Passi in avanti verso la normalità. Questa volta, a farli, è Patrizia Francioni, titolare dell'agriturismo di Tolentino, Colle Regnano.
Il terremoto del 2016 l'aveva costretta a proseguire la sua attività solo con il ristorante, perchè gli otto alloggi disponibili erano stati resi inagibili dal sisma, ma non si è data per vinta e ha combattuto affinchè la delocalizzazione le permettesse di realizzare quattro unità abitative che saranno inaugurate domenica prossima.
E' lei stessa, con la grinta che la contraddistingue, a raccontare il lungo percorso che l'ha portata a questo traguardo: "Finalmente un momento di gioia e un barlune di speranza - dice - . Se prima avevo un casolare del 1800 con cinque appartamenti arredati e tre camere con bagno, improvvisamente mi sono ritrovata con il buio assoluto per tre anni. Ci siamo rimboccati le maniche - dice - per delocalizzare almeno una parte delle unità abitative esistenti. Abbiamo dato vita a quattro alloggi nei pressi del ristorante, realizzate con amore e passione perchè io voglio continuare a fare turismo nella mia città".

92ce9544 7e56 4776 924a 747825010d53

Tanta è la sua passione che ad ogni unità abitativa ha voluto dare una ispirazione: "All'esterno, grazie ad una mia amica artista tolentinate, Emilia Pieroni, abbiamo personalizzato ogni casa. Una rappresenta "L'albero della vita", come buon auspicio e forza; c'è quella "Rosso peperoncino"; poi non poteva mancare "La casa della fortuna"; l'ultima, la più vezzosa, l'abbiamo chiamata Ambarabàciccìcoccò. La chicca - conclude - è la direzione e zona lavanderia che abbiamo dipinto con un giallo solare e chiamato "Era ora", proprio in riferimento a quanto atteso prima di tornare alla normalità".

ddcdc818 4a03 4824 b365 a31d16ff7f56


Un traguardo importante anche per Tolentino che, dopo il sisma, contava diversi posti letto in meno per le attività turistiche.

GS

Incidente da paura questa mattina lungo la superstrada Valdichienti, in direzione mare, proprio all'altezza dell'uscita Tolentino Sud.
Mancava poco alle 5 quando un tir della ditta di trasporti tolentinate Ciavaroli, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo finendo fuori strada, con la cabina di traverso sulla carreggiata.
Esclusa l'ipotesi che a causare l'incidente sia stato lo scoppio di un pneumatico del mezzo.

IMG 20190920 WA0002
un oggetto che non fa parte del mezzo ma che si trovava già sulla carreggiata

Immediatamente dopo il tir, sono riusciti ad evitare l'impatto altri mezzi pesanti che sono rimasti per qualche tempo fermi sulla carreggiata formando una breve coda.

IMG 20190920 WA0003

Sul posto i sanitari del 118 per soccorrere l'autista del mezzo che non dovrebbe aver riportato ferite gravi e le forze dell'ordine per i rilievi del caso e per gestire la viabilità.

Gs
Ancora polemiche sulla nuova fontana di piazza Martiri di Montalto a Tolentino e sulle modalità di restyling della zona.
Ad attaccare è il Partito Democratico che annuncia di diffondere, nei prossimi giorni, una campagna informativa sulle scelte adottate dall'amministrazione Pezzanesi negli ultimi anni di governo.
"I cittadini - scrivono in una nota - hanno ricevuto un questionario sul centro storico redatto da un gruppo di professionisti incaricati dal Comune, quindi pagato da noi, per acquisire pareri utili alla messa a punto di un nuovo Piano Urbanistico del Centro Storico, contemporaneamente però il sindaco si è affrettato a realizzare la nuova piazza: strabismo amministrativo?".

Poi la contrarietà all'idea e allo stile della fontana: "E' completamente scollegata dal contesto - denunciano - : le sue dimensioni sono troppo piccole rispetto all’ampiezza della piazza, lo stile simil-barocco fa a cazzotti con lo stile “simil-country” dei precari vasi ricoperti in iuta e dei pali di legno che sorreggono le piante, ma anche con l’edificato circostante e soprattutto con le panchine e le fioriere in corten che forse sono l’unica scelta azzeccata nel distinguersi per l’autentico stile contemporaneo. Un penoso “potpourri” di stili non avvertibile in nessuna altra piazza europea".

I consiglieri dem accusano la maggioranza di non aver ascoltato le interrogazioni proposte: "Per esempio, l’illuminazione “a giorno” che ormai caratterizza tutto il centro storico, si declina stavolta con un sistema “appeso” che va a confondersi con le luci sottogronda dei palazzi perimetrali,sistema strutturalmente incerto rispetto alla tenuta dei pali di sostegno che sin dall’installazione si sono “ribellati” flettendo verso il centro della piazza. Eppure sarebbe bastato guardarsi un po’ intorno, magari dalle parti del Politeama e della Basilica di San Catervo ma anche nelle numerose piazze dei centri storici limitrofi dove si apprezzano ancora le longeve ma aggiornate lanterne a muro nelle vie ed i sistemi scenografici a bagno di luce sulle facciate architettonicamente meritevoli dei palazzi delle piazze.

Un altro aspetto da non sottovalutare - proseguono - è la sicurezza: la fontana è potenzialmente pericolosa per i bambini, soprattutto quelli più piccoli, i quali possono rischiare di caderci dentro visto l’assenza di balaustre o altre protezioni di qualsiasi genere".

Una notizia positiva tuttavia c’è - concludono ironicamente - : la nuova fontana di Tolentino detiene un record europeo. È l’unica fontana nel nostro continente contornata a 360 gradi da parcheggi, dove i bambini che stanno giocando intorno ad essa e gli anziani che siedono sulle moderne panchine potranno respirare l’aria salubre e tersa dei tubi di scarico delle auto che arrivano e ripartono".

GS




Proseguono gli eventi collaterali alla mostra "Trasparenze d'autore" allestita al Politeama di Tolentino grazie all'impegno dell'associazione Casale delle Noci.
Dopo la visita guidata riservata ai commercianti del centro storico, ora l'appuntamento è per venerdì prossimo alle 18, con l'intervento di Rinaldo Albanesi, manager di aziende internazionali di moda e design. 

70460854 2112814842348034 3887286573607157760 n
La visita dei commericianti



Albanesi, autore di libri sul vetro e la gioielleria, relazionerà sulla storia del vetro e la sua evoluzione, dalla storia più antica all'uso che ne viene fatto oggi.

69950523 2109478562681662 1150586399607488512 n
Rinaldo Albanesi

“Dal vetro al cristallo. 4000 anni di storia dai Fenici alle passerelle di moda”, è questo il titolo dell'appuntamento che va a consolidare la missione culturale che il Casale delle Noci sta portando avanti da tempo, nella consapevolezza che la cultura, nelle sue diverse accezioni, possa e debba essere strumento di crescita e confronto costante in un mondo in continua evoluzione.


GS
Una iniziativa per favorire le attività della città e permettere ai giovani di trovare divertimento vicino casa, senza essere costretti a spostarsi.
Sono questi i princiapli obiettivi messi in campo dalla manifestazione che prenderà il via domani e che animerà i bar di Tolentino fino a domenica prossima.
E' giunto ormai alla sesta edizione l'evento "Il giro del mondo in 19 aperitivi", organizzato dall'InformaGiovani e dalla Cooperativa Pars in collaborazione con il Comune.
"Ringrazio le attività che ogni anno partecipano a questa iniziativa - dice l'assessore Francesco Pio Colosi - . Ogni anno cerchiamo sempre di migliorare, cercando di andare incontro alle esigenze delle attività. Come amministrazione siamo ben contenti di sostenere un evento come questo rivolto a tutti ma con una attenzione particolare ai giovani. In questo modo le attività di Tolentino hanno modo di mettersi in mostra e per il consumatore c'è la curiosità di conoscere i prodotti tipici di 19 nazioni diverse che quest'anno non si ripeteranno".
Spazio poi anche alla competizione: "Sarà premiato con una targa di riconoscimento il miglior allestimento. Al termine dell'evento ogni attività pubblicherà la foto del proprio aperitivo su Facebook e quella che riceverà più like sarà premiata".

GS
Un centauro di 31 anni residente a Tolentino è stato denunciato alla Procura della Repubblica per non essersi fermato all’alt intimato dagli agenti della polizia locale. Durante un normale posto di controllo, il motociclista ha solo finto di fermarsi all'alt per poi ridare gas alla moto e fuggire nel traffico cittadino. Il fatto risale a oltre due mesi. Dalle successive indagini svolte il Comando della polizia locale tolentinate è riuscito ad individuare il centauro, il quale, da controlli più approfonditi, risultava non aver mai conseguito la patente di guida. Inoltre la moto era sprovvista di assicurazione e di ripetute revisioni. Una volta rintracciato, inoltre, l’uomo ha fornito agli agenti false generalità e, così, è stato denunciato.
"Il bilancio finale vede l’uomo sanzionato per oltre 5000 euro, denunciato alla Procura della Repubblica oltre al sequestro del veicolo che verrà a breve definitivamente confiscato - commenta il Comandante della Polizia Locale di Tolentino David Rocchetti - Chi è in regola non deve temere i nostri controlli che sono sempre finalizzati alla tutela della sicurezza pubblica e soprattutto non si pensi di farla franca con comportamenti scorretti o come in quest'ultimo caso non fermandosi all'alt, un'infrazione questa particolarmente grave e che viene irrogata direttamente dal Prefetto in quanto riveste, per l'ordinamento, una certa pericolosità sociale e che ha tutte le potenzialità per creare allarme. Su casi del genere non possiamo assolutamente transigere".

polizia locale 4

“Ancora una brillante operazione portata a termine dalla nostra Polizia Locale – ricorda il sindaco Giuseppe Pezzanesi – che testimonia l’alta professionalità di tutti gli agenti. Grazie al loro costante lavoro sul territorio riusciamo a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Certamente anche i cittadini devo impegnarsi maggiormente per recuperare quel sensi civico e il rispetto delle regole che possano garantire a tutti una Città più vivibile”..
Sottolineo ancora una volta – afferma l’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Giovanni Gabrielli - l’effettivo valore del sistema di videosorveglianza su cui la nostra Amministrazione ha sempre investito, con la volontà di avere un controllo e monitoraggio continui sui punti più sensibili del nostro territorio comunale”.

polizia locale 3
Tra la folla che nella giornata cosiddetta "del Perdono" che chiude le festività di San Nicola a Tolentino, ha colmato le vie del centro, uno degli argomenti per cui la gente si ferma a discutere è quello dei fuochi d'artificio che, secondo la tradizione, avrebbero illuminato il cielo questa sera, contrariamente alla scelta dell'amministrazione di non farli.
Le motivazioni sarebbero attribuite al rispetto nei confronti delle famiglie terremotate ancora fuori casa ed è qui che scatta l'indignazione.
Il Comitato 30 ottobre, in una nota, esordisce infatti commentando l'intervento del primo cittadino durante l'incontro con il premier Giuseppe Conte, arrivando poi alla questione dei fuochi d'artificio.

"Sarebbe superfluo da parte nostra - scrive in una nota il comitato - commentare le dichiarazioni del sindaco sulle Sae che ha definito capanne di legno in truciolato, e non lo faremo per il rispetto di tutte quelle famiglie che grazie alle scelte dei loro sindaci sono ritornate a far rivivere i loro paesi, non lo faremo perché la nostra decenza va ben oltre le scelte di stipare persone in scatole di latta e aver consegnato dopo tre anni soltanto quattro appartamenti a fronte delle esigenze di migliaia di persone ancora sfollate".

A questo aggiungono l'indignazione sui fuochi d'artificio: "Ammettiamo che il suo coraggio è pari al suo super ego - attacca il Comitato - nel continuare a giocare sulla pelle dei cittadini affermando che i fuochi d'artificio per la festa di San Nicola non si faranno finché i terremotati sono fuori casa e che questa spesa, pari a 6 o 8 mila euro avrebbe poco senso.
Ci dovrà spiegare - chiede direttamente al primo cittadino, riferendosi a quanto accaduto durante la serata Notte di stelle - cos'erano quelli spuntati dal palco della sfilata lo scorso venerdì sera?
La domanda sorge spontanea - concludono i componenti del gruppo - : forse lo scorso venerdì, senza accorgersene i terremotati sono rientrati nelle loro case e ne sono riusciti il sabato?".

GS
Emozionare, coinvolgere, sognare. Sono questi gli obiettivi che il Politeama di Tolentino, per la sua terza stagione, ha deciso di porsi per il suo pubblico, con un occhio attento ai giovani come pubblico di domani.  “Accomodatevi... tornano le emozioni” è infatti il claim della stagione che vuole proprio enfatizzare la comodità e l’accoglienza del Politeama. Caratteri fondamentali per la struttura rinnovata grazie al patron Franco Moschini.
Cinque rassegne tematiche formeranno così il cartellone di spettacoli al Politeama che prenderà il via il prossimo 5 ottobre: Aperitivo cabaret, Racconti d’attore, Master piano festival, Jazz e Blues.
Per il primo anno, poi, la stagione vede la collaborazione organizzativa di due associazioni che presenteranno in proprio le loro rassegne e sono l’associazione Tolentino Jazz e quella di Blues di San Severino. “La struttura - spiega il direttore Massimo Zenobi - riprende così la sua mission originale, quella di mettere a disposizione uno spazio ai gruppi che vogliono presentare la propria attività”.

Soddisfatto il presidente Franco Moschini che ha aperto la conferenza stampa di presentazione della stagione che si è svolta questa mattina: “Mi complimento con Massimo Zenobi perché le attività e i personaggi sono di una statura molto grande. Il Politeama è una realtà culturale che si muove a favore di tutti e per me è un orgoglio aver messo in sesto questa struttura”.
Ancora una stagione dai grandi nomi: “Da quelli dedicati ai giovani - dice Zenobi - come “Il terzo segreto di Satira” che spopola sui social, agli attori amati dal grande pubblico come Michele Placido, Luca Ward, Roberto Alpi, Daniela Scarlatti e Pino Ammendola”.

11WhatsApp Image 2019 09 12 at 12.34.18

Per il Master piano festival torna poi l’impegno dell’Accademia della Libellula e il Maestro Cinzia Pennesi, con musicisti di alto livello come Gino Brandi, Bruno Canino, Piero D’Egidio e Alessandra Ammara. Anticipato poi un concorso pianistico nazionale che sarà fatto a fine stagione e sarà dedicato a giovani pianisti. Così come tornerà nello stesso periodo, per il secondo anno consecutivo, la rassegna TalentiNati.

Torna anche per questa stagione la Friend card: “Ha avuto molto successo lo scorso anno con 400 fidelizzati - ha spiegato Zenobi - . Con una carta prepagata si potrà quindi accedere agli spettacoli a prezzo ridotto. Altra novità di quest’anno è che riserveremo alcuni spettacoli agli studenti delle scuole al mattino. In alcuni casi faremo il doppio spettacolo per far avvicinare il pubblico di domani che dobbiamo coltivare oggi. Rispetto allo scorso anno, poi, il biglietto per gli spettacoli di Jazz è diminuito”.

In chiusura, il sindaco Giuseppe Pezzanesi ha detto: “Il Politeama si sta avvicinando all’idea che lo ha fatto nascere e cioè che diventi una sorta di palcoscenico e di casa dove trascorrere bei momenti per un caffè o assistere a spettacoli di valore”.

GS


L’argomento sarà approfondito nella prossima edizione de L’Appennino Camerte.
Per l’undicesimo anno consecutivo torneranno a sfilare le stelle in piazza della Libertà a Tolentino, venerdì alle 21.15. Una iniziativa ormai consolidata a Tolentino, diretta da Marco Moscattelli e Chiara Nadenich,  come ha annunciato in conferenza stampa il vice sindaco Silvia Luconi: “Cresce quest’anno il numero delle aziende che sfilano, questo è sintomatico di interesse anche grazie al pubblico che ogni volta riempie piazza della Libertà. È chiaro che in questa fase il centro storico possa avere delle criticità ma non lo aiutiamo se continuiamo a dire questo. Lo aiutiamo vivendolo ed organizzando eventi e motivi per frequentarlo. Credo che questa estate ci sia stato un buon risultato per quanto riguarda gli eventi e c’è sempre stata una grandissima risposta”.

La serata sarà affiancata da un progetto benefico organizzato dalla Linotype che venderà delle t-shirt e il ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività del centro alzheimer.
“Per un paio di anni abbiamo fatto il calendario ed è andato molto bene - commenta Jonatan Del Pupo - ora proponiamo questa maglia con i nove simboli della città di Tolentino e ci auguriamo che abbia un buon riscontro”.
Impegnata per l’evento anche la Pro Loco con il presidente Edoardo Mattioni che ha svelato alcune novità della serata: “Premieremo Sara Passarini che ha partecipato a Miss Italia. C’è una ricostruzione scenica più importante rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda la partecipazione della Linotype abbiamo colto subito l’occasione per poter mettere in vendita queste maglie e non poteva esserci obiettivo migliore a cui destinarle se non all’attività del centro alzheimer”.

1274fgh

Grato di questa iniziativa il presidente del Centro, Giorgio Sbaraglia: “Noi siamo rimasti sbalorditi da questa idea di beneficienza. Devo dire che negli ultimi tempi c’è molta attenzione a questo centro anche se oggi è ancora difficile parlare di questa malattia. Noi stiamo facendo del tutto per far trovare nel miglior modo possibile le persone che noi ospitiamo”.

Tra le novità della sfilata anche l’angolo selfie, presentato da Marco Moscatelli: “Si tratta di un autoscatto realizzato da un tablet e poi proiettato in un maxischermo durante la serata. Accanto a me, nella presentazione della serata, Veronica Maya e Claudia Andreatti che nel pomeriggio sarà ospite alle Terme Santa Lucia per provare l’offerta termale e promuoverla durante la serata”.



GS
Un fine settimana all’insegna della solidarietà quello che sta per cominciare a Tolentino grazie alla partita del cuore presentata questa mattina in conferenza stampa e che si terrà sabato alle 16,30 allo stadio della Vittoria. Le vecchie glorie cremisi, con Giovanni Pagliari, Gianfranco Ruffini, Stefano Gobbi, Gianluca Gattari e altri, allenati da Fabrizio Castori, si scontreranno con una rappresentativa del Nord-Est che ha raccolto dei fondi in favore di Tolentino come spiega l’assessore Fausto Pezzanesi: “Tutto è nato dal torneo Luigioni dove Tolentino partecipava grazie ad Alberto Marcelletti tanti anni fa a Merano e ora gli amici di questa città hanno ricordato Tolentino grazie a questo.  Hanno promosso una lotteria per raccogliere dei fondi destinati alla nostra città terremotata.
Si tratta di 10mila euro raccolti grazie alla lotteria e altri 5mila euro aggiunti dal Comune di Merano. 
Arriveranno in 50, alloggeranno nelle strutture di Tolentino, ci saranno momenti di fratellanza - prosegue - . Un evento molto significativo sotto l’aspetto umano e della generosità.
Le donazioni che saranno poi raccolte durante la partita saranno rivolte ad un progetto dei servizi sociali dal momento che il memorial è intitolato a Stefano Pieroni che era appunto impegnato nei servizi sociali”.

Emozionato di questa vicinanza anche Alberto Marcelletti: “Se a distanza di 21 anni si sono ricordati di noi, evidentemente abbiamo lasciato un buon ricordo, non solo come sportivi ma sopratutto come uomini. Questo ci fa davvero piacere e che poi sia legato ad un gesto così significativo come quello della donazione ci riempie il cuore”.

In campo oggi per la partita del cuore e all’epoca del torneo anche Giovanni Pagliari che aveva smesso da poco a giocare a calcio e venne coinvolto da Marcelletti nel torneo a Merano. “Non era un torneo, ma una guerra - commenta ironicamente - perché si giocava a qualsiasi ora. Tanto che io in vent’anni di carriera non mi sono mai strappato a livello muscolare e mi strappai durante il torneo. Ricordo bellissime serate, ci siamo divertiti molto. Quando mi hanno detto che gli amici di Merano sarebbero venuti a Tolentino mi ha fatto molto piacere”.



GS
Pagina 1 di 10

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo