Stampa questa pagina

Sono stati i colori nero verdi della Castella di Croce, la più titola nel palmares della manifestazione, a trionfare nella 29à edizione della "Giostra de le Castella", la rievocazione storica che ha visto fronteggiarsi, nel primo fine settimana di agosto, le squadre di Caldarola, Vestignano, Pievefavera, Valcimarra e, appunto, Croce. Un pubblico numeroso e appassionato ha seguito il corteo storico, arricchito dalla presenza dell'associazione "La Pandolfaccia" di Fano, del gruppo dei tamburini e sbandieratori del Palio dei Terzieri di Montecassiano, e di una rappresentanza dell'Offerta dei Ceri a San Nicola di Tolentino, oltre al gruppo di Urgnano (Bergamo) che riuniva diverse associazioni, tra cui la Pro Loco gemellata con l'omonima associazione caldarolese, e le gare del tiro con l'arco, del tiro alla fune e della "corsa dei cornuti" che hanno determinato l'assegnazione del Palio. E' stata, come l'ha definita la presidente della Pro Loco Eleonora Carducci, "l'edizione dell'anno zero",


Clicca per ascolare il testo