Le immagini degli smottamenti da Pollenza. Alberi e tanta acqua cadute in queste ore. Il video di Stefano Perucci.
L'estate dei giorni scorsi è stata squarciata, nel tardo pomeriggio di oggi, da un forte vento e da tanta pioggia che hanno interessato l'intera provincia.  Erano da poco passate le 18 quando ha cominciato a piovere e la furia dell'acqua e del vento, ha abbattuto diversi alberi.
A Macerata, in uscita dalla città, lungo la strada provinciale che, passando per Rotelli, conduce a Passo di Treia sono caduti alberi e grossi rami sulla strada. Così come lungo la Carrareccia tra Sforzacosta e Piediripa.
In alcuni punti gli automobilisti si sono fermati per spostare le piante dalla carreggiata. 
Disagi anche a Tolentino per strade allagate e per dei rami caduti nel tratto di strada che dalla città conduce in contrada Le Grazie.
Lungo la superstrada Valdichienti, paura per gli automobilisti che viaggiavano in direzione monti: tra Morrovalle e Corridonia, infatti, un grosso albero è caduto sulla carreggiata.
Problemi anche alla Rotopress di Loreto, che si occupa della stampa dei giornali, per l'allagamento di alcuni stabili e per la mancanza di energia elettrica.

IMG 20190709 WA0011
Tolentino

3DEF4A85 8CEB 4351 A6B9 96073C7F115A

chiesanuova
Chiesanuova

chiesanuova2
Chiesanuova

pollenza
Appignano

recanatiRecanati
Sono al lavoro i vigili del fuoco di Macerata per un incendio di sterpaglie in contrada Vaglie a Pollenza. L'allarme è scattato poco prima delle 13 quando il proprietario del terreno dove è divampato l'incendio si è accorto delle fiamme e ha avvertito i soccorsi. I vigili del fuoco sono intervenuti con una squadra e quattro mezzi, impiegando circa un paio d'ore per spegnere le fiamme ed effettuare la bonifica.
Circa due ettari la zona interessata dall'incendio.

GS

Le aziende terremotate con i loro prodotti saranno i protagonisti del mercato straordinario di Campagna Amica in programma sabato 26 e domenica 27 novembre a Pollenza. A renderlo noto è la Coldiretti Macerata in occasione della visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nelle zone colpite dal sisma. I produttori del mercato di via Verdini, località Casette Verdini, effettueranno un’apertura straordinaria nella serata di sabato, dalle ore 20 alle 24, e nella giornata di domenica dalle ore 12.30 alle 14.30. Ospiti del farmers market saranno le aziende Angeli di Pieve Torina, con formaggio, legumi e zafferano, La ciccia del castello di Castelraimondo con i salumi, la Cooperativa La Marca di Camerino con la pasta di grano maceratese, Serboni di Serrapetrona con la Vernaccia Docg, Nero visciola di Togni di Cingoli, marmellate e biscotti di visciola. Assieme a loro le aziende Angeletti di Pollenza (salumi), Non solo miele di Macerata (miele), Muccichini di Ortezzano (marmellate e confetture), Mosca di Civitanova Marche (verdure) e Re di Macerata (pane). “Si tratta di iniziative che hanno un impatto economico diretto su queste zone – spiegano il presidente del Coldiretti Macerata, Francesco Fucili, e il direttore Giordano Nasini - per dare continuità all’attività e all’occupazione e fermare l’abbandono delle campagne duramente colpite”. Per l’occasione sarà organizzata anche una Festa della Polenta con salumi. Tra le tipicità della zona uno dei prodotti più noti è il Pecorini dei Sibillini, ottenuto dal latte dei tanti allevamenti presenti in queste zone, ma c’è anche lo zafferano che proprio tra le province di Macerata Fermo e Ascoli ha visto negli ultimi anni il recupero di una coltivazione molto presente in passato. Il ciausculo, salame spalmabile, è un prodotto maceratese ormai noto in tutto il mondo assieme alla carne di razza bovina marchigiana del Vitellone bianco dell’Appennino centrale e all’Agnello del Centro Italia, tutti con l’indicazione Igp (Indicazione geografica protetta). Ma da queste parti si coltivano anche legumi come la pregiata Lenticchia di Castelluccio assieme a ceci, farro, orzo, roveja, oltre alle varietà di olive Piantone di Mogliano e al tartufo nero. Anche la patata di Colfiorito ha ottenuto di recente il riconoscimento europeo Igp (Indicazione geografica protetta) e tipico del Maceratese è anche il vino di Visciole, piccole ciliegie selvatiche che gli agricoltori hanno salvato dall’estinzione, oltre al vino cotto, prodotto tradizionale delle campagne marchigiane ottenuto dalla bollitura del mosto che si trova anche nell’Ascolano e nel Fermano. Vantano, invece, la denominazione di origine (Doc e Docg) la Vernaccia di Serrapetrona, il Verdicchio di Matelica, il Colli Maceratesi e il Rosso Piceno.

Va in scena venerdì 15 aprile al teatro Giuseppe Verdi di Pollenza la commedia dialettale Ogghi a me…domà pure. L’opera, ultimo lavoro del Gruppo Teatro Totò, vede la regia di Aldo Pisani.

La vicenda narra di Franco, dipendente presso la ditta del futuro suocero, lavoratore attento,

integerrimo e scrupoloso, ma con una grande passione: il calcio! Quando un giorno si

troverà a scegliere tra il dovere e la sua passione, senza dubbio sceglierà quest’ultima.

Una decisione che finirà per travolgere e sconvolgere la sua vita lavorativa ed affettiva,

fino a quando interverrà un imprevisto, un colpo di scena…                                                                                                                  

La commedia si sviluppa attorno al tema del contrasto tra l’onestà di pochi (forse di

nessuno) e l’avidità di molti (forse di tutti). L’intera vicenda è un susseguirsi di situazioni

comiche che regalano allo spettatore una risata dietro l’altra, ma, come si sa, ridere è una

cosa seria.                                           

I due tempi dello spettacolo vedono impegnati sul palco Marco Scarponi, Nora

Crocetti, Paolo Carassai, Paolo Moretti, Aldo Pisani, Antonella Menichelli, Cristiana

Principi.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo