Una lite familiare tra marito e moglie rischia di trasformarsi in tragedia. Momenti di paura a Camerino dove un uomo di 69 anni, E. B., al culmine del litigio con la consorte ha tentato di fare harakiri piantandosi un coltello nello stomaco. La donna ha immediatamente chiamato i soccorsi che giunti sul posto hanno traportato il 69enne all'ospedale cittadino dove l'uomo si trova ricoverato in gravi condizioni. Sul posto anche i carabinieri della compagnia camerte.

L PREMIO MASSIMO URBANI, A CAMERINO IL JAZZ È LINGUAGGIO INTERNAZIONALE

Gli aperitivi internazionali, la P-Funking Band, il concerto di Emanuele Cisi, mostre e jam session

Al via giovedì 9 giugno la XX edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani che farà di Camerino fino a sabato notte la capitale marchigiana del grande jazz.

Una vera e propria festa che coinvolgerà tutto il centro storico con concerti, mostre, jam session, conferenze e la novità assoluta di questa edizione, gli aperitivi internazionali che riprendono il concept “jazz come linguaggio che unisce i popoli e le culture”.

È infatti, proprio collegata a questo tema la conferenza di apertura alle 17 che, partendo da Camerino città del jazz e cosmopolita per via dell’Università, e attraversando i venti anni di storia del Premio, approfondirà la questione relativa al jazz come metalinguaggio che parla a più culture e le stringe in un armonico dialogo. Ad intervenire oltre al Direttore Artistico del Premio, Daniele Massimi, anche il Sindaco di Camerino Gianluca Pasqui, il Rettore di Unicam Flavio Corradini, l’Assessore Regionale alla Cultura Moreno Pieroni e ESN – ERASMUS, partner fondamentale per la realizzazione degli aperitivi internazionali. Intanto dalle 16 con “Il Piacere del Vinile” presso l’atelier di architetti Harcome in Corso Emanuele, su un impianto stereo di altissimo livello Angelucci Hi-Fi verrà posto in ascolto guidato “Birth of the cool” di Miles Davis, introdotto dal giornalista Fabio Ciminiera.

 Dalle 18 infatti tutti i locali del centro storico aderenti all’iniziativa serviranno gustosissimi aperitivi delle nazioni di provenienza degli studenti Erasmus del polo universitario di Camerino, una iniziativa che, nel nome del jazz, mette in dialogo il tessuto studentesco internazionale con quello cittadino. Tra le strade al ritmo serpeggiante del funk procederà anche la marching band perugina che ha scaldato il palco del concertone del Primo Maggio a Roma, la P-Funking Band. Ben 15 elementi di energia per portare scompiglio e festa nella città ducale.

Alle 21 è tempo di gara e al Teatro Marchetti si apre la competition con i 12 finalisti intenti a sfilare sul palco e confrontarsi con gli standard del jazz davanti alle due giurie, quella tecnica presieduta dal sassofonista Emanuele Cisi e quella critica composta dai giornalisti delle riviste nazionali Musica Jazz, Jazz It, All About Jazz e Jazz Convention.  

Alle 22.30 invece sarà la volta del primo grande concerto di questa edizione. Il sassofonista torinese Emanuele Cisi, grandissima cultura jazzistica e un lungo percorso nel mondo del jazz sia nazionale che estero tra Europa e Stati Uniti, salirà sul palco assieme a Massimo Manzi alla batteria, Massimo Moriconi al contrabbasso e Andrea Pozza al piano.

Ad accompagnare il tempo dal post concerto alla seconda serata con la jam session del Maurizio Urbani Quartet, un nuovo passaggio in atmosfera serale della P-Funking Band, per continuare con energia sino a notte fonda.

Un ponte di comunicazione con il carcere attraverso interventi educativi e formativi di sensibilizzazione alla lettura, alla scrittura e allo sviluppo delle potenzialità creative ed espressive dei detenuti. E' l'obiettivo del progetto "Una pagina nuova", proposto dal Comune di Camerino, quale ente capofila e sostenuto dal Garante dei diritti, Provveditorato per l'amministrazione penitenziaria, ATS 18-Ambito territoriale sociale, Comunità Montana Marca di Camerino.


Nei sette istituti penitenziari delle Marche vengono organizzati incontri con scrittori italiani e stranieri, creando spazi di approfondimento e confronto sulle opere presentate e sull'esperienza della scrittura. “ Il progetto- spiega l’assessore ai servizi sociali Antonella Nalli- consiste nel far incontrare più scrittori di letteratura contemporanea e di diverso livello, ai detenuti e alle detenute dei vari istituti di pena della Regione Marche, per discutere e dialogare delle loro esperienze, su come sono riusciti a trascriverle. Il progetto verrà illustrato poi illustrato ai ragazzi delle scuole medie superiori; detenute e detenuti avranno in tal modo la possibilità di un ulteriore percorso per avvicinarsi sempre di più alla realtà esterna. Ringraziamo vivamente il Garante dei diritti dott. Nobili, - prosegue l’assessore- per aver dato al comune di Camerino la possibilità di rappresentare l'ente capofila di tutto il progetto, nonostante la nostra sia una piccola realtà carceraria infatti, l’esser stati scelti come comune capofila di tutta la regione, crediamo rappresenti un segnale importante anche per il carcere di Camerino. Da anni la nostra città, per quanto riguarda la struttura penitenziaria, è stata un po’ messa in discussione e questo progetto è secondo noi è un ottimo segnale che Camerino c’è, Camerino è presente e la sua realtà carceraria interessa; stando a quanto riferiscono coloro che vi lavorano all’interno, le associazioni che vi prestano il loro servizio, il carcere di Camerino, nonostante si parli spesso di sovrannumero, è una struttura che è un fiore all’occhiello”.

A San Severino Marche una serie di incontri su “Una passeggiata nel mondo del Terzo settore” promossi in collaborazione con la Scuola di Giurisprudenza Unicam

 Il Laboratorio Europa dell’Unione Montana Alte Valli del Potenza e dell’Esino, in collaborazione con la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino e l’Ambito Territoriale Sociale 17, ha organizzato uno speciale evento dal titolo “Una passeggiata nel mondo del Terzo settore”, articolato in tre incontri tematici. Si inizia giovedì 9 giugno 2016 con l’incontro sul tema “I fondamenti della Economia Civile e il futuro dello Sato sociale. Dal welfare state al welfare society”; relatori saranno la professoressa Catia Eliana Gentilucci ed il dott. Cristian Terrini della Scuola di Giurisprudenza di Unicam.

Il dott. Terrini sarà poi il relatore nei due incontri successivi in programma giovedì 16 giugno sul tema “Panoramica sulla disciplina giuridica degli enti del terzo settore. Odv, Aps, Onlus, Ong, Impresa sociale e Cooperative sociali” e giovedì 23 giugno su “L'impresa sociale e la riforma del terzo settore. La filiera sussidiaria aziendale fra imprese, Pubblica Amministrazione e imprese sociali non profit. Modelli di Spin-off sociale,aziendale e Rescue company

Obiettivo di tali incontri è quello di fornire, attraverso la tradizione di pensiero dell’Economia civile, gli strumenti necessari per comprendere l’inevitabile processo di cambiamento che sta interessando il nostro sistema di welfare. Più in particolare, far comprendere che è giunto il momento in cui occorre superare la nozione di operatore sociale ed arrivare a quella di imprenditore sociale. Oggi più che mai è necessario trovare il coraggio per intraprendere vie nuove. Pertanto, verrà offerta anche una panoramica sulla disciplina giuridica degli enti del Terzo settore, soffermandosi principalmente sulla figura dell’impresa sociale.

Gli incontri, che si terranno a San Severino Marche presso la Sala “Sisto V” (Viale Bigioli n.25) con inizio alle ore 15, sono rivolti essenzialmente agli operatori sociali ed a tutti coloro che svolgono attività all’interno dei vari enti del Terzo settore.

Presentata la XX edizione il Premio Internazionale Massimo Urbani di Camerino. Ad illustrare i contenuti del festival il direttore artistico Daniele Massimi . Sono intervenuti il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui e Carlo Trecciola, organizzatore del format Braidart ducale nonché Lucrezia Difabio di ESN Erasmus Unicam, che collaborano all’evento.

Il prestigioso concorso nato con lo scopo di individuare giovani jazzisti emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica e alla diffusione della musica jazz, si snoderà nella tre giorni di giovedì 9, venerdì 10 e sabato 11 giugno 2016 a Camerino, con un programma di concerti, conferenze e aperitivi internazionali all’insegna del grande jazz.-

In venti anni di storia il Concorso ha premiato giovani talenti, oggi affermati musicisti come: Rosario Giuliani, Gianluca Petrella, Dino Rubino, Nico Gori, Francesco Cafiso, Claudio Filippini, Alessandro Lanzoni e i fratelli Cutello nella passata edizione. Quest’anno erano più di 100 i partecipanti e solo in 12 sono stati selezionati dalla giuria per la finale. Si tratta di Federica Foscari 822 anni,voce); Antongiulio Foti (16 anni, piano); Andrea Paternostro (14 anni, sax alto), Emanuele Filippi (23 anni, piano ); Lorenzo Simoni (17 anni, sax alto); Niccolò Zanella ( 24 anni, sax tenore); Sergio Casabianca ( 25 anni, chitarra); Giovanni Agosti ( 25 anni, piano), Michele Uliana ( 26 anni, clarinetto); Emilia Zamuner ( 22 anni, voce); Michele RubinI (25 anni, sax alto)e Valerio Rizzo ( 23 anni, pianoforte).

Presidente della giuria della XX edizione è Emanuele Cisi; accanto a lui nel difficile compito di giudicare i candidati, il batterista Massimo Manzi, il contrabbassista Massimo Moriconi, il pianista Andrea Pozza, il talent scout e fondatore del Premio Paolo Piangiarelli e il direttore artistico Daniele Massimi.

Al vincitore del Premio la possibilità di incidere un disco in studio o live e di suonare in alcune importanti rassegne partner. Altri riconoscimenti sono: il Premio del pubblico, il Premio dell’Università di Camerino, il Premio della critica e le Borse di studio per i seminari di Umbria Jazz e Nuoro Jazz.

La gara si svolgerà tra le mura del teatro Marchetti, ma tutto il centro storico sarà caratterizzato da un’atmosfera spumeggiante. I locali serviranno gli aperitivi internazionali, con la collaborazione di ESN- Erasmus Camerino e della Scuola di Italiano “ Dante Alighieri”, sulla scia del concept “ jazz come linguaggio tra i popoli”, la P-Funking band popolerà le vie del centro durante tutti i tre giorni. Ad arricchire il tutto conferenze, mostre, concerti e jam session.

Due saranno gli appuntamenti musicali principali: giovedì a teatro con Emanuele Cisi e il quartetto composto da Massimo Manzi, Massimo Moriconi e Andrea Pozza e, venerdì, sempre a teatro Antonello Salis con Egidio Marchitelli sul tema “Massimo Urbani come Jimi Hendrix”. Sabato sarà la volta del concerto del vincitore nel cortile del teatro cui seguirà la chiusura presso il Cinema Betti con il dj set in collaborazione con Synth.

Media partner del PIMU è quest’anno Radio Rai con Radio 7 Live, il canale dedicato alla musica live.

Ore di grande fibrillazione a Camerino per la giornata clou della rievocazione storica. Proprio questa domenica è in programma la Corsa alla spada edizione numero 35 . Dieci atleti per ogni terziere sono pronti a sfidarsi lungo il percorso di 1130 metri  che va dalla piazza di San Venanzio fino a Santa Maria in via. Dalla salita alla discesa, fino all’ultimo tratto, macineranno energie metro per metro, accolti dalle grida delle tifoserie e del pubblico festante. A regalare un forte impatto scenografico sarà il sontuoso corteo storico con centinaia di figuranti in costumi d’epoca.,Una magica atmosfera invaderà vie e piazze del centro storico in un crescendo di emozioni cadenzate dal ritmo dei tamburi e dal suono delle chiarine. Armigeri, cavalli e cavalieri, arti minori e maggiori, leggiadre danzatrici e popolo in festa saluteranno questo giorno ricco di fascino e forti sensazioni.

A vestire i panni dei Signori della città nell'appuntamento clou della rievocazione storica camerte saranno questa domenica 22 maggio l'imprenditore Gaetano Maccari e la sua gentile sposa Mara Mogliani. Titolari di Entroterra S.P.A, realtà industriale ormai consolidata il cui fiore all'occhiello Pasta di Camerino in soli 10 anni è diventato il 3° marchio più venduto in Italia, non potevano essere che loro i Signori da Varano. Particolarmente felice la scelta dell'organizzazione, in una edizione votata al territorio e alle eccellenze dei suoi prodotti.

Intorno alle ore 18:00 è fissata la partenza della trentacinquesima Corsa alla Spada. Samuele Grasselli è il giovanissimo rappresentante del terziere di Sossanta e vincitore della spada dello scorso anno. Una squadra, quella bianco-rossa che si presenta particolarmente agguerrita. “Sono felicissimo di rappresentare questa squadra di ragazzi giovani che sicuramente hannota tanta voglia di correre- afferma Grasselli-; magari, dal punto di vista tecnico, siamo un po' indietro, rispetto al terziere di Mezzo che è più competitivo però la corsa alla spada non si corre solamente con le gambe ma anche l’emozione ha la sua parte- aggiunge Samuele-, per cui spero e credo in ognuno dei miei compagni di squadra che si caricheranno e si motiveranno l'uno con l'altro, per andare poi a conquistare qualcosa di concreto”. Quanto alla prestazione personale Grasselli sottolinea di essere molto allenato e di essersi impegnato tutto l’anno per raggiungere un bel traguardo:” Ci credo anche io un po'- conclude- però, vinca il migliore, e non si può mai sapere”.

Sette pali consecutivi per il terziere verde-nero di Di Mezzo che mira a portarsi a casa anche l’ottavo. “Personalmente – dichiara Giovanni Broglia- quest'anno la mia condizione atletica non è quella del 2015 perché ho avuto diversi problemi fisici, sono tuttavia orgoglioso dei miei compagni che stanno tirando avanti il gruppo e, mi piace questo spirito di squadra. Mi trovo bene con loro e speriamo di continuare con questa tradizione. Certamente non partiremo battuti e per noi che abbiamo collezionato sette pali consecutivi l’ambizione è forte. Sarebbe l'ottavo drappo, il che ci consentirebbe di eguagliare il record attuale di Muralto di otto pali consecutivi . Ci teniamo e ci batteremo per questo traguardo. Quanto ai primi posti in classifica, - continua Broglia-, forse Sossanta ha più possibilità, noi ci impegneremo comunque con un gioco di squadra per arrivare a questa impresa”.

 

“Noi partiamo un po’ svantaggiati – afferma Federico Lucarini portavoce degli atleti bianco-azzurri di Muralto- Abbiamo sinceramente ritrovato persone che ci danno una forte mano, il che ci fa molto piacere e ce la metteremo tutta. Personalmente- aggiunge- sono poco allenato per una corsa come questa; un mese fa ho fatto la Maratona di Roma e i ritmi sono totalmente diversi, tuttavia non ci mi mette paura nulla. Sono pronto a partire anche quest’anno perché per me è solo puro divertimento- sottolinea Lucarini; è una stracittadina, tengo a Camerino, mi piace la Corsa alla spada e finché riuscirò nella gara lo farò. La Corsa è comunque appannaggio di 30 persone e tutto può succedere. Ci tengo a dire che siamo un gruppo di 30 amici tutti agguerriti e ce la giocheremo. Quindi, non ci guarderemo in faccia nemmeno alla partenza”.

DROGA E ALCOL. NOVE LE DENUNCE DEI CARABINIERI.

Mentre proseguono le manifestazioni connesse ai festeggiamenti per la

XXXV edizione della “Corsa alla Spada e Palio”, che ha avuto inizio la scorsa

settimana, procedono senza sosta anche i controlli da parte dei Carabinieri

della Compagnia Carabinieri di Camerino diretta dal Capitano Vincenzo

Orlando, che sia nei giorni scorsi che nella nottata odierna ha organizzato

una serie di servizi di controllo del territorio al fine di scongiurare

eventuali pericoli per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica ed il buon

costume o per la sicurezza dei cittadini. I controlli hanno riguardato sia il

centro storico durante l’apertura delle taverne che le vie di accesso alla

città. Carabinieri in borghese ed in uniforme hanno pattugliato le vie

cittadine procedendo al controllo simultaneo di locali pubblici e veicoli in

transito sottoponendo i conducenti all’accertamento del tasso alcolemico

nel sangue mediante l’etilometro. Nella circostanza, sei sono stati i

giovani, di età compresa tra i 23 ed i 33 anni, risultati positivi

all’alcoltest con valori di alcol nel sangue superiori al limite

consentito e che, pertanto, sono stati denunciati per guida in stato di

ebbrezza e si sono visti ritirare la patente di guida. Accertamenti

sono stati condotti anche sul fronte antidroga. Le verifiche dei

Carabinieri hanno portato all’individuazione di tre studenti, A.C.

19enne, N.B. 20enne e G.V. 17enne, che si erano appartati per

consumare stupefacente del tipo Hashish. Fermati e perquisiti,

presso le loro abitazioni sono saltati fuori altri 20 grammi di analoga

sostanza stupefacente che i ragazzi detenevano ai fini di spaccio e

pertanto sono stati denunciati alle competenti autorità giudiziarie.

Grande successo alla sede Unicam di San Benedetto del Tronto per la finale della prima 

edizione di Science FACTOR, o meglio S-Factor, il primo contest di comunicazione e

divulgazione scientifica promosso dall’Università di Camerino, nel corso della quale sono stati

svelati i nomi degli studenti delle scuole superiori “portatori” di S-Factor!

Ecco i vincitori: il primo premio è andato al progetto “L’ingrediente mancante” presentato

da tre studentesse dell’ITT E. Divini di San Severino Marche, secondi classificati i ragazzi

dell’ITTS G. e M. Montani di Fermo con il progetto “L’Osservatorio della Drosophila”, sul

terzo gradino del podio il progetto “R4G – Robot for Geometry” dei ragazzi dell’IIS

Volterra-Elia di Ancona.

Il premio speciale “Comunicam” è stato assegnato al progetto “Story of my life” degli

studenti dell’IIS galilei di Jesi ed il premio del pubblico è andato ex-aequo a “La

cromatografia animati” degli studenti dell’ITTS G. e M. Montani di Fermo e a “R4G –

Robot for Geometry”.

La commissione poi, vista la qualità dei progetti presentati, ha deciso di assegnare anche

tre menzioni speciali: al progetto “Chimica preziosa: oro dai rifiuti Raee” degli studenti

dell’ITTS G. e M. Montani di Fermo, al progetto “Intrecci” della studentessa Unicam Ilaria

Giancamilli e al progetto “Cum grano salis” della studentessa Unicam Beatrice Perini.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Rettore Unicam Flavio Corradini, presidente

della commissione giudicatrice, che si è complimentato con tutti i ragazzi partecipanti per

le idee innovative e originali che hanno poi saputo magistralmente tradurre in brillanti

progetti di comunicazione scientifica.

22 progetti, 260 studenti coinvolti, 6 scuole coinvolte, 4 province e 8 città interessate, 3

vincitori finali, 1 vincitore social, 1 vincitore "Comunicam", menzioni speciali e

premio del pubblico: sono infatti questi i numeri della prima edizione di S-Factor!

Exhibit, prodotti e prototipi, immagini, performance e pensieri scientifici: questo potevano

presentare gli studenti coinvolti e numerosissimi hanno raccolto la sfida, si sono messi

all’opera ed hanno realizzato progetti eccellenti che sono stati valutati della commissione

giudicatrice composta dal Rettore Unicam prof. Flavio Corradini, dalla delegata del Rettore

per le attività di orientamento dott.ssa Valeria Polzonetti, dall’ideatore del festival “Fosforo

Scienza” ing. Mattia Crivellini, dal divulgatore scientifico e conduttore televisivo Francesco

Petretti, dall’amministratore delegato dell’Agenzia di Comunicazione Cohn&Wolfe dott.ssa

Elena Silva, dalla responsabile dell’ufficio comunicazione e stampa di Unicam dott.ssa

Egizia Marzocco.

L’appuntamento è dunque per il prossimo anno con tantissime novità!

 

Con una cerimonia toccante e molto partecipata che ha avuto luogo al Teatro Filippo Marchetti, alla presenza delle massime autorità militari, religiose e civili, dei rappresentanti istituzionali dell’università, della provincia e della Regione Marche, di un folto pubblico composto anche di studenti delle scuole cittadine, è stata conferita la cittadinanza onoraria di Camerino al Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri. In occasione della cerimonia all’ufficiale superiore è stata donata anche una chiave in argento, con inciso lo stemma della città di Camerino. “ A leggere il suo curriculum – ha detto nel suo intervento il sindaco Pasqui citandone una sintesi - si resta senza fiato. Tre lauree, di cui la prima, conseguita all’Università di Camerino, un lavoro costante e impegnativo nelle principali città e province d’Italia fino alle missioni all’estero, sono solo alcune tappe di una brillante ed incredibile carriera. Ma Camerino può vantare da oggi, tra i suoi illustri concittadini, non solo un carabiniere giunto ai vertici dell’Arma, bensì un uomo che ha voluto formarsi e vivere seguendo quei principi di integrità e legalità che aveva appreso magari da suo padre, anche lui carabiniere. Una realizzazione personale frutto di tappe importanti, di crescita e di formazione continua. Oggi doniamo al Generale Del Sette la chiave della nostra città, un oggetto che è un simbolo significativo. - ha aggiunto Pasqui, rivolto in particolare ai giovanissimi studenti in sala- Rappresenta infatti una sorta di contropartita. Con la sua storia di uomo il Generale ci fornisce in qualche modo la chiave giusta per aprirci al nostro futuro di cittadini, per realizzare i nostri sogni, per compiere i nostri e più diversi percorsi. Donandogli questo simbolo, ricambiamo la ben più preziosa chiave, da lui donataci. E' un uomo, un carabiniere, che ha raggiunto il massimo raggiungibile tenendo sempre al primo posto principi e valori come l'integrità e l'onestà. Tutti mirano alla realizzazione, ognuno nel proprio settore. Il generale Del Sette ci è riuscito, dimostrandoci quindi che esiste la chiave giusta per aprirci al futuro".

Alla cerimonia è intervenuto anche il Pro rettore di Unicam Pettinari :” IL Generale Del Sette è un esempio inequivocabile di quanto la formazione universitaria sia imprescindibile per il raggiungimento di risultati eccezionali- ha affermato –Siamo fieri come Università di Camerino di aver avuto un ruolo nel suo percorso formativo culminato presso l’ateneo camerte il 24 giugno del 1977, con il conseguimento della laurea in Giurisprudenza con il massimo dei voti, discutendo una tesi in procedura penale su “La riforma penitenziaria e le misure alternative alla detenzione”, ma il Generale- ha continuato Pettinari- consapevole dell’importanza della formazione continua ha poi conseguito altre due lauree in altri atenei( Scienze Politiche e Scienze della sicurezza interna ed esterna)” Auspicando per il futuro che i già proficui rapporti tra Università ed Arma dei Carabinieri si rafforzino sempre più il prorettore di Unicam ha fatto dono al generale del Sigillo dell’Università di Camerino, oltre che dell’originale del Libretto degli studi universitari, con il quale lo stesso ha conseguito la laurea presso l’ateneo camerte.

“Una cerimonia per me assolutamente emozionante- ha commentato a conclusione della mattinata il Generale Del Sette- A questi anni di età e, dopo tanti anni di servizio, posso dire di aver vissute tante emozioni e, in qualche modo, dovrei averci fatto un po’ l'abitudine. In realtà oggi è una giornata assolutamente straordinaria perché - ha continuato l’ufficiale superiore- il riconoscimento della cittadinanza onoraria, giunto inatteso, è di una soddisfazione morale. Ho frequentato Camerino, riservatamente e informalmente, dall'inizio degli anni 70. L'ho frequentata nei momenti di svago e di riposo che, in realtà, poi nel tempo sono diventati pochissimi. A volte sono venuto qui quasi di sfuggita, magari soltanto poche ore. Trovarmi oggi al centro dell’attenzione di questa città così bella e così antica, alla quale mi sento legatissimo, perché mia moglie è di qua e Camerino è in qualche modo il nostro luogo di elezione, mi riempie di orgoglio e soddisfazione. L’aver avuto questo riconoscimento, con la motivazione che è stata letta e che ha badato molto a quello che ho speso in termini anche di preparazione, di studio, di lavoro e a come ho agito in questi anni, mi ha toccato veramente il cuore. Una giornata bellissima”.

Festosamente inaugurata a Camerino la decima edizione di "Cortili in fiore". E' una città piena di fiori quella che sta accogliendo i già numerosi visitatori; suggestivi allestimenti hanno preso vita nel centro storico della città grazie al lavoro di tante persone.  Un  compleanno speciale per la manifestazione che ha voluto rendere omaggio al suo fiore più bello: la giornalista Maria Grazia Capulli. Tanta gente ha voluto visitare il bellissimo cortile della sua abitazione, per un allestimento dedicato a lei.

 Una rosa

 

Sviluppando il tema dei  5 sensi, la decima edizione di cortili in fiore ha in serbo tante variegate sorprese e, tra queste, l'annuncio di un matrimonio importante. " Non potevamo festeggiare meglio questo decimo compleanno- afferma la coordinatrice della manifestazione Roberta Grifantini-   lo faremo innanzitutto con degli allestimenti molto spettacolari come la grandissima torta nel cortile del Palazzo Ducale. E' un dolce  molto speciale perché in realtà contiene un percorso olfattivo che, attraverso delle profumazioni particolari, farà rivivere ai visitatori tutti i trascorsi 9 anni di cortili in fiore. Altra novità - aggiunge- l'evento di punta al cioè la presentazione del profumo di Camerino nel Palazzo Comunale. Camerino è la prima città in Italia ad avere il marchio olfattivo e questo regalo che ci siamo fatti, ora ci  lega in un modo speciale alla città di Venaria Reale. Dal nostro palazzo comunale un collegamento con la città di Venaria,  con il sindaco e l'assessore al Turismo Antonella Bentivoglio d'Afflitto (legata a noi anche da un'amicizia per quanto riguarda la cena in bianco) per stringere un gemellaggio con la città piemontese.  E questo legame che si stringe è molto importante per Camerino perché, grazie alla sua straordinaria reggia Venaria Reale può contare,in maniera continuativa, su un consistente numero di visitatori , inoltre, la cittadina piemontese è famosa per la festa delle Rose e il gemellaggio sarà proprio tra la manifestazione di " Cortili in fiore e la Festa delle rose di Venaria Reale, una manifestazione molto simile alla nostra che si tiene ormai da 14 anni, intorno alla metà del mese di maggio".

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo