A Camerino sono in dirittura di arrivo gli ultimi passaggi burocratici per il rifacimento della strada che porta a Le Calvie. Il maltempo, che negli scorsi mesi ha causato la frana di una parte della carreggiata e la conseguente riduzione del traffico, ora a senso unico, ha rappresentato un grave danno alla viabilità del territorio camerte, di cui la strada rappresenta una via di grande importanza. I lavori, per cui è stato incaricato il tecnico per la redazione del progetto, dovrebbero essere ormai imminenti: parliamo di un intervento per oltre 100 mila euro.

Il sindaco di Camerino Sandro Sborgia, ai microfoni di Radio C1 inBlu, ha parlato così: ”La strada sarà finalmente sistemata: l’elaborato progettuale sarà consegnato il 23 ottobre, quindi seguirà una delibera di giunta per l’approvazione e poi, visto che parliamo di un intervento sotto soglia, si potrà procedere con l’affidamento diretto dei lavori che dovrebbero iniziare a breve. Per quel tratto abbiamo dovuto ricorrere alla Protezione Civile che ha stanziato oltre 100mila euro per i lavori. A seguito dei sopralluoghi, una volta concesso il finanziamento, abbiamo immediatamente dato mandato per la redazione del progetto. Con la consegna dell’elaborato progettuale, l’ufficio tecnico potrà infine procedere con l’affidamento dei lavori: siamo davvero alle battute finali e anche questo problema che ha trasformato la circolazione nel nostro territorio sarà definitivamente risolto".

Red.
Caldarola si prepara al nuovo anno scolastico e lo fa guardando al futuro, avviando il cantiere nella parte retrostante la struttura ricostruita dopo il sisma.
Già nel giorno del taglio del nastro il sindaco Luca Maria Giuseppetti aveva spiegato cosa sarebbe sorto nella zona esterna, ma i tempi che si sono allungati hanno portato i lavori a cominciare solo nei giorni scorsi.

"Nel progetto iniziale - spiega Giuseppetti - era prevista l'urbanizzazione della zona retrostante la scuola. Poi riflettendoci abbiamo cambiato alcune cose per renderla più idonea ai nostri ragazzi.
Purtroppo i tempi si sono allungati a causa del''affidamento degli incarichi del progetto e delle ditte.
Abbiamo attesto che il lavoro ci venisse accordato e che si potesse rendicontare, e purtroppo a queste lungaggini si è aggiunto il Covid che ci ha portato a cominciare proprio ora. Capisco che avviare un cantiere vicino alla scuola proprio nel momento in cui ricominciano le lezioni non è la scelta migliore, ma purtroppo era l'unica soluzione e bisogna andare avanti perchè si tratta comunque di una parte importante per le nostre scuole.
La zona esterna - spiega - ospiterà quindi un parco giochi per le bambini dell'Infanzia, un orto botanico, un auditorium esterno e un porticato che potrà riparare gli studenti all'ingresso e all'uscita da scuola prima di salire e scendere dai pulmini.
Credo che verrà un bel lavoro - conclude - e che anche i nostri studenti apprezzeranno dal momento che permetterà loro di vivere momenti di condivisione all'aria aperta". 

GS

510a8321 db7f 44f5 abef 38767056cf91

77755cb0 da51 4cb7 8bff 7004c2013ce6
Proseguono i lavori di sistemazione del palasport Giulio Chierici di Tolentino.
"Ci sono stati assegnati 90mila euro dal Dipartimento per gli Affari interni e Territorialie - spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Fausto Pezzanesi - e li abbiamo destinati alla messa in sicurezza di questo impianto che, come ogni palasport, aveva bisogno di manutenzione, nonostante fosse già una struttura sicura.
Si tratta di lavori di mantenimento strutturale che notano i tecnici piuttosto che i fruitori della struttura. Proprio nei giorni scorsi - aggiunge - abbiamo verificato una relazione del tecnico Angelo Marzulli che, in corso d'opera, ci ha sottoposto una variante migliorativa in termini di sicurezza. Era necessario fare interventi sull'intonaco, lavori di rinforzo delle tamponature che nella fase progettuale non erano previsti".

La fine dei lavori è prevista per i primi di settembre: "I lavori proseguono in velocità - conclude - , per settembre dovremo essere operativi con il palasport migliorato, quindi ci auguriamo che vada tutto per il verso giusto e che le attività possano ricominciare a giorni".

GS





In vista del mese di agosto tornano i lavori lungo la tratta ferroviaria Civitanova-Albacina.
Questa mattina la conferenza per illustrare l'avvio dei cantieri che saranno impegnati fino alla fine di agosto e che riguardano l'elettrificazione e il potenziamento della tratta.

"Così come lo scorso anno - dice l'assessore regionale Angelo Sciapichetti - anche quest'anno riprendono i lavori lungo la linea ferroviaria. Lavori che vengono fatti ad agosto per cercare di arrecare meno disagio possibile soprattutto agli studenti che viaggiano su quella linea.

Dal 29 luglio al 9 agosto - precisa l'assessore - sarà interrotto il tratto Macerata-Albacina, quindi quello che si riferisce all'entroterra; dal 10 al 30 agosto sarà chiuso anche quello tra Civitanova e Macerata quindi tutti i treni saranno sostituiti dagli autobus su gomma".

I lavori che riguardano appunto l'elettrificazione della tratta ferroviaria rientrano in un piano di investimenti importante: "Gli investimenti di 110milioni di euro che dobbiamo fare lungo la tratta per l'elettrificazione devono essere completati - aggiunge Sciapichetti - . Questo è un ulteriore passaggio per l'elettrificazione voluta da tanto tempo e quando l'avremo portata a termine le Marche saranno tra le regioni italiane con la più alta quota di rete elettrificata. 
Si tratta - conclude - dell'infrastruttura più grande, per investimento, dopo la superstrada 77 che viene portata avanti in qeusta provincia".

GS
Una chiusura dell’anno non da poco quella dell’Anas che conta un incremento dei bandi di gara del 50 per cento rispetto allo scorso anno, per un totale di 4,2 miliardi di euro. Rilevanti anche gli investimenti nella manutenzione che segnano un più 647 milioni di euro. Sbloccati o riavviati cantieri per 2,5 miliardi di euro.

Nel 2019 la società ha riavviato la fase di appalto delle nuove opere con 9 bandi di gara pubblicati per un importo complessivo di oltre 1,6 miliardi di euro, in controtendenza rispetto all’anno precedente. La produzione complessiva è stata pari a 1,066 miliardi di euro, con una minima flessione rispetto al valore del 2018 di 1,076 miliardi, dovuta alla crisi che ha colpito le aziende di settore e alle criticità legate agli iter burocratici di autorizzazione delle opere. Risultati positivi anche per le assunzioni con 1.250 nuovi dipendenti di cui oltre la metà a tempo indeterminato. Per il nuovo anno inoltre, si prevede di assumere 900 nuove persone. 

“È stato per Anas – ha dichiarato l’Amministratore delegato Massimo Simonini - un anno intenso, ricco di sfide e di risultati importanti, grazie anche al consolidamento dell’appartenenza al Gruppo Fs Italiane. Nel 2019 abbiamo realizzato un processo di pianificazione degli investimenti e di programmazione dei lavori che ci ha permesso non solo di sbloccare alcuni cantieri fondamentali, ma di investire ingenti risorse nella manutenzione programmata. La riorganizzazione della struttura aziendale, che ha assicurato la razionalizzazione dei processi e la maggiore rapidità decisionale, potenziando al contempo il presidio del territorio, ha permesso ad Anas di migliorare gli standard di sicurezza della nostra rete, garantendo agli utenti continuità territoriale e qualità dei servizi”. 


Sono stati ultimati nei giorni scorsi i lavori, commissionati dalla Provincia di Macerata, per il risanamento della frana al Km.0+500 della strada provinciale Gualdo-Penna San Giovanni al Km.0+500 nel Comune di Gualdo.

Le opere appaltate prevedevano la realizzazione di un muro in cemento armato fondato su pali lungo 32 metri, la successiva ricostruzione del corpo stradale, il rifacimento della zanella e la posa in opera di barriere di sicurezza.

I lavori, consegnati alla fine di novembre dello scorso anno e conclusi in anticipo rispetto al crono programma, sono stati realizzati dalla ditta Metalstrade srl di Perugia per un importo complessivo di 120.000 euro.

gualdo1

 

gualdo3

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo