Notizie di economia nelle Marche

Al via oggi, in tutti i Comuni del cratere, i tanto attesi saldi di fine stagione.

La data che per l’intera nazione è stata fissata al 7 luglio, nelle zone colpite dal sisma arriva qualche giorno prima per favorire le attività commerciali che sono già state fortemente danneggiate dal terremoto.

La speranza di tutti i negozianti è che gli sconti possano essere una spinta a vendere qualcosa in più, o addirittura a far partire le vendite dei prodotti estivi che, a causa del maltempo che ha interessato il territorio in questi ultimi mesi, sono ancora quasi tutti invenduti.

Accanto alla decisione di anticipare i saldi, anche la  proroga al 3 agosto delle domande per i contributi destinati alle imprese terremotate del commercio e artigianato, del turismo e agriturismo. 

A firmare i due decreti che consentono agli operatori commerciali in sede fissa di effettuare le vendite promozionali estive con un anticipo di una settimana, senza obbligo di comunicazione al Comune e con la sola pubblicizzazione a beneficio dei consumatori, è stato il vice commissario delegato per gli interventi di ricostruzione, Luca Ceriscioli.

Giulia Sancricca

Pubblicato in Economia

Nuovi fondi per incentivare la nascita di nuove attività commerciali nel centro storico di Tolentino.

Ad annunciarlo è il vicesindaco e assessore Silvia Luconi: “Come amministrazione -spiega - abbiamo deciso di incentivare le nuove attività che vogliono insediarsi all’interno del nostro centro storico dove ci sono locali agibili e bellissime strutture.

E’ per questo che dal nostro bilancio abbiamo deciso di stanziare 40mila euro che saranno ripartiti in questa maniera: daremo 90 euro al metro quadrato per un massimo di 9mila euro ad ogni attività che decida di aprire all’interno del centro storico.

Gli incentivi riguardano tutte le attività, anche se noi abbiamo dato punteggi maggiori a chi deciderà di occuparsi di vendita e somministrazione di cibi e bevande, ma anche vendita di souvenir, per accogliere i turisti in maniera consona e puntuale. 

Nonostante il sisma - dice Silvia Luconi - , infatti, riscontriamo comunque un buon numero di presenze, seppur sempre minore rispetto al periodo prima del terremoto.

Andiamo anche a prediligere la giovane imprenditoria e la giovane imprenditoria femminile.

Punteggi alti, poi, anche per le attività che intendono inserire personale.

La nostra intenzione è di poter strutturare un bando in maniera che non vada a cozzare con gli altri contributi a livello regionale, in modo che i nuovi commercianti possano usufruire, in base al regime de minimis, di entrambi i contrubuti”.

L’argomento sarà approfondito nella prossima uscita de “L’Appennino Camerte”.

Pubblicato in Economia

Torneranno a casa con i furgoni vuoti gli agricoltori di Macerata del mercato di Campagna Amica invitati in questi giorni al Villaggio Coldiretti aperto al pubblico nei Giardini Reali di Torino. Iniziativa alla quale hanno partecipato sette aziende terremotate del maceratese con tanti prodotti Made in Marche da far provare ai turisti italiani e stranieri. Fagioli, formaggi, olio extravergine di oliva, vino di visciole e dolci alla visciola, vino cotto, confetture, zafferano, ortaggi, frutta fresca e sciroppata. Una vasta scelta all'insegna del gusto e del chilometro zero. "Siamo davvero soddisfatti – commenta il presidente di Coldiretti Macerata, Francesco Fucili – perché gli affari sono andati molto bene. Rispetto ai precedenti Villaggi di Napoli e Bari, qui a Torino abbiamo incontrato molte più persone. Bella anche l'iniziativa della "spesa sospesa" con la gente che ha lasciato qualche euro in cassetta e gli agricoltori che hanno preparato pacchi alimentari che sono stati consegnati al sindaco Appendino per donarli ai poveri". In pratica è stata mutuata l’usanza campana del “caffè sospeso”, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo. E la risposta è stata molto positiva. "C'è stata una grande affluenza nel segno della solidarietà – ha sottolineato Tommaso Di Sante, presidente di Coldiretti Marche – e con le tante presenze abbiamo messo in luce ancora una volta la qualità dei prodotti del territorio marchigiano. Un ringraziamento va alla Coldiretti nazionale che ha mostrato in ogni occasione vicinanza alle aziende in difficoltà a causa del terremoto".

Pubblicato in Economia

Serata di premiazioni a San Marcello, presso l'ex convento di Montelatiere, sabato 23 giugno dalle 21 per la nona edizione del “Premio Vallesina”. Una serata di musica, con la cantante anconetana Susanna Amicucci, che interpreta i primi venti anni di vita artistica di Mina, con il duetto finale con il giornalista Rai Paolo Notari, di comicità con Massimo Macchini, di magia con Gianfranco Priori e il suo spettacolo a sostegno della ristrutturazione del Santuario della Madonna dell'Ambro andato quasi distrutto dal terremoto, a fare da cornice all'assegnazione dei premi a Federica Cascia (categoria professioni), Lorenzo Giacani (categoria medici ricercatori), Mario Marchetti (premio alla carriera), Luca Cesaretti (giovani emergenti), suor Eleonora Majori e associazione Solidarietà in Vallesina (categoria sociale) e Roberto Cecchini (imprenditoria). Quest'ultimo, originario di Mergo, da piccolo si trasferisce a Aprilia dove, sedicenne, avvia un lavoro in proprio come venditore di detersivi, materiale per l’igiene personale e la casa. In breve tempo attrezza magazzini, crea una rete di trasporti e diventa un punto di riferimento importante della zona. A 35 anni, nel 1997, decide di fare il salto definitivo nella propria attività. Con dieci suoi amici costituisce la società Cedas Italia srl, con l’obiettivo di espandersi in tutta la penisola. Danno vita, così, ad “Acqua & Sapone” la nota catena di negozi. Ancora forte il legame di Roberto Cecchini con il suo territorio di origine, come conferma lo stesso imprenditore. “Almeno due volte l'anno ritorno a Mergo a visitare il cimitero dove sono sepolti i miei nonni. Inoltre un paio di anni fa ho chiamato a raccolta tutti i miei cugini che risiedono nei dintorni di Roma e nel Lazio, regione nella quale risiedo, ed insieme a loro abbiamo fatto un tuffo nelle nostre origini, recandoci in gita a Mergo e nella zona della Vallesina”. A Cecchini, come agli altri premiati, è stata consegnata la statuetta Ulisse, simbolo dell'uomo che viaggia nel mondo e sempre aperto a nuove esperienze, realizzata dall'artista Floriano Ippoliti. Un premio che ha riempito di soddisfazione l'imprenditore, pronto comunque a tuffarsi di nuovo nel proprio lavoro, alla guida di un'azienda che, nonostante le sue dimensioni, ha mantenuto una forte impronta familiare.

 cecchini

Pubblicato in Economia

E‘ stato il lago stesso a fare da testimone, questa mattina, alla firma del verbale di consegna dei lavori di bonifica e sfangamento del lago delle Grazie.

La prossima settimana, dopo la sistemazione dell’area che ospita il cantiere, prenderanno avvio i lavori di rimozione del fango.

Il sindaco, Giuseppe Pezzanesi, sin dal 2015 ha lavorato per risolvere il problema della bonifica e messa in sicurezza del lago delle Grazie che da molti anni attende uno svuotamento e soprattutto la conseguente rimozione dei fanghi e detriti che sono stati depositati dal fiume Chienti. 

Questo intervento, in particolare, consentirà di garantire la piena sicurezza a tutto il bacino e al territorio di riferimento, permettendo anche una migliore funzionalità degli impianti di produzione di energia elettrica gestiti da Assm spa e anche una più adeguata fruizione di tutti gli spazi per fini ambientali, turistici, ludici, di svago e sportivi, connessi in special modo con la pesca sportiva. 

Non meno importante anche la fruizione, in caso di emergenza, dell’utilizzo delle acque del lago, opportunamente depurate, per uso potabile e per irrigare i campi e le colture. 

Il progetto è stato redatto dal Consorzio di Bonifica delle Marche e prende spunto dalle direttive del piano di gestione dell’invaso che deve assicurare il mantenimento della capacità utile, con la rimozione dei sedimenti accumulati, l’individuazione di siti idonei per lo stoccaggio definitivo dei sedimenti, proprio perché il lago delle Grazie rientra nelle dighe a rischio di ostruzione degli organi di scarico.

L’intervento prevede il graduale svuotamento del lago e la riduzione di oltre cento mila metri cubi di sedimentazione che verranno abbancati su due aree, già individuate, situate nelle vicinanze delle sponde. Quindi si provvederà alla preparazione dell’area di stoccaggio ed asporto del materiale e all’abbancamento, ripristino del materiale e rinvaso.

L’importo complessivo dei lavori prevede una spesa di 2 milioni.

Già pronto anche un nuovo progetto per la sistemazione degli spazi adiacenti al lago che verranno razionalizzati e ammodernati – ad esempio verrà portato al livello della strada l’attuale campetto di calcio – con l’intento di accogliere turisti, cittadini e praticanti della pesca sportiva, favorendo anche la creazione di nuove strutture di accoglienza e esercizi commerciali e di accoglienza turistica, ristorazione compresa.

Pubblicato in Economia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo