Ripartito a Camerino il cantiere ABF della nuova Accademia della Musica. Dopo la pausa imposta dall’emergenza sanitaria, nell’area di Fonte San Venanzio sono tornate al lavoro le squadre delle maestranze locali che, così come la Andrea Bocelli Foundation artefice del progetto solidale che riconsegnerà alla comunità la struttura, attendevano con ansia una ripresa delle attività. “ Felici di questa ripartenza- afferma il Direttore Generale di ABF Laura Biancalani -. Non appena abbiamo potuto ci siamo catapultati nel cantiere e già la mattina del 4 maggio si sono riavviati i lavori. Abbiamo ovviamente preparato prima il nostro ritorno e, chi visita il cantiere vedrà tutte le misure di sicurezza che sono state adottate; le squadre di operai indossano le mascherine; intorno alla scuola sono stati posizionati dei lavandini  per l'igienizzazione del personale delle ditte e dei cartelli che segnalano tutto ciò che si deve fare per garantire la sicurezza sul lavoro.E’ insomma un nuovo modo di vivere il cantiere ma l’entusiasmo è quello di sempre: attualmente sul posto sono al lavoro 4 squadre, tra elettricisti, idraulici, rasatori e cartongessisti.
IMG 20200508 WA0007
Tutto procede dunque regolarmente e, tolta la sospensione del Covid, speriamo di mantenere i 150 giorni che ci siamo imposti, mettendoci sempre l'entusiasmo e la forza per arrivare all'obiettivo di consegnare la struttura ultimata il prima possibile; ce lo chiedono i ragazzi che vediamo fare lezione a distanza con il maestro Correnti e ci metteremo tutto l'impegno. Questo è il nostro dovere e, questo perseguiremo".
Slitta quindi solo di qualche mese l'inaugurazione della moderna costruzione di 700 metri quadrati, già perfettamente visibile nell'area di Fonte San Venanzio affacciata sul centro storico di Camerino. “Il ritardo è dovuto essenzialmente al blocco dei lavori costretto dalla fase uno dell'emergenza sanitaria- continua Laura Biancalani- ,ma il nostro lavoro è senza ferie e senza sosta per cui contiamo di concludere il prima possibile e nel frattempo stare ancora vicini all’ospedale di Camerino. Appena ieri abbiamo consegnato nuovi dispositivi di protezione individuale per la sicurezza del personale sanitario e non vediamo l'ora di consegnare anche la TAC di ultima generazione che, entro i primi giorni di giugno, speriamo di far arrivare al presidio ospedaliero”.
Nella fase di fermo dei lavori del cantiere della nuova Accademia musicale, la Fondazione Andrea Bocelli  ha infatti dedicato ogni sua energia a servizio della nuova emergenza sanitaria; non appena l’ospedale di Camerino è stato riconvertito da un giorno all'altro in struttura per la cura dei pazienti Covid, ABF è rimasta a fianco della popolazione e delle istituzioni, garantendo il suo sostegno e mettendosi a servizio delle nuove necessità. Mancavano dispostivi di protezione individuale e strumentazioni sanitarie, ma grazie alla raccolta fondi immediatamente attivata dalla Fondazione, nel giro di pochissimi giorni l’ospedale di Camerino ha potuto dotarsi di 4 respiratori per la terapia intensiva, continuando ad assicurare  settimanalmente consegne di dispositivi di protezione individuale al personale sanitario. Contemporaneamente, ABF ha provveduto avenire incontro alle necessità di altre strutture dell’Area Vasta 3.
" Adesso- prosegue il Direttore Generale Biancalani- ci auguriamo di riuscire a far arrivare a Camerino la TAC di ultimissima generazione. Una strumentazione molto importante che andrà a qualificare l’attrezzatura diagnostica del reparto di Radiologia e resa concreta d
alla generosità di 9000 dipendenti  di Generali Assicurazioni che hanno donato due ore del loro smart working riuscendo ad assicurare la somma di 300 mila euro per acquistarla. Siamo davvero felici di essere ancora al fianco di Generali e, ancora di più, orgogliosi del fatto che tutte le persone che ci lavorano abbiano rinunciato a parte del loro compenso, per dare a Camerino e alle terre dove avevano già fatto sentire il loro forte sostegno nell'aspetto dell'educazione scolastica, un futuro anche in ambito di assistenza sanitaria. Sempre guidata da quelli che sono i bisogni delle comunità  – conclude Biancalani- la mission di ABF dunque prosegue, mettendoci in ascolto e a servizio del territorio, in un lavoro comune con l’ammnistrazione e con le associazioni e, nel caso del Covid, anche con l’Asur”.

Carla Campetella

Scuola Musica Camerino

Nella foto, i cartelli posizionati nel cantiere della nuova Accademia della musica di Camerino
IMG 20200508 WA0009



Una nuova campagna per raccogliere fondi per la didattica tramite sms quella lanciata dalla Andrea Bocelli Foundation ancora una volta in favore delle scuole e dei giovani del cratere sismico maceratese. Tra questi sicuramente il comune di Sarnano che per primo ha visto la Fondazione di Andrea Bocelli impegnata in prima linea nella realizzazione della nuova scuola.
“Desidero ringraziare la Fondazione per avere ancora una volta pensato a noi – le parole del primo cittadino sarnanese Luca Piergentili – Siamo onorati di essere partner in questa nuova avventura per un progetto ambizioso che riguarda la didattica a distanza dei ragazzi nella cosiddetta fase 2 della pandemia Covid”. Materiali multimediali e una biblioteca virtuale, sempre multimediale, saranno predisposti dalla Andrea Bocelli Foundation che metterà a disposizione esperti pedagogisti al fine di creare supporti per le famiglia, per la scuola e per i ragazzi.
Un progetto ambizioso a carattere nazionale che coinvolge, oltre Sarnano, anche i comuni di Muccia, Lajatico, paese natale di Andrea Bocelli, nonché gli ospedali “Gaslini” di Genova e l’ospedale di Napoli. “Siamo sicuri – conclude il sindaco Piergentili – che questo progetto avrà indubbi risvolti positivi per i nostri ragazzi e per la nostra scuola”.

f.u.
La Andrea Bocelli Foundation (ABF) apre la seconda fase delle sue attività di raccolta fondi per l’emergenza Covid-19 con la nuova campagna “Con Te, per disegnare il futuro". L'obiettivo è quello di testimoniare la rinascita, con un progetto dedicato all’educazione digitale sviluppato in partnership con Associazione Nazionale Ospedali Pediatrici. L’accesso all’educazione è da sempre il fulcro del lavoro di ABF, in Italia e all’estero, quale elemento di espressione della mission “empowering people and communities”. Per questo motivo, ABF ha deciso di offrire un supporto concreto agli allievi, alle famiglie e ai loro insegnanti, con un’iniziativa pilota volta a potenziare l’educazione a distanza, schierandosi ancora una volta dalla parte delle comunità che si trovano in situazioni di difficoltà. Il lancio della nuova campagna verrà sostenuto grazie anche allo show televisivoUn nuovo giorno - Andrea Bocelli Live” in onda in prima serata su Rai Uno martedì 28 aprile.
“La musica, ancora una volta, ci mostra la sua capacità di unire i popoli e di produrre bellezza. Con questa nuova campagna vogliamo dare inizio a un “giorno nuovo” per i bambini, le loro famiglie e gli educatori, affinché il viaggio di questo tempo complesso sia più leggero e il futuro di tutti possa essere migliore – ha commentato il Maestro Andrea Bocelli – Questa magica serata sarà l’occasione per ripercorrere insieme quanto abbiamo realizzato in questi ultimi 3 anni con la Fondazione che porta il mio nome, grazie al vostro sostegno, che non manca mai”.
Per comprendere l'importanza di un progetto pilota volto al potenziamento della didattica a distanza (DAD), basti pensare che in questo momento di emergenza planetaria, circa il 91% degli studenti nel mondo sta affrontando un percorso scolastico attraverso questa modalità interattiva  e in Italia, secondo i recenti dati rilasciati da ISTAT, il 57% degli under 17 deve condividere il proprio PC o tablet in famiglia, mentre il 12,3% non ne possiede uno.
Come community leader, ABF ha deciso quindi di offrire supporto concreto agli allievi, alle famiglie e ai loro insegnanti, con un’iniziativa incentrata sull’educazione a distanza, schierandosi ancora una volta dalla parte delle comunità che si trovano in situazioni di difficoltà.
Grazie ai fondi raccolti, ABF offrirà ad alcune scuole pubbliche e scuole all’interno degli ospedali gli strumenti necessari sviluppare il proprio talento e per riscattarsi all’interno delle proprie comunità, anche in tempi in cui è necessario apprendere a distanza, in linea con il Global Goal dell’ONU 
In particolare, le nuove iniziative ABF per l’educazione a distanza saranno mirate alla creazione di una biblioteca di devices, in grado di permettere agli studenti di connettersi con insegnanti ed educatori; Altro punto fondamentale l'elaborazione di piattaforma per l’ABF Lab, che consentirà l’accesso a una serie di contenuti on line anche interattivi per l’educazione; 1 https://en.unesco.org/covid19/educationresponse 2 https://www.istat.it/it/archivio/240949 . Inoltre, la Formazione della figura dell’atelierista digitale, un bibliotecario 4.0 in grado di supportare insegnanti, genitori e studenti nel corretto uso degli strumenti e nell’uso degli stessi anche per mantenere o sviluppare relazioni. Che siano barriere di mattoni, sociali o digitali, ABF dal 2011 si impegna ad investire sul futuro delle nuove generazioni sia in Italia che all’estero, offrendo loro gli strumenti necessari per la realizzazione del proprio potenziale. Ora, anche in questo momento di emergenza in cui i ragazzi si trovano a fare scuola in casa, la Andrea Bocelli Foundation  vuole continuare a sostenere i bambini e giovani, con un progetto pilota, per potenziare l’insegnamento a distanza e donare agli studenti risorse e strumenti per l’innovazione didattica.
“Ci eravamo avvicinati al tema dell’educazione digitale già prima del Covid-19, studiando l’esperienza della scuola in ospedale a fianco dell’Associazione Nazionale Ospedale Pediatrici. Pur in un contesto di emergenza- ha dichiarato Laura Biancalani, Direttore Generale ABF-  l’avvento del Coronavirus ha dato a tutti la possibilità di sperimentare l’educazione digitale, le sue potenzialità e i suoi limiti. Abbiamo scoperto che non è solo uno strumento per pochi, non deve essere una triste trasposizione della didattica in presenza, ma una fonte di nuove possibilità e nuovi linguaggi per la crescita del cittadino di domani e in tal senso abbiamo tentato di sviluppare ‘Con Te, per disegnare il futuro” . “Un nuovo giorno - Andrea Bocelli Live”. 
Per supportare l’avvio della seconda fase della campagna di raccolta fondi, il 28 aprile, su Rai Uno verrà mandato in onda lo speciale “Un nuovo giorno - Andrea Bocelli Live”. Lo show riproporrà le migliori canzoni dei tre concerti con protagonista il Maestro realizzati negli spazi musicali più suggestivi d’Italia: il Colosseo, l’Arena di Verona e il Teatro del Silenzio a Lajatico, il paese natale di Andrea Bocelli.
Alle esibizioni musicali si alterneranno i racconti dell’ultimo triennio di attività della Andrea Bocelli Foundation, dalla recente iniziativa per supportare le strutture ospedaliere, agli interventi e ai progetti nelle zone colpite del sisma 2016. Infatti, ognuno di questi eventi ha dato il “la” alle raccolte fondi passate, che hanno permesso di realizzare rispettivamente le tre nuove strutture delle Scuole di Sarnano, Muccia e Camerino, nella zona marchigiana colpita dal Sisma-centro Italia del 2016.

Ai fini delle donazioni  “Con Te, per disegnare il futuro” è attiva dal 26 aprile: componendo il numero 45516, si potranno donare 2 euro (sms da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali) oppure 5 e 10 euro (da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali). È possibile donare anche tramite IBAN IT53K0523271030000010016699 Causale: Con Te per disegnare il futuro o inviando una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. ABF e l’emergenza Covid-19
All’inizio dell’emergenza Coronavirus in Italia, la Andrea Bocelli Foundation era impegnata nella costruzione della nuova Accademia di Musica di Camerino, città sensibilmente provata dal terremoto del 2016 e cara alla fondazione, che vi stava portando avanti progetti pedagogici basati su arte e musica nelle scuole, con l’obiettivo di inaugurarla in 150 giorni.
Dopo la chiusura obbligata del cantiere, ABF ha deciso di rimanere a servizio delle comunità afflitte da una “doppia zona rossa”, lanciando una prima raccolta fondi sul sito GoFundme.com, che in pochi giorni ha raggiunto 100.000 euro, permettendo la donazione 4 ventilatori polmonari al reparto di terapia intensiva del Covid Hospital di Camerino, che a gennaio ha attivato un progetto di ricostruzione a supporto alle comunità locali. Dopo il primo obiettivo raggiunto, ABF ha deciso di continuare la raccolta, per creare in soli 10 giorni un nuovo reparto Covid di 30 posti nell’ospedale di Macerata, in collaborazione con le istituzioni locali. Da allora, anche altri centri ospedalieri impegnati nella cura dei pazienti Covid, vengono sostenuti settimanalmente dalla fondazione che fornisce materiale di protezione individuale agli Ospedali di Massa, Versilia, Pontedera, Firenze (San Giovanni di Dio), Camerino-Macerata e a tante altre associazioni, RSA, Case-famiglia con pazienti pediatrici.
C.C.
Operativo il reparto Covid di Macerata. Il personale è già pronto ad accogliere i primi pazienti in arrivo. Questa mattina, con la partecipazione del Vescovo Mons. Marconi e del direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni, è stato aperto il reparto di emergenza covid-19 di Macerata. In tutto 30 i nuovi posti che, grazie al supporto determinante della Fondazione Andrea Bocelli, hanno potuto essere garantiti e che la Fondazione aspira di far arrivare a 50. 
Molte delle postazioni sono monitorizzate per prestazioni di medicina d’urgenza. Nella struttura sono presenti anche Ipad per consentire ai pazienti di effettuare delle videochiamate ai propri familiari. E’ di pochi giorni fa la notizia della donazione delle postazioni da parte della ABF con il rinnovo dell’impegno a continuare a supportare il territorio marchigiano, e in particolare le aree del sisma 2016 dove la fondazione è attiva da tempo con interventi di ricostruzione.
“Una collaborazione proficua tra istituzioni e Fondazione privata che ha permesso di realizzare grandi cose a favore delle nostre comunità, allora le scuole e oggi gli ospedali: l’ospedale di Camerino con i 4 ventilatori polmonari e i dpi e il reparto di Macerata – dice il Governatore Ceriscioli – E’ un grande contributo per il quale ringraziamo ilfondatore Andrea Bocelli per la sua carica, il suo spirito, la sua presenza, sono motivo per noi di grande valore che hanno saputo dare in questi anni forza alle nostre realtà”.
“Quando sono arrivato nelle Marche, nel 2017, la prima parola che mi ha accolto e che ancora riecheggia nel  mio cuore e in quello di tutti in ABF è stata Grazie. Un grazie sentito, che veniva dalle tante persone che con ABF avevamo scelto di supportare.” – dice il Maestro Bocelli – “Una gratitudine e una fiducia nata dall’azione, che viviamo con grande responsabilità perché è testimonianza di stima, quella stima che auspichiamo di continuare a meritare dando il nostro contributo ad una terra, le Marche, a cui siamo legati ma anche al nostro  intero Paese”.
ABF intanto continua a lavorare per raccogliere fondi sulla piattaforma “gofundme.com – ABF per emergenza covid-19” per aiutare e supportare l’attività di ulteriori reparti e ospedali. E’ possibile inviare il proprio contributo anche in ulteriori modalità scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per contribuire basta andare su https://www.gofundme.com/f/wk67wc-abfxcamerino
Quanto al nuovo reparto Covid di Macerata la palazzina che accoglieva l’Hospice “Il Glicine” , trasferito con la sua attività in una analoga struttura di accoglienza a Montecassiano, è stata destinata come area di degenza per pazienti COVID-19 positivi ed il personale dell’hospice è stato chiamato a sostenere le attività dell’emergenza
pandemica. Obiettivo è  dunque di poter ampliare l'offerta attuale di 30 postazioni letto del nuovo reparto all'ospitalità per 50 pazienti. 
C.C.
In circa 180 mila oggi si sono collegati su Instagram per seguire il concerto di Andrea Bocelli ospite dei due influencer Ferragni e Fedez per lanciare un messaggio virtuale sulle note della musica, in un momento difficilissimo per tutta l'Italia.  Nei trenta minuti della diretta, seguita con emozione anche da Camerino, ci si è potuti immergere nella scaletta di brani preparati per l'occasione e interpretati dalla stupenda voce dal grande tenore e cantante italiano. Un minuto di silenzio per le città più colpite dalla tragedia è stato osservato prima dell'inno nazionale. Fedez  ha fatto da presentatore, mentre al piano e alla voce si sono alternati Andrea e Matteo Bocelli. "Fare del bene è una ragione di vita" ha sottolineato il Maestro per ricordare lo scopo della sua Fondazione filantropica ABF  e del veicolo virtuale,  servito a portare attenzione sulla Campagna di raccolta fondi dedicata al Covid Hospital di Camerino, dove in queste ore, il personale sanitario tutto è impegnato in uno sforzo enorme nel prestare cure ai pazienti affetti da Coronavirus.

IMG 20200319 215737
Con una nota stampa, la stessa Fondazione  ABF  ha inteso evidenziare il significato di quel momento che, anche se distanti, è riuscito ad unire tutti sotto l'unico segno della solidarietà, grazie anche alla potenza della musica e delle parole.
IMG 20200319 221514

Dal “balcone” virtuale di Instagram il fondatore dedica "Perfect Symphony" al progetto di raccolta fondi dell’Andrea Bocelli Foundation per sostenere l’emergenza Covid-19. Dopo l’annuncio lanciato dai canali del Maestro Bocelli e della Fondazione, che porta il suo nome, dell’apertura della raccolta fondi dedicata all’emergenza Covid-19, anche Chiara Ferragni e Fedez si sono attivati e uniti alla causa per raccogliere i fondi a favore dell'ospedale di Camerino, nel Centro-Italia colpito dal terremoto del 2016 e che da alcuni giorni è stato trasformato in un Covid Hospital.
Fare il bene: è l’unico mestiere che ci rende degni d’essere qui, pigionanti del mondo... Ognuno secondo il proprio talento, secondo quello che è e che ha, può fare sempre e comunque la differenza. Oggi più che mai, ascoltiamo la nostra coscienza, rimbocchiamoci le maniche e facciamo quello per cui siamo stati creati... Fare il bene del prossimo si può declinare in migliaia di modi ma resta, per tutti, il prioritario mestiere. Siamo fratelli, ma siamo anche colleghi.” ha dichiarato Andrea Bocelli invitando tutti a unire le forze, a stringersi intorno al Paese affinchè presto si possa tornare ad abbracciarsi realmente. A questo invito hanno risposto immediatamente Chiara Ferragni e Fedez, la coppia benefica più importante di Instagram, che ha messo a disposizione i propri canali social per supportare la raccolta. Una diretta che ha visto incollati allo schermo oltre 170 mila utenti live (in crescita di ora in ora nei repost) e che sta contribuendo a raccogliere fondi sulla piattaforma GoFundMe.com (ABF - Con te aiutiamo il Covid Hospital di Camerino). L’obiettivo della raccolta è di raggiungere 100.000 € per acquistare respiratori polmonari e materiale di protezione individuale per l’ospedale di Camerino. Presente al live anche Matteo Bocelli, volontario della ABF, che ormai da tempo è noto per aver intrapreso la carriera di cantante.
Un mix di musica, pop, rap e social che, in un momento in cui il contesto ci vede tutti un po' più isolati, ha avuto la forza di riunire tante persone, di età e provenienza diversa, sotto l’unico comune denominatore della solidarietà. Per contribuire basta andare su https://www.gofundme.com/f/wk67wc-abfxcamerino La Andrea Bocelli Foundation a Camerino ABF è vicina a Camerino poiché il 17 gennaio scorso, grazie a una raccolta fondi aperta nel 2019, ha avviato ha avviato i lavori di costruzione della nuova Accademia di Musica di Camerino, suggestivo borgo marchigiano tra i più colpiti dal terremoto del 2016. Questo è il terzo intervento di ricostruzione in cui ABF ha deciso di operare. L’inaugurazione dell’Accademia è prevista per questa estate a beneficio di 160 studenti, che dopo il terremoto sono stati costretti a fare lezioni in un container.

IMG 20200319 220126

La Campagna di raccolta fondi Andrea Bocelli Foundation per l'ospedale di Camerino, si incrocia con le iniziative che Chiara Ferragni e Fedez stanno realizzando su Instagram per tenere compagnia alle persone costrette a restare a casa per l’emergenza Coronavirus. Proprio poco fa i due influencer hanno annunciato che in quello che è divenuto un classico appuntamento dei concerti su Instagram delle ore 18.00, a cantare con Fedez ci sarà il grande tenore e cantante italiano.
IMG 20200319 WA0007

Il Maestro Andrea Bocelli promuoverà anche la propria raccolta fondi a favore del Covid Hospital di Camerino per l’acquisto del materiale sanitario, come respiratori e monitor, necessari a salvare vite umane e contrastare questo grande momento di difficoltà.  Ammnonta a circa 30 mila euro la somma raggiunta finora nella Campagna sponsorizzata dalla fondazione filantropica che fa capo al Maestro Bocelli e alla sua famiglia che, proprio a Camerino, sta per concretizzare il suo terzo intervento di ricostruzione nelle zone più colpite dal terremoto del 2016, con la realizzazione dell'Accademia della musica.  L'invito a tutti è a sintonizzarsi alle ore 18.00 sul canale Instragram dei due influencer, in gesto di vicinanza e affetto a chi ha aperto il suo cuore per essere più vicino alle enormi difficoltà di questo momento.
L' esibizione di Andrea Bocelli, sarà preceduta da un minuto di silenzio prima dell'inno nazionale per la città di Bergamo e per tutte le città, in questo momento maggiormente colpite dalla tragedia.
Alle ore 15.00, sempre dal profilo Instagram di Ferragni e Fedezz , si potrà assistere in diretta al sound check dello show con Matteo Bocelli.
"Quello che vogliamo, è infondere un messaggio di positività"- ha detto Fedez invitando a collegare il proprio telefono alla diretta delle ore 18.00 e, a collegare a sua volta il telefono a delle casse, appoggiandolo al balcone o alla finestra di casa.

C.C.
IMG 20200319 110426
 

Screenshot 20200319 104850 1
Nuova sfida benefica per la Fondazione Bocelli  che scende in campo per sostenere il Covid Hospital di Camerino. Un gesto che ancora una volta non può che commuovere e testimoniare la grande sensibilità del Maestro Andrea Bocelli e della sua straordinaria famiglia, sempre a servizio delle situazioni di disagio e di difficoltà, in Italia e in tutto il mondo. A Camerino ABF sta già realizzando la nuova Accademia della Musica i cui lavori procedono alacremente nell'area di Fonte San Venanzio; altri due interventi hanno già visto protagonista la Fondazione, con una raccolta fondi che ha portato a consegnare due scuole a Sarnano e Muccia, in segno di grande solidarietà e per venire incontro alle esigenze d'istruzione scolastica  compromesse dal terremoto del 2016. 
La Fondazione ha scelto ora di sostenere l'Ospedale di Camerino che nelle Marche è una delle strutture scelte per il ricovero dei malati di Covid-19 mettendosi dunque nuovamente "al servizio per offrire supporto concreto a coloro che in prima linea sono chiamati a proteggerci e curarci. L'obiettivo è quello di raccogliere fondi utili all'acquisto di materiale sanitario per la gestione dell'emergenza".  Un nuovo intervento solidale e bellissimo che testimonia il legame di vicinanza e il sostegno di ABF a tutta la comunità.

Le donazioni possono essere effettuate attraverso la piattaforma https://www.gofundme.com/f/wk67wc-abfxcamerino oppure contattando direttamente la "Andrea Bocelli Foundation" così da conoscere ulteriori modalità di supporto, scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. 
C.C.

FB IMG 1584381535468
Iniziati ufficialmente i lavori di costruzione della nuova Accademia della Musica di Camerino. Dopo la ratifica del progetto ad ottobre e la perimetrazione del cantiere lo scorso 20 dicembre, un ulteriore passo che immette nei centocinquanta giorni di lavori, tempistica con cui la Andrea Bocelli Foundation  si prefigge di realizzare il progetto e consegnare la struttura alla comunità.  
Nella sede comunale temporanea, il sindaco Sandro Sborgia ha dato il benevenuto ai vertici della Fondazione Bocelli Veronica Berti Bocelli, vicepresidente della Fondazione e al Direttore Generale Laura Biancalani, intervenute a formalizzare  la chiusura del cerchio.
Presenti anche Luca Piergentili e Mario Baroni, sindaci dei comuni di Sarnano e Muccia che, grazie alle due scuole realizzate dalla ABF,  hanno già potuto vivere un'opportunità di rinascita e concreta ripartenza.
IMG 20200117 122157
" E' un  giorno di festa - ha esordito il primo cittadino Sandro Sborgia- Da qui si avviano tutti gli step dei prossimi 150 giorni. La scuola della musica sarà il luogo dal quale potranno riprendere vita tutte le attività di coloro che, nonostante le difficoltà, hanno continuato a spendersi per portare la musica sul territorio. Da qui risuoneranno con maggiore vigore tutte le energie". A nome dell'ammnistrazione comunale e della comunità intera, il sindaco ha espresso parole di immensa gratitudine alla Fondazione Bocelli per la realizzazione di un sogno. "Da questo nuovo progetto, la ricostruzione delle coscienze e delle relazioni umane e un ulteriore stimolo di restituzione identitaria, per una comunità da sempre vocata alle tradizioni della musica, della cultura e dell'arte".
La nascita della collaborazione con la comunità camerte, è stata quindi ricordata dal Direttore Generale ABF Laura Biancalani:"Il progetto e la voglia di far musica a Camerino - ha detto- sono arrivati alla nostra Fondazione, sotto ogni forma. E' così che abbiamo iniziato a conoscere i cittadini camerti che da sempre fanno musica in questo territorio; ci hanno spiegato e fatto vedere la realtà culturale, artistica e musicale di questa città che si caratterizza per un forte tessuto associativo  A tutti i livelli abbiamo visto che, nonostante il sisma, le attività legate alla cultura non si sono mai fermate. Tanti gli aspetti che ci hanno fatto capire del fermento culturale di questa città: il 4 gennaio scorso ero a Cortina con i solisti della Scala e ognuno di loro conosceva Camerino, per averci suonato in occasione del Festival di Musica da Camera o per esserci venuto ad insegnare in occasione di un master. Debbo dire-ha aggiunto Laura Biancalani- che la vivacità culturale e il fatto che Camerino sia una città della musica oltre che città universitaria e centro di grande pregio per la sua architettura medievale, è noto davvero in tutta Italia. La forza della società civile di Camerino, l'energia dei cittadini a tutti i livelli, dalle componenti laiche a quelle religiose che amano la musica e  pensano che sia un modo per rinascere, ci hanno convinti della bontà dell'operazione".
Così come è avvenuto a Sarnano e Muccia, anche dopo la realizzazione della struttura, nei 10 anni successivi la Fondazione Bocelli continuerà ad essere a fianco dell'amministrazione e delle organizzazioni locali, affinchè i particolari spazi che si sono concretizzati, possano essere sfruttati al massimo con tante inziative. "E' un progetto complesso non solo architettonico ma di rilancio culturale che passerà anche da eventi e musicisti che aiuteranno  sia il maestro Vincenzo Correnti nella gestione dell'Accademia della Musica, sia tutti coloro che nel territorio vorranno fare cultura e musica di qualità - ha concluso il Direttore Generale-. Noi ci saremo e, come sempre, saremo impegnativi".
IMG 20200117 122310
La parte tecnica del complesso che prenderà vita dalla piattaforma già realizzata nel quartiere di Fonte San Venanzio, è stata poi illustrata dal direttore lavori Ing. Paolo Bianchi, il quale ha ringraziato i colleghi Orioli e Fattoretti per il supporto dato alle tempistiche dell'operazione, nonchè lo staff di Harcom  e il geologo Massimo Carnevali che hanno donato alla Fondazione, rispettivamente il progetto architetonico e i rilievi necessari per l'impianto della struttura.
"Iniziati i lavori lo scorso 8 gennaio, contiamo di finire la struttura in 150 giorni. L'edificio strategico di Classe 4 che sfrutta la massima tecnologia, è costruito su due piani, ciascuno di 350 metri quadrati.
Al piano seminterrato, che presenta una grande vetrata d'affaccio sul centro storico, verrà realizzato un auditorium da 150 posti, oltre a ripostiglio e magazzini per strumenti musicali. Al piano superiore sarà il cuore della struttura con 9 aule per l' insegnamento e  lo spazio  kinder music  destinato ai bambini. Ci sarà  poi una sala di regia dove verranno concentrate tutte le registrazioni delle aule e dell' auditorium e, un'aula destinata alle percussioni.Completano gli ambienti 6 piccole aule destinate a gruppi  più ristretti".
IMG 20200117 122345
Del grande piacere di collaborare al progetto con il suo staff, si è fatto portavoce l'architetto camerte Andrea Gianfelici di Harcom, il quale ha sottolineato la volontà di dare un contributo alla ricostruzione della città, augurandosi che la valenza sociale del gesto, possa essere da stimolo anche ad altri professionisti. Ha poi spiegato che la forma dell'edificio ricorda un grande strumento musicale; suggestive le aperture ad oblò del primo piano che durante le lezioni di musica guardano la città, ma tutti gli spazi saranno in grado di rivelare numerose sorprese. Davanti alla realizzazione di un sogno, emozionate le parole del direttore della Scuola di Musica Vincenzo Correnti che ha fatto memoria dei primi contatti, partiti grazie a Suor Chiara Laura del Monastero delle Clarisse che, con grande passione e forte energia, ha sostenuto tutto il processo.
IMG 20200117 121951
"Coinvolgendo la musica, i bambini e i giovani - ha commentato Veronica Berti Bocelli, vicepresidente di ABF- mai come questa volta ci sentiamo vicini al progetto. La musica è tutto quel che ci circonda e, nel diffondere di questo progetto, mai come questa volta è capitato di essere bombardati da musicisti conosciuti in tutto il mondo che si sono detti  pronti a venire. Intanto- ha proseguito - bisogna costruire l'Accademia e mantenerla viva e poi far sì che tantissimi artisti della scena internazionale possano venire in questo bellissimo territorio e portarvi la loro esperienza. Ci auguriamo  davvero che il cerchio possa chiudersi al più presto. Finora siamo sempre riusciti a mantenere le promesse; di sicuro ci riusciremo anche per questa città che ha bisogno di rinascere e per la quale, noi siamo felici di poter contribuire. Il loro contributo da Lajatico lo hanno dato anche i ragazzi con la loro presenza sul palco e, successivamente in Senato, alimentando la raccolta  fondi che oggi andiamo ad utilizzare. Noi siamo pronti, il repertorio è già in comune, ora bisogna suonare". 
A seguire, ci si è spostati nell'area del cantiere, accolti dal suono della Banda città di Camerino e dall'esecuzione dell'Inno d'Italia da parte dei giovanissimi allievi della Scuola della Musica col direttore Correnti al clarinetto. Da oggi batte una musica nuova!
cc
IMG 20200117 124532


IMG 20200117 124753

IMG 20200117 125210

IMG 20200117 125455
Nuovi passi in avanti per il progetto che, grazie alla Fondazione Andrea Bocelli, restituirà alla città di Camerino una "casa" adeguata all'Associazione "Adesso Musica" per lo svolgimento di attività culturali e di didattica. Dopo la firma della convenzione che ad ottobre ha dato ufficialmente il via al progetto, domani mattina  avverrà l'atto di perimetrazione del cantiere nell'area già stabilita di Fonte San Venanzio.
Si parla di metà gennaio per la posa della prima pietra che segnerà l'avvio dei 150 giorni di lavori, tempistica con cui ABF, forte di simili esperienze già concluse con successo a Sarnano e Muccia, si prefigge di realizzare l'opera e consegnare la struttura alla comunità.

La nuova Accademia Musicale sarà realizzata su due livelli, collegati da un ascensore interno. Architettonicamente sarà una costruzione sicura e classificata come strategica (Edificio di Classe IV) e nella sequenza di aperture verso l’esterno, proporrà uno stilizzato riferimento visivo alle peculiari “chiavi” degli strumenti a fiato.

La superficie dell’Accademia sarà pari a 350 metri quadrati per piano, per un totale di 700 mq. Al piano seminterrato troverà spazio un auditorium di oltre 200 posti. Al piano sovrastante, l’edificio prevede 10 aule per l’insegnamento (di cui una dedicata ai laboratori musicali 0-6 anni) oltre ad uno spazio connettivo che raccoglierà l’entrata principale e l’accesso alle aule.

cc
Firmata la convenzione tra Andrea Bocelli Foundation e Comune di Camerino per la costruzione della nuova Scuola della Musica da destinare all'associazione Adesso Musica e all'Istituto Nelio Biondi.  Già a novembre la posa della prima pietra della struttura, frutto della donazione e della raccolta solidale intrapresa dalla Fondazione del grande tenore. La firma è intercorsa tra Laura Biancalani, Direttore generale ABF e il sindaco Sandro Sborgia presenti l'assessore alla cultura Giovanna Sartori, il Segretario Comunale Alessandra Secondari, il direttore della scuola di musica di Camerino Vincenzo Correnti e l'ingegnere Paolo Bianchi, redattore del progetto della nuova struttura.
IMG 20191022 111934
"Stiamo lavorando per arrivare quanto prima alla posa della prima pietra- ha dichiarato Laura Biancalani- Il progetto definitivo  è a buon punto, intanto oggi abbiamo messo 'a posto le carte'. La convenzione è frutto di un lavoro importante con il comune e con l'associazione Adesso Musica e siamo contenti di incominciare. Come sempre abbiamo l'urgenza di finire per vedere sistemata per intero la struttura e soprattutto per vedere al lavoro tanti musicisti dell'accademia e un po' tutto l'associazionismo culturale di Camerino, in maniera tale che la cultura possa ripartire e sia un veicolo di sviluppo per la città, così come è sempre stato dal 1300". Gioia e soddisfazione nel sindaco Sandro Sborgia per il raggiungimento del primo traguardo che traghetta verso l'inizio lavori e il completamento dell'opera. Un sogno che presto vedrà la luce grazie alla grande generosità di ABF e al determinato supporto di tante anime. 
cc
IMG 20191022 112243
Pagina 1 di 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo