Stampa questa pagina

Pagnanelli: "Un libro sulla quarantena e sui valori ritrovati"

Mercoledì, 08 Aprile 2020 12:07 | Letto 1618 volte   Clicca per ascolare il testo Pagnanelli: "Un libro sulla quarantena e sui valori ritrovati" Lasciare una memoria a chi verrà dopo di noi. È questo uno dei principali obiettivi dellidea nata da Francesco Pagnanelli, titolare de La bottega del libro e del Mondadori Store di Tolentino.Lui, che tra i libri ci vive e che ora come tutti è costretto a stare a casa, ha pensato che sarebbe interessante raccontare i momenti di questa quarantena e racchiuderli in un testo.Unidea - spiega - che nasce dal confronto con alcuni miei amici. Eravamo abituati ad uscire di casa alle 9 del mattino e rientrare la sera, sempre per star dietro al nostro lavoro. Ora ci ritroviamo insieme ai nostri famigliari, a riscoprire valori e momenti che forse avevamo dimenticato. Quello che vorrei racchiudere nel libro - confida - sono i racconti di chi riesce a cogliere questo cambiamento e a fare delle rilessioni su questo. Quello che mi piacerebbe sottolienare - dice Pagnanelli - non sono le attività che vengono fatte, ma i valori più profondi su cui il virus ci costringe a ragionare.Tra questi mi viene in mente il tema degli anziani - aggiunge - . Un tempo erano i capi famiglia, coloro che sapevano dispensare consigli ai figli e ai nipoti. Ora li vediamo morire nelle case di riposo, senza una parola di conforto, una mano che li accarezzi. Questo è davvero molto triste e mi auguro che la pandemia ci insegni a rivedere i comportamenti che abbiamo sbagliato o sottovalutato fino ad oggi.Un libro che non nascerà ora, quindi, ma che prenderà il via quando tutto sarà passato, grazie al contributo di chi vorrà scrivere delle riflessioni su questo momento.Mi sta già arrivando qualcosa - dice Pagnanelli che sulla sua pagina Facebook ha scitto dellidea e ha invitato i tolentinati a scrivere - . Per mettere insieme tutto ho deciso che coinvolgerò gli scrittori locali. Credo che sia una memoria importante da lasciare ai nostri posteri, ma anche un modo per riflettere su quello che fino ad oggi avevamo dato per scontato.Giulia Sancricca
Lasciare una memoria a chi verrà dopo di noi. È questo uno dei principali obiettivi dell'idea nata da Francesco Pagnanelli, titolare de La bottega del libro e del Mondadori Store di Tolentino.
Lui, che tra i libri ci vive e che ora come tutti è costretto a stare a casa, ha pensato che sarebbe interessante raccontare i momenti di questa quarantena e racchiuderli in un testo.
"Un'idea - spiega - che nasce dal confronto con alcuni miei amici. Eravamo abituati ad uscire di casa alle 9 del mattino e rientrare la sera, sempre per star dietro al nostro lavoro. Ora ci ritroviamo insieme ai nostri famigliari, a riscoprire valori e momenti che forse avevamo dimenticato. Quello che vorrei racchiudere nel libro - confida - sono i racconti di chi riesce a cogliere questo cambiamento e a fare delle rilessioni su questo. 
Quello che mi piacerebbe sottolienare - dice Pagnanelli - non sono le attività che vengono fatte, ma i valori più profondi su cui il virus ci costringe a ragionare.
Tra questi mi viene in mente il tema degli anziani - aggiunge - . Un tempo erano i capi famiglia, coloro che sapevano dispensare consigli ai figli e ai nipoti. Ora li vediamo morire nelle case di riposo, senza una parola di conforto, una mano che li accarezzi. Questo è davvero molto triste e mi auguro che la pandemia ci insegni a rivedere i comportamenti che abbiamo sbagliato o sottovalutato fino ad oggi".
Un libro che non nascerà ora, quindi, ma che prenderà il via quando tutto sarà passato, grazie al contributo di chi vorrà scrivere delle riflessioni su questo momento.
"Mi sta già arrivando qualcosa - dice Pagnanelli che sulla sua pagina Facebook ha scitto dell'idea e ha invitato i tolentinati a scrivere - . Per mettere insieme tutto ho deciso che coinvolgerò gli scrittori locali. Credo che sia una memoria importante da lasciare ai nostri posteri, ma anche un modo per riflettere su quello che fino ad oggi avevamo dato per scontato.

Giulia Sancricca

Letto 1618 volte

Articoli correlati (da tag)

Clicca per ascolare il testo