Delsa, mezzo secolo di sogni

scritto Giovedì, 25 Luglio 2019
Ha festeggiato il mezzo secolo di storia l’azienda di Belforte del Chienti che dal 1969 realizza i sogni delle spose di tutto il mondo. Questa mattina, nella sede della Delsa, la consegna delle targhe in occasione del 50esimo anniversario della fondazione, da parte del direttore di Confindustria Macerata, Gianni Niccolò, e del sindaco di Belforte del Chienti, Alessio Vita, in una cerimonia a cui ha partecipato anche il comandante della compagnia dei carabinieri di Tolentino, Giacomo De Carlini.

“Questa azienda rappresenta il brand di questo territorio - ha detto Gianni Niccolò - . Quel giusto connubio che deve esserci tra l’arte del sapere fare e l’artigianato di qualità, che sono anche i temi delle radici e dell’unione con questo territorio nato dal modus operandi dei nostri operai e collaboratori. Qui vediamo quanto sia difficile un settore come quello degli abiti da sposa in cui bisogna conservare questa arte e conoscenza. È importante non perdere il legame con queste aziende che rappresentano forse la cinghia di trasmissione più importante con il territorio, anche in termini relazionali”.

Orgoglioso di questa realtà che ha portato il nome di Belforte in tutto il mondo, il primo cittadino: “È segno di grande imprenditorialità restare in un paese piccolo come il nostro ed esportare capolavori in tutto il mondo - ha detto Alessio Vita - . Significa che una azienda portata avanti da persone che fanno la differenza hanno lavorato molto bene. La targa del Comune è il minimo segno di riconoscenza ad una azienda che ha  dato e continua a dare tanto per il nostro territorio”.

WhatsApp Image 2019 07 25 at 13.03.55
I titolari con il sindaco Vita e il direttore di Confindustria Gianni Niccolò

Una realtà produttiva fondata da una donna, Maria Cristina Craglia, insignita del titolo di Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e che oggi viene portata avanti dai figli, Gian Luca, Gabriele, Gigliola e Rosella Salvucci e dalla nuora Teresa Lucaroni.
Accanto a loro, la nipote, Anna Cristina Salvucci.
“Siamo finalmente arrivati a questo grande traguardo, è stato un lungo cammino, un bellissimo percorso, tante belle esperienze - dice Gian Luca Salvucci - ma anche difficoltà.  Comunque siamo qui ancora uniti e appassionati di questo bellissimo lavoro. Un traguardo raggiunto grazie alle lavoratrici e ai lavoratori che da cinquant’anni portano avanti con dedizione e passione il loro mestiere realizzando i sogni di tutte le spose”.

WhatsApp Image 2019 07 25 at 13.04.19
Il modello più venduto con la torta

A fare da sfondo alla cerimonia, la torta realizzata dal maestro pasticcere Roberto Cantolacqua con la riproduzione del modello 4725, l’abito più venduto nei 50 anni della Delsa di cui è stato esposto il campione originale. Solo una parte della mostra che l’azienda ha realizzato per raccontare il mezzo secolo di abiti e che aveva esposto all’hotel Horizon di Montegranaro e all’hotel Klima di Milano in occasione della presentazione delle collezioni 2020.

Giulia Sancricca

WhatsApp Image 2019 07 25 at 13.03.10
le maestranze

WhatsApp Image 2019 07 25 at 13.04.04


  Clicca per ascolare il testo Delsa, mezzo secolo di sogni scritto Giovedì, 25 Luglio 2019 Ha festeggiato il mezzo secolo di storia l’azienda di Belforte del Chienti che dal 1969 realizza i sogni delle spose di tutto il mondo. Questa mattina, nella sede della Delsa, la consegna delle targhe in occasione del 50esimo anniversario della fondazione, da parte del direttore di Confindustria Macerata, Gianni Niccolò, e del sindaco di Belforte del Chienti, Alessio Vita, in una cerimonia a cui ha partecipato anche il comandante della compagnia dei carabinieri di Tolentino, Giacomo De Carlini. “Questa azienda rappresenta il brand di questo territorio - ha detto Gianni Niccolò - . Quel giusto connubio che deve esserci tra l’arte del sapere fare e l’artigianato di qualità, che sono anche i temi delle radici e dell’unione con questo territorio nato dal modus operandi dei nostri operai e collaboratori. Qui vediamo quanto sia difficile un settore come quello degli abiti da sposa in cui bisogna conservare questa arte e conoscenza. È importante non perdere il legame con queste aziende che rappresentano forse la cinghia di trasmissione più importante con il territorio, anche in termini relazionali”. Orgoglioso di questa realtà che ha portato il nome di Belforte in tutto il mondo, il primo cittadino: “È segno di grande imprenditorialità restare in un paese piccolo come il nostro ed esportare capolavori in tutto il mondo - ha detto Alessio Vita - . Significa che una azienda portata avanti da persone che fanno la differenza hanno lavorato molto bene. La targa del Comune è il minimo segno di riconoscenza ad una azienda che ha  dato e continua a dare tanto per il nostro territorio”.I titolari con il sindaco Vita e il direttore di Confindustria Gianni Niccolò Una realtà produttiva fondata da una donna, Maria Cristina Craglia, insignita del titolo di Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e che oggi viene portata avanti dai figli, Gian Luca, Gabriele, Gigliola e Rosella Salvucci e dalla nuora Teresa Lucaroni. Accanto a loro, la nipote, Anna Cristina Salvucci. “Siamo finalmente arrivati a questo grande traguardo, è stato un lungo cammino, un bellissimo percorso, tante belle esperienze - dice Gian Luca Salvucci - ma anche difficoltà.  Comunque siamo qui ancora uniti e appassionati di questo bellissimo lavoro. Un traguardo raggiunto grazie alle lavoratrici e ai lavoratori che da cinquant’anni portano avanti con dedizione e passione il loro mestiere realizzando i sogni di tutte le spose”.Il modello più venduto con la torta A fare da sfondo alla cerimonia, la torta realizzata dal maestro pasticcere Roberto Cantolacqua con la riproduzione del modello 4725, l’abito più venduto nei 50 anni della Delsa di cui è stato esposto il campione originale. Solo una parte della mostra che l’azienda ha realizzato per raccontare il mezzo secolo di abiti e che aveva esposto all’hotel Horizon di Montegranaro e all’hotel Klima di Milano in occasione della presentazione delle collezioni 2020. Giulia Sancriccale maestranze

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo