È stata presentata questa mattina, in una conferenza stampa a Caldarola, l’edizione 2020 di TeatrOpera Festival.
“Alle radici dell’anima” il titolo di un calendario che quest’anno conta 8 serate che unisce altrettanti Comuni delle due vallate Maceratesi e che ha l’obiettivo di permettere ad ogni spettatore, in questo momento storico, di compiere un percorso che lo porti a ritrovare se stesso, a riconnettersi con la Natura che gli è Madre, a ricucire quei fili invisibili dell’anima.
Ancora una volta sono l’arte e la bellezza a risollevare i territori feriti dal sisma e fiaccati dal Covid. È per questo che, con tutte le norme da rispettare, non si è voluto rinunciare ad un appuntamento che è diventato caratteristico delle estati Maceratesi.

Le prime cinque serate saranno in programma ad agosto, con al serata inaugurale il 14, e porteranno nelle piazze di Sant’Angelo in Pontano, Cessapalombo, Camporotondo, Penna San Giovanni e Caldarola, il “Salotto lirico sotto le stelle”; mentre i tre appuntamenti di settembre saranno ospitati nelle chiese di Monte San martino, Serrapetrona e Belforte del Chienti (Ente capofila del progetto) con “Suor Angelica era mia madre”. 

WhatsApp Image 2020 07 31 at 14.11.48
Sindaci e assessori dei comuni che ospiteranno le serate, con il presidente dell'Unione Montana Giampiero Feliciotti e l'assessore regionale Angelo Sciapichetti

Voce di tutti i Comuni che ospitano l’edizione 2020 del Festival è stato il consigliere con delega al Turismo e alla Cultura del Comune di Caldarola, Giovanni Ciarlantini: “Un evento che ci vede tutti riuniti - ha detto - per dare un segnale di ripartenza dal punto di vista culturale ed un bel messaggio al territorio e a chi ama lo spettacolo. Siamo convinti che abbiamo iniziato un percorso ottimale che ci possa vedere uniti nei futuri anni, in condizioni sempre migliori e con la speranza di essere supportati dalle autorità centrali, perché da soli siamo piccoli e possiamo ben poco”.

Ad illustrare lo spirito del Festival la direttrice artistica, Serenella Pasqualini insieme alla collaboratrice artistica Luisa Sanità: “Per noi solo collaborare con questi 8 Comuni è già bellissimo. Lo vediamo come un inizio di qualcosa che dovrebbe continuare, con l’obiettivo di avere una struttura che possa essere sempre più presente nel territorio. Anche in questo momento di fermo mi sembra una cosa meravigliosa poter dare il via al nostro Festival.

WhatsApp Image 2020 07 31 at 14.11.48 2

Cinque comuni ospiteranno nelle piazze il “Salotto lirico sotto le stelle” con cinque professionisti di fama internazionale e il coinvolgimento di un coro. Sarà la musica la vera protagonista perché ci sono delle restrizioni per il contesto che di solito si era abituati a vedere. 
Poi le tre serate dedicate a “Suor Angelica era mia madre” una rilettura che ci permette di inserire il teatro all’interno dell’opera e renderla fruibile anche ai meno appassionati. Viste le restrizioni le tre serate dello spettacolo si articoleranno in due turni con due cast diversi: uno alle 18 e l’altro alle 21.15”

A dimostrare la ferma volontà di ricominciare con un Festival di successo il presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti: “Siamo sulla strada giusta affinché la musica sia protagonista in un territorio eccellente come il nostro. Come Unione Montana saremo al fianco dell’iniziativa e ci auguriamo che da questa esperienza si consolidi l’opportunità di programmare appuntamenti futuri. Questa è la strada giusta per far sì che le amministrazioni impieghino le giuste forze per la promozione del territorio, sempre con un occhio di riguardo alle eccellenze enogastronomiche presenti anche oggi con Valentino Lampa rappresentante del marchio Coroncinus”.

Ha ribadito l’importanza della sinergia l’assessore regionale Angelo Sciapichetti: “Lo scorso anno ho potuto toccare con mano la validità dell’organizzazione e del Festival.

I sindaci hanno dato dimostrazione di saper fare squadra. Soprattutto per la fase che stiamo attraversando, relativa alla ricostruzione, se non riconosciamo la capacità di fare squadra aldilà delle passioni e del credo politico, non potremo mai ripartire. È una storia che dobbiamo portare avanti insieme, da soli non si esce da questa situazione.
Da maceratese credo che un format come questo sia propedeutico all’attività dello Sferisterio perché in questo modo viene trasmessa la cultura del bel canto”.

GS






Il pubblico delle grandi occasioni per l'inaugurazione di "TeatrOpera Festival 2018....festeggia Rossini" a Camporotondo di Fiastrone domenica 22 luglio. Un'invasione pacifica di circa 180 persone, tra appassionati di Lirica e di Fotografia, adulti e bambini da tutta la provincia e regioni limitrofe. 

20180722 192817

Ed è stato un crescendo di emozioni, a cominciare dalla conferenza di presentazione in una "Mediateca" gremita di gente fin sulle scale, con la partecipazione straordinaria di una commossa Marianna Santoni, Fotografa Professionista di fama mondiale e i ringraziamenti del Sindaco Emanuele Tondi all'Associazione Opera di Tolentino, nella persona di Serenella Pasqualini, direttore artistico e promotrice del Festival. A seguire l'apertura della mostra fotografica "Nel Regno della Sibilla, la grande magia dei Monti Sibillini", a cura del gruppo "Photonica3" che ha regalato ai presenti un'esposizione elegante e molto ben curata: foto come quadri, finestre spalancate su quel mondo infinito detto "dei piccoli incanti" che sono i Sibillini. Photonica3 donerà il ricavato della mostra, che resterà aperta tutti i giorni fino a domenica 5 Agosto, all'Associazione Opera di Tolentino, per progetti culturali da realizzare sul territorio. La serata si è conclusa con il tanto atteso aperitivo musicale “Omaggio a Rossini”, una vera rivelazione per gran parte del pubblico presente.  

20180722 190728

Accompagnate abilmente dalla pianista giapponese Hiroko Takafuji, il soprano Patrizia Biccirè e il mezzosoprano Serenella Pasqualini, si sono esibite in una raffinata esecuzione del cosiddetto “Rossini serio”: dal ”Tancredi” di Gioachino Rossini, Serenella Pasqualini nel ruolo di “contralto rossiniano” ha interpretato Tancredi, ruolo destinato ad essere eseguito da una voce femminile, en travestì, cantando il recitativo “Oh Patria” con la celeberrima aria “Di tanti palpiti”; dalla “Semiramide” di Gioachino Rossini, Patrizia Biccirè nel ruolo della protagonista, ha eseguito la difficilissima aria “Bel Raggio Lusinghier” e per finire da “La Gazza Ladra” di Gioachino Rossini, il dolcissimo recitativo e duetto di Ninetta e Pippo “Dhe Pensa se Domani” interpretato dalle due cantanti liriche.

20180722 182714

“Omaggio a Rossini” ha incantato davvero tutto il pubblico distribuito all'interno del piccolo locale che ospitava l'evento, ma anche nel giardino esterno.  Adulti e bambini hanno ascoltato in religioso silenzio tutta l'esibizione, un pubblico, attento, commosso, che ha capito il messaggio inviato dalle voci intense e profonde delle due cantanti, dimostrando ciò che da sempre sostiene Serenella Pasqualini, l'Opera Lirica è per tutti.  Felicissimo e soddisfatto il Sindaco Emanuele Tondi che dice: questo è il modo giusto di aiutare il territorio a risorgere, offrire qualità e dare fiducia alle eccellenze del territorio, mettendo al primo posto proprio le persone.

Tanti gli appuntamenti fino al 5 Agosto, il laboratorio di Canto Lirico con Patricia Biccirè dal 25 al 28 Luglio, il 1 Agosto sempre alle 21:30 con “Tra le Leggende dei Monti Sibillini, narrando la magia dei Monti Azzurri” con Diego Mecenero, lo stage Vocal-Teatrale con Patricia Biccirè, Genny Cesarani e Diletta Landi dal 3 al 4 Agosto. E poi le due serate del 29 e 5 Agosto dove la Piazza San Marco di Camporotondo si trasformerà in un teatro all’aperto con gli spettacoli “Sotto le Stelle con Rossini” e Serata di Gala al Circolo Lirico”, le cene rossiniane presso l’Osteria Il Sigillo e gli aperitivi in giardino. 

 20180722 190157

37700164 2245158548846841 4878073195933990912 o

Mantenere vivi i territori, far ripartire i piccoli paesi, dando loro voce e attenzione attraverso l’Opera lirica. È l’ambizioso obiettivo di TeatrOpera Festival, giunto alla sua terza edizione e che quest’anno riprende dopo due anni di stop a causa del sisma. Stamattina, nell’aula consiliare di Camporotondo di Fiastrone è stato presentato il programma dell’iniziativa, che si svolgerà dal 22 luglio al 5 agosto, insieme al sindaco Emanuele Tondi, alla presidente dell’associazione Opera (di Tolentino) Serenella Pasqualini, al presidente dell’Unione Montana Monti Azzurri Giampiero Feliciotti e al presidente di Photonica 3, Marco Gratani.

“Si tratta di un nuovo progetto ambizioso - ha detto Tondi - ma a noi piacciono le sfide e faremo in modo che sia un’esperienza positiva. C’è una frase che mi ha colpito quando mi hanno presentato l’iniziativa: <<La volontà è quella di mantenere viva, attraverso la cultura e l'espressione artistica, l'attenzione sui nostri paesi e le nostre eccellenze; creare movimento e occasioni di aggregazione per gli abitanti; attirare più ampi e nuovi flussi turistici offrendo qualità e innovazione; riservare uno spazio speciale anche ai giovani e alla loro formazione.L'idea è, dunque, quella di ripartire dai nostri paesi dando loro voce e attenzione e ricollocare l'Opera Lirica in un contesto sempre più ampio e popolare che è quello che le appartiene>>. Ecco, i nostri comuni hanno bisogno di questa attenzione”.

Dal 22 luglio al 5 agosto, un ricco programma dedicato al 150° di Gioacchino Rossini porterà a Camporotondo giovani e professionisti dell’Opera ma non solo. Anche una mostra fotografica dedicata ai Sibillini a cura di Photonica 3, convegni con il guru della fotografia Marianna Santoni, aperitivi, cene e serate di gala. 

Si inizia il 22 alle 18 con l’inaugurazione del Festival e l’apertura della mostra fotografica “Nel Regno della Sibilla, la grande magia dei Monti Sibillini”, alle 19 aperitivo musicale “Omaggio a Rossini” con il soprano Patrizia Biccirè, il mezzosoprano Serenella Pasqualini e la pianista Yukino Makasa. Madrina d’eccezione, Marianna Santoni. 

Il 24 luglio, alle 21:30, di nuovo appuntamento con Photonica 3 per “Flora e Fauna dei Monti Sibillini”, proiezioni e foto inedite di Gianluca Carradorini. 

Dal 25 al 28 luglio si svolgeranno dei laboratori di canto lirico con la docente Patrizia Biccirè e la pianista Hiroko Takafuji e dal 26 al 28 luglio, ogni giorno alle 18:30 le lezioni saranno aperte e si concluderanno con aperitivi in giardino.

Il 29 luglio, prima importante serata: “Sotto le stelle con Rossini”, con Hiroko Takafuji, Sara Zampetti, Chiara Cirilli (pianiste). Presenta l’attore Fabrizio Romagnoli, prenotazione e biglietto online su www.associazioneoperaitalia.it . Alle 19:30, cena rossiniana su prenotazione a cura dell’Osteria Il Sigillo.

Protagonista del 1 agosto sarà di nuovo Photonica 3 con la serata, a partire dalle 21:30, “Tra leggende dei Sibillini, narrando la magia dei Monti Azzurri”, coi racconti di Diego Mecenero, giornalista e scrittore innamoratissimo dei territori marchigiani.

Il 3 e 4 agosto, stage sulla voce teatrale condotto da Genny cerretani e Diletta Landi (info e iscrizioni 3444733930). Serata conclusiva il 5 agosto alle 21:15 con una “Serata di Gala al Circolo Lirico”. Sul palco il soprano Sabrina Macculi, le mezzosoprano Serenella Pasqualini e Sandra Giuliodori, il tenore Giovanni Iaforte, il baritono Giovanni Guarino e le pianiste Assunta Tutino e Sara Zampetti. Presenta l’attore Fabrizio Romagnoli. Prenotazione e biglietti online www.associazioneoperaitalia.it. Lo spettacolo sarà preceduto da una cena, alle 19:30, da una Cena Rossiniana a cura, di nuovo, dell’Osteria Il Sigillo.

“Il sindaco Tondi - ha commentato il presidente dell’Unione Montana Feliciotti - è estremamente lungimirante. Doveva ripartire ‘Dialettiamoci’ ma per problemi insorti fra varie amministrazioni, non è stato possibile. Sono contento perché questo progetto non è una semplice feste ma qualcosa di più ampio. Questo Festival dovrà continuare nelle scuole e poi ripetersi il prossimo anno. Dovrà diventare il core bussiness dei 15 comuni dell’Unione Montana. Se tutti i comuni - ha concluso - avessero messo la propria piccola parte, sarebbe stato un progetto ancora più importante”.

Anche la presidente e mezzosoprano Pasqualini ha ribadito l’importanza che il progetto entri nelle scuole dal prossimo anno, affinché anche i più piccoli inizino a conoscere l’Opera e, magari ad apprezzarla. La sua funzione infatti, non è elitaria e di nicchia, bensì popolare: “L’Opera - ha detto - è per tutti e bisogna portarla a tutti. I ragazzi devono conoscerla perché non c’è nessun altra espressione artistica tanto diretta. I personaggi che verranno vantano curricula nazionali e in alcuni casi internazionali”.

A chiudere, Marco Gratani di Photonica 3 che ha raccontato di come la mostra del fotoclub voglia porre l’attenzione su territori e bellezze non abbastanza valorizzati: “La nostra mostra vuol trasmettere emozioni a partire dai nostri territori. Per l’inaugurazione, il 22 luglio, sarà presente un’ospite d’eccezione, il guru della fotografia Marianna Santoni. Per noi, averla qui è incredibile. Poi avremo Gianluca Carradorini, per la conferenza sulla flora e la fauna dei nostri monti. Si tratta di un vero esperto. Infine - ha concluso - Diego Mecenero, innamorato delle nostre terre. Sentirlo sarà un incanto”. 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo