PIEDINO Appenn a casa 2021

Giuseppe Abruzzo spiega la linea di "Muccia verso il futuro"

Venerdì, 10 Settembre 2021 13:19 | Letto 931 volte   Clicca per ascolare il testo Giuseppe Abruzzo spiega la linea di "Muccia verso il futuro" Si chiama “Muccia verso il futuro” la lista che segna la discesa in campo dellavvocato Giuseppe Abruzzo nella competizione elettorale che porterà al rinnovo della Giunta e del consiglio comunale. Una competizione  elettorale che  vedo  sicuramente dura perché il momento e l’impegno lo richiedono - esordisce il candidato sindaco Abruzzo-  Da parte mia sarà sicuramente corretta: non ci saranno attacchi personali né nei confronti del sindaco attuale né dei singoli esponenti dellamministrazione uscente anche considerato che con alcuni di loro in particolare ho anche dei rapporti amichevoli e cordiali . Detto questo – spiega Abruzzo-  la campagna elettorale sarà sicuramente dura perché da un punto di vista invece amministrativo non condivido assolutamente nulla di quello che è stato fatto da dall’attuale amministrazione,  o meglio, di quello che non è stato fatto,  per cui ripeto che sarà una competizione dura ma da parte mia corretta”.  La motivazione di fondo della squadra “Muccia verso il futuro” e dell’impegno guida di Giuseppe Abruzzo è rappresentare un cambiamento.“Rinnovamento anche con esponenti che comunque possono avere esperienza nel campo amministrativo. Rinnovamento nel senso di idee nuove perché Muccia ha bisogno, non di rinascere perché non è mai morta, ma di ripartire sì perché Muccia non è mai partita. Non  è mai partita la ricostruzione post sisma che è ferma e immobile  a testimoniare purtroppo che le scelte fatte da questa amministrazione sono inconcludenti, scombinate e scriteriate”.  Dare impulso alla ricostruzione è dunque il punto cruciale del programma di lista “ perché – sottolinea Abruzzo- è da lì che si deve necessariamente partire per dare un futuro a Muccia in tutti i sensi e sotto  tutti gli aspetti: da quello economico a quello sociale e anche amministrativo. Punto fondamentale è sicuramente la ricostruzione che, al di là di chiacchiere, di proclami e di inaugurazioni,di prime pietre, è ferma al palo. Non si muove assolutamente nulla. A Muccia la realtà è che non si vede  un cantiere pubblico che sia partito- prosegue il candidato sindaco-. Si dice che ci sono 17 progetti ma non si sa in concreto quali siano al netto, tra ricostruzione del teatro,  della sede comunale e ricostruzione della casa di riposo che, sicuramente tutti noi vogliamo ma che finora non si sono viste. Inspiegabile poi l’ultimo annuncio che si può ascrivere tra le scelte scriteriate di questa amministrazione; parlo della ricostruzione della palestra comunale a 2 km dalla sede delledificio scolastico che costringerebbe i bambini a spostarsi tutti i giorni tutti i giorni con mezzi comunali e non consentirebbe di sfruttare come si deve la palestra. Dovrebbero spiegarci- rincalza Abruzzo- per quale motivo l’edificio della palestra comunale vada collocato lontano dalla sede scolastica.  Dovrebbero spiegarci anche il perché di quella soluzione che ha portato a posizionare  le attività commerciali, lontane da quelle che sono le aree residenziali delle soluzioni abitative d’ emergenza e in una posizione, assolutamente non fruibile da parte di  anziani che, o non possono muoversi, o hanno difficoltà a raggiungere. Per quale motivo non sono stati utilizzati allo scopo gli spazi immediatamente adiacenti alle sae? Queste sono  le risposte che deve dare l’amministrazione Baroni  che non può fare delle promesse che allo stato non è in grado di mantenere. Per quale motivo dovrebbe realizzare nei prossimi 5 anni  quello che non ha realizzato negli ultimi 3?Azioni concrete dunque e di sviluppo, in grado di dare un impulso e una prospettiva al paese;  è quanto si prefiggono i componenti della squadra a sostegno del candidato Abruzzo; una squadra determinata e fattiva  che si pone come alternativa alla lista “ La Torre” guidata dal sindaco uscente Mario Baroni.  “Nella nostra squadra ci sono elementi che sicuramente rappresentano la nuova Muccia di tutte le età, di tutte le occupazioni,  e delle più diverse  esperienze. Elementi come Fabio Barboni ex sindaco e dirigente regionale il quale ha  tutte le competenze per aiutarci nella crescita e in quel rinnovamento che mai è stato finora praticato e cercato. Una squadra fattiva che racchiude  delle esperienze amministrative anche importanti e persone che hanno voluto mettersi a disposizione di questo gruppo molto affiatato per farlo crescere e per consentire a Muccia di proiettarsi verso il futuro. Ecco spiegata anche la scelta  di “Muccia verso il futuro”come nome di lista e come messaggio di lista,  che non può essere “La torre”- conclude-  La torre è immobile e invece Muccia deve essere proiettata verso il futuro come tutto il territorio e, con l’unità dei comuni vicini”.   c.c.
Si chiama “Muccia verso il futuro” la lista che segna la discesa in campo dell'avvocato Giuseppe Abruzzo nella competizione elettorale che porterà al rinnovo della Giunta e del consiglio comunale. " Una competizione  elettorale che  vedo  sicuramente dura perché il momento e l’impegno lo richiedono - esordisce il candidato sindaco Abruzzo-  Da parte mia sarà sicuramente corretta: non ci saranno attacchi personali né nei confronti del sindaco attuale né dei singoli esponenti dell'amministrazione uscente anche considerato che con alcuni di loro in particolare ho anche dei rapporti amichevoli e cordiali . Detto questo – spiega Abruzzo-  la campagna elettorale sarà sicuramente dura perché da un punto di vista invece amministrativo non condivido assolutamente nulla di quello che è stato fatto da dall’attuale amministrazione,  o meglio, di quello che non è stato fatto,  per cui ripeto che sarà una competizione dura ma da parte mia corretta”.  La motivazione di fondo della squadra “Muccia verso il futuro” e dell’impegno guida di Giuseppe Abruzzo è rappresentare un cambiamento.
Rinnovamento anche con esponenti che comunque possono avere esperienza nel campo amministrativo. Rinnovamento nel senso di idee nuove perché Muccia ha bisogno, non di rinascere perché non è mai morta, ma di ripartire sì perché Muccia non è mai partita. Non  è mai partita la ricostruzione post sisma che è ferma e immobile  a testimoniare purtroppo che le scelte fatte da questa amministrazione sono inconcludenti, scombinate e scriteriate”.  Dare impulso alla ricostruzione è dunque il punto cruciale del programma di lista “ perché – sottolinea Abruzzo- è da lì che si deve necessariamente partire per dare un futuro a Muccia in tutti i sensi e sotto  tutti gli aspetti: da quello economico a quello sociale e anche amministrativo. Punto fondamentale è sicuramente la ricostruzione che, al di là di chiacchiere, di proclami e di inaugurazioni,di prime pietre, è ferma al palo. Non si muove assolutamente nulla. A Muccia la realtà è che non si vede  un cantiere pubblico che sia partito- prosegue il candidato sindaco-. Si dice che ci sono 17 progetti ma non si sa in concreto quali siano al netto, tra ricostruzione del teatro,  della sede comunale e ricostruzione della casa di riposo che, sicuramente tutti noi vogliamo ma che finora non si sono viste. Inspiegabile poi l’ultimo annuncio che si può ascrivere tra le scelte scriteriate di questa amministrazione; parlo della ricostruzione della palestra comunale a 2 km dalla sede dell'edificio scolastico che costringerebbe i bambini a spostarsi tutti i giorni tutti i giorni con mezzi comunali e non consentirebbe di sfruttare come si deve la palestra. Dovrebbero spiegarci- rincalza Abruzzo- per quale motivo l’edificio della palestra comunale vada collocato lontano dalla sede scolastica.  Dovrebbero spiegarci anche il perché di quella soluzione che ha portato a posizionare  le attività commerciali, lontane da quelle che sono le aree residenziali delle soluzioni abitative d’ emergenza e in una posizione, assolutamente non fruibile da parte di  anziani che, o non possono muoversi, o hanno difficoltà a raggiungere. Per quale motivo non sono stati utilizzati allo scopo gli spazi immediatamente adiacenti alle sae? Queste sono  le risposte che deve dare l’amministrazione Baroni  che non può fare delle promesse che allo stato non è in grado di mantenere. Per quale motivo dovrebbe realizzare nei prossimi 5 anni  quello che non ha realizzato negli ultimi 3?
Azioni concrete dunque e di sviluppo, in grado di dare un impulso e una prospettiva al paese;  è quanto si prefiggono i componenti della squadra a sostegno del candidato Abruzzo; una squadra determinata e fattiva  che si pone come alternativa alla lista “ La Torre” guidata dal sindaco uscente Mario Baroni. 
“Nella nostra squadra ci sono elementi che sicuramente rappresentano la nuova Muccia di tutte le età, di tutte le occupazioni,  e delle più diverse  esperienze. Elementi come Fabio Barboni ex sindaco e dirigente regionale il quale ha  tutte le competenze per aiutarci nella crescita e in quel rinnovamento che mai è stato finora praticato e cercato. Una squadra fattiva che racchiude  delle esperienze amministrative anche importanti e persone che hanno voluto mettersi a disposizione di questo gruppo molto affiatato per farlo crescere e per consentire a Muccia di proiettarsi verso il futuro. Ecco spiegata anche la scelta  di “Muccia verso il futuro”come nome di lista e come messaggio di lista,  che non può essere “La torre”- conclude-  La torre è immobile e invece Muccia deve essere proiettata verso il futuro come tutto il territorio e, con l’unità dei comuni vicini”.   
c.c.

Letto 931 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo