Sezione DIA anche nelle Marche. Mozione di FdI, passa in Consiglio regionale

Giovedì, 25 Luglio 2019 12:47 | Letto 445 volte   Clicca per ascolare il testo Sezione DIA anche nelle Marche. Mozione di FdI, passa in Consiglio regionale Approvata dal Consiglio regionale, la mozione presentata da Fratelli d’Italia per l’istituzione di una Sezione della Direzione Distrettuale Antimafia nelle Marche. I rischi e le problematiche connesse al fenomeno in crescente aumento delle infiltrazioni mafiose, hanno motivato la capogruppo di FdI Elena Leonardi, a richiedere un atto che impegnasse in concreto la Regione in tal senso. Nel suo intervento in aula, Elena Leonardi ha posto l’accento sul sempre più frequente rimbalzare di notizie di cronaca legate alla presenza delle organizzazioni criminali nelleconomia e nel tessuto sociale regionale: droga, terremoto e riciclaggio di denaro sporco, urbanistica e insediamenti turistici, i maggiori settori di interesse di ‘ndrangheta, camorra, mafie nigeriana e albanese. “Soggetti legati a queste associazioni mafiose o con attività riconducibili al loro modus operandi sono spesso stati arrestati ed è proprio la Direzione Investigativa Antimafia che con un periodico dossier a parlare chiaro- ha detto Leonardi-. Difficile stimare le dimensioni economiche e ancor più i più i danni sociali, culturali, economici ed ambientali di questo vero e proprio flagello. E‘ opportuno pertanto – continua la capogruppo di Fratelli d’Italia – evitare che si instauri un regime di complicità e omertà che favorisce proprio le infiltrazioni mafiose nella nostra regione, un tempo immune da queste situazioni. Uno dei punti cardine di Fratelli d’Italia è proprio il contrasto alla criminalità e, a quella organizzata, ancora più subdola e pericolosa. Per una risposta più efficace alle attività di indagine e contrasto alle infiltrazioni mafiose, Leonardi ha anche chiesto al Governo nazionale il potenziamento delle forze dell’ordine e della Guardia di Finanza. Da parte della capogruppo di Fratelli d’Italia, annunciata anche la presentazione di una proposta di legge che valga da integrazione alla legge regionale sulla promozione della cultura della legalità e che, per quanto di competenza regionale, introduca strumenti più efficaci in tema di contrasto al fenomeno delle infiltrazioni mafiose.
Approvata dal Consiglio regionale, la mozione presentata da Fratelli d’Italia per l’istituzione di una Sezione della Direzione Distrettuale Antimafia nelle Marche. I rischi e le problematiche connesse al fenomeno in crescente aumento delle infiltrazioni mafiose, hanno motivato la capogruppo di FdI Elena Leonardi, a richiedere un atto che impegnasse in concreto la Regione in tal senso.

Nel suo intervento in aula, Elena Leonardi ha posto l’accento sul sempre più frequente rimbalzare di notizie di cronaca legate alla presenza delle organizzazioni criminali nell'economia e nel tessuto sociale regionale: droga, terremoto e riciclaggio di denaro sporco, urbanistica e insediamenti turistici, i maggiori settori di interesse di ‘ndrangheta, camorra, mafie nigeriana e albanese.
“Soggetti legati a queste associazioni mafiose o con attività riconducibili al loro modus operandi sono spesso stati arrestati ed è proprio la Direzione Investigativa Antimafia che con un periodico dossier a parlare chiaro- ha detto Leonardi-. Difficile stimare le dimensioni economiche e ancor più i più i danni sociali, culturali, economici ed ambientali di questo vero e proprio flagello. E‘ opportuno pertanto – continua la capogruppo di Fratelli d’Italia – evitare che si instauri un regime di complicità e omertà che favorisce proprio le infiltrazioni mafiose nella nostra regione, un tempo immune da queste situazioni. Uno dei punti cardine di Fratelli d’Italia è proprio il contrasto alla criminalità e, a quella organizzata, ancora più subdola e pericolosa".
Per una risposta più efficace alle attività di indagine e contrasto alle infiltrazioni mafiose, Leonardi ha anche chiesto al Governo nazionale il potenziamento delle forze dell’ordine e della Guardia di Finanza. Da parte della capogruppo di Fratelli d’Italia, annunciata anche la presentazione di una proposta di legge che valga da integrazione alla legge regionale sulla promozione della cultura della legalità e che, per quanto di competenza regionale, introduca strumenti più efficaci in tema di contrasto al fenomeno delle infiltrazioni mafiose.


Letto 445 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo