Stampa questa pagina

Resistenza e voto alle donne per il 25 Aprile a Camerino

Mercoledì, 27 Aprile 2016 09:16 | Letto 1206 volte   Clicca per ascolare il testo Resistenza e voto alle donne per il 25 Aprile a Camerino Lunedì 25 aprile, a Camerino come in tante altre località, è stata celebrata la festa della Liberazione, con un significativa manifestazione svoltasi in viale Leopardi, presso il monumento a i caduti per la Resistenza. Vi hanno preso parte i rappresentanti del Comune, quelli della locale sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, (ANPI) e i ragazzi delle terze classi della scuola media Boccati, accompagnati da alcuni loro insegnanti e dal dirigente scolastico. Il tempo non era dei migliori, ma il freddo intenso e qualche goccia di pioggia non hanno rovinato la festa e non hanno scoraggiato i camerinesi che sono stati presenti in buon numero, insieme a numerose autorità politiche e militari. L’ANPI di Camerino ha legato questa manifestazione al 70° anniversario della conquista del voto da parte delle donne e per questo motivo ha scelto di far intervenire a suo nome la vice presidente Rosella Paggio che ha trattato questo tema. Un contributo interessante è venuto anche da Daniela Nizi, che è iscritta alla sezione di Camerino, pur vivendo a Castelraimondo, dove avrebbe voluto intervenire ad un manifestazione analoga che però, quest’anno, in quel Comune non è stata organizzata. Gli ultimi interventi, sicuramente i più graditi, sono stati fatti dai ragazzi e dalle ragazze della scuola media dell’Istituto Comprensivo Ugo Betti che, per restare nel tema proposto dall’ANPI, hanno impersonato le cinque deputate elette alla costituente e chiamate a far parte della commissione incaricata di redigere il testo della Carta Costituzionale. I dirigenti dell’ANPI di Camerino, nel pomeriggio, hanno anche partecipato all’incontro sulla storia della Resistenza sulla nostre montagne, organizzato a Cesi di Serravalle di Chienti da un gruppo di soci e simpatizzanti.

Lunedì 25 aprile, a Camerino come in tante altre località, è stata celebrata la festa della Liberazione, con un significativa manifestazione svoltasi in viale Leopardi, presso il monumento a i caduti per la Resistenza. Vi hanno preso parte i rappresentanti del Comune, quelli della locale sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, (ANPI) e i ragazzi delle terze classi della scuola media Boccati, accompagnati da alcuni loro insegnanti e dal dirigente scolastico. Il tempo non era dei migliori, ma il freddo intenso e qualche goccia di pioggia non hanno rovinato la festa e non hanno scoraggiato i camerinesi che sono stati presenti in buon numero, insieme a numerose autorità politiche e militari. L’ANPI di Camerino ha legato questa manifestazione al 70° anniversario della conquista del voto da parte delle donne e per questo motivo ha scelto di far intervenire a suo nome la vice presidente Rosella Paggio che ha trattato questo tema. Un contributo interessante è venuto anche da Daniela Nizi, che è iscritta alla sezione di Camerino, pur vivendo a Castelraimondo, dove avrebbe voluto intervenire ad un manifestazione analoga che però, quest’anno, in quel Comune non è stata organizzata. Gli ultimi interventi, sicuramente i più graditi, sono stati fatti dai ragazzi e dalle ragazze della scuola media dell’Istituto Comprensivo Ugo Betti che, per restare nel tema proposto dall’ANPI, hanno impersonato le cinque deputate elette alla costituente e chiamate a far parte della commissione incaricata di redigere il testo della Carta Costituzionale. I dirigenti dell’ANPI di Camerino, nel pomeriggio, hanno anche partecipato all’incontro sulla storia della Resistenza sulla nostre montagne, organizzato a Cesi di Serravalle di Chienti da un gruppo di soci e simpatizzanti.

Letto 1206 volte

Clicca per ascolare il testo