppati nella tre giorni perugina.  All'incontro di presentazione, presieduto dal CEO di ESG89 Group Giovanni Giorgetti, erano presenti Paolo Bazzica, presidente della sezione territoriale di Foligno di Confindostria Umbria, Gianluca Pesarini presidente di Confindustria Macerata, Nando Mismetti sindaco di Foligno e presidente della provincia di Perugia. Una voce comune per crescere e sviluppare cultura nell'impresa, in un progetto il cui obiettivo, è unire anche nei valori del territorio. " In sinergia con Confindustria Umbria - spiega Gianluca Pesarini- Confindustria Macerata ci tiene molto a questo Forum, il cui obiettivo è creare  un'occasione di rilancio dell'economia della provincia maceratese e nel contempo di tutta la regione Marche. In connessione con l'Umbria, regione che ha le nostre stesse caratteristiche per cultura, capacità e territorio, l'idea è quella di riuscire a creare delle filiere economiche, in grado di poter dare  soddisfazione. Oggi è più che mai importante diffondere la cultura anche a livello di territorio - continua il presidente di Confindustria Macerata-; per gestire il territorio sono indispensabili le infrastrutture e, anche di fronte al governo  è necessario diffondere che, se ci sono infrastrutture importanti come lo è la Quadrilatero, le stesse debbano essere sviluppate e fatte crescere, in modo da veicolare un'economia a partire da quello che c'è e, nel contempo, portando avanti inziative nei settori agroalimentari, turistici, enogastronomici e quanto riesca ad arrecare benefici alla popolazione. La connessione più forte data dalla presenza della superstrada - prosegue Pesarini - porta inevitabilmente a percorrere  i territori dove il terremoto ha colpito duramente; crediamo che queste terre ferite debbano cogliere il momento difficile, non solo come opportunità di ricostruzione delle case lesionate, ma anche attraverso ulteritori opportunità di sviluppo, che potranno derivare da flussi finanziari che potranno mettersi in moto, incentivando e aiutando le zone, in una prospettiva futura". 

C.C.

  Clicca per ascolare il testo Umbria e Marche unite per il rilancio economico. Ampia condivisione nelle strategie scritto Venerdì, 14 Settembre 2018 Una strategia comune per il rilancio del sistema economico di Marche e Umbria. Due regioni da sempre storicamente unite  e vicine, potrebbero esserlo ancora di più anche grazie al potenziamento di connessioni economiche e turistiche. E la comune prospettiva progettuale anticipata dalla conferenza di presentazione del Glocal Economic Forum ESG89 che si terrà a Perugia i prossimi 11-12 e 13 ottobre. Confronti, approfondimenti, workshop sui temi della società, economia, forza e valore dei territori, saranno sviluppati nella tre giorni perugina.  Allincontro di presentazione, presieduto dal CEO di ESG89 Group Giovanni Giorgetti, erano presenti Paolo Bazzica, presidente della sezione territoriale di Foligno di Confindostria Umbria, Gianluca Pesarini presidente di Confindustria Macerata, Nando Mismetti sindaco di Foligno e presidente della provincia di Perugia. Una voce comune per crescere e sviluppare cultura nellimpresa, in un progetto il cui obiettivo, è unire anche nei valori del territorio. In sinergia con Confindustria Umbria - spiega Gianluca Pesarini- Confindustria Macerata ci tiene molto a questo Forum, il cui obiettivo è creare  unoccasione di rilancio delleconomia della provincia maceratese e nel contempo di tutta la regione Marche. In connessione con lUmbria, regione che ha le nostre stesse caratteristiche per cultura, capacità e territorio, lidea è quella di riuscire a creare delle filiere economiche, in grado di poter dare  soddisfazione. Oggi è più che mai importante diffondere la cultura anche a livello di territorio - continua il presidente di Confindustria Macerata-; per gestire il territorio sono indispensabili le infrastrutture e, anche di fronte al governo  è necessario diffondere che, se ci sono infrastrutture importanti come lo è la Quadrilatero, le stesse debbano essere sviluppate e fatte crescere, in modo da veicolare uneconomia a partire da quello che cè e, nel contempo, portando avanti inziative nei settori agroalimentari, turistici, enogastronomici e quanto riesca ad arrecare benefici alla popolazione. La connessione più forte data dalla presenza della superstrada - prosegue Pesarini - porta inevitabilmente a percorrere  i territori dove il terremoto ha colpito duramente; crediamo che queste terre ferite debbano cogliere il momento difficile, non solo come opportunità di ricostruzione delle case lesionate, ma anche attraverso ulteritori opportunità di sviluppo, che potranno derivare da flussi finanziari che potranno mettersi in moto, incentivando e aiutando le zone, in una prospettiva futura.  C.C.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo