POLITEAMA banner beethoven 1022x200
Nelle Marche la didattica torna a distanza fino al prossimo 5 marzo, data di scadenza del Dpcm attualmente in vigore, per tutti gli studenti delle scuole secondarie superiori, mentre nelle province di Ancona e Macerata resteranno in presenza soltanto gli studenti delle classi prime della scuola media. Questo il contenuto dell'ordinanza firmata dal governatore Francesco Acquaroli, che entrerà in vigore da sabato 27 febbraio, tenuto conto del "significativo incremento del tasso di incidenza del contagio nella fascia di età delle scuole secondarie che si registra in tutta la regione e in particolare sulle provincie di Ancona e Macerata". Resta comunque garantita la possibilità di lezioni in presenza per i laboratori, gli studenti con disabilità e con bisogni educativi speciali.

f.u.
Sono 236 le classi delle scuole di ogni ordine e grado attualmente poste in quarantena dall’autorità sanitaria in tutta la regione Marche. Il dato, che comprende anche le scuole paritarie, emerge dalla primarilevazione effettuata ieri, 17 febbraio, sulla base delle informazioni inserite dalle istituzioni scolastiche nella piattaforma predisposta dal sistema informativo creato dall’Ufficio scolastico regionale.

Le classi interessate rappresentano il 2,26% delle 10.464 sezioni e classi censite, dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado. I dati vedono la provincia di Macerata con 46 classi in quarantena. La piattaforma consente il monitoraggio in tempo reale della situazione per ordine e grado di scuola e per provincia, offrendo anche a tutte le istituzioni interessate la base fattuale per monitorare costantemente la situazione e valutare eventuali decisioni da assumere in merito alle eventuali misure da adottare a fronte dell’evoluzione dell’incidenza nel tempo della pandemia sul sistema scolastico regionale.

La decisione di attivare la piattaforme è stata presa all’unanimità nel corso dell’ultimo tavolo di confronto convocato dall’Ufficio scolastico regionale lo scorso 10 febbraio, cui hanno partecipato anche gli assessori regionale Latini e Saltamartini e i rappresentanti di UPI e ANCI.
Nelle Marche gli studenti torneranno in aula lunedì 25 gennaio, con una settimana di anticipo rispetto a quanto previsto dall'ordinanza. Questo l'intento del Governatore Francesco Acquaroli, che accoglie favorevolmente il parere fornito dal Governo e dal Comitato tecnico Scientifico pur continuando a monitorare la curva epidemiologica.

"Ci indirizziamo verso il controllo del contagio e dell'indice Rt - dichiara il Governatore - Il nostro timore una settimana fa era quello di una forte ripresa del contagio, avendo superato i 700 casi di positività. I dati di questa settimana, invece, parlano di una situazione in miglioramento con un calo di positivi in diminuzione e una situazione ospedaliera che riesce a reggere l'urto. Se nei prossimi giorni questi dati saranno confermati la nostra intenzione è quella di riportare gli studenti delle superiori in aula con un 50% di presenze".
La giunta regionale si è confrontata in merito all’andamento epidemiologico nelle Marche e, anche a seguito della concertazione avuta dall’assessore all’istruzione con il mondo della scuola, ha deciso di far proseguire la didattica a distanza per le scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, al 100% fino al 31 gennaio.

Per questo il Presidente della giunta regionale, Francesco Acquaroli, emanerà domani, martedì 5, un’ordinanza che formalizza questa decisione, assunta allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus e garantire quanto più possibile la salute e la sicurezza dei cittadini e la tenuta delle strutture ospedaliere.

Il provvedimento entrerà in vigore il 7 gennaio e disporrà che le istituzioni scolastiche di secondo grado continuino a svolgere le lezioni tramite il ricorso alla didattica a distanza al 100%. Restano garantite in presenza le attività laboratoriali e quelle per alunni con disabilità o bisogni educativi speciali. La giunta si riserva comunque la possibilità di revoca o modifiche del provvedimento sulla base dell’andamento della situazione epidemiologica regionale.
Due terzi degli istituti superiori e la quasi totalità delle scuole del primo ciclo nelle Marche hanno iniziato l'anno scolastico in presenza. Negli altri è stata adottata la didattica mista e, in nessuna scuola la didattica a distanza.
Il 67,21% delle scuole superiori marchigiane (41 istituti) ha iniziato l'anno scolastico in presenza, mentre il 32,79% (20) ha adottato una modalità mista: in presenza e a distanza. Per le scuole del primo ciclo i dati sono anche più netti: il 95,83% (92 istituti) ha adottato la modalità in presenza e solo il 4,17% (4) quella mista. Sono i primi risultati di un monitoraggio a campione effettuato dalle sedi territoriali dell'Ufficio scolastico regionale all'indomani del primo giorno dell'anno scolastico. Nessuna scuola risulta aver cominciato l'anno solo in modalità a distanza o non aver avviato per nulla le lezioni.
Solo sei scuole del primo ciclo (6,25%) hanno adottato doppi turni. Musei e teatri come aule didattiche, solo per 13,54% delle scuole del primo ciclo (13) e il 3,28% (due) delle superiori. 
c.c.
Nell'ambito degli screening del percorso scuola avviati all'inizio della scorsa settimana sul personale scolastico della Regione Marche, il Gores ha comunicato il primo caso risultato positivo al Covid-19. 
Si tratta di un insegnante che era risultato positivo al test sierologico, in seguito confermato con il tampone. L'insegnante, asintomatico,  è in isolamento ed e' stato inserito nel percorso attivo di sorveglianza sanitario. Sono 2347 i test sierologici effettuati ad oggi nel percorso scuola iniziato il 24 agosto (su personale docente e non docente). I risultati sono in fase di elaborazione.
c.c.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo