PIEDINO Appenn a casa 2021
Notizie di politica nelle Marche
Una struttura temporanea da destinare a casa di riposo per almeno 25 posti, tanti quanti ne aveva la precedente sede di Nocelleto danneggiata dal terremoto. È la richiesta fatta al servizio regionale e al dipartimento nazionale di Protezione civile da parte dell'amministrazione comunale di Castelsantangelo sul Nera, comune tra i più colpiti dagli eventi sismici del 2016. Confida nel fattivo impegno del Presidente e dell'esecutivo regionale il sindaco Mauro Falcucci: " Come è noto- spiega il primo cittadino di Castelsantangelo- siamo stati i primi ad essere evacuati in quanto il 24 agosto la nostra casa di riposo era già inagibile. In quel periodo gli anziani ospiti furono immediatamente trasferiti in vari posti; alcuni rimasero a Pievge Torina, altri pasrtirono per macerata, altri ancora  raggiunsero Potenza Picena. Per svariate ragioni  è accaduto che nel tempo non si sia riusciti a riunirli in un unico luogo tutti insieme- continua Falcucci-. Soltanto nel 2018 ci è stata riservata una piccola parte all'ospedale di Matelica. Si pensava di poter far prima anche con i tempi, ma considerato anche quello che sta purtroppo succedendo a causa di questa terribile pandemia, abbiamo pensato ad una struttura temporanea non solo per soddisfare la lunga lista di attesa di nuovi accessi  ma almeno per riportare a casa i nostri anziani".
Per la realizzazione di una struttura definitiva i tempi sarebbero troppo lunghi; la stima è di due- tre anni.
"Nel frattempo abbiamo ritenuto opportuno  fare questa richiesta di una delocalizzazione temporanea sul nostro terreno e  naturalmente una volta realizzata quella definitiva, la struttura temporanea verrà rimossa- conclude Falcucci-. Cerchiamo di riportare occupazione e anziani a casa nostra, cerchiamo  di liberare anche il nosocomio di Matelica che come è noto ha bisogno di essere ristruttturato quanto prima per altre ragioni".

c.c.
Pubblicato in Politica
Approvato dal Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, con proprio decreto, il progetto esecutivo di 100mila euro per i lavori di risanamento del piano viabile in più tratti della provinciale 17 “Camerino-Serravalle”.

L’intervento rientra tra quelli previsti nel programma triennale e viene finanziato con risorse proprie dell’Ente. La provinciale 17 si estende per circa 9 km e collega Camerino con la statale 77, in località Bavareto di Serravalle del Chienti: l’intervento dell’Amministrazione provinciale interessa il primo tratto, più deteriorato, in direzione Morro.

“Abbiamo previsto questi lavori straordinari nel bilancio di previsione di quest’anno - dichiara Pettinari -. L’intervento viene finanziato con l’avanzo vincolato dell’Ente, costituito dai ricavi delle vendite delle case ex cantoniere, avvenute ad ottobre scorso

c.c.
Pubblicato in Politica
Emergenza pandemica e campagna di vaccinazione al centro del dibattito nel comune di Macerata.
Il sindaco Sandro Parcaroli, intervenendo a RadioC1inBlu, ha ribatito l'importanza per la scelta e l'individuazione della nuova struttura per l’avvio della vaccinazione di massa.
Si tratta del capannone che si trova in zona Valleverde a Piediripa - afferma Parcaroli - concesso gratuitamente da UniCredit Leasing e sarà fruibile dopo Pasqua.
Una scelta condivisa anche con il consigliere delegato alla Sanità, il dottor Giordano Ripa e con l’Area Vasta 3. 
«Mentre la prima fase della campagna vaccinale proseguiva, non è stata mai interrotta la capillare ricerca di un edificio idoneo alla successiva fase che prevede numeri decisamente superiori di persone da vaccinare – ha spiegato Ripa - la sapiente capacità del sindaco ha permesso di individuare e ottenere un’ottima soluzione; qui si potranno prevedere, potenzialmente, 16 postazioni per la vaccinazione». Parcaroli parla anche di cifre: «Ad oggi, secondo i dati della Regione Marche, sono 280 le persone positive a Macerata mentre 575 sono in quarantena – dichiara il sindaco -. Rispetto agli ultimi 15 giorni il trend della curva è in aumento anche nella nostra città quindi raccomando a tutti il massimo rispetto delle norme ricordando che siamo in zona rossa».
Per quanto riguarda la campagna vaccinale ricordiamo che la Regione, di concerto con l’Asur, ha indicato tre punti vaccinali per l’Area Vasta 3: Macerata, Civitanova e Camerino-San Severino.
Secondo il piano vaccinale regionale al distretto di Macerata confluiscono 24 comuni per un totale di circa 160mila persone. La campagna vaccinale è iniziata il 4 gennaio presso la biblioteca dell’ospedale di Macerata ed è stata dedicata, secondo il protocollo nazionale, al personale sanitario; nella stessa sede sono stati vaccinati i medici di base e i pediatri di libera scelta. A seguire sono stati vaccinati gli ospiti delle Rsa e delle strutture residenziali.
Dai banchi della minoranza arrivano molte critiche. Come rispondete voi della maggioranza?
«Diversamente da alcuni componenti dell’opposizione, noi andiamo avanti con i fatti e non con le polemiche – rispondono Parcaroli e Ripa -. C’è chi, dopo un anno di pandemia, ancora ignora, o fa finta di ignorare, come è strutturata la campagna vaccinale e chi è deputato a prendere decisioni in merito. Il consigliere Ricotta risulta particolarmente confuso e non conosce la regolamentazione della campagna vaccinale – incalzano Parcaroli e Ripa -. Dichiara infatti che “non va bene accentrare il servizio per 24 comuni” come se fosse l’Amministrazione di Macerata a prendere decisioni per conto della Regione Marche e dell’Asur.
Al consigliere spieghiamo che, anche in riferimento alla richiesta di più punti vaccinali in città, è impensabile farli; primo perché tale scelta non rispetterebbe il protocollo regionale e in secondo luogo perché comporterebbe una forte dispersione del personale sanitario».
to e fuori luogo.
La minoranza continua ancora ad attaccare l’amministrazione in modo impreciso e sommario creando preoccupazione nella popolazione fortemente provata dalla pandemia – concludono Parcaroli e Ripa -.
Noi invece continuiamo a lavorare tenacemente, nel rispetto delle direttive regionali, per fronteggiare la pandemia facendo tutto ciò che è nelle proprie possibilità; la campagna elettorale a tempo scaduto la lasciamo agli altri».
Approfitto dell'intervista radiofonica - afferma Parcaroli - per ringraziare i medici dell'ospedale e di tutto il personale. E' un lavoro molto delicato e rischioso. Mi commuovono e li ringrazio per la loro grande umanità. 

M.S. 
 
Pubblicato in Politica
In fase avanzata a Pioraco la progettazione riguardante la ricostruzione della Casa di Riposo danneggiata dal sisma del 2016. Per fare il punto della sistuazione si è tenuto proprio ieri un incontro tra la Giunta comunale guidata dal sindaco Matteo Cicconi e i tecnici del raggruppamento temporaneo di  professionisti che fa capo alla ditta Scataglini Giorgio di Potenza Picena, risultata aggiudicataria della progettazione a seguito dell'espletamento della gara.
"Dalla riunione è emerso che il progetto definitivo verrà consegnato entro il mese di maggio- riferisce il sindaco Mattteo Cicconi-. Da quel momento, tramite apposita Conferenza dei servizi, ci attiveremo subito per le fasi di acquisizione dei pareri, in maniera tale da riuscire per la fine dell'estate ad avviare le procedure per l'aggiudicazione dei lavori che presumibilmente entro gennaio-febbraio 2022 potrebbero dunque partire in concreto. Gli ospiti della Casa di Riposo di Pioraco, insieme a quelli di Castelsantangelo e Pieve Torina, si trovano attualmente nella struttura ospedaliera di Matelica;  la nostra comunità è grata per l'accoglienza che è stata offerta, testimonianza della comprensione di un disagio che riguarda una delicata situazione- continua Cicconi-. Ora tutte le nostre energie sono messe in questa opera pubblica che è prioritaria sotto tutti i punti di vista, tuttavia, l'ingente somma del progetto che ammonta ad 1mln e 300mila euro fa capire dell'entità di un progetto che richiederà dei tempi. Ma stiamo facendo il massimo e possiamo dire che ormai il cronoprogramma si sta meglio delineando. La riunione ha avuto proprio lo scopo di verificare lo stato dell'arte e accelerare il tutto. E- conclude- la bella notizia è che la consegna del progetto definitivo avverrà entro il mese di maggio".
c.c.
Pubblicato in Politica
Le fragilità giovanili in epoca covid saranno al centro del nuovo incontro organizzato dall'associazione Cittadini in Cammino e previsto  questa sera alle ore 21.00 sulla piattaforma Zoom.
"Le Marche, un grande hub per l'eroina", il titolo del terzo incontro di approfondimento che, coordinato da Andrea Foglia, vedrà la partecipazione dell'avvocato Giuseppe Bommarito, presidente dell'associazione "Con Nicola oltre il deserto dell'indifferenza e di Gaetano Angeletti, dondatore dell'associazione "La Rondinella". 
"Nel corso di questo ultimo mese e mezzo abbiamo affrontato varie questioni che riguardano le problematiche e le fragilità dei giovani- spiega il presidente Flavio Corradini- . In questo periodo di gestione dell' emergenza e della pandemia i giovani sono tra quelle parti della nostra società che stanno soffrendo maggiormente. Nostro intento come associazione, è quello di discutere le questioni e le necessità prioritarie che riguardano la nostra società,  per cercare di dare dei suggerimenti, per ascoltare. La volta scorsa, attraverso il contributo di un educatore di strada, abbiamo parlato del recupero dei giovani,  abbiamo affrontato il tema dell'alcolismo e altri tipi di fragilità. Questa sera avremo con noi la voce di due papà che purtroppo hanno conosciuto molto bene il problema centrale all'appuntamento:  l'avvocato Giuseppe Bommarito e Gaetano Angioletti ora presidenti di associazioni costituite perchè il problema della droga e dell’eroina ha colpito pesantemente le loro famiglie. Ascolteremo quindi la loro voce e possibilmente quali suggerimenti dare per cercare di contrastare questo fenomeno in questo periodo è in tutti i periodi possibili e immaginabili. L'evento online sarà coordinato dal dottor Andrea Foglia altra persona sempre e particolarmente sensibile a queste problematiche.  L' incontro è aperto a tutti - conclude Corradini- perché  la socialità appartiene a ciascuno di noi, come singole persone, come genitori, come cittadini di questo meraviglioso paese".

C.C. 
Pubblicato in Politica
Consegnati oggi a Pieve Torina i lavori per la ricostruzione dell'immobile della Casa di Riposo, ad oltre 4 anni e mezzo dalle scosse del 2016, prima opera pubblica a partire .
"È una giornata significativa - commenta il sindaco Alessandro Gentilucci- Oltre ad essere la prima opera pubblica del Comune credo che sia anche la prima del cratere sisimico che possa contare su un importo così rilevante. Avevamo provato a raggiungere un risultato simile attraverso le donazioni, così come avvenuto per l'asilo e la scuola, ma l'ingente somma necessaria per il suo recupero era lungi dal poter essere avvicinata.  Ci siamo quindi prodigati insieme a tutti i nostri uffici nel tentativo di ridare dignità ai nostri anziani che sono il punto di riferimento di una comunità. Oggi è dunque una giornata importantissima per Pieve Torina - conclude il sindaco-. Iniziano i lavori di questa struttura, centrale non per il solo nostro paese ma per l'intero territorio".
c.c.  
Pubblicato in Politica
Anche quest’anno, nonostante le difficoltà legate all’epidemia, la Polizia di Stato attraverso rappresentanti della Questura, della Polizia Stradale e della Polizia Postale vuole essere vicina ai giovani studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado della nostra provincia con incontri effettuati in video conferenza in materia di educazione alla Legalità tenuti da personale specializzato della Polizia di Stato.
Molte sono le scuole che anche quest’anno hanno aderito all’iniziativa della Polizia di Stato a partecipare al 4° concorso/progetto “PretenDiamo Legalità per l’anno scolastico 2020/2021, elaborato dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, finalizzato alla promozione della cultura della legalità.

L’obiettivo è stimolare una riflessione sull’importanza della legalità nel più ampio senso del termine, del rispetto dei diritti delle persone e delle norme che regolano la civile convivenza tra i cittadini, sui valori della Costituzione innalzando nel contempo l’attenzione sui fenomeni del bullismo, del cyberbullismo e della violenza di genere, della dipendenza da internet, l’abuso di alcool e sostanze stupefacenti, nonché sull’importanza della lotta al terrorismo e ad ogni forma di criminalità, anche organizzata e di stampo mafioso.  

Per gli studenti più grandi il testimonial d’eccezione sarà l’ormai famoso Commissario Mascherpa, protagonista del graphic novel edito da Polizia Moderna che, con le sue indagini sulla criminalità mafiosa potrà essere fonte d’ispirazione per i lavori che i ragazzi andranno a produrre e che saranno oggetto di un concorso nazionale.


”Nonostante le difficoltà dovute all’impossibilità di effettuare gli incontri in presenza- ha spiegato il Questore Trombadore- abbiamo voluto ugualmente promuovere incontri con i giovani studenti della nostra provincia, nella consapevolezza dell’importanza della trattazione di alcuni temi come il bullismo e il cyberbullismo, la violenza di genere, la dipendenza da internet, l’abuso di alcool e sostanze stupefacenti, proprio come forma di prevenzione nei confronti dei nostri giovani che non di rado, come la cronaca ci insegna, sono vittime di condotte scorrette e abitudini sbagliate spesso causa anche di gravi conseguenze per loro stessi e le loro famiglie”.

c.c.



Pubblicato in Politica
Lettera di risposta alle affermazioni dell'assessore Valentina Bravi, da parte della minoranza in Consiglio comunale ad Ussita resasi di recente promotrice di una mozione per chiedere la diminuzione della tassa Tari per le seconde case. 
A scrivere è il capogruppo della minoranza Guido Rossi: " Caro assessore, nella mozione faccio riferimento a un Trattato Europeo ripreso dal Consiglio di Stato, da TAR Regionali e leggi dello Stato che riconoscono i diritti dei proprietari delle seconde case.  

"Gentile Assessore Valentina Bravi,- recita la missiva di risposta firmata da Guido Rossi- ho letto con attenzione e anche con un po' di sorpresa la sua risposta alla mozione da me presentata relativa alla diminuzione della tassa TARI per le seconde case. Le normative richiamate a giustificazione della proposta, sono riferite al Trattatto sul Funzionamemnto dell'Unione Europea (art. 191, par,2 TFUE), sancito dall'art. 14 della direttiva 2008/98CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19.11.2008 che ha trovato immediata applicazione nell'ordinamento nazionale. Mi riferisco al principio “chi inquina paga” e quando un comune applica la tassa “piena” la stessa è da ritenersi iniqua perchè calcolata sulla superficie occupata piuttosto alla quantità ed alla qualità di rifiuti prodotti. Questo principio è stato ribadito dal Consiglio di Stato con sentenza n.4223 del Settembre 2017 e da altre sentenze di TAR Regionali che non sto qui a ricordarle. Anche l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente con delibera n. 443/17 e 444/19 riprende il principio del “chi inquina paga”e introduce nuove disposizioni per determinare il metodo tariffario per la copertura dei costi. Lo stato Italiano, ha dato possibilità ai Comuni di uniformarsi già dal 2013 con la legge n.147. Queste norme sono già state recepite da allora - continua Rossi- dalla quasi totalità dei comuni Italiani che hanno aggiornato il proprio Regolamento per l'applicazione della tassa sui rifiuti (TARI), applicando mediamente,una riduzione del 30% sulla tassa stessa a quelle abitazioni a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni l'anno. Se questi richiami normativi e i sui ambiti di applicazione , come da Lei dichiarato,” contengono degli errori a richiami normativi ed ai relativi ambiti di applicazione” sono in attesa di conoscere quali errori commessi, i relativi ambiti di applicazione e che tutto questo non conta,sicuramente serviranno ad arricchire il confronto nel Consiglio Comunale al momento della discussione della Mozione. Mi fa piacere sentire che state lavorando a questo problema per cercare una soluzione più equa per tutti senza discriminare una fascia di utenza piuttosto che un'altra. Colgo l'occasione per ribadire il concetto che questo principio è legge, che le leggi vanno applicate e rispettate così come i diritti di che paga le tasse.  In questo momento, anzi da anni, si sta discriminando solo la fascia dei proprietari delle seconde case che hanno sempre “contribuito” per pagare la copertura integrale dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. Servizio del quale non riusciamo ad avere copia del contratto che regola questo impegno. Spero - conclude la lettera- che lo studio che state facendo e che dovrà necessariamente essere portato in Consiglio Comunale sia orientato al rispetto delle leggi, al miglioramento del servizio e dei diritti dei cittadini.

c.c.

Pubblicato in Politica
Un esposto alla Guardia di Finanza per chiedere di far emergere la verità sulla conformità dei DPI (Disposizione di Protezione Individuale) distribuiti al personale sanitario (in continuo contatto con pazienti positivi) operante nei presidi ospedalieri della Regione Marche, dichiarata recentemente zona rossa a causa del dilagare del COVID-19 .

Il portavoce al Senato del M5Stelle Sergio Romagnoli ha consegnato il documento ai militari dell’Arma che potrebbe anche arrivare alla Procura della Repubblica e avviare una specifica inchiesta riguardo la certificazione delle Mascherine FFP2 già oggetto di indagine presso l’ufficio antifrode dell’Unione Europea.

"Non si tratta di strumentalizzazione politica ma di una questione molto seria - afferma Romagnoli - Mi sono sentito di fare la mia parte senza sbraitare ma sfruttando gli strumenti che tutti abbiamo a disposizione per far emergere la verità. Sono stato votato dal mio territorio per rappresentarlo e difenderlo, pertanto ho raccolto diverse segnalazioni nei giorni scorsi e ho deciso di procedere con l’esposto. C’è chi è preposto a controllare, con i dovuti strumenti a disposizione e io ho solo invitato a farlo. Seguo da vicino la questione della sanità: ho verificato che purtroppo ci sono situazioni difficili, dove il sistema ancora riesce a reggere essenzialmente grazie al grande attaccamento al lavoro dei dottori. Ma non si può andare sempre avanti in questo modo. Il Covid sta presentando il conto, evidenziando tutte le carenze e le debolezze. Bisogna intervenire perché questa è una battaglia per il bene comune da combattere insieme, al di là delle fazioni politiche".
Pubblicato in Politica
"Accrescere la protezione dei consumatori e dei soggetti più deboli in un periodo di grande crisi economica". Con queste parole i consiglieri regionali della Lega Renzo Marinelli e Chiara Biondi hanno commentato la proposta di legge presentata in Giunta dal vice presidente Mirco Carloni e che sarò discussa nella I Commissione, di cui lo stesso Marinelli è presidente. Grazie alla nuova legge regionale introdotte importanti novità: lo sviluppo dei servizi di assistenza ai cittadini e la promozione dell'educazione e dell'informazione ad un consumo consapevole.

“Finalmente dopo 11 anni in cui nessuno aveva messo mano al settore la giunta di Centrodestra ha voluto aggiornare il quadro normativo regionale sul tema della tutela dei consumatori tra i diritti della persona -  spiegano il capogruppo e la consigliera della Lega, rispettivamente presidente e membro della prima commissione – La legge valorizza le associazioni di tutela dei consumatori riconoscendo loro un ruolo primario vista la loro potenzialità di intervento sul territorio con sportelli dedicati. Una circostanza determinante per garantire tutela a zone montane e categorie fragili. Sono previsti anche contributi finalizzati al sostegno di progetti di informazione e sensibilizzazione di consumatori ed utenti nonché all'aggiornamento professionale dei soggetti che si occupano di tutela e promozione dei diritti di consumatori e utenti”.

Il presidente Marinelli e la consigliera Biondi considerano strategica l'istituzione dell'Osservatorio regionale dei prezzi e delle attività produttive con il compito di esaminare l'andamento generale dei prezzi dei prodotti, delle tariffe e dei servizi.

“Riteniamo che questo organismo possa essere una protezione per i cittadini, specialmente quelli che a causa della crisi economica stanno vivendo situazioni di difficoltà – concludono i due esponenti della Lega in regione - Nelle prossime settimane lavoreremo in commissione per licenziare la proposta di legge e dotare le Marche di un quadro normativo moderno, efficace e realmente di supporto ai nostri marchigiani”.   

CHIARA BIONDI LEGA CONSIGLIERE REGIONALE


f.u.
Pubblicato in Politica

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo