chANCE banner Appennino 1022 200px

Caldarola sceglie la continuità e rielegge il sindaco del terremoto, Luca Maria Giuseppetti: “Il segreto – commenta – è l’impegno che abbiamo messo in questi 3 anni del sisma. Non abbiamo fatto chiacchiere, abbiamo dimostrato quello che era possibile fare. Abbiamo fatto una nuova scuola, il nuovo municipio sarà pronto a breve e tante cose che riguardano il sociale e i giovani. In coscienza ero tranquillo, ho detto sempre di votare in base alla coscienza".
Tra i suoi i primi commenti di Marco Pontoni: “Quando mi ha chiamato Giuseppetti mi sono sentito onorato e sono onorato della scelta dei caldarolesi” e del più votato, Giorgio Di Tomassi: “Siamo molto contenti, da qui in avanti speriamo di ripagare la fiducia ch c’è stata accordata”.

Giovanni Ciarlantini ha detto: “La prima cosa è ricompattare il paese e poi cercheremo di risolvere i tanti problemi che ci sono”.
Dall'altra parte, il candidato Davide De Angelis: “Abbiamo messo tutta la volontà possibile per dare una possibilità ai cittadini di Caldarola, ora faremo una minoranza vigile ma costruttiva allo stesso tempo”. Dello stesso parere Simone Cataldi: “Una bella sfida, forse ci aspettavamo qualche voto in più. Daremo vita dura all’amministrazione che si è riconfermata”.

GS

FB IMG 1558973300352

SMS solidali a Caldarola. 90 mila euro investiti in progetti destinati al sociale così come il decreto nazionale stabiliva. A tanto infatti ammonta l’importo del progetto di riqualificazione del campo polivalente fortemente richiesto dai ragazzi di Caldarola, assidui frequentatori della struttura sportiva. Una parte dell’importo, visto e approvato dal governo con l’ordinanza n.48 del Commissario Straordinario per la Ricostruzione, è servita per smantellare e rifare completamente il manto erboso del campo, i fondi restanti permetteranno di rifare gli spogliatoi, e nuovi bagni per i frequentatori dell’annesso parco giochi per bambini “Nicolò Ceselli”. Una bella soddisfazione l’aver ottenuto la piena approvazione per un progetto destinato, ancora una volta, alle nuove generazioni del paese di Caldarola. Stanno invece proseguendo a stralci, i lavori di recupero e riqualificazione dell’area archeologica di Pievefavera. Dopo vari incontri con la Soprintendenza sono partiti i lavori di ripristino di un’area di importantissimo valore storico ma poco valorizzata da troppi anni. I lavori, iniziati ormai da diverso tempo, hanno visto la realizzazione di diversi step e ormai sono quasi giunti ad ultimazione. Proprio a dimostrazione dell’interesse da parte dell’Amministrazione comunale del bene storico e culturale che il territorio racchiude.

 IMG 20190521 WA0016

IMG 20190521 WA0005

 

Anche l’ex sindaco di Caldarola, Fabio Lambertucci, è fuori dalla lista “Il futuro per Caldarola” che vede come candidato sindaco il giovane Davide De Angelis. Se l’uscita di scena dell’ex primo cittadino Mauro Capenti era stata ufficializzata da lui stesso, annunciando comunque di essere pronto a sostenere il gruppo e a mettere a disposizione la sua esperienza, quella di Fabio Lambertucci sarebbe una indiscrezione dell’ultima ora. L’ex sindaco, noto a Caldarola per aver affiancato Fedro Buscalferri nella ricostruzione del paese dopo il sisma del 1997 e per la mostra su Simone De Magistris, non farebbe quindi parte della lista che alle prossime elezioni concorrerà con quella del sindaco uscente Luca Maria Giuseppetti. Nelle prossime ore la presentazione ufficiale del gruppo. Intanto “Il futuro per Caldarola” ha già diffuso le date dei prossimi incontri con i cittadini da cui ne scaturirà il programma elettorale. Primo appuntamento questa sera alle 21:00 al circolo di Pievefavera e domani alle 18 al capannone della ex Millecolori.

GS

Sopralluogo tecnico questa mattina da parte di Fulvio Maria Soccodato,  responsabile Assetto Infrastrutturale Rete di Anas. Accompagnato dal presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari, dal sindaco di Caldarola, Luca Maria Giuseppetti e dal geometra comunale Lucia Rossi, il responsabile Anas ha potuto valutare in prima persona lo stato di avanzamento della bretella esterna al centro storico di Caldarola e vedere direttamente sul posto i motivi delle insistenze da parte del sindaco di prolungare il tragitto delle bretella stessa di circa un chilometro rispetto al tracciato che l’Anas ha approvato. “Le difficoltà principali – si legge in una nota del Comune - sono causate da un piccolo ponte di pertinenza della Provincia che, una volta terminata la bretella, dovrà supportare il peso dei mezzi che verranno impiegati per la ricostruzione. Il ponticello attualmente è interdetto al passaggio dei mezzi pesanti, proprio perché non idoneo, ma se la bretella verrà realizzata fino al ponte e non si creerà un’altra parte di tracciato obbligatoriamente tutto il traffico veicolare transiterà su di esso con il concreto rischio di danneggiamento o crollo. Senza considerare le vicine case che già lamentano problemi all’attuale passaggio dei mezzi usati per la costruzione della bretella”. Soccodato, nonostante abbia compreso le perplessità del sindaco, ha tuttavia ribadito che quella parte di tracciato e il ponte esulano dalle sue competenze, è una situazione da affrontare con gli altri partner responsabili, chiamando così in causa Regione e Provincia. “Sul fonte dei lavori – prosegue la nota - , che sono iniziati a metà febbraio, non si conosce ancora una data certa di ultimazione poiché la neve e le precipitazioni dei giorni precedenti hanno notevolmente ritardato l’esecuzione ma Fabrizio De Franciscis, insieme al Direttore dei Lavori Giuseppe Giampietro, hanno assicurato che verranno rispettati i termini previsti per interventi di questa entità. Sono state infatti già create le fondazioni con i pali e in breve verranno realizzati i muretti contenitivi. Le difficoltà sono dettate anche dalla presenza di piccoli corsi d’acqua che, in caso di abbondati piogge, possono gonfiarsi a dismisura”.   

GS

20190306 114443

20190306 115716

Pagina 2 di 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo