La comunità rinasce tra le casette a Caldarola. Se prima l’aggregazione e l’incontro si cercavano in piazza Vittorio Emanuele II con una passeggiata sotto il loggiato, ora che manca quel punto di riferimento non si rinuncia però allo stare insieme.

La nuova agorà è nel mezzo delle sae, dove i caldarolesi sono tornati a vivere dopo mesi di “esilio” dalla propria terra.

A dimostrare questa voglia di rinascita, la cena conviviale che ieri sera ha animato il nuovo centro abitato e ha visto tornare il sorriso e l’amicizia sui volti dei caldarolesi.

Una lunga tavolata ha ospitato la cena, a cui ha partecipato anche il sindaco, Luca Maria Giuseppetti, poi è seguito il concerto della band Salvadei Brass Ensemble.

La prima parte dello spettacolo è stato dedicato all’opera con le musiche di Verdi, Mascagni, Puccini e Donizetti; poi spazio alle musiche popolari italiane da Ennio Morricone a Modugno, Fontana e De Andrè.

Una occasione per ritrovare il senso di appartenenza ad una comunità che il sisma aveva disgregato come i muri delle case.

 

Foto di Ilio Montanari

sae2

sae

sae4

sae6

 

sae5

sae3

“Un segnale di grande vicinanza e di grande affetto”. Così il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui ha definito l’evento “ Milano per Camerino”, tenutosi nella chiesa di San Fedele a due passi dal Duomo di Milano.Un organico formato da 100 elementi, tra coristi delle civiche milanesi e della Cappella Musicale del Duomo coro universitario di Camerino, insieme a 40 orchestrali, ha potuto vivere un’esperienza di altissimo profilo. Sul podio Mario Valsecchi che ha guidato cori ed orchestra nell’esecuzione del Requiem di John Rutten scritto nel 1985 per la morte del padre. Segni profondi lasciati anche nella musica, quelli del sisma nella città ducale, con il danneggiamento di chiese, piazze e teatro e lo smarrimento di non avere più luoghi dove poter cantare.  

dscf2092 phmarinaalessi web 41356473915 o

Ad esprimerlo, in una lettera inviata alla rivista musicale Amadeus, una corista camerte. E’ stata proprio la Civica scuola di musica Claudio Abbado a raccogliere l’appello e a rendere possibile un concerto, rimasto in sospeso. 

  Il tutto si è concretizzato nella chiesa di san Fedele alle ore 17 di domenica 20 maggio. “ Un abbraccio d'amore che la città di Milano ci ha voluto dare – ha commentato il sindaco presente al bellissimo concerto, vicino all'assessore al turismo del capoluogo lombardo –. Debbo ringraziare per questa opportunità offerta alla nostra città, l’iniziativa della dottoressa Roberta Grifantini. Pubblicata su “Amadeus”, la sua lettera ha rappresentato il punto di partenza di tutto l’iter di conoscenza con uno dei centri più significativi di cultura musicale di Milano che, generosamente, ha raccolto la richiesta d’aiuto. Ringrazio di cuore il direttore Melis, resosi promotore di un evento a dir poco commovente; ottima l’ esecuzione che le nostre orecchie hanno potuto ascoltare, supportata dal plauso degli illustri esperti presenti. Per la nostra comunità-ha proseguito Pasqui- è stato un momento assolutamente significativo e, come ci siamo detti con l'assessore al turismo del Comune di Milano, con il direttore Melis, nonché con il direttore generale e il presidente delle civiche, rappresenta solo il punto d'inizio di un proficuo percorso che continueremo a fare insieme. All'interno del bellissimo evento abbiamo anche avuto l’occasione di riabbracciare la squadra dei vigili del fuoco di Milano, giunta a Camerino già nelle primissime ore del post sisma e dalla quale, abbiamo avuto testimonianza di forte vicinanza e spirito di servizio. E’ stato un piacere poter riabbracciare queste persone con le quali si è instaurato un bellissimo rapporto di amicizia; abbiamo voluto evidenziarlo offrendo loro un piccolo riconoscimento, una medaglia che rappresenta la nostra città. Grande soddisfazione per un pomeriggio da ricordare e grande l’orgoglio per la realtà stessa del nostro coro Cappella musicale del Duomo, veramente straordinario, sia nel concerto del Requiem che in tutta la perfetta amalgama con le civiche Scuole di musica milanesi. Vorrei soprattutto evidenziare la grande capacità e professionalità del coro nel sapersi porre all'attenzione musicale di una platea estremamente qualificata come quella milanese. Il mio grazie va in particolare all'ex presidente Donatella Fedeli e ai maestri preparatori Silvio Catalini e Luciano Feliciani che, in tutti questi anni di guida, hanno saputo tenere altissimo il valore di un fiore all'occhiello musicale della nostra città, la cui preparazione è indiscussa e molto qualificata ”.

Carla Campetella

dscf2125 phmarinaalessi web 42258119061 o

dscf2143 phmarinaalessi web 41536453574 o

dscf2155 phmarinaalessi web 41536450034 odscf2194 phmarinaalessi web 40450990890 odscf2271 phmarinaalessi web 27387312257 odscf2393 phmarinaalessi web 28384560088 odscf2302 phmarinaalessi web 41356520895 o

Banca della Provincia di Macerata festeggia il suo decennale con i cittadini

e il TacaBanca tour, il meglio della storia cantata con La Compagnia di Musicultura.

Il tour è stato ideato per celebrare i dieci anni di attività dell’istituto facendo sognare, cantare

ed emozionare il pubblico delle più belle piazze e teatri della Provincia di Macerata e Fermo,

con il meglio della storia della musica cantata firmata dal Maestro Piero Cesanelli. Un

emozionante segno di riconoscenza della Banca della Provincia di Macerata verso i cittadini e

tutti coloro che la sostengono ed una conferma del suo continuo impegno nell’ambito culturale.

Dopo la pioggia di giugno, La Compagnia di Musicultura torna Venerdì  12

agosto a Porto San Giorgio in Piazza Bambinopoli (Lungomare Gramsci Centro) alle

21,30 con “PMC - Piccolo Manuale della Canzone, il meglio de La Compagnia”, una

delle ultime produzioni ideate e dirette da Piero Cesanelli, Direttore Artistico del Festival

Musicultura, che la critica ed il pubblico hanno premiato fin dal suo debutto.

Presentata la XX edizione il Premio Internazionale Massimo Urbani di Camerino. Ad illustrare i contenuti del festival il direttore artistico Daniele Massimi . Sono intervenuti il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui e Carlo Trecciola, organizzatore del format Braidart ducale nonché Lucrezia Difabio di ESN Erasmus Unicam, che collaborano all’evento.

Il prestigioso concorso nato con lo scopo di individuare giovani jazzisti emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica e alla diffusione della musica jazz, si snoderà nella tre giorni di giovedì 9, venerdì 10 e sabato 11 giugno 2016 a Camerino, con un programma di concerti, conferenze e aperitivi internazionali all’insegna del grande jazz.-

In venti anni di storia il Concorso ha premiato giovani talenti, oggi affermati musicisti come: Rosario Giuliani, Gianluca Petrella, Dino Rubino, Nico Gori, Francesco Cafiso, Claudio Filippini, Alessandro Lanzoni e i fratelli Cutello nella passata edizione. Quest’anno erano più di 100 i partecipanti e solo in 12 sono stati selezionati dalla giuria per la finale. Si tratta di Federica Foscari 822 anni,voce); Antongiulio Foti (16 anni, piano); Andrea Paternostro (14 anni, sax alto), Emanuele Filippi (23 anni, piano ); Lorenzo Simoni (17 anni, sax alto); Niccolò Zanella ( 24 anni, sax tenore); Sergio Casabianca ( 25 anni, chitarra); Giovanni Agosti ( 25 anni, piano), Michele Uliana ( 26 anni, clarinetto); Emilia Zamuner ( 22 anni, voce); Michele RubinI (25 anni, sax alto)e Valerio Rizzo ( 23 anni, pianoforte).

Presidente della giuria della XX edizione è Emanuele Cisi; accanto a lui nel difficile compito di giudicare i candidati, il batterista Massimo Manzi, il contrabbassista Massimo Moriconi, il pianista Andrea Pozza, il talent scout e fondatore del Premio Paolo Piangiarelli e il direttore artistico Daniele Massimi.

Al vincitore del Premio la possibilità di incidere un disco in studio o live e di suonare in alcune importanti rassegne partner. Altri riconoscimenti sono: il Premio del pubblico, il Premio dell’Università di Camerino, il Premio della critica e le Borse di studio per i seminari di Umbria Jazz e Nuoro Jazz.

La gara si svolgerà tra le mura del teatro Marchetti, ma tutto il centro storico sarà caratterizzato da un’atmosfera spumeggiante. I locali serviranno gli aperitivi internazionali, con la collaborazione di ESN- Erasmus Camerino e della Scuola di Italiano “ Dante Alighieri”, sulla scia del concept “ jazz come linguaggio tra i popoli”, la P-Funking band popolerà le vie del centro durante tutti i tre giorni. Ad arricchire il tutto conferenze, mostre, concerti e jam session.

Due saranno gli appuntamenti musicali principali: giovedì a teatro con Emanuele Cisi e il quartetto composto da Massimo Manzi, Massimo Moriconi e Andrea Pozza e, venerdì, sempre a teatro Antonello Salis con Egidio Marchitelli sul tema “Massimo Urbani come Jimi Hendrix”. Sabato sarà la volta del concerto del vincitore nel cortile del teatro cui seguirà la chiusura presso il Cinema Betti con il dj set in collaborazione con Synth.

Media partner del PIMU è quest’anno Radio Rai con Radio 7 Live, il canale dedicato alla musica live.

Emozione e musica per la giovane violinista della scuola di Musica Liviabella, Elisa Re, che ha avuto l’onore e la grande emozione di esibirsi insieme al grande violinista Stefan Milenkovich. Occasione è stato l’incontro con oltre 100 studenti della scuola media Dante Alighieri, avuto giorni prima del concerto che ha chiuso la stagione concertistica della FORM al teatro Lauro Rossi di Macerata. Elisa Re ha suonato per e con il maestro Milenkovich il concertino in LA minore di Alberto Curci, ricevendo i complimenti dello stesso che si è rallegrato con la giovane allieva per lo studio e per la formazione che sta portando avanti. "Perfetto!" ha detto Milenkovich sull’esecuzione di un brano, tutt’altro che scontato, eseguita da Elisa Re, che studia da tre anni violino con la Liviabella nella scuola civica di musica Scodanibbio di Macerata.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo