Stampa questa pagina

Quinta tappa della Tirreno Adriatico: "Un'importante vetrina per tutto il territorio"

Giovedì, 01 Marzo 2018 19:58 | Letto 1496 volte   Clicca per ascolare il testo Quinta tappa della Tirreno Adriatico: "Un'importante vetrina per tutto il territorio" Attese oltre 800 persone per la quinta tappa della Tirreno Adriatico. La partenza, domenica 11 marzo alle 11:30, sarà a Castelraimondo in piazza della Repubblica. Presentato il programma nella sede dell’Unione Montana del Potenza e dell’Esino. Presenti il sindaco di Castelraimondo Renzo Marinelli, il sindaco di Treia Franco Capponi, l’assessore allo sport di San Severino, Paolo Paoloni e l’assessore allo sport di Castelraimondo Elisabetta Torregiani, nonché il presidente dell’Unione Matteo Cicconi. “Una manifestazione ormai tradizionale per il nostro territorio - ha detto Cicconi - di particolare importanza non solo dal punto di vista sportivo ma anche di rilancio. Parteciperanno tutti i più grandi campioni del ciclismo ma sarà un’occasione anche per promuovere, valorizzare e sostenere il territorio. Sono convinto che per ripartire sia importante prendere spunto dagli atleti che impiegano tutta la grinta e l’energia per superare un ostacolo e raggiungere l’obiettivo”. La tappa attraverserà San Severino per circa 9 chilometri e Treia per circa 20 chilometri, dopo di che passerà per Montelupone, Morrovalle, Civitanova, Porto Potenza, Porto Recanati, Osimo, e terminerà a Filottrano, città natale di Michele Scarponi. “Sarà una mattinata di festa - ha commentato Marinelli - e l’orario ci permetterà, tempo permettendo, di vivere a pieno le emozioni di un evento del genere. Si potranno vedere da vicino gli atleti, parlare con loro e assistere a tutta la preparazione tecniche che c’è dietro ad ogni competizione. Sarà un momento anche per farci conoscere, un segnale forte, e crediamo che potrà contribuire a donare un sorriso, anche solo per un giorno, a chi è in difficoltà”. Dal canto suo Capponi ha ricordato il legame affettivo con Michele Scarponi “che con la sua voglia di vincere, la sua naturalezza, rappresentava al meglio il nostro territorio. Sarebbe stato un testimonial perfetto”. Sempre per il legame con la famiglia Scarponi, si è detto orgoglioso del passaggio nel territorio settempedano l’assessore Paoloni. “È anche un’occasione ghiotta per valorizzare il nostro territorio, cosa di cui abbiamo molto bisogno”. Ad illustrare alcuni dettagli tecnici, l’assessore Torregiani: “Il via sarà da piazza della Repubblica, poi gli atleti passeranno per alcune vie del centro. Sarà un’importante vetrina, dato che la Tirreno Adriatico è una competizione propedeutica, di preparazione, ai tour ciclistici più importanti. Ci saranno i più grandi campioni. Lungo Corso Italia - ha aggiunto - saranno posizionati tutti i pullman dei team e i visitatori potranno avvicinarsi, vedere e parlare con gli atleti che sono sempre molto disponibili. Gli alloggi della zona - ha concluso - sono già tutti al completo. Si prevedono circa 800 persone, di cui 180 atleti, più personale dei team e famiglie”.g.g.

Attese oltre 800 persone per la quinta tappa della Tirreno Adriatico. La partenza, domenica 11 marzo alle 11:30, sarà a Castelraimondo in piazza della Repubblica. Presentato il programma nella sede dell’Unione Montana del Potenza e dell’Esino. Presenti il sindaco di Castelraimondo Renzo Marinelli, il sindaco di Treia Franco Capponi, l’assessore allo sport di San Severino, Paolo Paoloni e l’assessore allo sport di Castelraimondo Elisabetta Torregiani, nonché il presidente dell’Unione Matteo Cicconi.

“Una manifestazione ormai tradizionale per il nostro territorio - ha detto Cicconi - di particolare importanza non solo dal punto di vista sportivo ma anche di rilancio. Parteciperanno tutti i più grandi campioni del ciclismo ma sarà un’occasione anche per promuovere, valorizzare e sostenere il territorio. Sono convinto che per ripartire sia importante prendere spunto dagli atleti che impiegano tutta la grinta e l’energia per superare un ostacolo e raggiungere l’obiettivo”.

La tappa attraverserà San Severino per circa 9 chilometri e Treia per circa 20 chilometri, dopo di che passerà per Montelupone, Morrovalle, Civitanova, Porto Potenza, Porto Recanati, Osimo, e terminerà a Filottrano, città natale di Michele Scarponi.

“Sarà una mattinata di festa - ha commentato Marinelli - e l’orario ci permetterà, tempo permettendo, di vivere a pieno le emozioni di un evento del genere. Si potranno vedere da vicino gli atleti, parlare con loro e assistere a tutta la preparazione tecniche che c’è dietro ad ogni competizione. Sarà un momento anche per farci conoscere, un segnale forte, e crediamo che potrà contribuire a donare un sorriso, anche solo per un giorno, a chi è in difficoltà”.

Dal canto suo Capponi ha ricordato il legame affettivo con Michele Scarponi “che con la sua voglia di vincere, la sua naturalezza, rappresentava al meglio il nostro territorio. Sarebbe stato un testimonial perfetto”.

Sempre per il legame con la famiglia Scarponi, si è detto orgoglioso del passaggio nel territorio settempedano l’assessore Paoloni. “È anche un’occasione ghiotta per valorizzare il nostro territorio, cosa di cui abbiamo molto bisogno”.

Ad illustrare alcuni dettagli tecnici, l’assessore Torregiani: “Il via sarà da piazza della Repubblica, poi gli atleti passeranno per alcune vie del centro. Sarà un’importante vetrina, dato che la Tirreno Adriatico è una competizione propedeutica, di preparazione, ai tour ciclistici più importanti. Ci saranno i più grandi campioni. Lungo Corso Italia - ha aggiunto - saranno posizionati tutti i pullman dei team e i visitatori potranno avvicinarsi, vedere e parlare con gli atleti che sono sempre molto disponibili. Gli alloggi della zona - ha concluso - sono già tutti al completo. Si prevedono circa 800 persone, di cui 180 atleti, più personale dei team e famiglie”.
g.g.

Letto 1496 volte

Clicca per ascolare il testo