Stampa questa pagina

Belforte analizza il bilancio. Vita: "Situazione non semplice"

Mercoledì, 31 Luglio 2019 08:53 | Letto 1246 volte   Clicca per ascolare il testo Belforte analizza il bilancio. Vita: "Situazione non semplice" Giovedì 25 luglio si è riunito il Consiglio Comunale del Comune di Belforte del Chienti che ha visto, tra le altre cose, l’atto dovuto di approvazione del rendiconto di gestione del 2018 e l’assestamento generale del bilancio di previsione 2019-2021. La situazione che emerge dall’analisi del bilancio - spiega il primo cittadino Alessio Vita - , così come sottolineato dal responsabile dell’area finanziaria, è di sofferenza. Infatti, ai mancati introiti dovuti al ricalcolo in ribasso della tassa rifiuti che era stata sovrastimata (20.000 €) vanno sommati quelli relativi ai mancati proventi da contravvenzioni per violazioni del codice della strada che pesano sul bilancio per almeno 40.000 €, tagliando di fatto in maniera netta l’avanzo di amministrazione del 2018.Un problema da risolvere, infatti, è quello del posto vacante del vigile urbano: E stato mandato in mobilità dalla precedente amministrazione - prosegue Vita - senza assicurarne la sostituzione. Ad oggi, siamo vincolati ad un bando andato già deserto una volta. Stiamo cercando soluzioni alternative alla mobilità, sebbene la convenzione in essere con i 5 comuni non ci permette la stipula di un nuovo accordo con un altro ente. Siamo bloccati in una situazione dalla quale, se tutto va bene, potremo uscire solo con l’entrata in vigore del decreto attuativo del DL crescita che permette di superare la neutralità della mobilità. Poi la questione della ripresa del pagamento dei mutui sospesi dopo il sisma del 2016: Unaltra nota dolente del bilancio riguarda i mutui concessi da Cassa Depositi e Prestiti - dice il sindaco - che, salvo proroghe, ripartiranno nel 2020. Ci troveremo ad affrontare questa incombenza di circa 125.000 € annui l’anno prossimo e cercheremo di farlo senza aumentare le tasse, cosa che invece la precedente amministrazione aveva previsto di fare. Non sarà di certo facile vista la situazione in cui ci troviamo ma ce la metteremo tutta. Nella stessa seduta è stata anche proposta la rinuncia al gettone di presenza dei consiglieri che si attesta sui 9 € ciascuno per ogni seduta. All’unanimità è stato deciso di rimettere a bilancio l’intero importo dei 5 anni di mandato, demandando a successiva decisione su quale capitolo di spesa destinarlo. Infine è stato votato il regolamento per l’istituzione del comitato mensa, organo - spiega Vita - con fini consultivi, propositivi, di controllo e di coordinamento che lavorerà in collaborazione con l’amministrazione per garantire alti standard di qualità della refezione scolastica. Su questo punto, il gruppo di minoranza Belforte Insieme si è astenuto, ritenendo l’organo inutile.GS
Giovedì 25 luglio si è riunito il Consiglio Comunale del Comune di Belforte del Chienti che ha visto, tra le altre cose, l’atto dovuto di approvazione del rendiconto di gestione del 2018 e l’assestamento generale del bilancio di previsione 2019-2021.

"La situazione che emerge dall’analisi del bilancio - spiega il primo cittadino Alessio Vita - , così come sottolineato dal responsabile dell’area finanziaria, è di sofferenza. Infatti, ai mancati introiti dovuti al ricalcolo in ribasso della tassa rifiuti che era stata sovrastimata (20.000 €) vanno sommati quelli relativi ai mancati proventi da contravvenzioni per violazioni del codice della strada che pesano sul bilancio per almeno 40.000 €, tagliando di fatto in maniera netta l’avanzo di amministrazione del 2018".

Un problema da risolvere, infatti, è quello del posto vacante del vigile urbano: "E' stato mandato in mobilità dalla precedente amministrazione - prosegue Vita - senza assicurarne la sostituzione. Ad oggi, siamo vincolati ad un bando andato già deserto una volta. Stiamo cercando soluzioni alternative alla mobilità, sebbene la convenzione in essere con i 5 comuni non ci permette la stipula di un nuovo accordo con un altro ente. Siamo bloccati in una situazione dalla quale, se tutto va bene, potremo uscire solo con l’entrata in vigore del decreto attuativo del DL crescita che permette di superare la neutralità della mobilità".

Poi la questione della ripresa del pagamento dei mutui sospesi dopo il sisma del 2016: "Un'altra nota dolente del bilancio riguarda i mutui concessi da Cassa Depositi e Prestiti - dice il sindaco - che, salvo proroghe, ripartiranno nel 2020. Ci troveremo ad affrontare questa incombenza di circa 125.000 € annui l’anno prossimo e cercheremo di farlo senza aumentare le tasse, cosa che invece la precedente amministrazione aveva previsto di fare. Non sarà di certo facile vista la situazione in cui ci troviamo ma ce la metteremo tutta".

Nella stessa seduta è stata anche proposta la rinuncia al gettone di presenza dei consiglieri che si attesta sui 9 € ciascuno per ogni seduta. All’unanimità è stato deciso di rimettere a bilancio l’intero importo dei 5 anni di mandato, demandando a successiva decisione su quale capitolo di spesa destinarlo. Infine è stato votato il regolamento per l’istituzione del comitato mensa, "organo - spiega Vita - con fini consultivi, propositivi, di controllo e di coordinamento che lavorerà in collaborazione con l’amministrazione per garantire alti standard di qualità della refezione scolastica. Su questo punto, il gruppo di minoranza Belforte Insieme si è astenuto, ritenendo l’organo inutile".

GS

Letto 1246 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo