Coldiretti: "L'origine alimentare diventi obbligatoria in Europa"

scritto Giovedì, 11 Luglio 2019
“Stop al cibo anonimo - Una firma per difendere la salute e prevenire le frodi alimentari”.  E’ questo il titolo della raccolta firme messa in campo da Coldiretti per chiedere che nelle etichetti, a livello europeo, venga inserita l’origine degli alimenti. A spiegarlo è Giancarlo Nasini dell’associazione: “Una petizione – dice - che stiamo portando avanti a livello europeo perché chiediamo all’Europa di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti.

In Italia buona parte dei prodotti alimentari che troviamo sul banco sono già etichettati, ma noi vorremmo che questo nostro provvedimento diventi obbligatorio in Europa e lo diventi per tutti.
Si tratta di una richiesta per la salute di tutti – precisa - perché siamo a conoscenza di casi di contraffazione e frodi alimentari che rappresentano un rischio grande per la nostra salute, soprattutto se questi diventano ingredienti tossici e soprattutto per i Paesi dove non ci sono norme sull’igiene e sulla sicurezza alimentare.
Una etichetta chiara – dice - può essere utile a prevenire e combattere tutti gli scandali che hanno riguardato il cibo e difendere la nostra salute.
E’ una battaglia rivolta non solo al mondo agricolo ma a tutti i cittadini. Dobbiamo raccogliere oltre un milione di firme anche con gli altri Paesi europei.

Le firme – conclude - potranno essere raccolte negli uffici della Coldiretti con un documento di identità e anche online sul sito www.scegliorigine.coldiretti.it”.

GS

Screenshot 379

Screenshot 380
  Clicca per ascolare il testo Coldiretti: "L'origine alimentare diventi obbligatoria in Europa" scritto Giovedì, 11 Luglio 2019 “Stop al cibo anonimo - Una firma per difendere la salute e prevenire le frodi alimentari”.  E’ questo il titolo della raccolta firme messa in campo da Coldiretti per chiedere che nelle etichetti, a livello europeo, venga inserita l’origine degli alimenti. A spiegarlo è Giancarlo Nasini dell’associazione: “Una petizione – dice - che stiamo portando avanti a livello europeo perché chiediamo all’Europa di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti. In Italia buona parte dei prodotti alimentari che troviamo sul banco sono già etichettati, ma noi vorremmo che questo nostro provvedimento diventi obbligatorio in Europa e lo diventi per tutti. Si tratta di una richiesta per la salute di tutti – precisa - perché siamo a conoscenza di casi di contraffazione e frodi alimentari che rappresentano un rischio grande per la nostra salute, soprattutto se questi diventano ingredienti tossici e soprattutto per i Paesi dove non ci sono norme sull’igiene e sulla sicurezza alimentare. Una etichetta chiara – dice - può essere utile a prevenire e combattere tutti gli scandali che hanno riguardato il cibo e difendere la nostra salute. E’ una battaglia rivolta non solo al mondo agricolo ma a tutti i cittadini. Dobbiamo raccogliere oltre un milione di firme anche con gli altri Paesi europei. Le firme – conclude - potranno essere raccolte negli uffici della Coldiretti con un documento di identità e anche online sul sito www.scegliorigine.coldiretti.it”. GS

PUBBLICIZZA AZIENDA VISIBILITA

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo