Notizie di politica nelle Marche
A Camerino, dopo 7 anni,  torna il mercatino di solidarietà e beneficenza organizzato dal Cif, comitato italiano femminile “Lucia Riccioni Romaldi”.
Si terrà venerdì 8 dicembre, dalle ore 10 alle ore 18, davanti al sagrato della Basilica di San Venanzio.
Lavoretti fatti a mano dalle donne del Cif, dolci e tante idee regalo, verranno posti in vendita con finalità benefic
a. Dapprima il sisma e successivamente la pandemia, hanno motivato lo stop forzato per una iniziativa solidale che, in prossimità del Santo Natale, ha costituito una  tradizione consolidata nel tempo e molto apprezzata. Dai lavori a maglia, all’oggettistica per la casa, dai piccoli ninnoli agli articoli tessili, in tanti si sono divertiti a cercare qualcosa di particolare dalle vetrine del centro storico che, grazie alla cura e all’impegno delle signore del Cif, puntualmente sono state allestite nel periodo natalizio. Una gioia lasciarsi incuriosire da quegli insoliti allestimenti dai quali immancabilmente si usciva contenti, non solo per il valore della merce acquistata ma, in primo luogo,  per la consapevolezza di aver  compiuto un piccolo gesto di prossimità.

«Le contingenze del terremoto  e i disagi del covid  ci hanno costretto a sospendere  questa bellissima tradizione del mercatino benefico che si svolgeva in centro storico, per più motivi diventata materialmente impossibile – spiega Giulia “Lietta” Silvestri, da anni assiduamente impegnata nel Cif di Camerino  -. Quest’anno, cominciando presto e dandoci un po’ da fare, ci è sembrato opportuno ricominciare. Nonostante sette anni siano trascorsi per tutti e specialmente per noi, con l’entusiasmo di sempre ci siamo messe in opera. È così che abbiamo trovato oggetti di vario genere che mettiamo a disposizione di chi vorrà venirci a trovare e i cui proventi andranno tutti in beneficenza.
Dato che l’allestimento sarà all’esterno della chiesa - continua Lietta-, diversamente  dalle edizioni passate, il mercatino si svolgerà  in una sola giornata. La data significativa dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione, è sempre stata  quella del nostro mercatino e, per questo ritorno  dopo sette anni,  ci è sembrato opportuno mantenerla – conclude -. Quindi, dalle 10 del mattino daremo il via a questa iniziativa. Speriamo che vengano  a trovarci in tanti, così da raggiungere un buon risultato benefico». 
In caso di maltempo,  il mercatino solidale si terrà nel teatrino di San Venanzio.  

patrizia 8dicembre2023 2 1  





Pubblicato in Cronaca
Un cittadino pakistano denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due extracomunitari segnalati alla Prefettura quali assuntori di droga, 14 perquisizioni effettuate, 53 grammi di hashish sequestrati.

Questo il bilancio dell’operazione “Alto impatto” condotta congiuntamente da carabinieri, polizia e guardia di finanza presso il complesso residenziale Hotel House di Portorecanati.

Tra le persone identificate, sono stati rintracciati 5 cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale 4 dei quali, dopo la predisposizione dei provvedimentida parte dell’Ufficio Immigrazione, verranno accompagnati presso Centri per il rimpatrio verso i paesi di origine.
Pubblicato in Cronaca
Una serata di storia, ospiti, spettacolo e tanti tanti ricordi. È l’appuntamento più atteso dagli ex studenti del Liceo Classico Filelfo di Tolentino, "i Filelfiani", per celebrare tutti insieme i 70 anni della loro scuola. Quella scuola che - ricordando i versi di Teognide - ha dato loro le ali. E se le ali li hanno fatti volare, inseguendo i loro sogni e raggiungendo i loro obiettivi, le radici che li legano al Filelfo sono rimaste così salde negli anni da rendere l'evento di sabato un momento a cui non si può mancare.

Doppio l’appuntamento del 2 dicembre per festeggiare la scuola. Nel pomeriggio, alle 17, al Politeama di Tolentino, è in programma un incontro (a ingresso libero e fino a esaurimento posti) dove momenti di spettacolo e proiezioni video si alterneranno agli interventi di chi ha fatto e vissuto la storia del Liceo Classico Filelfo. Tra questi, ci sarà il sociologo Alberto Pellegrino, ex studente del primo ciclo di studi del liceo, diplomato nel 1954. Dopo i saluti del sindaco Mauro Sclavi, del dirigente dell'IIS Filelfo Donato Romano, del presidente dell'Associazione Filelfiani Carlo Conti e del vice presidente Andrea Mosca, interverranno anche Anna Grillo Sileoni, ex dirigente scolastica e custode di gran parte della storia del Classico tolentinate; l’ex docente di storia e filosofia Enzo Calcaterra; Laura Mocchegiani, guida della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. Sarà presente altresì Alessandra Belloni, dirigente reggente dell'Ambito territoriale di Macerata. A condurre l'evento pomeridiano la docente e coordinatrice del Liceo Classico, Claudia Canestrini, e l'ex studente Carlo Cartuccia.

Dopo l’incontro dedicato al valore umano, storico, culturale e territoriale del Classico Filelfo, aneddoti e ricordi continueranno a farsi spazio al ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti dove si terrà, alle 20.30, una cena con i Filelfiani: ex docenti ed ex studenti che nel percorso di studi o in quello professionale portano un tassello della scuola di Tolentino, o addirittura da studenti sono poi diventati loro stessi insegnanti. Un momento conviviale per il quale sono arrivate oltre 370 prenotazioni, anche dopo il termine stabilito. In tanti continuano a chiamare per chiedere di partecipare, consapevoli di quanto possa essere bello ritrovarsi con i compagni di scuola e gli insegnanti con cui hanno condiviso gli anni più belli.
Pubblicato in Cronaca
Lascia, dopo quasi 25 anni di carriera al Comune di Sefro, il geometra Alessandro Poduti. Arrivato a Sefro il primo gennaio 2000, quando il sindaco era Secondo Biordi, ha attraversato quasi un quarto di secolo nel paese delle trote. Partito quindi dal post terremoto del 97, chiude la sua parentesi, in Comune, con il post terremoto del 2016. Tra i due eventi tellurici ha svolto diverse mansioni nel corso della sua carriera, ma principalmente quella di geometra e di Rup in molti interventi realizzati sul territorio comunale, soprattutto dopo il sisma del Centro Italia e subentrando al geom. Paladini.
Il testimone passerà ora al geol. Filippo Fabiani a all'arch. Eleonora Pandolfi che già lavorano da tempo al Comune di Sefro.
Il geom. Poduti inizierà il 1 dicembre al Comune di Matelica, la sua città, dove, grazie ad una mobilità tra enti, andrà a rinforzare l'organico dell'ufficio tecnico guidato dall'Ing. Roberto Ronci.
L'amministrazione comunale di Sefro saluta con affetto Alessandro e gli augura i migliori successi professionali per il futuro.
Lascia anche il dott. Paolo Melappioni, da poco arrivato tra Sefro e Pioraco, per la gestione associate dell'ufficio anagrafe, per approdare, vincitore di concorso, presso altro ente pubblico. Anche a lui, l'amministrazione augura una continua crescita professionale.

(in foto: Poduti e Sindaco Pietro Tapanelli).
Pubblicato in Politica
È l’undicesima opera post Sisma 2016 realizzata dalla Croce Rossa Italiana quella che verrà inaugurata sabato 2 dicembre a Valfornace. Il Centro polifunzionale, intitolato alla pittrice Maria Ciccotti, è frutto dell’impegno della CRI nelle zone interessate dal terremoto che colpì duramente il Centro Italia, causando centinaia di morti e distruggendo numerosi centri abitati.

La struttura, in linea con le “green policy” della CRI, è stata progettata in base ai principi degli edifici nZEB, con l’obiettivo di realizzare un’opera energeticamente sostenibile. I lavori sono terminati a settembre 2023.

Con questo nuovo centro, la Croce Rossa Italiana consegna di fatto alla comunità un nuovo punto di aggregazione sociale e di inclusione.

L’opera è stata realizzata attraverso le donazioni di Esselunga e del Comitato di Lucca della CRI.

In occasione della cerimonia di inaugurazione, sarà inoltre consegnato alla struttura un DAE per uso adulto pediatrico, donato da Poste Italiane, dispositivo che integra la rete di cardioprotezione realizzata dalla CRI nelle aree del Cratere Sisma. Si tratta del sedicesimo DAE donato ad oggi ai Comuni delle zone colpite dal Sisma del 2016.

All’incontro parteciperanno Massimo Citracca, Sindaco di Valfornace, Guido Castelli, Commissario Straordinario alla Ricostruzione Sisma 2016, Rosario Valastro, Presidente della Croce Rossa Italiana, Gianluca Pasqui, Vicepresidente del Consiglio della Regione Marche. È stato inoltre invitato a partecipare, il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli.



Foto di copertina:il sindaco Massimo Citracca in occasione della posa della prima pietra della struttura, nel 2020
Pubblicato in Cronaca
Creare un nuovo paradigma etico e culturale che promuova i temi della salute, della legalità e della sicurezza in edilizia, per concorrere a quel necessario rilancio economico e sociale di cui cittadini e territorio hanno estremo bisogno, una sfida che i numerosi soggetti coinvolti nella ricostruzione post- terremoto sono chiamati ad affrontare. Questi e altri temi saranno affrontati in un interessante confronto martedì 5 dicembre a partire dalle ore 14,30 al Teatro lauro Rossi di Macerata.

Ri-costruire la cultura della salute e della sicurezza. Edilizia. Dove legalità e prevenzione si incontrano”, è l’evento promosso e organizzato da una pluralità di soggetti che ogni giorno collaborano insieme:
 Ast Macerata, Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Macerata, Cpt, Comitato Paritetico Territoriale per La Sicurezza e la Formazione in Edilizia, Inail, Ispettorato Nazionale del lavoro, con il patrocinio della Città di Macerata. 

Nel più grande cantiere d’Europa la ricostruzione sta evolvendo verso quella innovazione che sta interessando il patrimonio edilizio e che necessariamente porta con sé anche problematiche diverse come l’
aumento degli infortuni e delle malattie professionali, la mancanza di forza lavoro e il conseguente rischio di rivolgersi a quella meno qualificata, il lavoro sommerso, quello straordinario che comporta anche un più alto rischio di sicurezza. La grave carenza dei posti letto nel territorio, costringe in alcuni casi a lunghe trasferte giornaliere i lavoratori o l’utilizzo di alloggi non idonei. Questi sono solo alcuni esempi dell’ampio panorama riferito al mondo della ricostruzione materiale, che non può essere scissa da quella sociale. Ecco perché diviene fondamentale che soggetti pubblici, privati e istituzionali, ognuno nei propri campi di azione, siano uniti verso la promozione della dignità del lavoro, accompagnando ad una crescita lo stesso lavoratore e, con esso, anche le comunità. 

All’evento sono state invitate tutte le principali autorità del territorio. Da sottolineare la presenza del Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli che porterà il suo saluto istituzionaleIl pomeriggio sarà scandito da una parte scenica teatrale che vedrà protagonista Alessio Vassallo, attore di teatro, di film per la tv e per il cinema, da contributi tecnici e scientifici nelle relazioni che verranno poi approfonditi in una tavola rotonda a cui prenderà parte anche il Commissario alla Riparazione e alla Ricostruzione sisma 2016, On. Guido Castelli.

E’ importante mettere insieme un complesso sistema unito nel promuovere un modello organizzativo polifunzionale, che vada oltre la doverosa vigilanza di cantiere, le inchieste sugli infortuni e sulle malattie professionali, pronto a siglare un'intesa simbolica ed operativa che guardi anche al rispetto dei lavoratori, della salute, della sicurezza e della sostenibilità ambientale. Lapartecipazioneall’eventoègratuitaeprevedel’iscrizioneobbligatoria(link)Ilpartecipantericeveràlaconfermadell’avvenutaiscrizione. Sono riconosciuti quattro crediti formativi professionali ai geometri. 


Pubblicato in Cronaca
Sabato 2 dicembre 2023 alle ore 16:30 nella Sala consiliare in via Conti di Altino n. 19 la Corsa alla Spada e Palio di Camerino presenta la pubblicazione “Un nuovo sole”.

Si tratta di un volume realizzato facendo seguito all’omonimo cortometraggio del 2021 che vede protagonista Elisabetta Malatesta, donna risoluta, moglie devota e madre amorevole.

Figlia di Galeazzo Malatesta, signore di Pesaro, e di Battista di Montefeltro, letterata e poetessa, Elisabetta sposa nel 1422 Piergentile da Varano, signore di Camerino, che rimane vittima nel 1433 di una congiura fratricida. L’animo imperituro di Elisabetta è messo a dura prova dalla perdita del marito e dal riaffiorare di ricordi di un passato fiorente.

Vive per molti anni presso la Corte dei Malatesta a Pesaro, prima di poter finalmente ritornare a casa. Qui troverà la forza di risollevare un paese allo stremo, promettendo un domani florido, sotto la guida dei nuovi eredi, il figlio Rodolfo e il nipote Giulio Cesare da Varano, personaggio che ha ispirato nel 1982 la nascita della rievocazione storica della Corsa alla Spada e Palio, della quale sono state rese note le date della 43° edizione (15-26 maggio 2024).

Con i testi di Michele Giri, le illustrazioni di Gabriela Di Biase e di Greta Lamelza e la grafica a cura di Giovanna Pagano il volume, realizzato con il contributo della Corsa alla Spada, della Città di Camerino, della Fondazione Marche Cultura, de La Pasta di Camerino e del MiC, rappresenta un pezzo della storia della città e una bella strenna natalizia.

La presentazione del 2 dicembre ha il patrocinio della Città di Camerino e di Unicam.

Un nuovo sole copertina
Pubblicato in Cultura e Spettacolo
Odinanza per facilitare delocalizzazioni del quartiere Vallicelle a Camerino.
 Nel corso dell'ultima Cabina sisma, presieduta dal Commissario Straordinario Guido Castelli e di cui fa parte il Presidente della Regione Francesco Acquaroli, è stata approvata un’apposita "Ordinanza speciale" finalizzata a semplificare ulteriormente la ricostruzione di diverse realtà del cratere, tra le quali anche il quartiere di Vallicelle, a Camerino.

In particolare, è stata studiata una soluzione per evitare ulteriore consumo di suolo nella ricostruzione del quartiere, il più popoloso della città prima del sisma.
In questo modo viene consentita la delocalizzazione di quegli edifici che ne avessero la necessità sia in altri edifici agibili, sia in edifici inagibili ma che possono essere ricostruiti, fermo restando che è prima necessario acquisire i connessi contributi alla demolizione. Per acquistare l’edificio o unità immobiliare dove delocalizzare servirà l’unanimità dell’assemblea condominiale, e potrà essere riconosciuto il massimo costo parametrico previsto dalla norma, cioè quello per gli edifici che vanno demoliti e ricostruiti (i cosiddetti L4).

Il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ha dichiarato: “La ricostruzione di Camerino, così come di quella dei centri più colpiti, necessita di strumenti che snelliscano le procedure, e di soluzioni efficaci per velocizzare l'avvio dei cantieri e il ripristino dei centri storici o di quartieri che hanno subito, come il quartiere di Vallicelle, una profonda distruzione che ha necessitato di un provvedimento specifico per superare le criticità. Questo è il lavoro che si sta portando avanti nella Cabina insieme alla Struttura commissariale e a tutti gli enti coinvolti che ringrazio per l'imponente mole di lavoro che, giorno dopo giorno, sta permettendo il reale e concreto avvio della ricostruzione”.

«Dopo l’Ordinanza speciale in Cabina sisma dello scorso luglio, dedicata al programma delle cantierizzazioni del centro storico e l’interramento dell’elettrodotto a Vallicelle - ha commentato il Commissario straordinario Guido Castelli -, torniamo ad occuparci nuovamente della città ducale e e di questo suo quartiere, particolarmente importante.
L’Ordinanza appena emanata rientra nella vasta opera di semplificazione che stiamo realizzando al fine di velocizzare la ricostruzione, Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Commissario Straordinario del Governo per la riparazione, la ricostruzione, l’assistenza alla popolazione e la ripresa economica dei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici verificatesi a far data dal 24 Agosto 2016 dando soluzione alle criticità che riscontriamo. Anche questo risultato è stato reso possibile dalla piena collaborazione con il Presidente della Regione Francesco Acquaroli e con il Direttore dell’Ufficio speciale per la ricostruzione Marco Trovarelli. Un’unità di intenti che ci consente di lavorare in modo strategico e spedito per dare ulteriore impulso al cambio di passo che abbiamo impresso alla ricostruzione. Camerino è un centro strategico per il territorio marchigiano, dobbiamo dunque compiere ogni sforzo per riconsegnarlo alla sua comunità”.
Pubblicato in Politica
I Carabinieri di Tolentino sono intervenuti nei giorni scorsi in un condominio dove un uomo armato di coltello ha aggredito un vicino di casa. I due vicini avevano discusso animatamente per motivi banali, fino a che uno dei due, un italiano ultrasessantenne, si era recato sul pianerottolo dell’altro, si era fatto aprire la porta e gli aveva puntato contro un coltello da cucina.

La vittima, un quarantottenne di origini straniere, ha disarmato il vicino e ha avvertito i carabinieri. I militari hanno sequestrato il coltello e ricostruito l’accaduto. Al termine degli accertamenti hanno denunciato l’uomo alla Procura della repubblica di Macerata per lesioni aggravate, avendo causato al vicino ferite da taglio agli arti superiori con prognosi di dieci giorni.

Pubblicato in Cronaca
I carabinieri di San Severino Marche sono intervenuti all’ospedale Bartolomeo Eustachio dove un sessantenne residente in zona ha dato in escandescenze nei confronti dei sanitari.

Stando alla ricostruzione delle forze dell’ordine, l’uomo aveva telefonato all’ospedale minacciando i sanitari: a suo dire questi avrebbero dovuto somministrare dei farmaci ad una sua parente ricoverata.

Dopo la telefonata si è recato sul posto e ha continuato a lungo a inveire contro medici e infermieri, arrivando a colpire uno dei sanitari con una stampella. I carabinieri, giunti sul posto, lo hanno denunciato.
Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo