Notizie di economia nelle Marche

San Ginesio si mette in mostra per il Primo maggio. E' l'idea di G-Lab il laboratorio di idee nato per coinvolgere i giovani del paese in un unico e affiatato gruppo di lavoro. L'associazioni ha infatti deciso di offrire il proprio sostegno alle attività commerciali di San Ginesio, mettendone in evidenza i prodotti e organizzando eventi ad hoc. Nell'ambito del progetto Re-Agire "Un Aperitivo per San Ginesio", G-Lab organizza il suo Primo maggio.

"Da sempre – dicono gli organizzatori - il Primo Maggio è nell'immaginario collettivo un giorno da trascorrere all'aria aperta, magari su un prato, mentre si gusta buon cibo accompagnato da ottimo vino, ascoltando musica e facendo una passeggiata, per godere di aria fresca e pura e per rilassarsi". A San Ginesio, nel verdissimo Parco Marinucci, proprio fuori Porta Picena, G-Lab vi invita a trascorrere tutto questo: dalle 10 sarà possibile praticare yoga grazie al "Centro Hara - scuola di yoga" e fare percorsi urbani ed extraurbani nel territorio del paese, con possibilità di visite guidate. Dal primo pomeriggio ci sarà animazione per bambini con “Le Superteppe Animazione” e tanta musica folk rock con il gruppo musicale “L'Armata Brancaleone”. Inoltre per tutto il giorno saranno presenti stand gastronomici al Parco Marinucci e punti di ristoro per le vie del paese a cura dei commercianti di San Ginesio.

Un modo per riscoprire un paese colpito dal sisma che mette in campo tutta la voglia di ricominciare.

 

sanginesio2

Pubblicato in Economia

Questa azienda di successo, di cui mi avevano spesso parlato come della ‘Ferrari delle macchine da caffè’, è un’eccellenza dell’industria manifatturiera italiana che può essere portata da esempio per almeno tre principali fattori: l’abilità a innovare continuamente, la capacità di coniugare la valorizzazione delle proprie risorse umane con l’utilizzo di elevata tecnologia e l’attenzione alla sostenibilità ambientale in grado di associare il mercato globale con il territorio. ”

Così il presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, si è rivolto al presidente di Simonelli Group, Nando Ottavi, ai dirigenti e alle maestranze al termine della visita che ha compiuto nella nuova sede aziendale a Belforte del Chienti.

Lo stesso Ottavi, nel porgere a nome dell’intero team il saluto al presidente del Consiglio aveva sottolineato il forte legame che da 82 anni esiste tra l’azienda e il territorio dove essa è nata (Cessapalombo) e si è sviluppata (Tolentino e poi Belforte del Chienti). “Benché la nostra azienda sia da molti anni commercialmente operativa soprattutto all’estero, con tre sedi dislocate negli Stati Uniti d’America, a Singapore e in Francia, ed una presenza commerciale in 121 paesi, tutto nasce qui a Belforte del Chienti – ha sottolineato Ottavi -. Qui si sviluppano le strategie aziendali e qui realizziamo l’intera produzione di macchine professionali per caffè (esportate per oltre il 90%), di entrambi i nostri brand: Nuova Simonelli e Victoria Arduino”.

 

arrivoGentiloni

 

 

Accolto all’ingresso del Centro direzionale dallo stesso Ottavi, dal sindaco di Belforte, Roberto Paoloni e dal prefetto di Macerata, Roberta Preziotti, il presidente Gentiloni ha voluto visitare subito lo stabilimento, dove nella breve visita guidata ha potuto costatare l’elevato grado di tecnologia ed informatizzazione del processo produttivo che pone l’azienda tra le più impegnate sul piano del cosiddetto modello “Industria 4.0”, volto a migliorare le condizioni di lavoro e aumentare produttività e qualità produttiva.

 

visita impianto produttivo

 

Dopo la fabbrica, il presidente Gentiloni ha visitato il Centro direzionale di Simonelli Group, inaugurato lo scorso ottobre, soffermandosi nei due showroom dove, tra le altre, ha potuto ammirare la “Aurelia Wave”, evoluzione della prima macchina Nuova Simonelli ad aver ottenuto la certificazione per l’alto livello di ergonomia e la “VA388 Black Eagle” di Victoria Arduino, designata macchina ufficiale dei Campionati mondiali per baristi, la cui prossima edizione si svolgerà a giugno ad Amsterdam.

 

pausa caffè gentiloni ottavi

Pubblicato in Economia

Raccontare al mondo l’eccellenza enogastronomica, il valore delle materie prime e la bellezza della tradizione alimentare del nostro paese e in particolare della nostra regione, le Marche. Nasce “Vere Italie”, il nuovo progetto imprenditoriale della famiglia Parcaroli nel centro storico di Macerata all’interno del palazzo cinquecentesco Floriani Carradori. Uno spazio nuovo dove scoprire la cultura marchigiana, a tavola e non solo. Un concept store per chi apprezza il valore delle piccole cose, “Vere Italie” punterà infatti ad offrire tutta la meraviglia della biodiversità in un luogo culturale dove riscoprire l’italianità nelle sue declinazioni locali. Nascerà in estate all’interno al posto del locale “Le Quattro Porte”. Un nuovo format per continuare l’attività di promozione e valorizzazione del territorio marchigiano e maceratese e i suoi prodotti tipici. I sapori e le tradizioni enogastronomiche locali saranno infatti i protagonisti della nuova idea imprenditoriale della famiglia Parcaroli da sempre legata al proprio territorio di origine, a partire dalla sede del Gruppo Med Store a Piediripa e dei nuovi lavori in corso per la futuristica “Casa” che ospiterà anche il più grande museo Apple del Centro Italia, la famiglia Parcaroli ha da sempre voluto dare un contributo concreto alla valorizzazione del proprio paese, ora in maniera più completa portando le competenze e conoscenze acquisite in 36 anni di attività nel mondo del retail, in un progetto che punti alla valorizzazione del centro storico di Macerata.

Romano Carancini Stefano Parcaroli

 

“Un investimento che facciamo come amanti della nostra bella città che tanto ha bisogno di un'ospitalità di qualità all'altezza delle sue meraviglie - dice Stefano Parcaroli, amministratore Vere Italie - L’apertura di una nuova attività è sempre un grande evento per una città ma crediamo che la riapertura di un locale storico per Macerata, con una gestione del tutto nuova ma già conosciuta per la sua autorevolezza in altri settori della vita economica e sociale del territorio, sia un’occasione ancora più speciale. Sarà un ristorante di qualità, a base di prodotti tipici marchigiani proposti in chiave moderna. Creeremo qualcosa di innovativo, senza andare a sconvolgere le nostre tradizioni con il desiderio di aiutare la città per quanto è nelle nostre possibilità”. “Grazie a un imprenditore e una famiglia che ha scelto la fiducia rispetto al momento particolarmente complicato che viviamo. - dice Romano Carancini, sindaco di Macerata - Scegliere la speranza, ricollegandoci al tema della stagione lirica dello Sferisterio 2018, non può che essere un segnale positivo per tutti. “Vere Italie” sarà uno spazio dove il mangiare incontra la cultura, l’umanità e il valore di ritrovarsi in un luogo suggestivo delle potenzialità straordinarie. Dobbiamo imparare dalla fiducia, l’entusiasmo e l’energia della famiglia Parcaroli che sta mettendo in piedi questo progetto che incrocia la riqualificazione del parcheggio Centro Storico con un primo completamento della riqualificazione entro la fine di aprile che vedrà nuovi ascensori e un’immagine completamente diversa”.

Ripensato come un ambiente contemporaneo e accogliente, dove incontrarsi, mangiare, attingere al catalogo di raffinati prodotti locali selezionati, “Vere Italie” sarà un concept store che ruota intorno alla ristorazione, mantenendo intatta la struttura esistente di un palazzo storico del 1512 quale palazzo Floriani Carradori.

Ivan Palmini

  Nella foto sopra     Ivan Palmini

“Una scelta di qualità - dice Ivan Palmini, designer ipalmini studio - una scelta controcorrente rispetto ai centri commerciali e i fast food ad esempio. Un ambiente volto all’ospitalità esclusivamente “made in Marche”, dalle strutture agli arredamenti passando per i materiali tecnici: tutte le proposte saranno frutto degli artigiani del luogo. Non un locale semplice, ma un luogo storico, un contenitore capace di trasmettere tutte le nostre eccellenze. Vivere questa esperienza sarà un percorso piacevole e accogliente, lungo spazi diversi che valorizzino le forme con elementi contemporanei, colori e materiali ispirati ai più grandi designer al mondo per offrire una progettazione intramontabile nel tempo. Non mancherà la tecnologia come punto di contatto con la tradizione e le tipicità, come valore aggiunto alla clientela ma anche alla gestione del ristorante”. Nel locale ci saranno circa 70 posti all’interno e una ventina nel cortile del palazzo. “Un’attenzione particolare che si estende alla ricerca delle migliori eccellenze del territorio, - continua Stefano Parcaroli - di quei prodotti e produttori che andranno a costituire la nostra selezione speciale con l’obiettivo di raccontare volti, storie e tradizioni. Partner che diventeranno amici con cui condividere valori e sogni per migliorare ogni giorno la proposta di Vere Italie”.

Nella foto sotto Stefania Monteverde e Stefano Parcaroli

Monteverde Parcaroli

Pubblicato in Economia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo